TORREGROSSA EUROGOL ALLA BAZZANI: TRE PUNTI D’ORO

53

Tre punti d’oro per la Sampdoria, insperati dopo i primi 60 minuti orrendi giocati contro l’Udinese.

E’ l’ultima mezz’ora a trasformare radicalmente la partita a nostro vantaggio, anche per merito delle sostituzioni finalmente azzeccate da Ranieri che cambiano l’inerzia del match.
Durante la prima ora di gioco, bisogna ammetterlo, c’è stata una sola squadra in campo. I Friulani sono andati ripetutamente vicini alla rete, hanno colpito una traversa clamorosa nel primo tempo con lo scatenato De Paul e sbagliato alcune facili occasioni con Lasagna e Mandragora.
La Samp si è vista solo con un diagonale di Quagliarella, come sempre solingo e ramingo, abbandonato in avanti, in mezzo a tre giganteschi difensori friulani.

Di non facile comprensione l’11 messo in campo da Ranieri, abbottonatissimo, come se stessimo affrontando il Real Madrid.
Per fortuna il tecnico volpino si sveglia nella ripresa e cambia completamente l’assetto della squadra.
Ma per darci una svegliata c’è voluta la (meritata) rete del vantaggio udinese: al 52′ azione centrale di De Paul che vince un rimpallo e dopo ben tre conclusioni ribattute trova la rete (alquanto sospetta la posizione di Lasagna in probabile fuorigioco). 1-0.

Al 60′ entrano Thorsby, Torregrossa e Keita e la partita cambia.
Mettiamo pressione all’Udinese e al 64′ troviamo il rigore: entrata goffissima di Mandragora su Candreva che ci regala il rigore. Lo trasforma lo stesso numero 87 con un cucchiaio alla Totti: 1-1.

Poco dopo entra anche Ramirez. Ranieri ha un sussulto di giovinezza: tutti all’attacco e vada come vada.
In effetti il Mister coglie l’onda giusta. Continuiamo ad attaccare: all’81’ cross perfetto di Augello e stacco perentorio, capelli al vento, alla Fabio Bazzani del nuovo acquisto Torregrossa. Colpo di testa dell’attaccante e palla nell’angolino: gran gol, 2-1 di puro furore agonistico.
L’Udinese è alle corde e non ha più al forza per cercare il pareggio.

Finisce così, 2-1: vinciamo una partita importantissima per la nostra classifica. Un’eventuale e nefasta sconfitta ci avrebbe infatti riportato in piena lotta salvezza, immersi nuovamente nella palude.
I tre punti, conquistati grazie al gran gol di Torregrossa ci consentono al contrario di salire a quota 23, in una situazione di classifica decisamente rassicurante, anche se il campionato in corso è stranissimo e molto equilibrato. Basti pensare che abbiamo 7 punti di vantaggio sull’Udinese che per almeno 2/3 di partita ci è stata nettamente superiore, per tecnica e agonismo.

I tre punti sono d’oro per la tranquillità del nostro campionato. Speriamo che siano di buon auspicio per Ranieri: abbiamo un valido potenziale offensivo, cerchiamo di sfruttarlo!

Per adesso portiamo a casa una vittoria di grandissimo valore che ci consentirà di chiudere in una posizione dignitosa il girone d’andata. Forza Sampdoria!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

53 commenti

  1. -17 alla meta!
    Quando hai del potenziale offensivo e non lo metti in campo, fai partite come il primo tempo, dove Ranieri ha schierato una formazione davvero incomprensibile, con il povero Fabio che non potrà mai rendere da solo in mezzo a tre difensori!
    Meno male stavolta si è ricordato che esistono i cambi e la tanto invocata punta di peso, ha fatto quello che in molti pensavamo, dal cross ha staccato di testa e segnato!
    Speriamo che ora continui su questa linea, le partite vanno giocate per vincerle, non per non perderle.

  2. Primo tempo ai confini della realtà , quando la palla entrava in area del udinese era con il solito pallonetto sterile , non riesco a capire come un allenatore con gli anni di esperienza di Ranieri possa azzardare simili formazioni , gente con esperienza in rosa non manca non vedo perchè non avere un gioco più propositivo ma mi sa che con Ranieri a l´è cuscì ghe pocu da fà !
    Bazzani grande fino a che conobbe la Merz poi trovò altro da fare ….

  3. Per quanto è stato altalenante questo campionato devo dire che non mi aspettavo di girare sopra i 20 punti. Speriamo di fare punti anche a Parma.

    Due pensieri sparsi. Io faccio fatica a comprendere l’iperdifensivismo di Ranieri. Con squadre come Inter e Roma posso ancora capirlo, anche se poi mi viene il be***o inverso di fronte a una gara senza tiri in porta. Con Spezia e Udinese… no.

    La squadra ha giocato meglio con una prima punta di ruolo. Al di là del gol, davvero bello e da vero centravanti, Torregrossa ha fatto quello che ci serviva. Ha lottato su ogni pallone, ha tenuto alta la palla è fatto salire la squadra. Quando sei sopra di misura una cosa del genere è oro colato.

    Spero che Ranieri, ora, ci mostri un po’ più spesso questo benedetto 4-4-2. Anche se, conoscendolo, non mi aspetto venga folgorato sulla via di Damasco già a Parma. Ma siamo a -17 dalla meta, come ha detto bene EVO. E qualche merito in questo Ranieri lo ha.

    Nota finale, Candreva. Mi pento di non averlo preso a Fantacalcio…

  4. Alcune considerazioni. Nel primo tempo la solita formazione incomprensibile con Candreva e Damsgaard in mezzo al campo invece che sulle corsie laterali. Nella ripresa dopo il gol di De Paul (irregolare la posizione di Lasagna che cerca di prendere la palla) la svolta. Finalmente Ranieri non aspetta il minuto 80 a fare le sostituzioni. Continuo a non capire l’utilizzo del nostro capitano in mezzo a due tre difensori freschi e più giovani, senza un compagno vicino e senza rifornimenti. Quando capirà Ranieri che deve giocare l’ultima mezz’ora?. Quando capirà che ha 38 anni? In futuro mi auguro di vedere in campo sia Balde che Torregrossa e il capitano, appunto nell’ultima mezz’ora. Poi anche ieri mi sembra che il 4-2-3-1 sia vincente con due tra Ekdal, Thorsby e Silva davanti alla difesa, i tre dietro la punta che possono essere Candreva o Damsgaard, Ramirez o Verre eKeita o Yankto e la punta Torregrossa, Quagliarellla o Gabbiadini. Un ultimo appunto il vecchio Giampaolo da molti vituperato aveva gestito magnificamente un giovanissimo come Schick, facendolo giocare e riposare con saggezza. Ranieri dovrebbe fare lo stesso con Damsgaard.

      • Mi hai anticipato,avevo previsto all’ottava l’esonero ma non c’e’ nulla da fare proprio un maestro si di esoneri .Eppure lo osannano in parecchi.incredibile.

        • IO non inneggiavo a Giampaolo, avete capito male. Facevo solo presente che un ventenne va gestito e dosato per non rovinarlo. Damsgaard è forte e diventerà fortissimo ma non deve e non dobbiamo avere troppa fretta, sempre che il nono malefico non lo venda subito o quasi subito

  5. Il risultato è positivo ma che paura ? L analisi è che l Udinese quando ha trovato il vantaggio lo meritasse al di là che fosse o meno regolare…Il pareggio è casuale ma frutto dl fatto che abbiamo avuto una reazione,il gol della vittoria tanto merito di Torregrossa che ci mette tanto dl suo,la palla era quanto meno contesa la differenza la fa la cattiveria cn cui lui la vuole raggiungere pr primo e cn cui ruba il tempo al difensore che era in vantaggio di posizione…Ieri abbiamo fatto una discreta partita anche nella prima ora sino all extrapass pr liberare l uomo al tiro,in 60 minuti una sola conclusione degna di nota,il tiro ad incrociare di Quagliarella che però è una magata sua che trova coordinazione e porta dopo un movimento e un angolo di passaggio che nn era esattamente la somma pr creare un occasione,sul fronte opposto anche l Udinese nn brilla ma costringe Audero ad un paio d interventi ben più complessi e Rodrigo DP da anche una bella spolverata all incrocio cn una parabola degna di Dirceu pr chi se lo ricorda ? Cmq che giocatore l Argentino difficile capire perchè sia così sottovalutato ,ad averceli 30 M pr lui pr la miseria ti sistemi pr i prossimi 4 anni è la versione 2.0 dl Papu …Detto della gara a me sembra che la mancanza di fit tra i giocatori nelle formazioni sia la conseguenza della costante ,ovvero se fai girare i ragazzi e provi più combinazioni e nn trovi la quadra forse è perchè il tipo d organizzazione si sposa male cn le caratteristiche dei singoli,si diceva che Augello ti può fr perdere le partite quando difende ma fartele vincere quando attacca e su quello mi soffermerei perchè è l esmpio più semplice da fare : se hai calciatori più bravi a fr la fase offensiva ha un senso a fr chi prende un gol di meno pr strategia su 38 gare ? La difesa a 4 in linea cn 2 esterni di difesa che quando stringono sono più pericolosi che d aiuto pr i centrali oltre che uno nn ha il passo pr stare cn mezza serie A cn spazio alle sue spalle e l altro è ondivago come un ubriacone quando esce da un bar nelle sue performance,poi si aggiunge che sono anche gl unici 2 in rosa di ruolo presentabili … Nn so voi ma anche seduti ad un tavolo cn le figurine Panini si può preparare una gara dove accetti mismatch DePau – Silva e Perreira – Augello ? perchè Gotti nl primo tempo l ha cavalcata sta situazione e abbiamo visto le 3/4 opportunità che l Udinese ci ha costruito su e che senso aveva Damsgaard esterno in quella porzione di campo dato che nn riusciva in nessuna delle due fasi a dr contributo visto che era al centro della densità ? Ora salta all occhio di tutti quanto sia inutile Fabio quando gioca a più di 30 mt dalla porta,aveva un senso lasciarlo li da solo in mezzo ai 3 centrali pr 60 minuti,come pensavamo d arrivare a servirlo ? Verrè dopo 15 minuti è uscito dalla partita nn trovando la posizione ( che però nn esisteva era one-box ) … Candreva sino al rigore anche lui trovava palla solo spalle alla porta e a cavallo della metà campo,in un occasione a corso e in una abbiamo fatto un azione degna di nota ,abbiamo vinto ma questo modo di giocare cn questi giocatori nn è funzionale si può e si deve fr di meglio al meno dl mio punto di vista…Alez la Samp

  6. Che impianto di gioco!? Contano come non Mai gli episodi in questo deserto calcistico e Torregrossa Lo ha interpretato magnificamente. Il gol vale se non un campionato, una discreta tranquillità. Ho visto solo Udinese….solo salvezza

  7. Non ho visto la partita con l’Udinese quindi mi attengo a ciò che ho visto negli highlights e reputo i vostri commenti giusti ed equilibrati. Tutti soddisfatti per la vittoria e una posizione di classifica insperata però un piccolo inciso è d’obbligo, non puoi giocare in due partite su 180 minuti a disposizione solo 45. A gioco lungo paghi dazio.

  8. Altra bella e importante vittoria, stesso refrain, molte critiche e pochi elogi, bisognerebbe che chi aveva detto che Torregrossa era un bidone, non adatto alla serie A, un inciucio fra il residente e Cellino facesse un po’ di autocritica altrimenti si può scrivere di tutto e il giorno dopo dimenticarsene come se niente fosse, Ranieri a Spezia aveva sbagliato a fare i cambi troppo tardi, ora li ha fatti in tempo ma non va bene neanche così, e quello deve giocare di là, quell’altro di su, uno di giù, ma avete fatto il corso a Coverciano? Mi sembra di essere nei distinti che infatti dopo una brevissima frequentazione ho abbandonato

    • A sto punto mi viene spontaneo porre una domanda specifica SM : se quando vinci è sempre bello,importante e qualche volta prestigioso quando nn succede è brutto un disastro e vergognoso ? Succede quando l unico strumento usato è l epica narrativa e si se Torregrossa conferma d esser un buon fit pr i compagni in comunicazione attiva quindi chi lo rifornirà di palloni,il suo rendimento avrà risvolti positivi anche sul loro e il suo valore assoluto sarà anche superiore a quello riconosciuto,ma che alcuni potessero avere riserve considerando i numeri individuali dl calciatore è legittimo,se poi aggiungi che negl ultimi anni c è anche la questione che ci hanno fatto diventare tifosi/ragionieri e si ragiona in termini d’ asset oltre che di necessità di campo sai anche il motivo pr cui si fanno certe speculazioni…Sempre che il problema sia che t infastidiscono le speculazioni ma a quel punto perchè partecipare alla discussione s un forum ? Così fosse sarebbe un po’come se Colley andasse a farsi una lampada e ci mancherebbe liberissimo ma che sindachi sull utilità che ha pr lui fa sorridere e nl mio caso ben venga dato che oggi sono rari i motivi pr farlo…

    • Tempo al tempo secondo me era ed è lecito avere dubbi su un giocatore con molta serie B e poca A e su un operazione fatta non congrua al effettivo valore di mercato in quanto Torregrossa che tra l´altro sembra un bravo ragazzo e un valido giocatore è valutato 4.5 ed è stato pagato 6 poi che io sia diffidente e prevenuto con il viperetta lo ammetto e lo riconosco , credo però che ci siano i presupposti conoscendo il soggetto per esserlo , ai tempi non molto remoti sospettai di mastrussi sui lavori di bogliasco , ancora non si sapeva niente , sembra che tanto male non mi sbagliai . Godiamoci la vittoria e sinceramente mi auguro di vedere delle belle partite , e di essere un po più azzardati sopratutto con squadre alla nostra portata

  9. Luigi magari avessimo fatto 45 minuti su 180…quando hai qualità a volte basta 10 minuti accendersi e porti a casa riusltati come ieri,senza un vero merito ma che hanno una loro logica,se Candreva nn ci mette l esperienza ieri perdi e probabilmente ne prendi un altro in contropiede come spesso ci è accaduto…Partite come quella di ieri si ripetono troppo spesso dove si lascia il pallino dl gioco anche a squadre che nn lo vogliono e ci si divide l onere di dover fr la gara,ora il nostro disaccordo sl valore della squadra è evidente pr me faremo 50 punti o giù di li ed è il minimo considerato tutto…Ma mi pr di poter sostenere che fatta eccezione pr le gare cn squadre nettamente più atrezzate cn cui il nostro modo di giocare ci fa ottenere risultato spesso insperati in gare quasi equilibrate o dove addirittura produciamo più degl avversari,lo stesso modo di giocare cn squadre inferiori a pari livello o appena superiori pongono il quesito se si può fare di meglio cn un minimo di struttura di gioco ? Che è anche la palla in mezzo da metà campo se hai una torre che può spizzicarla ,in base a quello che hai ci costruisci,noi sembra che contropiede o il nulla. che abbia una sua logica a tavolino…Ci ha vinto una Premier cn una squadra di underdog così ma li tutti attaccano attaccano e ancora attaccano,da noi chi fa gol di solito si difende e fa girar palla nn cercano d incaprettarti il portiere nella tua area piccola…La mia sensazione è che strategicamente siamo monotematici e pr tanto è troppo facile farci uscire dalle partite,cosi nn fosse saremmo li cl Verona a fare la mina vagante…

  10. Bravo Mik oggi mi sei piaciuto più del solito perché non ti sei perso troppo però ti leggo sempre volentieri. Ps. Semarco ti prego non ricominciare con il carro ora perché Torregrossa ha fatto un gol che tra l’altro è pagato per fare non è che diventa CR 7 cambiamo un po’mentalità se possibile altrimenti ognuno rimanga del suo pensiero.

  11. Per me vittoria importante perché sofferta e alla fine è arrivato un premio di tre punti pesanti che ci consentono di balzare in classifica.

    Ho gioito enormemente al gol di Torregrossa, che a fine gara avrebbe potuto anche segnarne un secondo, ma il calciatore (e qui secondo me è prevalsa la sua sensibilità, accortezza, altruismo, voglia di intesa con i compagni) ha preferito passare il pallone a Keita il quale, in corsa, ha eseguito un tiro troppo debole, forse perché è scivolato e controllato da un avversario, parato senza difficoltà dal portiere udinese.

    E’ vero che questo attaccante ricorda molto Carletto Bresciani del campionato 1976-77, però, se non erro, Ernesto Torregrossa, pur ricoprendo lo stesso ruolo centrale del Carletto, l’ho visto più grintoso e lottatore, diciamo di spalle più larghe: speriamo continui così.

    • Si io l’ho visto a Marassi, pensa quante ne ho viste ,e se non sbaglio c’era anche De Giorgis come mezza punta…..che tempi.

    • Eh si, me lo ricordo anche io, soprattutto la sua tripletta al Verona in quel campionato disgraziato del 1976-1977 e poi la sua doppietta al genoa in amichevole a settembre ottobre 1977 quando purtroppo stavamo per intraprendere il primo campionato di B (a diciotto anni non si dimentica nulla).

  12. Quando ho visto la prima intervista di Torregrossa in blucerchiato ho apprezzato il suo grande entusiasmo (finalmente!) nel venire alla Samp. Non mi sono sembrate dichiarazioni di circostanza, come tanti calciatori oggi purtroppo, esprimono. Mi è sembrato un ragazzo genuino, adatto alla causa blucerchiata. Peraltro si è integrato molto bene nel gruppo. Basta questo per sostenere questo ragazzo (e sottolineo ragazzo prima che giocatore) aldilà della sua cifra tecnica che, ci auguriamo, sia importante come l’entusiasmo e la freschezza che porta.

  13. Luigi la mentalità cambiala tu, la mentalità del criticone a tutti i costi, mi riferisco alle tue affermazioni a commento dell’articolo precedente, come ho già detto capisco tutte le critiche ma criticare ancora prima di vedere e affibbiare patenti di fregatura a un ragazzo appena arrivato mi sembra una cavolata disfattista, ripeto ancora una volta che questo non vuol dire difendere il residente indifendibile, per la cronaca io carri non ne ho, scendi tu da quello degli sfigati a tutti i costi, comunque hai ragione su un punto, discutere tra noi è inutile

  14. PassavoPerCaso -

    “Candreva a 33 anni acquistato per 2,5 con un contratto di 4 anni è pura follia, peraltro non sta facendo granchè.”
    –silverfox 4/01/2021, 09:42

    “con lo SCAZZATO Candreva non si può giocare 90 minuti.”
    — Heisenberg* 4/01/2021 11:42

    Dopo queste brillanti ed ottimistiche deduzioni, Candreva:
    – goal 3 su 3 partite (per i differentemente matematici fa un goal a partita)
    – rigori conquistati 1
    – media voto GdS 7,5
    – assist 2
    – unica luce nella sconfitta di Spezia

    “Ranieri e’ l’anticalcio”
    — Marziano, qualche giorno fa..

    Poi:
    – Vittoria dovuta anche ai cambi
    – Keita: “ranieri e’ il Top”
    – Torregrossa: “Ranieri mi ha motivato benissimo”

    Un saluto agli espertoni del “valore di mercato”, che se sapessero cosa e’ un mercato non scriverebbero una vaccata simile.
    Si, sono in umore sassolini dalle scarpe. Che di gente che sembra non attendere altro che una sconfitta per dire che tutto e’ merda, ce n’e’ un pochino troppa. Si parlo di VOI per cui il presidente e’ un ladro sempre e comunque (anche quando lo assolvono) e ogni operazione di mercato il risultato di un qualche magheggio, l’allenatore un ferrovecchio incompetente sempre e comunque (Zenga faceva schifo, GP faceva schifo, Ranieri fa schifo…), e i giocatori una massa di scarsoni senza palle e senza determinazione (ovviamente a meno che non siano ceduti, allora diventano fortissimi).
    ** I commenti negativi andrebbero forse dosati un po’.**

    Ora questo non significa che ferrero ha la samp nel cuore, ma la societa’ nel complesso alla sufficienza ci arriva, Ranieri non sara’ Guardiola, ma la pagnotta a casa la porta, ed in campo non avremo piu’ Mancini e Gullit, ma Candreva e Keita forse due scarsoni non sono.

    Prometto che per il prossimo commento saro’ piu’ ecumenico.

    *Ebbene si, ANCORA lui.

    • Però, gente… sto clima da lista di proscrizione anche no, eh. Mi sembra del tutto fuori luogo.

      Per come siamo altalenanti questa stagione tra una settimana ci potremmo trovare di fronte allo scenario opposto. Eviterei. Il calcio è anche questo: fa parlare e fa tacere. Ma la seconda regola mi sembra venga troppo spesso dimenticata.

    • PPC devi contestualizzare sennò le tue citazioni sono prive di senso….Candreva quando ho scritto quel commento sarebbe stato da prendere a ceffoni per lo scazzo con cui ha giocato gli ultimi minuti col Sassuolo e la partita precedente da titolare. Lo Ribadisco e finisce lì. Se si sta impegnando adesso ben venga!… Non puoi quotare integralmente un commento decontestualizzandolo e renderlo come assoluto.

  15. è il momento di buttare il cerino nl pagliaio : Ufficiale GP esonerato dopo il pareggio cn lo Spezia ,ufficiosamente pare sia Nicola a prenderne il posto

    • Voleva alzare l’asticella ,e’ andato al Milan e al Toro e piu’ che ridere non ha fatto.Piu’ che un maestro e’ una sciagura

    • mik tranquillo il prossimo anno il guru allenera’ il bayer leverkusen cosi’ sapra’ come valorizzare scick ahahah

  16. Semarco sei sicuro di non tifare genoa perché la mentalità è proprio la loro due partite vinte e vai si vince lo scudetto un gol e si vince la classifica capocannoniere. Guarda che nel calcio conta solo la carriera e il nostro centravanti a quasi trent’anni ha fatto solo serie B e un solo anno di A dopodiché se mi farà 20 gol sarò il primo a rallegrarmene.

  17. Vedete Luigi e Mik, io non sono per principio contrario alle critiche, ci mancherebbe, altrimenti come dice giustamente Mik su un blog che ci stai a fare, sono contrario alle critiche a prescindere, alle critiche a tutto per principio, Torregrossa evidentemente non è CR7 ma prima di giudicare vogliamo fargli giocare qualche partita? Magari sfrutterà al meglio l’occasione più importante della sua carriera, se sarà un bidone lo criticheremo ma farlo in anticipo mi sembra esagerato, comunque penso che i nostri contrasti siano derivati dalla situazione creata dal residente, ormai se fai qualche elogio, se sei contento per una vittoria o per un acquisto sembra che tu voglia difenderlo, chi lo odia invece giudica male qualsiasi cosa faccia, non va bene, sono i cosiddetti PREgiudizi, per quanto riguarda i bilanci Mik a me non frega nulla, come dice il coretto, una vittoria basterà per i tifosi della Samp, a me basta, sono contento per giorni se vinciamo, dispiaciuto per giorni se perdiamo ma penso già alla prossima partita e alla possibilità di vincerla, considerato che ho più di 60 mi rendo conto che non sono normale, sulle formazioni, situazioni in campo, episodi, difficilmente mi pronuncio, non sono in grado tecnicamente e penso che uno come Ranieri ne sappia mille volte più di me, l’unico episodio che ancora mi crea tormento è la palla trattenuta da Invernizzi a Wembley e conseguente punizione, se volete finiamola qui, siamo tutti sampdoriani ed è fastidioso discutere fra noi come se fossimo avversari, se ho offeso qualcuno me ne scuso

    • SM pr quel che mi riguarda nn avevi bisogno di specificare niente io sono un terza generazione e so’che rispetto a chi si ricorda di Sampdorie precedenti a Mantovani nn ha le stesse aspettative ne tanto meno è esigente come chi è cresciuto dando pr scontato che l obiettivo fosse competere..Ritengo corretto il fatto che ci sia una critica rispetto ad un atteggiamento tossico da parte tua e che nn necessiti una giustificazione e senza senso delle scuse dato che nn hai offeso nessuno,semplicemente sottolineavo che dato che nn abbiamo tutti la stessa unità di misura nn abbiamo tutti lo stesso modo di percepire i fatti ed è leggittimo il tuo come quello di chi pensa che il giardino dl vicino sia più verde …

  18. Prima di entrare in due argomenti vorrei fare i complimenti a Semarco per l’equilibrio mostrato nella sua disamina anche se quella citazione di Invernizzi mi ha riaperto una ferita che non si sanerà mai. Ogni tanto per farmi del male rivedo i momenti chiave di quella partita, in particolare i gol sbagliati. Ma veniamo ai punti.

    1) Vorrei che non si entrasse nel merito delle schermaglie tipiche delle squadre di una stessa città ma si analizzasse unicamente l’aspetto tecnico. E quindi facendo finta che si parlasse di una qualsiasi altra realtà.. Dunque mi chiedo perchè una squadra con 20 punti gioca al Picco come se fosse al Bernabeu lasciando completamente l’iniziativa alla squadra ospitante e facendo una figura barbina come se fosse una più che provinciale. E la partita seguente tra le mura amiche quasi replica la stessa scena per i primi 60 minuti come se avesse davanti il Barcellona. A tempo stesso “quella” squadra di cui sopra, penultima in classifica, gioca un ottimo match di Coppa Italia a Torino con la Juventus, a viso aperto, con la possibilità addirittura di passare il turno. E poi ieri a Bergamo affronta l’Atalanta mettendola quasi alle corde senza timore alcuno per tutto il primo tempo che avrebbe potuto chiudere in vantaggio anche per 2-0. Ad di là di ogni battuta questo è quanto emerso dai fatti. Chi vuole può rispondere.

    2) Ormai parlare di Giampaolo è come sparare sulla Croce Rossa. A me fa anche un pò pena, al di là del fatto che alla fin fine lui sta meglio di me. Io non percepisco i suoi ingaggi anche se penso che per un pò se li scorderà. Ha voluto specificatamente certi giocatori (oltretutto dalla Samp, e per quanto riguarda l’evanescente Linetty dico che gli sta bene) per il suo “famoso” gioco (?) ed è finita more solito. Ormai non ha più scuse. L’ affermazione più interessante l’ha fatta Billy Costacurta dopo la partita pareggiata con lo Spezia dicendo che i giocatori granata sembravano imbambolati perché tutti presi dall ‘analisi mentale dei fumosi (questo lo dico io) schemi da applicare mentre sul tappeto verde la realtà andava per tutt’altra direzione.

    FINE

  19. ciao roberto sulla lucida analisi di costacurta chissa’ cosa ne pensa chi ci ha definito da tso, il sedicente amico di tuo nipote…

  20. Ciao Roberto vorrei provare a dare una risposta sempre difficile perché le dinamiche di uno spogliatoio sono imponderabili e a volte ( non sempre ovvio ) possono fare la differenza basta accantonare elementi di carattere per qualche domenica e i risultati cambiano perché qualche compagno di squadra li appoggia dopodiché dico una banalità senza tecnica non vai da nessuna parte ma il tecnico deve capire quando è il momento di fare determinate scelte e quando no. Per quanto riguarda le critiche è giusto farle quando è necessario e ciò non significa ne essere disfattisti ne pessimisti anche se mi rendo conto che siamo la Samp una società senza solidità economica e che deve fare i salti mortali pescando giovani emergenti per mantenere la categoria.

  21. Una nota per passavo per caso e una precisazione. Per PPC lo confermo ho detto che un contratto di 4 anni per Candreva è pura follia. Non ho detto che non è un buon giocatore e aggiungo che se tira i rigori (ammesso che ce ne diano) può arrivate a sfiorare la doppia cifra ma, oggi ha 33 anni, dovrebbe giocare sulla fascia e tra 3/4 anni o si reinventa centrocampista centrale in un modulo diverso o casa fa? a 37/38 anni (Quagliarella docet). Per GP preciso non sono mai stato Giampoliano anche se lo considero un allenatore molto serio e onesto ho solo detto e ripetuto che ha gestito Schick molto bene e che può essere un esempio per la gestione di Damsgaard.

  22. silverfox che giampaolo sia una persona seria ed onesta nessuno lo mette in dubbio, anche io credo di esserlo ma non sarei in grado di allenare in serie a

  23. Bravo Roberto!
    Te lo dice un ’47. D’accordo su tutto, anche su GP, persona ineccepibile ma allenatore mediocre e onanistico.
    (A proposito, l’inzuccata di Torre a me ricorda Paolone Barison!)
    Mi consolo con alcune considerazioni.
    Attacco: Torre Keita + Quaglia Manolo subentranti (se il Sir lo consente)
    Centrocampo: Silva (Ekdal) Thorsby centrali Jankto Damsgaard Candreva a rotazione
    Difesa Ferrari (Berezinsky) Colley Yoshida (Tonelli) Augello (Sanasi Sy?)
    Con questi cominci un altro campionato dove farai più punti ma ti fermerai al dunque, per la solita mancanza di motivazioni e per congenita discontinuità impressa nel DNA Samp (sarà forse la macaia di Breriana memoria?).
    Profetizzo, senza aver pretese di azzeccarci, 50 punti finali.
    Comunque sia, forza SAMP!

  24. E’ vero, Sarkiapon, anche il nostro caro Paolone può essere tra gli avi di Torregrossa! E per quanto riguarda “certi” allenatori che si sono seduti sulla panchina blucerchiata noto che sta andando bene Di Francesco…Deve essere la maledizione doriana che ha colpito gente come Rossi, Zenga, Cavasin ecc..

    P.S. Il tuo nickname, oltre ad essere il “fatto di carne”, fa riferimento, ovviamente, al celeberrimo sketch del grande Walter Chiari e l’altrettanto bravo Carlo Campanini?

  25. Per solo Doria. Io non ha parlato delle qualità di allenatore di GP, sembra che lo rimpianga! non è così! Ho semplicemente detto che ha gestito bene il giovane Schick, riferendomi al nostro “gioiello” Damsgaard

    • si silverfox ogni tanto anche l’ allenatore mediocre ed onanistico come correttamente sopra definito ne azzeccava qualcuna

  26. Per me abbiamo una squadra fortissima come non avevamo da anni. Ora, per raggiungere il karma attendiamo solo che maturino i tempi per il ritorno a casa di Luca Vialli e Roberto Mancini che ci porteranno certamente anche gli altri eroi della Sampd’oro. Vedrete che succederà. Scommettiamo????

Lascia un commento

Powered by themekiller.com