TRIPUDIO SAMP, ASFALTATA ANCHE L’ATALANTA: RANIERI FA PIANGERE GASPERINI

47

Nuova grandissima vittoria conquistata dalla Sampdoria. Un calendario sulla carta difficilissimo si sta trasformando in una cavalcata trionfale guidata dal condottiero Ranieri, lancia in resta, sulle note della Cavalcata delle Valchirie.

Questi risultati testimoniano il fatto che commentare a inizio campionato il calendario sia una completa assurdità. Tanto vale chiedere il parere al primo ubriaco del bar, perché ogni opinione è lecita, le sorprese sono dietro l’angolo e il calcio ne regala sempre a piene mani.

Dopo la sconfitta blucerchiata (meritata contro il Benevento), il tris di gare con Fiorentina, Lazio e Atalanta (2 partite in trasferta) lasciava presagire il peggio del peggio.
Invece il maestro Ranieri squaderna tre partite perfette con il suo calcio elementare, pane e salame se vogliamo, anzi pane e mortazza viste le origini. Ma un calcio incredibilmente efficace e concreto.

Anche oggi, contro l’Atalanta, ci ha favorito l’assenza dal primo minuto di almeno 6 titolari nella formazione dei nostri avversari. A cavallo di due importanti gare di Champions, i bergamaschi scendono in campo con 7 giocatori nuovi rispetto a mercoledì. Ilicic risulta ancora indietro di forma, dopo i ben noti problemi degli ultimi mesi.
Insomma non è l’Atalanta macina sassi che conosciamo, l’occasione per noi è ghiotta. E la sfruttiamo come meglio non potevamo, con cinismo e bravura.

Teniamo bene il campo e passiamo in vantaggio alla prima azione offensiva: al 12′ Damsgaard vince un rimpallo, verticalizza per Quagliarella che con un paio di finte fa perdere la trebisonda a Palomino. L’eterno Fabio insacca con un sinistro sotto la traversa: 0-1.
L’Atalanta prova a ripartire ma è evidente la sua difficoltà nell’arrivare alla conclusione.
Un po’ perché le seconde linee non sono all’altezza dei titolari (pessima la partita di Mojica e Depaoli sugli esterni, acerbissimo Lammers in attacco). Ma anche perché la Sampdoria non regala spazi, chiusa a cerniera dalla perfetta regia della saggia Volpe Ranieri, che dietro agli occhiali ci vede decisamente lungo.

Sul finire del tempo conquistiamo anche un calcio di rigore: il tiro di Jankto e ribattuto di mano da Mojica ma Quaglia si fa respingere il tiro dagli 11 metri da Sportiello.

Nella ripresa Gasperson torna sui suoi passi: fa entrare Zapata, Gosens, Hateboer e Toloi. L’Atalanta inizia col suo forsennato pressing, ma colpiamo ancora noi.
La concretezza della Samp si esplica nell’azione dello 0-2: in difesa chiudiamo tutti gli spazi ma quando ripartiamo siamo capaci di portare diversi uomini in area avversaria: sul cross di Jankto, in contropiede, arriva il colpo di testa di Thorsby, magico ad insaccare con un’incornata vincente al 59′.
Thorsby, figlio di Thor, è il prototipo del giocatore apprezzato da Ranieri: forza fisica, piedi a ferro da stiro ma tanta voglia di correre, tanto amore per la natura e per i prati verdi: con gioia Thorsby galoppa sui terreni di gioco non disdegnando persino di realizzare reti decisive: chapeau.

Al 76′ l’arbitro Calvarese (che oggi non è parso in gran giornata) fischia un rigore dubbio per i bergamaschi. Ancor più dubbio dopo aver visto il replay al Var (il liscio di Keita in area non sembra toccare minimamente Zapata). L’attaccante colombiano va dagli 11 metri e realizza l’1-2.
A questo punto ci si attende l’assalto finale dell’Atalanta.
Stranamente, a testimonianza della poca lucidità dell’arbitro, nonostante si siano persi almeno 3 minuti al Var nell’ episodio del rigore i minuti di recupero sono solo 4.

E al 92′ arriva il terzo sigillo doriano in contropiede: Keita offre la palla a Jankto che solissimo davanti a Sportiello lo batte per l’1-3 finale.
Trionfo Samp, anche a Bergamo. Saliamo vertiginosamente in classifica, al 3° posto in attesa delle altre partite.

Se il nostro campionato sia da lotta salvezza o se possiamo puntare a qualcosa in più lo diranno le prossime giornate. Intanto mettiamo in saccoccia altri 3 punti e mandiamo un caro saluto ai bibini, che in attesa della partita contro l’Inter, in gran numero si erano piazzati sul divano con Peroni formato famiglia e tanta voglia di gufare, pregustando la vittoria di Gasperson.

Queste tre pere sono per voi: che le vostre lacrime siano pari a quelle versate da Gasperini ogni volta che ci affronta.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

47 commenti

  1. E ora tutti sul carro..-:) ciao Sentinel dai scherziamo un po’siamo tutti felici e destabilizzati da un’avvio sconcertante della partita con il Benevento ad oggi con tre risultati inaspettati anche perché vincere tre gare di seguito in serie A solitamente appartiene a squadre modello Juve. Unica nota stonata me stesso dopo il due a uno ho abdicato sarà l’età -:) accidenti Roberto abbiamo la stessa sindrome calcistica. Per i commenti tecnici mi astengo aspetto i temi di maturità di Mik che ovviamente saluto con simpatia.

  2. Adesso vi commento la goduria di un sabato pomeriggio di fine Ottobre.
    Guardo il primo tempo con una strizza orba tenendo in mano il telecomando con il dito sul tasto back che schiaccio ogni volta che l’Atalanta si presenta dalle parti della nostra area. Poi ritorno in linea e vedo che non c’è stato gol per loro. Bene. Arriva il bellissimo gol di Quagliarella e poi il rigore sbagliato. La tensione aumenta. Finisce il primo tempo. Che faccio allora? Registro il secondo tempo e leggo il giornale. Alle ore 17.00 accendo sul Televideo e guardo la classifica dal basso: arriva la Fiorentina con 4 punti, il Benevento con 6 e penso adesso c’è la Samp. E invece no. Salgo ancora: Roma, Verna,Inter 7 e poi c’è la Juve a 8!! Abbiamo vinto! Troppo bello e allora mi sono visto il secondo tempo senza soffrire e con un piacere immenso. Mi piace questa SAMP, mi è sembrata una squadra sontuosa. E al gol di Jankto (bellissimo perchè è partito dalla nostra porta seguendo la corsa di Keita che mi pare “buono”) e poi l’abbraccio di Keita e gli altri a Ranieri eravamo tutti noi lì attaccati al nostro grande allenatore e allora c’è scappata anche una lacrimuccia. La Samp in paradiso.

  3. Al di là di tutto. Io continuo a pensare ed insistere su 2 punti:

    1) Thorsby mi è piaciuto da subito: è un giocatore intelligente, sbaglia pochissimo e non ha affatto i ferri da stiro ai piedi (anche se non è Iniesta)

    2) Ramirez non mi è mai piaciuto: si gioca spesso in 10 o si rischia di trovarcisi con lui. Qualche volta trova la giocata…qualche volta. Non una gran carriera alle spalle. Mistero sulla sua mancata cessione al Toro. Il cruccio più grande per me della campagna acquisti scorsa.

  4. Il bello del pallone e che ci si può vedere quello che si vuole ? Ad esempio io ho visto un Atalanta che nella prima parte di gara ha giocato al gatto cl topo anche complice qualche errore individuale nl battezzare il centro dl campo come territorio di conquista,penso ad Augello e Ramirez una volta capito che nn era cosa il topolino ha rubato il formaggio su una ripartenza corale da manuale dl calcio, fatta di qualità tecnica (quella di Ramirez che fa un pik&pop cn Damsgaard)poi c è la lettura dl Danesino che serve in controtempo Fabio cn l angolo giusto pr mandarlo in porta e poi ci pensa lui che invece che fare un arresto e tiro sul palo lungo fa un doppio passo guadagnandosi quei 30 cm che gli consentono la battuta forte sul palo più vicino…In quel momento la gara gira e francamente giochiamo una gara precisa autorevole tanto che più che rischiare di subire il pareggio andiamo vicini al raddoppio cn Tonelli pescato da Ramirez a 2 metri dalla porta solo soletto da palla inattiva e poi il rigore conquistato sulla conclusione di Jancto dopo il solito cross millimetrico di Augello ( che deve migliorare però i suoi primi 20 minuti e aspettare che la gara vada da lui senza forzare,anche oggi un brutto errore pr la troppa voglia di entrare in partita),vero che Gasp nl secondo tempo mette dentro alcuni pezzi da 90 ,ma centralmente siamo una montagna troppo alta da scalare oggi,anche se nn siamo stati la nostra miglior versione potenziale abbiamo gestito bene sia la fase territoriale che quella di possesso nn regalando quasi nulla e abbiamo chiuso cn 2 gol meritatissimi di scarto…Individualmente pr me oggi sono stati tutti molto buoni ma ho serie speranze che siamo lontani dall essere più che al 60% dl nostro effettivo potenziale e che il bello debba ancora venire…

  5. Incredibile questo filotto di tre partite, è il bello del calcio, è il bello della Samp, troppo facile tifare per gli squadroni, per me vincere queste tre contro qualsiasi pronostico è una soddisfazione immensa, anche una grande sofferenza guardarle fino in fondo ma poi che goduria

  6. Goduria immensa.
    Non diciamo cazzate, Thorsby non ha ferri da stiro al posto dei piedi, anzi è un giocatore importantissimo : corre, copre e fa anche goal.
    Non so se avete visto il Darmsgaard, a me pare un potenziale talento, tra l’altro in campo ha una freddezza e una tranquillità che ragazzi della sua età difficilmente hanno.
    Bene, bene, bene.
    Avanti così e domenica sotto coi bibini.

  7. Ciao a tutti, sono Antonio da Bologna. Da un lustro tifo Samp e voglio confessarvi che
    la mia iniziale speranza che quest’ anno si potesse avverare un altro “miracolo sportivo” sta cominciando a diventare qualcosina di più di una sensazione….. Giù il cappello al nostro immenso mister Ranieri che ha già fatto un lavoro super l’ anno passato e che in più ora ha a disposizione almeno 5 nuovi fior di giocatori (come da tempo non avevamo) che fanno la differenza in campo e fuori.
    Con la convinzione e la consapevolezza di essere forti si può arrivare in alto. Quanto in alto? Lo vedremo strada facendo. Ora però siamo tranquilli, carichi e sicuri dei nostri mezzi. Il mio parere è che quest’anno abbiamo costruito una squadra veramente forte come da tempo quasi immemore non ricordavo. È il merito di questo a chi lo vogliamo dare? Solo a Ranieri e ai giocatori? O dobbiamo aggiungerci qualcun altro? Ditemelo voi. Io non mi pronuncio. O è solo frutto di casualità fortunate? Dico solo che oggi sono finalmente felice e contento come da anni non ero più. Speriamo solo che per problemi di bilancio non ci si rompa troppo presto il giochino… incrocio le dita e resto fiducioso. Saluti a tutti e sempre e comunque forza Samp!! Dai che il bello potrebbe dover ancora venire!!!

  8. un saluto a tutti e ben arrivato antonio…che godere…alla fine del primo tempo ero comunque convinto che avremmo finito la partita in 10 e l’ atalanta ce ne avrebbe fatti 3…che bello sbagliare clamorosamente le previsioni

  9. Stiamo andando bene e abbiamo giocatori… FORTI che ancora non hanno dato, per un motivo o per l’altro, il loro contributo. A parte che oggi ci siamo permessi il lusso di giocare senza Candreva, ma abbiamo Keita ancora a mezzo servizio, Silva che scalpita e non credo Ranieri lo abbia voluto per fargli gonfiare i palloni, Verre che anche se dovesse restare non titolare… è un “panchinaro gold” che quando entra può cambiare la partita. Askildsen lo metto per ultimo e mi piace pensare che, grazie al fatto che ci si sia dimenticati di cosa ha già fatto vedere a fine campionato scorso, possa essere una gran “sorpresa” in corso.
    Ecco perchè diciamo che forse il bello deve ancora venire, perchè siamo lontani dall’aver visto tutto.
    Come dicevamo l’altro giorno con OSCH: W le 5 sostituzioni.

    Che poi Bere sia tornato a giocare a calcio (anche senza Candreva davanti!), Leris entra e sembra assolutamente un giocatore da serie A, eccetera… sembra proprio si sia attivato il cd “circolo virtuoso” con le cose che funzionano e tutti ci si adeguano.

  10. Dopo la debacle col Benevento dissi una cosa molto semplice: che non era stata una sconfitta maturata tanto sul campo, ma nella testa dei nostri giocatori. Mancava l’atteggiamento di chi vuole lottare fino alla fine e ci si era adagiati dopo il secondo gol, convinti fosse finita.

    Non so cosa Sir Claudio abbia detto ai ragazzi dopo quella partita. Ma ha funzionato. Dannatamente bene. Perché sì, la qualità c’è, lo abbiamo visto (quando puoi lasciare in panchina Silva e in tribuna Candreva vuoi dire che hai soluzioni) ma mancava qualcosa di diverso. Mancava lo spirito. Cosa che ho visto nelle ultime tre partite, contro tre compagini difficili da affrontare.

    La nostra partita di ieri un commentatore Sky l’ha definita il simbolo del calcio italiano. Avevamo di fronte una squadra nettamente più forte che ci ha messo in difficoltà sin dai primi minuti. Ha pressato, attaccato e cercato di chiuderla rapidamente. Per tre volte è stata trafitta su delle ripartenze. Magari non piace a tutti questo tipo di gioco (a me fa impazzire) ma l’Italia ci ha vinto dei mondiali così. Che sia proprio un tecnico veterano a guidarci con un simile gioco non è un caso. In questo va dato atto che tantissimo lavoro lo hanno fatto esterni e centrali di difesa.

    Non aggiungo altro. Il campionato è lungo e il primo obiettivo deve sempre e comunque essere quello di fare il prima possibile quei maledetti 40 punti. Ma domenica abbiamo il primo appuntamento fondamentale della stagione (anzi, se guardiamo bene il primo lo abbiamo il 27 in Coppa italia: cerchiamo di non dare per perso l’obiettivo anche questa stagione).

    P.s. Abbiamo scoperto che Keita Balde è un Cavaliere dello Zodiaco: col solo spostamento d’aria della sua gamba ha abbattuto un colosso come Zapata, incredibile.

  11. Il giorno dopo l analisi cambia sempre un po’,rispetto che cn ancora l euforia dl risultato dl immediato ? Ma anche no… La sensazione è di essere molto lontani dalla miglior versione di se stessi e si abbiamo vinto 3 partite di fila e fa bene all autostima ,alla classifica e anche se molto prematuro pr capire quale sia la nostra dimensione finale nn lo è pr capire la nostra attuale : Al momento abbiamo una squadra illegale pr la lotta a nn retrocedere che ha valori individuali ben al di là di quella dimensione ,nn aver subito gol cn Atalanta e Lazio nn fa di noi una squadra cn una difesa d elitè ma è un indizio che suggerisce che possiamo difendere ed esser solidi facendolo da squadra,in tutti i casi siamo saliti di livello nl controllo della palla quando la riconquistiamo rispetto all’anno passato gestiamo il pallone pr minimo il doppio dl tempo prima di riconsegnarlo agl avversari e qui partono i primi complimenti,Audero ieri ha gestito bene il pallone senza farsi prendere dl panico come cn la Lazio ad inizio secondo tempo,il ragazzo ha la dote di capire dove sbaglia e dificilmente fa lo stesso errore due volte di fila,Yoshida e Tonelli ieri sono stati sotto pressione tutta la gara al contrario che cn la Lazio e va sottolineato che erano loro la montagna troppo alta da scalare,poi in uscita anche se cn qualche insicurezza più nostra(tifosi) che loro nn hanno regalato un possesso che uno all Atalanta ,se si considera che due Gol alla fine sono due possessi generalmente si capisce quanto sta cosa sia pesata sul risultato pr me voto altissimo pr tutti e due…I terzini che sono il nostro punto debole difensivamente ieri hanno fatto una gara di grande sacrificio supportando i centrali di difesa in fase statica e i centrocampisti in quella dinamica di difesa,partita di sacrificio ma cn buoni risultati io vedo una crescita nl posizionamento e nelle scelte da parte d’entrambi a breve li vedremo assimetrici pr arrivarci manca giusto un piccolo step di consapevolezza di reparto,darebbe un accelerata mantenere la porta inviolata un paio di gare consecutive…Che dire degli schermi di centrocampo ? Throsby si prende libertà dl ruolo e lo si vede ovunque gol da mezz’ala è sempre su di lui che si batte il rinvio, un cagnaccio che mena sur muso tutti quelli che gli passano davanti,il Papu ha un altro passo e nn gle la prende mai ma gli fa sempre perdere il tempo pr la giocata determinante,sto ragazzo da oggetto misterioso a fattore imprescindibile e pr altro cn la sua onnipresenza migliora chi ci gioca insieme,diamante grezzo dl valore inestimabile pr la sua tridimensionalità…Ekdal un’altra partita da mediano se nn deve costruire il voto è sempre altissimo quella di ieri era la sua gara una presenza un fattore al di là che il suo meglio e fr cose che nn si notino,credo s alternerà cn Silva che invece è uno che è nl controllo della palla che fa la differenza asse che può farci salire di un paio di livelli vedremo la maturità cn cui s adegueranno alla situazione,dell alternanza ? Ora gl esterni di centrocampo e senza dubbio Jancto ieri è stato il migliore in campo anche se ha giocato sulla fascia opposta a quella di pertinenza,Damsgaard partitone grande sacrificio difensivo e combina bene cn Augello anche se l ex Spezia nn ha la sicurezza d attaccare la profondità come quando c è Jancto nella catena di sinistra,ma nn ce ne accorgiamo dato che il ragazzino è born ready,una partita la sua dove pennella e randella la sensazione che qui c è sostanza e nn solo estetica è forte ! Ramirez pr me partitone pr altri no è solo questione di gusti ? Può darsi ma se è vero che nella prima parte dl primo tempo fatica a cambiare il suo gioco perdendo un paio di palle rovinose che ci costano anche un cartellino,dall altra parte una volta che capisce che nn deve accorciare pr ricevere palla basso, ma andare nello spazio e allungare gl avversari fa collassare il loro sistema di gioco creando di fatto le situazioni che ci rendono pericolosi ,poi a me questa sua vena polemica in campo cn una squadra di bravi ragazzi nn dispiace lui e Tonelli sono indisponenti il giusto se no si rischia di uscire dalle partite agonisticamente …Su Fabio nn ci sono più parole nn ci sono più gare che nn siano potenzialmente la sua come il vino buono,chi subentra Verrè e Keita prima e Leris poi riescono ad entrare nella partita senza modificarne l equilibrio in una gara dove il mister temeva di cambiare e che potesse cambiare inerzia,invece anche dopo il rigore la gara nn cambia e nl momento giusto la chiudiamo proprio a dimostrazione che dopo i cambi miglioriamo …Abbiamo appena iniziato e quindi è normale nn essere al massimo potenziale ma fa ben sperare che ci siano aspetti dl gioco dove siamo parecchio indietro e aver conseguito cn merito dei risultati positivi e chiudo cn il sottolineare che la goduria dl fastidio di Gasp quando un giornalista suggerisce che la Samp sia la loro bestia nera è stata quasi pari a quella dl Gol di Jancto…

  12. Un siparietto per chi ha visto la partita in diretta. La faccia di Gasperini sui nostri gol sui loro errori etc etc. Goduria nella goduria. Ranieri è un grande sono due partite che quando danno le formazioni penso abbia sbagliato a non fare giocare Colley ma ha sempre ragione lui. Un grande. Si capisce perchè ha vinto in Inghilterra con una squadra, così dicevano i media, da salvezza tranquilla. Poi Damsgaard è tanta roba e Thorsby è immneso. Un ultima cosa Keita ha giocato 15 minuti ed è riuscito a far ammonire due atalantini ed a confezionare un assist perfetto, quando parte in contropiede è devastante.

    • Silver Colley lo volevano cedere pr scelta tecnica nn pr fare semplicemente cassa è un grande atleta nessuno lo mette in dubbio ma nl nostro calcio ci sta come la peperonata a colazione,l anno scorso era il calciatore che recuperava più palloni ma anche quello che generalmente restituiva immediatamente palla all avversario dopo il recupero, è uno spazzaneve…Ora se lo sommi a Berezinsky che è un altro che nn brilla pr serenità nella gestione della palla diventa nn sostenibile la loro coesistenza pr giunta cn due schermi che nn brillano pr la rapidità e quindi nella gestione della sfera nl traffico,se regali 10 possesi all avversario facili oltre ad averne 10 in meno da giocarti rischi d andare sotto di brutto li metti in ritmo e tante altre cose…Colley è un difensore più forte di Tonelli ma Lorenzo è un calciatore migliore globalmente e questo pesa nell economia delle partite anche date le caratteristiche dei compagni,ora Silva è un ripulitore di palle ovvero è uno che anche se gioca cn gente senza piedi e idee li fa sembrare dei calciatori lo stesso,quindi cn lui in campo la forza fisica dl Gambiano e il suo atletismo straripante possono diventare il fattore predominante delle sue prestazioni ,ma nella struttura di squadra di ieri credo sia difficile rivederlo pr fortuna …

  13. PassavoPerCaso -

    La pluripremiata ditta “TeLAvevoDetto” gestista da Sentinel e PPC fornisce biglietti per salire sul Carro ai seguenti prezzi:

    – “Livore girls” tickets: 150 Euro
    – “Keita ahahahah” tickets: 30 Euro
    – “Mercato voto 4” tickets: 100 Euro
    – “La Difesa/centrocampo/attacco/squadra fa schifo”tickets: 300 Euro
    – “Mercato incomprensibile” tickets: 50 Euro

    Offerta speciale per SOLODORIA che puo’ pagare con un “GP nostro” e tre “Ave vate”.

    Sentinel provvedera’ a fornire gli estremi per il pagamento.

    Affrettatevi, posti limitati.

    • Si perchè ora dopo un buon filotto di prestazioni le sue sviolinate al presidente e gli attacchi a chi non la pensa come lei sono plausibili …. ma ci faccia il favore si goda il momento come tutti noi e lasci perdere , con tutte le eresie che ha detto qui sul blog ha veramente un coraggio da leoni ….Lei il carro lo dovrebbe trainare

      • ferrero e’ un gran presidente e Giampaolo un grande allenatore….cosi’ qualcuno e’ soddisfatto.ma i fatti non confermano mi spiace.
        Che poi Il Doria vinca ed abbia una buona squadra(escluso la difesa) e’ ottimo e siamo tutti contenti.

    • Ti pago 300 €, poiché ero uno di quelli che riteneva la difesa della Sampdoria insufficiente (sotto certi punti di vista la ritengo ancora tale, bada bene: se si fa male un giocatore si inceppa il meccanismo), e forse ne aggiungo altri 150, perché ritengo ancora vergognoso essere rappresentati da uno sospettato di aver sottratto fondi all’UC Sampdoria.

      Ma non avendo dato 4, apprezzando Keita da anni, e trovando il mercato buono, nonostante le pessime trattative in uscita, penso tutto sommato di poterti dire una cosa: questa uscita è davvero di pessimo gusto.

      Mai sentito dire che il vero signore tace e gode?

      Detto ciò forza Samp. Cerchiamo di sterminare il pollaio.

      • PassavoPerCaso -

        Ciao Furente,

        dovresti cambiarti il nome in “pacato”.
        Scherzi a parte e’ impossibile non apprezzare l’autoironia, e il fatto che hai preso appieno lo spirito goliardico del post.

        Qualcuno dovrebbe imparare da te.

        Kudos.

    • Luca (Brasile / Spezia) -

      PPC io predico calma..

      Le critiche al mercato erano e continuano ad essere giustificatissime e ovvie.
      Non abbiamo alternative nelle posizioni di terzino dx e terzino sx, abbiamo solo 2 attaccanti e nessuno di sfondamento / torre d’area, abbiamo solo 3 stoppers.
      Ce ne è d’avanzo direi per essere stati e continuare coerentemente ad essere critici verso la gestione del mercato.

      Tuttavia, non essendo il calcio una scienza esatta, per fortuna esistono altri fattori che possono determinare un andamento positivo anziché negativo.
      Per me il fattore sorpresa decisivo in questa fase è stato il Mister, che pur non immune da belinate (come tutti), ha saputo fare il suo mestiere dentro e fuori dal campo, ed in particolare:
      a) ha fatto gruppo
      b) è riuscito a tirare fuori il meglio da ciascuno (vedi Jankto, Leris, Beresijnky, Augello, Thorsby, Tonelli..)
      c) ha fatto capire a ciascuno che non ci sono titolari predestinati
      d) fa giocare la squadra in modo semplice ma efficace, senza tanti fronzoli

      Sei d’accordo?

      • PassavoPerCaso -

        Concordo che la squadra non e’ perfetta, ma anche che considerando quello che una squadra come la nostra puo ragionevolmente spendere sul mercato la coperta un po’ corta da qualche parte deve esserlo.
        E che se dvo scegliere preferisco avere Regini terzino di riserva e Keita titolare, che Murru riserva ma niente Keita.

        Ranieri sta facendo bene senza dubbio, ma ha la squadra e’ decismanete la piu’ forte da quando Ferrero e’ presidente.
        E Damsgaard se continua cosi potrebbe (condizionale) rivelarsi il talento piu’ puro dai tempi di Schick.

  14. La cosa più bella e più straordinaria è che abbiamo vinto 3 sfide dal pronostico segnato praticamente con la stessa squadra dello scorso anno, fuori Linetty-Murru-Bonazzoli dentro Candreva che però ieri manco c’era.
    Come già detto, Damsgaard è sulle orme di Torreira, probabilmente non uscirà più dai titolari e questo, con il rientro di Silva, Candreva, Keita e Gabbiadini, porterà ad una bellissimo problema di abbondanza.

    Ora vi chiedo, alla prima sconfitta che arriverà (perché succederà purtroppo, speriamo non al derby ovviamente) cerchiamo di rimanere equilibrati ed evitare isterismi come nel recente passato. Un po’ di fiducia non guasta…

    Forza SAMP sempre!!

  15. PPC non essere provinciale non abbassarti a quelli di là che dopo tre vittorie parlano di scudetti e fanno gli splendidi. Contenti si è ovvio ma continuiamo con i piedi per terra altrimenti dopo due sconfitte ( ci tocchiamo ma potrebbe succedere) cosa rispondiamo? Allarghiamo con moderazione gli orizzonti please!!!!!

    • PassavoPerCaso -

      Assolutamente d’accordo con te Luigi.

      Era un post ironico, ovviamente. Abbiamo fatto due buoni risultati insperati. Ora continuiamo e arriviamo a 40 il prima possibile.

  16. PPC a me sembra giusto il tuo moderato ma anche no, spirito di rivalsa credo che faccia sorridere anche i tuoi detrattori perchè cn 9 punti dopo 5 partite in cui fatta eccezione pr te e l altro inguaribile ottimista, noi tutti avremmo firmato un patto cl diavolo anche pr un paio in meno….Mi cospargo il capo di cenere lieto di farlo questa è una squadra illegale se l obiettivo è 40 punti…

    • PassavoPerCaso -

      Un abbraccio Mik.

      Hai visto Damsgaard? Ne avevamo parlato in fase di mercato, ricordi? Sembra che ci avessimo visto giusto…

      PS. A me pare che il nostro modo di giocare si presti a meraviglia contro le difese a tre. Guarda al 83′, rimessa laterale nostra in fase di attacco. Beres ha il pallone in mano e attacchiamo con quattro uomini costringendo i loro laterali a scendere in deifsa, e a farli difendere a 5.
      Insomma alla fine “snautriamo” le squadre che usano la difesa a 3 forzandole a scegliere: o lasciano un buco centrale o fanno scendere i laterali. E squadre che hanno laterali offensivi, come l’Atalanta, ne soffrono.
      Che ne dici?

      • Hai ragione ma nn è strutturale pr una questione di moduli è stato strategico,c è tanto lavoro d analisi e da parte dei ragazzi la voglia d adattarsi alla gara,nei primi 20 minuti abbiamo forzato e c era dificoltà a cambiare la routine e la partita a quelle condizioni la perdi sempre,va dato merito ad Ekdal che lui il piano gara l aveva chiaro e a cosa servisse ed è stato il primo ad adattarsi a ruota Throsby che la seguito,il nostro playmaker è stato Tonelli come vertice basso dl palleggio,noi di preferenza usiamo la parte sinistra è stata l unica continuità cn le gare precedenti dl punto di vista dl gioco,ma la gara l abbiamo stravinta cn il centrocampo,che in fase di nn possesso era dinamico nella difesa dl territorio e anche nn prendendola mai gli ha fatto perdere un tempo di gioco contrastando cn furore il loro palleggio centrale,abbiamo concesso il perimetro che però loro nn hanno mai sfruttato perchè nn riuscivano a dare velocità e ritmo,in realtà è stata una gara dominata anche se nn l abbiamo percepito a metà campo,lo dicono i numeri e le statistiche nn gl episodi…Dl 20simo dl primo tempo è stata una gara indirizzata strategicamente e se nl primo tempo c era da dire che magari 11 della Dea poteva nn avere fluidità pr gl interpreti nl secondo tempo ? La lettura e che se cerchi di ripartire centralmente cn l Atalanta loro spesso se la riprendono perchè blizzano su tutti i palloni nelle due trequarti occupando quella zona attivamente cn 7 calciatori ma dietro i due esterni sempre molto alti ci fai un pic nic e pr venirti a prendere si aprono delle autostrade nella loro metà campo…Questo pr dire che tante squadre giocano a 3 dietro ma è il sistema di gioco che conta e sono tutti diversi e nn li abbiamo battutti di sistema il loro è di gran lunga migliore dl nostro ma cn gli aggiustamenti specifici,poi chiaro la squadra è stata meravigliosa pr spirito di sacrificio e anche dl punto di vista della qualità dl gesto tecnico individuale…La mia chiave di lettura è 5 tunnel vs 3 gol e credimi queste sono partite indicative su quale sia il nostro livello al di là dl avversario e abbiamo margini enormi di miglioramento,siamo pieni di difetti ed è un bene…

  17. Vorrei dire due cose. La prima è che l’idea di PPC è frutto di sua esclusiva iniziatva. La seconda è che concordo in pieno con lui, e a maggior ragione trattandosi di una situazione in cui ora devo prendere, mi pare proprio cosa buona e giusta!
    Ho già il cappellino in stile bigliettaio del 15 di… una marea di decenni d’anni fa; v’aspetto all’entrata se e quando salite a bordo.
    Le modalità di pagamento, ci si chiedeva sopra.
    Per ciò che mi riguarda: non sono ne’ venale (soldi) ne’ un ‘mostro’ (numero di telefono e foto della/e sorella/e cugina/e), benchè ovviamente tentato da entrambe, o almeno una. Avrei però una serie di cose che non posso comprarmi, perchè sennò mi ci ammazzo, ma che non potrei mai rifiutare in caso di “regalo”. Non sono tipo da banalità, tipo Nutella (che manco mi piace così tanto, alla fine) e Chipster. Sono molto più esploratore, raffinato diciamo. Esempio (cito, a scanso di equivoci) : “Mix di Noci di Acagiù e Arachidi al Peperoncino Piccante” della Alesto (cioè LIDL – attenzione: per motivi a noi sconosciuti non lo tengono alla Lidl situata di fronte alla SUD). Anche nella artistica versione con Miele e Sale, che… wow! E su questi prodotti posso solo dire: chi li conosce, sa. Oppure, sempre sul salato, noccioline ricoperte, sempre della Alesto, tipo le Cruspies. Troppo esotico? Vanno bene anche, chessò, i Fonzies, ma solo ed esclusivamente nel nuovo formato “Gigapack” da 280 gr (un unico sacchetto da 280 grammi, che una volta che l’hai aperto…. – si noti che sulla base delle calorie che un adulto deve assumere quotidianamente, non ti resta neanche lo spazio per cappuccino e brioches al mattino). Sul dolce ora non saprei, se siete ancora alla Lidl con due spicci si comprano le imitazioni degli M&Ms gialli, quelli con nocciolina, che oltre a costare meno sono anche il quadruplo più buoni (e a me manco fanno impazzire gli M&Ms…). Potrei continuare, ma va bene così. La risolviamo con poco quindi…burp!

  18. Se non fosse per amore della maglia più bella del mondo vorrei perdessimo le prossime dieci partite compreso il derby. Un’abbraccione a Ferrero che ovviamente lo merita splendida persona e parte della tifoseria. Francesco Furente mi aiutate a trovare un cestino perché ho un senso di vomito.

  19. U belin il Blog è diviso sul fatto che nel minestrone dove c è un topo che fa le cure termali sia il piatto giusto sia giusto di sale o meno ? Ma chi se ne frega di quello là e se siamo quello che siamo pr merito o a discapito di ? Abbiamo vinto 3 partite di fila e la polemica quella interessante al meno secondo me è : se tre rondini fanno primavera ?Dato che una nn la fa’,2 sono una coincidenza ma 3 è fortuna sfacciata ? L opinione condivisa è che le circostanze siano state determinanti e quindi una Fiorentina senza Ribery(dato che nn aveva mai saltato una partita negl ultimi 5 anni),poi la Lazio talmente rimaneggiata e mal in arnese che 3 giorni dopo strapazzava il Borussia D. ed infine un Atalanta che faceva turnover giusto perchè vincere gli avrebbe fatto schifo,avrebbero determinato questo exploit ? Pr nn parlare delle analisi tattiche più spericolate dove ci dipingono come untori dl virus dl catenaccio italico alle giustificazioni pr il rigore assegnato all Atalanta pr gioco pericoloso ( magari nn gli ha dato la precedenza e potevano anche togliergli due punti dalla patente ?) ai punti l Atalanta meritava di vincere ? Certo se invece di dover fr gol si dovesse fr canestro e si giocasse in 5 invece che in 11 … Possibile che nessuno s indigni neanche un po’ ? Anzi c è chi spero scaramanticamente continua anche tra di noi a guardare il pelo nell uovo : Morten è proprio un brutto nome,la furia ceca è un fake perchè ci vede benissimo ,il Mister sa solo 20 parole in Inglese poi comunica a gesti e via dicendo… Ogettivamente abbiamo iniziato che peggio nn si poteva perdendo cn la Juve e il Benevento poi il mister ha cambiato qualcosa e si è vinto una gara ben giocata a Firenze,si ha strapazzato la Lazio e stravinto cn l’Atalanta rispettivamente 4ta e 3za lo scorso campionato …A questo punto l ottimismo nn è un reato cribbio nn è che si può sempre esser pessimisti dato che la sfiga è dietro l angolo ? Godiamoci a pieno la frustrazione dl Gasp che s attaccato al paio di minuti in più che l arbitro avrebbe potuto concedere in più di recupero invece che riconoscerci il merito dl campo…Scrollava e tra un mea culpa e l altro ha sostenuto che avessimo conseguito il risultato cn astuzie di sudamericana memoria e antisportività e che se la terra fosse rotonda forse sarebbe stata piatta !

    • PassavoPerCaso -

      Aggiungo che io questa superiorita’ orobica non l’ho vista.

      Anzi abbiamo vinto con un rigore regalato (a loro) uno sbagliato da noi, e due miracoli del loro portiere.

      Con la Lazio Keita ha sbagliato un rigore a in movimento – o Straksha ha fatto un miracolo. Hanno annullato un gol per un mano involontario di Tonelli (il goal di Thorsby).
      Mentre con la Juve un mano EQUIVALENTE di Bonucci secondo tutte le TV non era da sanzionare.

      (Preferivo la regola dell’anno precedente, faceva schifo ma almeno la applicavano quasi sempre).

      Abbiamo avuto fortuna? Un po’ si, ma la fortuna da sola non basta. Vedremo come va a finire, intanto -31.

  20. Scusa Mik ma qui la polemica l’hai alimentata anche tu insieme a Sentinel e PPC guarda caso solo voi perché noi altri abbiamo gioito delle vittorie ma coerentemente abbiamo espresso la nostra nostra opinione quando certe sconfitte comprese quelle della gestione g.p. potevano essere evitate ma senza polemizzare con chi la pensava in modo diverso. Ora non ne ho più voglia e concludo con la solita frase: ognuno la pensi come meglio crede ma non facciamo gli splendidi scrivendo io lo avevo detto

    • Mi associo a te Luigi e agli altri ,forza DORIA e f…..o fuori dalle palle.
      Poi vorrei sapere cosa centra quello li’ con la scelta di giocatori e allenatori che al massimo la sua competenza sara’ quella in campionati di rutti e affini.

      • Probabilmente niente e pr fr quadrare i suoi conti solo il signore sà che danni può fare Francesco ? Ma pr il momento abbiamo pr lo meno la moglie ubriaca che rispetto a quando era sobria e la botta era vuota e già qualcosa…

  21. Luigi la polemica la vorrei fare eccome e sfondi una porta aperta, solo volevo spostare l attenzione fuori dl cerchio …Mi spiego meglio che ci piaccia o meno l ignominabile è nl cerchio e mi riservo di prendermela cn lui ogni volta che mi girano i maroni,ma quando mi gira bene cerco d’ignorarne l esistenza stessa,ma una bella polemica sul valore di questa squadra e dove puo arrivare e come mi stuzzica, fossi uno che può farlo attaccherei alla porta dello spogliatoio la foto dl Gasp e le sue dichiarazioni post gara e quelle di chi dopo la partita cn la Lazio affermava che avevano perso cn una squadra che avrebbe lottato pr nn retrocede sino all ultima giornata… Se devo scegliermi un nemico tra virgolette ,oggi trovo sia più funzionale sia fuori dl cerchio che nn dentro

  22. ragazzi non c’ entra ma permettetemi un tuffo nostalgico: 32 anni fa ero a jena, in uno stadio e un campo che al confronto quello di san desiderio e’ un biliardo…noi a jena e la fossa se lo mena…formidabili quegli anni, di gioventu’ e vittorie!

  23. Se non ricordo male 1-1 all’andata…
    Ritorno, giocammo a Marassi ad un orario assurdo, tipo primissimo pomeriggio…
    Diretta Rai e pratica già chiusa dopo i primi 45′ con tre pere, poi forse loro fanno il gol della bandiera…
    Ricordo bene quel nostro primo tempo: S T E L L A R E !!!

  24. Luigi non so che polemica mi attribuisci sinceramente, alla fine anche rinfacciare a qualcuno di aver sbagliato previsioni calcistiche, anche fossero tutte ipoteticamente, non è come accusare un neurochirurgo di aver sbagliato un intervento al cervello… pertanto comunque la cosa resta entro certe dimensioni e confini.

    Poi comunque a me piace anche cazzeggiare, anche perchè dopo la centesima volta che si dice che manca un terzino di ricambio, che Regini è scarso, eccetera, i discorsi mi sembra che -quantitativamente- parlando (parlo per i miei ovviamente) superino di troppo quelle che sono le partite giocate. Quindi invito a non prendermi troppo sul serio.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com