UFFICIALE: D’AVERSA E’ IL NUOVO ALLENATORE DELLA SAMPDORIA

32

D’aversa è ufficialmente è il nuovo allenatore della Samp. Per lui un contratto biennale fino al 2023. Questo il comunicato ufficiale emesso dal club blucerchiato.

«Il presidente Massimo Ferrero e l’U.C. Sampdoria danno il benvenuto a Roberto D’Aversa, che si è legato alla società in qualità di allenatore responsabile della prima squadra fino al 30 giugno 2023».

Ora staremo a vedere gli sviluppi del mercato, che si preannuncia un piccolo bagno di sangue per i nostri colori. Tutti potenzialmente in vendita e Sampdoria che punta a più cessioni possibili, con l’obiettivo (non semplice) di arrivare a 30 milioni di euro di plusvalenze per rattoppare il bilancio.

Intanto benvenuto a Mister D’Aversa, il suo compito non sarà facile, per lui servono tutti gli auguri di questo mondo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

32 commenti

  1. La Sampdoria è diventata un pegno di garanzia per coprire i disastri di quello che qualcuno qui a avuto il coraggio di definire un buon manager e altre boiate simili , ora in mano a un allenatore con poca esperienza ( così per essere gentili ) Sicuramente sarà stato quello che costava meno per la gioia dei soliti , più che auguri servono miracoli e certo guardare altrove poco serve !

  2. Fino al 31 agosto direi che sarà difficile azzardare pronostici. Per il momento benvenuto mister e… speriamo bene…

  3. Io invece voglio essere ottimista e credere che non smantelleremo la bella squadra che abbiamo e che proveremo anzi a migliorarne la classifica dell’anno appena finito. Dobbiamo purtroppo essere consci dei problemi finanziari nostri e del calcio in generale e puntare al meglio possibile per la nostra attuale dimensione. In attesa di tempi migliori. Forza D’Aversa e Forza SAMPDORIA.

  4. D’Aversa pr chirire è un ottimo allenatore e da vedere la squadra che gli verrà messa a disposizione ? La mia è una riflessione su una questione perifichera che riguarda l aspetto psicologico : aveva un contratto in essere cl Parma evidentemente pr lui sedersi sulla nostra panchina è un opportunità e quindi immagino che abbia delle aspettative pr la sua traiettoria professionale pr un ambiente depresso come il nostro ,un allenatore che nn s accontenta di vivacchiare ,cn l eredità che ci lascia Sir Claudio come base che è quella della squadra che nn molla ,i presupposti di continuare a migliorare nn è utopia…Poi è chiaro quello che dirà se puo farlo è la rosa ,poi su quali calciatori punterà e sarà il campo a dare la sentenza,tutti d accordo che il residente a scelto quello che gli costava di meno, ma la sensazione che pr essere quello che costava di meno D’Aversa ci abbia messo dl suo,pr me vien a Genova cn l idea di poter far nn bene ma benissimo … Vedremo ? spero vivamente che abbia visto più lungo lui di tutti quelli che ci hanno scansati, questo è un Mister che va sostenuto anche se l ha assunto il giullare…

  5. Come sempre il ragionamento di Mik è profondo e non fa una piega, quindi condivisibile al 100%.
    Per venire da noi ha accettato una decurtazione quando poteva permettersi di rifiutare come hanno fatto altri. È un bene avere con noi un allenatore motivato e capace. La stagione finita malamente al Parma non è da imputare solo a lui.
    Diamogli supporto e fiducia e lasciamo che sia il campo a emettere il verdetto.

  6. Voglio sperare che voi abbiate ragione sul conto del nuovo mister. D‘Aversa è un mister che non ho seguito molto. Le sensazioni erano sempre un pò negative….vedremo

  7. Speravo Iachini, temevo Giampaolo…
    Quindi alla fin fine questa sorta di via di mezzo non mi esalta, ma neppure mi deprime…
    Se qualcuno sganciasse 30 milioni per Damsgaard potrebbe non esserci il tanto temuto smantellamento della rosa, e ciò sarebbe un bel vantaggio per D’Aversa che mi auguro voglia proseguire nel solco tracciato da Ranieri, un 4-4-2 concreto e senza fronzoli, il 4-3-3 che il neo mister ha adottato a Parma non lo trovo praticabile qui da noi…

    • Doppietta di Damsgaard agli Inglesi e il gioco è fatto!
      Speriamo che il ragazzo ci faccia e si faccia un bel regalo!

  8. Poteva andarci peggio, tutto sommato. Voglio considerare le ultime 22 partite di D’Aversa frutto del caso e delle sfortuna e concentrarmi sul fatto che abbia ottenuto, con rose non eccezionali, dei buoni risultati nei suoi primi anni in A.

    Adesso la palla passa alla dirigenza, perché gli metta a disposizione una rosa competitiva. Al momento attuale, se facciamo finta di non cedere, la Sampdoria potrebbe giocare così:

    Audero*

    Bereszynski* – Colley* – Yoshida – Augello

    Thorsby* – Ekdal – Silva

    Gabbiadini – Torregrossa – Damsgaard *

    Quelli con l’asterisco sono i probabili partenti, a cui aggiungo Jankto, il cui valore è aumentato e fa presagire una plusvalenza per Ferrero. Al momento attuale la mia speranza è che la Danimarca si conquisti la finale con l’apporto del nostro giocatore e quindi si possa ripianare il nostro debito con la cessione del solo Mikkel, magari unita a una sostituibile, come quella di Colley.

    Il mio timore è che Ferrero scelga il colpo a effetto, decida di tenere il giovane danese per questioni “populiste” e ceda tutti gli altri. A questo c’è da aggiungere l’impressione, concreta, che ci sia un mezzo accordo col Parma per prendere diversi loro esuberi. Di per sé non è sbagliato, perché il Parma ha ottime individualità, ma i risulati dello scorso anno non fanno certo ben sperare.

    Se parte Audero (Falcone a parte) hai come possibile sostituto Sepe. A Colley subentrerà Gagliolo. A Thorsby uno tra Kucka e Kurtic. In attacco, se mandi via Jankto e tieni Damsgaard, completi con Karamoh. C’è anche lo “spettro” Cornelius da considerare… e ve lo assicuro, da uno che se lo è preso al Fantacalcio spero davvero di non vederlo mai e poi mai con la nostra maglia.

    Detto questo il modulo di D’Aversa potrebbe far risaltare alcuni nostri giocatori. Augello potrebbe mostrare al meglio le sue qualità di spinta e far crescere il proprio valore. Thorsby in un centrocampo a tre sarebbe perfetto. Candreva e Torregrossa sarebbero in un modulo a loro congeniale.

    Maggiori difficoltà ci sarebbero per Quagliarella e Verre. Il primo lo sappiamo, ha bisogno di due uomini che giochino vicino a lui in reparto. Il secondo è un trequartista. E non so se potrà adattarsi a mezz’ala. Mi pare abbia doti più offensive che difensive, e non è quello che prevede il gioco del nuovo mister.

    Che devo dire… speriamo bene. Speriamo che effettivamente l’unico sacrificio sull’altare della plusvalenza si chiami Mikkel Damsgaard, anche se questo non ha mia fermato la tenia che abbiamo come presidente. Vi ricordo che l’anno in cui ottenemmo una plusvalenza mostruosa da Torreira, MF riuscì a cedere anche Zapata per poi dare la colpa a Giampaolo.

    • Capisco che sei…Furente e ne hai ben donde ma, personalmente non credo che venderemo 5/6 giocatori dei migliori. Su D’ Aversa non si possono e debbano fare previsioni dobbiamo dargli il tempo di dimostrare come sa lavorare. Certo sostituire Colley con Gagliolo, Thorsby con Kurtic e Damsgaard con Karamoh sarebbe blasfemo. Io credo che il nostro odiatissimo presidente cercherà di vendere (2 giocatorti se parte il danese e tre giocatori de Damsgaard resta). Sul modulo discusso da molti io credo che l’ideale per la Samp con D’ Aversa non sia nè il 4-4-2 di Ranieri nè il suo 4-3-3 ma piuttosto il 4-2-3-1 di Sinisa.
      Falcone
      Beres (Sabelli/Conti) Tonelli/Yoshida – Colley/Gagliolo – Augello/Murru
      Thorsby -Silva/Ekdal
      Candreva – Gabbiadin/Verre – Yankto/Damsgaard
      Quagliarella/Torregrossa/Inglese

      Personalmente spero restino su tutti 3 giocari: Colley – Thorsby – Gabbiadini

      Porterei dei primavera: Angileri – Giordano – Yepes (se rimane) Trimboli – Di Stefano – Prelec

      • Silver, io di Ferrero ho imparato una cosa: preparati al peggio, inutile sperare per il meglio.

        Questo presidente diede via Zapata (scaricando per mesi la colpa su Giampaolo, ripeto) quando aveva appena ottenuto due plusvalenze mostruose. Quella di Torreira e quella di Schick, di cui arrivò il pagamento nell’estate 2018.

        E, nonostante questo, mandò via la nostra prima punta, reduce da una stagione eccellente, per giunta con la formula del prestito biennale con diritto di riscatto.

        Da uno così mi aspetto solo il peggio del peggio. Mi aspetto non solo la cessione di Damsgaard, ma pure quella di Audero, di Colley e di Thorsby. Mi sono convinto, con l’addio di Ranieri, che almeno quattro titolari li perderemo.

        Quanto al modulo, il 4231 sarebbe ottimo, perché non priveresti di supporto Quagliarella e quindi di una collocazione. Ma raramente un allenatore decide di adattarsi ai giocatori in rosa.

  9. La mia ovviamente è un opinione quindi prendetela cl beneficio dl dubbio : La Samp proverà a vendere o svendere al meno 10 calciatori ( abbiamo più di 40 contratti in essere ) in base alla cifra raccolta o proiettabile decideranno su Damsgaard che cmq se arriva una cifra pari o superiore a 4 volte all investimento (secondo formula c è la cifra)verrà ceduto al di là dl bilancio sfruttando la valutazione conseguente all hype dl europeo… Il modulo sarà un 4 1 2 1 2 quindi linea di difesa a 4 assimmetrica (nn in linea) schermo unico davanti la difesa schiacciatissimo sui due centrali 2 tuttocampisti (mezz’ali) un centravanti BOA che farà da perno e vertice basso dell attacco,due seconde punte che partono larghe ma giusto partono ,dato che il loro stringersi verso il centro determinerà le nostre spaziature offensive e l eventuale attacco organico cn l avanzata dei terzini o l inserimento dei tuttocampisti sul lato debole… Cosa ci manca ? L attaccante BOA che come caratteristica principale ha quella dl fare a sportellate pr il resto c è già tutto…Chi può essere in dificoltà ? tutti quei calciatori che nn sono dei terzini ma che nn sanno giocare in mezzo al campo ( come cn GP ) chi può avere dei vantaggi calciatori che sanno saltare l avversario diretto ,spaziature molto ampie allontano l aiuto dell avversario…Se restano Berezinsky e Augello rischiano di fare un grande campionato in entrambe le fasi godendo d aiuto difensivo e nn dovendo stringere in modo estremo come vuole la simmetria da una parte e avendo praterie dove scorazzare vinto il proprio mismatch , può fr molto bene lo schermo cn una porzione di campo ridotta da presidiare e giocando in una tasca in the box un po’come un lanciatore nl football americano in fase di possesso cn 4 scarichi facili , i ruoli dove è più importnte aver dei cambi sono i 2 tuttocampisti perchè hanno una porzione di campo enorme da coprire e il perno dell attacco che prenderà una quantità di botte senza senso, le due seconde punte possono avere caratteristiche anche singolari l importante e che siano calciatori cn forza nelle gambe perchè soprattutto quando le partite iniziano quindi si è sullo zero a zero partiranno prevalentemente dalla nostra metà campo avendo noi gioco forza un baricentro basso ,quindi un po’di sprint bisogna che lo abbiano … Poi sono d accordo cn Silver: Angilieri,Trimboli e DiStefano pr me meritano le slot di prima squadra e bisogna vedere la crescita anche dei vari Balde e D’Amico occhio al secondo che ha un talento infinito …A me nn meraviglerebbe venisse ceduto in attacco chiunque fatta eccezione pr Fabio che cl ruolo di finalizzatore e mentore potrebbe ritrovarsi in un reparto dall età media d un asilo…Dl Parma l unico giocatore che potrebbe esserci utile è Gagliolo Jolly difensivo se esce Colley ,su Cornelius e Inglese ho seri dubbi ? il primo ha il fisico pr prender e dar botte ma è più un fiorettista che un energumeno che brandisce la clava,il secondo e sempre rotto…

  10. Non si possono esprimere giudizi o pregiudizi, dobbiamo arrivare alla fine del calciomercato poi si vedrà, ricordiamoci dell’entusiasmo per Di Francesco svanito dopo alcune settimane, può succedere tutto e il contrario di tutto

    • S…sono d accordo tutto passa pr la rosa che gli viene messa a disposizione e sui cavalli su cui punterà il Mister come rotazioni pr i minuti di campo… Un modulo e un sistema di gioco dipendono al 100% dl fit di squadra chimica equilibrio quadra chiamatela come volete… Pr fr un esmpio puoi giocare anche cn mezz’ali nn particolarmente dinamiche se hai le due seconde punte giovani e quindi che si sacrificano cn entusiasmo coprendo loro parte dl campo degl altri due…L equilibrio nn è il risultato del modo di giocare ma il risultato della somma d interpretare individualmente il gioco della squadra dei singoli…se lo trovi fai bene se hai dei valori

  11. Bravo Mik a portarci in memoria i giovani che ci sono in orbita samp. Un patrimonio che la Samp a lungo non ha più usato anzi l ha demolito.

    D`Amico da integrare subito in squadra che se D`Aversa predilige attaccant esterni tecnici e veloci….

    • Il Parma di D’Aversa aveva dei totem( leader tecnici cn certe caratteristiche) vedi Gervinho Kucka e Bruno Alves e il modulo e sistema era fortemente caraterizzato dl lor modo di giocare…Nn è detto che cambiando le caratteristiche dei calciatori che hanno quel ruolo nn cambi l estetica Osch come nn è detto che fosse il Mister ad essersi adattato a loro invece che il contrario ? è un mio modo di valutare ma immagino il campo e la distribuzione ai vari calciatori e i possibili compiti che gli possono venir affidati poi le caratteristiche poi metto tutto insieme…Candreva se resta ? io lo vedo tuttocampista ad occupare lo spazio di Kucka nl Parma ma ha caratteristiche completamente diverse quindi presumo che avrà compiti diversi io vedo una squadra che possa giocare in modo simile all Italia come spaziature in difesa e centrocampo cn 3 creator in mediana invece che 2 e senza nella linea difesa invece che averne uno come l Italia cn Bonucci,ma la sostanza è quella quindi rispetto al Parma immagino avremo un possesso palla totalmente diverso pr geometrie e tempi di gioco,pr nn parlare a quanto terremo la palla rispetto l avversario e sono quasi sicuro che il nostro valore medio s alzerà in modo notevole nn mi meraviglerei che da ultime tre piazze saltassimo tra le prime 10,eppure il Parma aveva numeri simili ai nostri di poco superiori… Se stanno bene nn vengono ceduti o altre cose che oggi nn sappiamo Candreva,Ekdal e Silva occuperanno le nostre 3 slot a metà campo e in Italia come creator sei top 5 cn questo centrocampo,la vedo difficile che un allenatore preferisca andare su giocatori di gamba quando può controllare la palla cn gl altri…Un centrocampo cn questa filosofia un Verrè come primo cambio ci sta nn bene ma benissimo pr qualità e passo a sto punto cn questo tipo di telaio ci stanno bene dei giovani perchè leadership tecnica ne hai da vendere,hai bisogno d energià e voglia…Se Alves è un centrale attuale quindi simile a Yhoscida ,Tonelli e Colley quindi difensivamente saremo simili c è da dire che Gervinho era fortemente singolare pr caratteristiche ,molto perimetrale tecnico e cn un accelerazione cn la palla al piede micidiale,ma cn pessimo playmaking senza fase difensiva e inutile in un attacco organico li ha caratterizzati in un sistema gervinocentrico il solo Kolusesky ha trovato in quel tipo di situazioni il suo territorio di caccia… Quindi quel Parma aveva una sua identità da squadra da transizione perimetrale,dove anche la punta centrale andava ad allargare il campo e li che costruivano le loro azioni ,cmq quello dl Parma nn è mai stato un vero tridente di solito era Gervinho il centravanti e un tornante o trequartista che entrava dentro il campo quando il moretto sfiammava spesso dandosi fastidio cn Cucka che s inseriva e la prendeva sempre lui pr altro… Da noi davanti è un punto interrogativo ma si può fr meglio rispetto al Parma sia come percentuale realizzativa che estetica solo cn l essere funzionali

  12. Scampato Giampaolo o uno pelato ,va bene tutto.Il nostro livello e’ questo anche se si poteva tenere benissimo Ranieri ma i problemi purtroppo vengono dall’alto.

  13. Mi pare che il Parma lo scorso anno abbia chiuso ultimo a 20 punti, poi vero che non era solo colpo di d’Aversa ma lo vedo un rischio per una Samp indebolita. Sono veramente depresso e senza reali prospettiva se non arrivare a 40 punti.

    • Neanche di Liverani in realtà,la squadra era scarica la leadership era diventata tossica da parte di Gervinho ,Gagliolo è un buon giocatore ma come totem difensivo al posto di Alves è stato un fallimento epocale , l ultima questione è stata la mancanza di fit tra difesa e schermo,Brugman e Kurtic si sono alternati cn pessimi risultati nn dando mai ne solidità in fase di nn possesso e tanto meno sono riusciti a mettere in ritmo la squadra,meglio Kurtic cmq che ci ha messo gl attributi ma è una mezz ala di piede nn ha ritmo nl palleggio…In tutti i casi il Parma ha buttato via il finale di campionato difensivamente dove erano un disastro nn avendo mai trovato gl equilibri ne interpreti della misura giusta ai ruoli… Sembravano noi cn DiFra pr capirci…Ranieri ci ha salvato cn meriti ma se nn ci fosse stato il COVID e la pausa eravamo dl gatto oltre che gli avevano indovinato Yhoscida gli è tornato Bonazzoli che nl finale è stato determinante anche a una grande condizione fisica

  14. se stringiamo i denti e riusciamo a mantenere la categoria il prossimo anno secondo me il viperetta riusciamo a togliercelo dai piedi…anche io speravo in beppe ma temevo giampaolo o soluzioni alla vieira per cui non mi straccio le vesti

  15. Luca (Brasile / Spezia) -

    io vorrei limitarmi a parlare della scelta del nuovo allenatore, lasciando le questioni societarie e quelle del mercato per altre occasioni (e ne avremo tante…).

    Di tutti i nomi fatti nelle settimane passate, limitandosi solo a quelli low-cost e verosimili, D’Aversa nella mia personale graduatoria era l’ultimo in graduatoria: un anno e mezzo di esperienza in A, e 3 in tutto da allenatore.
    Una retrocessione che grida vendetta per non aver gestito il gruppo, aver cambiato modulo 4 volte in un campionato, e non aver guidato la proprietà nel mercato di riparazione, pur inondato di palanche.

    Non mi piaceva come parlava, non mi piaceva il suo atteggiamento in campo e non mi piaceva come ha fatto giocare la sua squadra.

    Se avessero preso Iachini avrebbero calmato la piazza, ridato un minimo di entusiasmo, e forse forse avremmo avuto anche maggiori possibilità di aggiustare il gioco sulla rosa e non viceversa, come spesso fanno questi sedicenti maghi della tattica.

    Sarà una stagione disgraziata, e Dio solo sa come vorrei sbagliarmi.

    • PassavoPerCaso -

      Secondo me sei troppo pessimista. Aspettiamo il emrcato prima di strapparci le vesti.

      Quanto ad allenatori (considerando quelli trattati):

      1- Iachini
      2- D’aversa
      3- Italiano
      4- Giampaolo
      5- Vieira

      Davvero avresti preferito Vieira e GP a D’Aversa?

      Bentornato, ad ogni modo.

      • luca (Brasile / Italia) -

        Ciao PPC, piacere mio rivederti.
        Iachini e Tedesco i nomi che avrei preferito.
        GP e Vieira iattura assoluta.
        D’aversa la peggiore delle candidature, tra quelle “umane”.
        Ma come si suol dire, la palla è rotonda…

  16. Riallacciandomi all’ amico Furente anche io penso tutto il male possibile del nanetto e per questo mi meraviglio che nessun media ha ripreso l’articolo particolareggiato di Renzo parodi su calciomercato.com che dava la trattativa per la cessione della Samp avviatissima. Si vede che molti media predicano bene e razzolano male. Perchè questo silenzio?

    • Silver perchè è un klk bite… Prima o poi R.P. torna dl monastero in Tibet e li denuncia tutti pr l uso dl suo nome (scherzo ovviamente),nl articolo in realtà nn c è scritto niente che possa essere considerata una notizia dato che è inverificabile…è lecito che sia spunto d argomento e che la si opini ma nn rientra nel informazione ma nella speculazione…Questo nn significa che nn ci siano entità interessate come diceva 10 girni fa un altro giornalista che probabilmente ha una microspia nl telefono dl commercialista poenta & osei che s interessa della cosa,la Samp ovviamente è un opportunità a certe condizioni quindi ci sarà chi monitora e manifesta interesse e a determinate condizioni è pronto a fare i suoi passi pr aquisirla…

    • PassavoPerCaso -

      Renzo Parodi e’ un parolaio, lui e il giornale per cui lavora non meritano di essere creduti su NESSUN argomento trattato.
      Ecco perche’ questo silenzio. 🙂

      Con una metafora: e’ come uno che ogni giorno ti dice “domani sicuro schiatti”, e poi si lamenta che non e’ preso sul serio, e quando alla fine accade urla: “VISTO?! VISTO?! Avevo ragione”.

  17. In ogni caso la cessione non dovrebbe essere fatta al primo che capita, i risultati di nostri ipotetici, molto ipotetici passati interessati sono evidenti, Comisso ha fatto cagare, Knaster che doveva comprarci a Pisa per ora non ha fatto niente, l’americano del Parma per iniziare in bellezza è subito retrocesso, quello del Bologna non combina niente, l’unico che se la cava è quello spezzino ma il grosso del lavoro l’aveva già fatto Volpi, insomma, sono contento se Ferrero se ne va ma bisogna vedere chi viene, non vorrei saltare dalla padella nella brace

    • luca (Brasile / Italia) -

      Sottoscrivo al 100%.
      Visti gli ultimi sviluppi qualunque cosa per toglierci dalle balle il saltimbanco, però attenzione a non passare dal marcio alla muffa, cosa peraltro già accaduta tante volte in passato a squadre di vario livello in Italia.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com