IL SANTOS RISCATTA DODÒ: MA LA MINUSVALENZA È PESANTE

1

1,5 milioni di euro. È la cifra che il presidente del Santos è disposto a spendere per riscattare Dodò. Il terzino brasiliano, ancora di proprietà della Sampdoria e parcheggiato in prestito al club di San Paolo, dovrebbe proseguire lì la sua avventura. “Dobbiamo solo concordare del dettaglio con il giocatore”, le parole del massimo dirigente del club paulista. Secondo le indiscrezioni di mercato alla Samp dovrebbe andare una cifra intorno al milione e mezzo di euro. Soldi freschi che possono fare comodo per il futuro, magari già per il mercato di gennaio dove alla luce di quanto visto fin qui l’area tecnica blucerchiata potrebbe guardarsi intorno per un attaccante.

La questione Dodò, insomma, è destinata a chiudersi una volta per tutte. L’ex Roma in blucerchiato ha fatto solo danni, prima tecnici e ora anche economici. Acquistato nel gennaio 2016 in prestito biennale con obbligo di riscatto a 5 milioni di euro, solo di cartellino è costato alla Samp 7 miliardi delle vecchie lire (senza contare l’ingaggio). Un’operazione fallimentare dovuta anche all'”intuito” di Vincenzo Montella che, nel mercato invernale di due anni fa, lo volle portare a Genova con un certo Alvarez

Autore

Roberto Bordi

Redazione

1 commento

  1. Di Dodo’ tutti gli addetti ai lavori ne hanno sempre parlato bene quindi il suo primo arrivo, che se non ricordo male era con la formula del prestito secco, ci stava…
    La cosa per me incomprensibile è che dopo la già prima, agghiacciante parentesi, la società abbia poi voluto in pratica acquistarlo!
    Forse avranno calcolato il rischio, dopotutto i 5 milioni li hanno sborsati dopo due anni e quindi ammortizzati discretamente bene, resta però un’operazione fallimentare, amen…

Rispondi a El Cabezon Cancella la risposta

Powered by themekiller.com