SOLO SAMP IN CAMPO, GENOA GRAMMO MA NON ANDIAMO OLTRE IL PARI

28

E’ stato uno dei genoa più grammi ma al contempo rognosi degli ultimi tempi. Le note difficoltà bibine hanno costretto Maran ad abbandonare qualsiasi velleità di gioco e ad insegnare ai suoi grammi elementi a difendere a testa bassa per portare a casa il punticino.
In questo modo il genoa gioca (o meglio, non gioca) ormai da settimane e il copione non è cambiato neanche stasera.
Il derby (triste) a porte chiuse finisce 1-1: la partita la facciamo solo noi ma non riusciamo a trovare la rete del meritato vantaggio.

Nella mestizia di uno stadio vuoto, nel quale si sentono solo le grida dei giocatori e dei pochi elementi sugli spalti (due sono Preziosi e Ferrero, ed è tutto dire) l’unico momento ilare si è avuto quando è apparso un fumogeno in campo al 3′ di gioco, arrivato dall’aere quale testimonianza di irriducibili tifosi. Il fumogeno è atterrato vicino alla Sud, paracadutato da una mascherina: una geniale costruzione, degna dell’ornilottero di Leonardo Da Vinci.

La partita.
Al 23′ passiamo in vantaggio alla prima vera conclusione, ma è una conclusione coi fiocchi. Jankto, trasformato da Ranieri in un vero calciatore, scende sulla destra, la sua nuova fascia.
Ha di fronte Criscito e lo irride come merita di essere irriso il capitano della squadra bibina. Giunto al limite dell’area Jakub lascia partire un mancino potente e preciso che non lascia scampo a Perin: 1-0.
Pochi minuti dopo Audero si supera deviando in corner un colpo di testa verso la propria porta di Thorsby su un cross genoano. Al 28′ rete rossoblù: Lerager trova Scamacca, bel diagonale della giovane punta e 1-1.
Da qui in avanti prendiamo il possesso del campo, senza tuttavia riuscire a renderci pericolosi.
Nuova linfa arriva dai cambi, a metà della seconda frazione di gioco. Escono Quaglia, Ramirez ed Ekdal ed entrano in un sol colpo Keita, André Silva e Verre. Pochi minuti più tardi entra anche Candreva.
In pratica la Samp è uno dei rari casi al mondo in cui i panchinari sono molto più forti dei titolari.
Ripartiamo a testa bassa, con 4/11 nuovi in campo. Sfioriamo la rete al 71′: gran tiro di Keita, Perin devia sul palo, Damsgaard a porta vuota manda alto.

Il genoa prova qualche aborto di contropiede, ma ‘contropiede’ non è il termine corretto: piuttosto sono palle alla speriamo in Dio, in cerca di un gol beffa finale, una feijoada in area, una sporcacciata alla bibina, alla ricerca di punti senza meriti sul campo.
La nostra pressione continua fino al 90′ ma non riusciamo più a insidiare Perin.

Finisce 1-1, un match giocato solo dalla Sampdoria e praticamente non giocato dai bibini che preferiscono chiudersi a cerniera e portare a casa il punto.
Saliamo a quota 10 in classifica, punteggio più che onorevole dopo sei giornate.
La prossima partita ci vedrà impegnati a Cagliari contro l’ex Di Francesco. Andiamo in Sardegna per continuare la striscia positiva: avanti ragazzi!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

28 commenti

  1. Come si fa a non vincere questa partita,ma soprattutto come si fa a mettere in campo un giocatore come Ramirez, svogliato indisponente e nullo.Io poi avrei schierato almeno uno o due dei quattro in panchina cioe’ Verre silva Candreva e Keita.

  2. Sono molto deluso perchè, viste le premesse, questa volta ero sicuro che li avremmo massacrati! E poi con la quarta vittoria consecutiva avrei cominciato a rivedere gli obiettivi. E comunque siamo ancora agli inizi…sempre che il campionato continui…
    Invece noto che il guru non si smentisce mai… Speriamo almeno che faccia punti mercoledì…altrimenti, in caso di sconfitta, sarà la sua ultima partita in granata.

  3. Francamente a me è sembrata una partita molto ben giocata cn una strategia di gara che prevedeva buona parte di quello che poi è successo,ci è mancato un briciolo di sorte e anche il pareggio è sembrato tutto sommato un risultato che ci poteva stare ho percepito una superiorità pronunciata nell ultima mezz’ora,peccato pr il gol subito che è un errore nell aplicazione dl fuorigico,sulla respinta di Tonelli salgono su un pallone di nessuno,un errore di reparto un po’meno frenesia in quella situazione e probabilmente cambia tutta la partita…Però abbiamo perso 4/5 palloni a metà campo rovinosi quindi a mio avviso sostanzialmente aver subito un gol ci stava,nl primo tempo cn due calciatori a costruire che nn hanno il palleggio come prerogativa ci affidiamo sostanzialmente ai mismatch sugl esterni dove però c è un raddoppio sistematico cmq un guizzo e un gol di Jancto(di una bellezza stordente)…Dopo le prime 3 sostituzioni la partita cambia e anche la nostra strategia,Yoshida prende in mano cn Silva la costruzione e la palla si muove cn una velocità d elitè si salta il primo tempo di gioco cn facilità,loro sembrano intimoriti dl cambio di velocità della nostra trasmissione palla,nn riusciamo ad aprofittare dl vantaggio evidente e pur sviluppando una mezz’ora di calcio d un livello superiore a quello che i nostri avversari possono giocare in questo momento nn abbiamo il guizzo pr uccidere la partita…la mia sensazione e che le sostituzioni abbiano dato quello che ci si aspettava ma che alcuni nostri ragazzi avessero dato troppo nella prima ora e fossero un po’sulle gambe quando la gara è cambiata,la mia impressione e che anche la direzione di gara nn abbia aiutato in un paio d occasioni anche se a me è parsa sostanzialmente buona,la mia nota a margine è su Leris che da oggetto misterioso sta cominciando a piacermi molto il contributo che da cn questi minutaggi,mismatch cn Pellegrini mostruoso che meritava d esser decisivo,peccato gli venga fischiato un infrazione inesistente che mette Keità in condizione ottimale pr segnare,cmq stiamo crescendo come squadra i segnali restano molto positivi…

  4. Questi senza pubblico non sono più derby, sono semplicemente delle partite fra una squadra di media classifica e una che lotta per le ultime piazze, quindi si difende e cerca il contropiede, un pareggio quindi ci sta che venga fuori senza la spinta del pubblico

  5. Non c’è stata questa gran superiorità della Samp come leggo nell’articolo. Il Genoa ha giocato la sua onesta partita. Pari tutto sommato giusto.
    A parte Quaglia che non era in serata, continuano a scendere in campo 2 giocatori dannosi alla causa:

    1) Ramirez: perde palle sanguinose, è sempre nervoso, lento ed inconcludente; con lui, il più delle volte si gioca in 10 e le alternative ci sono, eccome

    2) Berezinsky: quasi sempre involuto, anche quando è in anticipo sul pallone si crogiola in ghirigori assurdi fino a farsi rubare la palla dall’avversario di turno. Non ci sono alternative, o quasi (Ferrari adattato? Rocha adattato?) Uno dei punti deboli del mercato, quello del terzino dx. Ma la primavera non sforna mai qualche bel terzino?
    Comunque sia, 10 punti in 6 partite come queste disputate, sono tanta roba

    Avanti così, aspettando il trio CANKESI (Candreva Keita Silva)

    ODE a Sir CLAUDIO!

    P.S. Mi spiace umanamente per il Guru, che è una gran persona, ma su altre piazze sta dando solo conferme del suo reale valore; gode di una fama immeritata ed inspiegabile, ad es. grande organizzazione difensiva con medie goal subiti da brivido)

  6. Questa volta anche a me il pareggio non fa schifo. C`erano delle ripartenze che ci potevano fare molto male. Di nuovo la conferma che c`è un ampia rosa di qualità dal centrocampo in su per una squadra con i nostri obiettivi.

    Ramirez…mah, se verrà ceduto non mi butterò dal balcone.

  7. LUCA (BRASILE / SPEZIA) -

    Concordo con tutti quelli che mi hanno preceduto.
    L’altra squadra ha giocato, eccome: se non erro ha fatto molti più tiri in porta di noi, e se avessero avuto più mira ora staremmo commentando un’altra situazione.
    Abbiamo evidenti punti deboli, sia in difesa (Beres e Tonelli) che in attacco (Ramirez e anche il Capitano, quando non è in vena).
    Detto anche che l’arbitro era da serie minori, e ch ci ha danneggiato in varie occasioni, io penso che sarà difficile a centrocampo fare delle scelte per il Mister, e spero che in breve trovi le giuste e necessarie gerarchie.
    Mi riferisco ai vari dualismi: Candreva/Jankto/Leris, Jankto/Damsgaard, Ekdal/Adrien Silva/Verre… incredibilmente sembra che Thorsby sia l’unico inamovibile, e mi sembra giusto: anche ieri partitone, con un paio di giocate da fuoriclasse.
    Da vedere anche Askildssen, per ora fuori dai radar.
    Un applauso ad Augello, vera cerniera a sinistra, anche se non perfetto in fase difensiva.
    Partita a Cagliari molto difficile.

    • Luca,ci sono sempre più letture in una partità il risultato ci stà e loro poco autorevoli davanti dove nn costruiscono nulla,ma si trovano 4/5 occasioni che gli regaliamo e anche secondo me cn merito trovano la via del gol pr la quantità appunto d opportunità,il ragazzo che ha giocato cn Pandev è un bel prospetto in prospettiva ma è acerbissimo pr fare reparto da solo e sostanzialmente si è reso utile ma nn pericoloso,Pandev ha un paio di buone occasioni ma cn il lavoro da mulo che ha fatto nn ha la gamba pr andare oltre alla conclusione come prima opzione e se un portiere nn sviene e tu nn sei la tocco piano Ruben Sosa il risultato è di poca efficacia al 90%…In buona sostanza Yoshida e Tonelli passano un pomeriggio tranquillo,peccato l errore sulla chiamata fuori in occasione dl Gol loro,sei appena passato in vantaggio una chiamata a difesa passiva pr me è un errore di scelta al di là che la palla nn era di nessuno e nn andava chiamata a priori…Ora secondo me nn è chiaro alla squadra quanto possa essere performante ? L avesse chiaro avrebbe rifiutato la difesa passiva e avrebbe cercato il senso dl dramma,un po’come il portiere che fa il volo plastico pr la platea se il risultato lo consente a costo di regalare un angolo,ma quando il palcoscenico chiama risponde…Io sono certo che Ranieri l abbia chiaro invece,nell ultima mezz’ora sei passato da un 45% ad un 70% di possesso palla dominio territoriale la gara era fortemente indirizzata cn vantaggi che si sommavano di passaggio in passaggio,ci è mancato un pochino di serenità nell extra pass finale,una mancanza di consapevolezza di quel vantaggio che accumulavi,niente di più…Ora il nostro step sucessivo sarà quello di assimilare l upgradee di mercato come consapevolezza dl livello di squadra rispetto gl avversari,una volta capito il nuovo status molti calciatori potrebbero aver un salto di qualità dl punto di vista dell assumersi responsabilità individuali e migliorare di molto il loro contributo,nn credo ci sia paragone tra A.Silva e Ekdal sono calciatori diversi che danno contributi diversi,ma tra i due se devi costruire il Portoghese è un Marziano nn rispetto allo Svedese ma al livello della serie A,vanno trovati gl equilibri ma ci sono gli strumenti pr diventare micidiali e autorevoli in fase di costruzione…

  8. A si ,mi sono dimenticato del maestro.avevo detto che alla settima veniva esonerato(come l’anno scorso),veramente non so come si faccia a definirlo allenatore e di valore pure.misteri

  9. Io direi che ieri più che un punto guadagnato, sono due punti persi. Tra l’altro un pareggino arrivato contro un Genoa “convalescente” , decimato ed alquanto mediocre. L’articolista parla di dominio da parte nostra, ma io , a parte lo sterile possesso palla degli ultimi venti minuti, tutto questo dominio non l’ho proprio visto . Infatti sintetizzando si annotano un goal a testa ed una parata seria da parte di ciascuno dei due portieri, oltre il palo colpito da Keita.
    Se ce n’era di bisogno la partita di ieri sera denota la lacunosa campagna acquisti per quanto riguarda la difesa. Berezisky e Tonelli non mi danno alcuna fiducia e per fortuna Yoshida sta fornendo buone prestazioni tenendo in piedi il reparto.
    Sinceramente non capisco come mai Colley, che non è un fenomeno ma ha più fisico di Tonelli, sia finito in fondo alle gerarchie della retroguardia.
    Ribadisco quello che vanno dicendo tutti quelli che di esprimono in maniera bilanciata e non da semplici tifosi : questa è una squadra che non dovrebbe avere molti problemi ad arrivare ad una tranquilla salvezza , punto.

  10. Anche a me il topic sembra un pò troppo…partigiano…
    Una nostra supremazia la si è potuta notare solo nella seconda metà della ripresa, quando loro sono andati in debito d’ossigeno, ho personalmente due rammarichi:
    – non aver conservato il vantaggio per più tempo, diciamo fino all’intervallo…
    – non averci creduto abbastanza o comunque troppo tardi…

    Sui singoli male Quagliarella, Ramirez e Tonelli, bene Thorsby, Augello e Yoshida…
    Pareggio tutto sommato che ci sta e da prendere senza troppi rimpianti, si poteva vincere certo ma si sarebbe potuto anche perdere e non sarebbe stato scandaloso, per cui per quanto mi riguarda va bene così…

  11. Diciamo che Tonelli nell’azione del gol di Scamacca ha mantenuto correttamente il distanziamento sociale e la chiudiamo qui. Per il resto concordo con Alex

  12. un altra volta è venuta a mancare la cattiveria che con le rumente non dovrebbe mai venire a meno !
    il migliore è stato l´ingeniero del fumogeno , un cenoa così grammo andava preso a pallonate cosa che dovrebbe essere accaduta se la differenza tra le due squadre fosse stata quella descritta nel articolo , due squadre che lottano per la salvezza noi un po meglio di loro nada mas que esto !
    Ciao hermano nel tennessee o giù di li ….

  13. PassavoPerCaso -

    Condivido per molti aspetti l’articolo e mi stupisco di alcuni commenti. Ma il calcio e’ bello anche per questo.
    Partiamo dai numeri:
    Poss Palla : 55% 45%
    Tiri in porta: 3 – 4
    Tiri fuori: 0 – 4
    Fuorigioco: 1 – 5
    Corner: 7 – 4
    Cross: 21 – 12
    Dribbling : 18 – 9
    Falli subiti: 19 – 11
    Ammonizioni : 5 – 1

    Ovvero: Noi abbiamo tenuto il pallino del gioco, loro hanno spesso solo difeso e tentato delle ripartenze. Loro hanno menato come dei fabbri (doppio dei falli), ma l’arbitro ci ha tenuto ad intimorire noi ed il nostro gioco violento (…). Crossiamo molto, ma i nostri cross avrebbero bisogno di una punta di peso contro squadre che non fanno altro che chiudersi, ma con FQ27 in campo non ci si riesce (e allora effetticamente meglio il piede invertito per rientrare e tirare).

    L’omino nero ha:
    – fermano Damsgaard lanciato a rete da una magia di Ramirez per un fallo… subito da Ramirez (interessante interpretazione della regola del vantaggio).
    -Invertito platealmente un fallo su Keita alla fine della partita (Keita’ salta difensore pollo lo spinge via dall’area, fallo di Keita).

    Il tutto deve essere colpa della “lacunosa campagna acquisti” (risate).

    Vediamo i voti oggettivi:
    6.4 – E. Audero – FINALMENTE

    5.8 – B. Bereszynski
    6.5 – M. Yoshida – La lacunosa campagna acquisti
    5.6 – L. Tonelli
    5.9 – T. Augello

    7 J. Jankto
    6.1 M. Thorsby
    5.5 A. Ekdal
    5.4 M. Damsgaard

    5.9 – G. Ramírez
    5.6 – F. Quagliarella

    Sembrano confermare l’impressione del campo: Quaglia giocando cosi diventa inutile, Ramirez meglio di lui ieri. Yoshida migliore tra i difensori, Jankto e Thorsby migliori della mediana.

    Vorrei tra l’altro far sommessamente notare che non-ricordo-chi disse che i Polli avevano una rosa migliore della nostra, ad inizio campionato. Com’e’ che ora sono il Genoa piu’ scarso di sempre?

    • PPC …I voti lasciano il tempo che trovano dato che son figli in buona parte dall ignorante aspettativa di chi pensa che ogni singolo scritto da un artista debba diventare una pietra miliare della discografia,pur nn avendo la più pallida idea di cosa distingua una nota dall altra…Ora in una partita ben giocata solo 4 calciatori che hanno giocato secondo aspettativa ? Singolarmente Audero bene unico errore grave la chiamata d uscire ai compagni sull azione dl Gol ma una grande parata sulla contesa Throsby Zapata direi che pareggia la cosa pr il resto una gara fatta da ordinaria amministrazione,in crescita,la difesa nn concede assolutamente niente se nn su un qualche Break su errori tecnici di altri reparti,fatta eccezione pr Gol e la ripartenza sull incespicata di Bere,che però a parte in quell occasione gioca una bella gara,Augello pr altro aspetta la gara nn fa la solita cappella nei primi 20 di gioco e fa l ala nell ultima mezz’ora come fanno ad esser negativi 3 su 4 ? Sugl esterni teniamo e costruiamo i primi 60 minuti e Damsgaard vince il duello sia a destra che sinistra facendo diventare sceme le catene d esterni,fermato solo cn le cattive,uno status maggiore gl avrebbe consentito d ottenere cartellini e almeno 4/5 calci di punizione a favore,certo abbiamo tutti negl occhi l appoggio a porta vuota ma la palla nn era un ciccolatino d appoggiare nn trova la coordinazione,un singolo episodio può determinare un giudizio negativo su una gara largamente positiva ? lo stesso Ekdal ha fatto un ora a buon livello pr quello che era il suo compito,quanto a Ramirez e Fabio il primo l hai sentito eccome in campo e senza lampi ma la sostanza c è stata,Fabio nn ha trovato il modo d esser utile e una partita su 10 può capitare ora fa strano ma probabilmente è l unico che nn ha trovato il modo di dare un apporto al risultato…Poi chiaro benissimo Vieira bene Silva e Candreva,forse Verrè nn è in entraro in partita ma in compenso Leris nl poco tempo a disposizione quasi quasi te la fa vincere schiantando Pellegrini nei 3 mismatch diretti,uno colpevolmente fermato dall arbitro pr una presunta scorrettezza di testa che nn c era e metteva Keita in condizione d andare verosimilmente in porta…L altro dato sono i parziali dl possesso palla al 60mo il dato era 45%-55% pr loro,ultima mezz’ora è stata di grande spessore tecnico e i cambi li hanno fatti pure loro,Maran in conferenza nn ci cita una volta,parla solo della sua squadra come se la differenza in campo fosse solo una questione di condizione fisica,secondo m è l ultima mezz’ora è figlia di un paio d aggiustamenti strategici cn cui gl abbiamo saltato la mediadifesa centrale…Ribadisco partita che da buonissime indicazioni ma quadra ancora da trovare e cn quella miglioriamo tanto…

      • PassavoPerCaso -

        Ciao Mik.
        I “voti oggettivi” non si chiamano cosi’ perche’ li do io. Si chiamano cosi’ perche’ sono calcolati esclusivamente su basi statistcihe (numero di passaggi riusciti, numero di lanci riusciti, contrasti vinti, assist etc…).
        Sono ovviamente comunque discutibili, ma non dipendono da alcuna aspettativa.

        Su Augello ha fatto anche una cappella sul goal, visto che l’azione parte da lui che si fa mangiare da -credo- Pandev. Ma ripto: i voti non li ho dati io, li ha dati l’algoritmo (e anche quello non l’ho fatto io).

        Sul resto mi trovi abbastanza d’accordo con l’analisi.
        Su FQ27 che io trovo fortissimo, dico solo che sui cross non e’ un fenomeno (e se fosse bravo anche in quelli sarebbe CR7).

        • Nn mi riferivo a te avevo capito che nn erano i tuoi,semplicemente qualunque sia il modo : la media sui tre quotidiani sportivi su 10 nn cambia…Se fosse un algoritmo che si basa su quello che succede in campo dovrebbero esserci dei coefficenti cn dei moltiplicatori,che renderebbero difficile votazioni in 10/10cimi,oltre che diventa assolutamente opinabile il giudizio sul gesto tecnico…Il punto nn è come si leggono i numeri ma chi classifica quali sono degni di nota e quali no…ti faccio un esempio Maran afferma d aver due occasioni importanti nell ultimo 15 una cn Piaja che però sceglie di nn tirare e un altra su conlusione di Radovanovic,io aggiungo poco prima una conlusione di Pandev…Ora però analizzo cos è un opportunità e cosa è un occasione da gol,opportunità è quando hai un vantaggio occasione quando l hai concretizzato il vantaggio…Su Augello e il gol concede un cross a parabola da 30 mt rispetto la massima profondità,una palla facile pr la difesa quindi gli concede quello che vuole,Tonelli salta contro tempo ed imprime poca forza alla respinta anche perchè la palla era na mozzarella pr l appunto calciata senza velleità da Pandev fosse passata nn sarebbe stato un problema,è la chiamata di salire senza che ci fossero le condizioni a determinare quello che poi succede…Pr tornare ad una analisi statistica individuale degna di considerazione chi inserisce i dati dovrebbe farlo a seconda delle situazioni,se la metto in area ma nn c è nessuno lo considerano cross ? se tiro da 30 mt pr alleggerire dato che ho paura di beccarmi una ripartenza tipo come si fa su certe respinte da angolo è un errore gratuito o un tiro ? Capiscimi cn certi modi di calcolare i numeri Colley sembrava un fenomeno poi scopri che nn c è nessuno che ti offre più di 2 milioni pr un prestito senza obbligo di riscatto,più o meno quello che noi pagammo quello di Maroni e l altro Argentino…Nn voglio fr il professore ma ieri Throsby ha cambiato marcia nell ultima mezz’ora ed è sempre utile ma due palle delle 4 rovinose perse a centrocampo le hanno rubate a lui e quella di Silva s allontana invece di accorciare ci mette dl suo perdendo la spaziatura,statisticamente è un errore di Silva ma in campo nn lo percepisci così,nell arco d una gara sai quante cose fai lontano dl pallone che sono determinanti ? se nn completo un dribling ma faccio diventar matti gl avversari che sono costretti al raddoppio sistematico la mia squadra nn ha un vantaggio numerico in un altra zona dl campo ? che poi questo vantaggio nn venga percepito perchè nn è immediato nn toglie che è condizionante nl modo di giocare dell avversario,quindi un vantaggio pr te,poi magari nn sei in grado di sfruttarlo ma l hai prodotto…

          • PassavoPerCaso -

            “e fosse un algoritmo che si basa su quello che succede in campo dovrebbero esserci dei coefficenti cn dei moltiplicatori,”

            E’ esattamente cosi. Approssimato al decimo.

            “chi classifica quali sono degni di nota”

            Per quanto opinabile -e per quanto mi e’ dato sapere-, e’ il computer.
            Concordo che poi ci sia un margine di opinabilita’: un attaccante che tira e sbaglia, bisgona abbassargli il voto perche’ a ciccato, o alzargli perche’ almeno si e’ fatto trovare li?
            Ma al di la’ di questo, i voti oggettivi hanno due vantaggi:
            1) Non dipendono da aspettative o bias personali (mi piace lui non mi piace lui) o dai momenti (io mi ero perso un errore di Thorsby, i voti oggettivi no).
            2) Cono consistenti, ovvero di solito la squadra che vince ha voti piu’ alti (non sempre succede nei voti soggettivi).

            Capisco la critica, e non sto proponendo di prender i voti oggettivi come parola divina.
            I voti sono calculati oggettivamente, ma resta la soggettivita’ di chi ha creato il metodo di calcolo.
            Mi limitavo a vedere se rispecchiano o meno le sensazioni che io ed altri abbiamo avuto del campo.
            Io, tra l’altro, lo trovo un modo eccezionale di essere terzo verso me stesso, ed un interessante esperimento statistico.

            Alla prossima.

            PS. Colley nei voti oggettivi non andava affatto benissimo l’anno scorso.

            • PPC…sono anch io un maniaco della statistica deformazione prf… Ma ci sono statistiche che da sole nn dicono niente e se l incroci a cappero dicono il contrario di quello che poi è la vera natura della situazione,ora immagino usino un simulatore virtuale e ci sia una tabella proporzionale cn i 10/10 … Useranno un sistema simile a quello del plusminus dl Basket considerato i geni,ora gli sport americani sono un porno feticista x chi cerca statistiche sportive,ma se conosci il baseball dopo 40 anni ancora la discussione di quanto siano realmente attendibili è accesa…Draffano bidoni cn l algoritmo come cn gli scout,nl football Americano a quanto ne so’la cosa più importante è il Book dei giochi e nessun head coach sceglie i giochi in base alle statistica ma pr il fatto che sono funzionali pr raggiungere l obiettivo,quindi come si fa a ritenere valido un parametro che nn ne tiene conto ? Nl Basket NBA poi di tanto in tanto si sveglia qualcuno e ci regala la formula pr capire chi è stato il Goat della lega…Ora se li vogliamo prendere come unità di misura pr quel che mi riguarda li considero al livello della differenza reti,se invece è una curiosità pr sorridere mi sta benissimo…Era questo che volevo dirti ciao PPC siamo forti forti

    • Caro PPC,
      trovo alquanto contraddittorio il fatto che tu definisca risibile la mia definizione di campagna acquisti lacunosa (peraltro io mi riferivo alla difesa e non a tutti i reparti) e poi nei voti dei tuoi “algoritmi” c’è solo un difensore sulla sufficienza : Yoshida.

      • PassavoPerCaso -

        Non sono i *miei* aloritmi: sono di un giornale sportivo di tiratura nazionale (non credo di poter dire il nome, ma non dovrebbe essere difficile arrivarci: e’ rosa).

        Il link tra qualita’ campagna acquisti e i voti di una partita mi lascia perplesso. Yoshida, comunque, faceva parte della campagna acquisti deficitaria dell’anno passato, deficitaria a parer tuo, se non mi sbaglio.

  14. Vorrei fare ancora un paio di considerazioni. Ieri sera non ho visto gli ultimi 25 minuti per pavidità. Oggi ho provveduto e devo dire che sono stati tutti appannaggio nostro. Inoltre se Damsgaard non avesse ciccato quel pallone che avrei segnato anch’io ora saremmo qui a fare tutt’altri discorsi.E magari il sottoscritto, forse un pò stoltamente, starebbe parlando di Champions.
    Inoltre a me sembra che quando si giudicano i giocatori si dovrebbe essere più accorti. E ne voglio citare due in particolare. Audero che ormai sembrava un ferrovecchio e non mi sembra proprio non solo per la splendida parata di ieri sera. Ma soprattutto Jankto che nel migliore dei casi veniva definito una ciofeca e i milioni per acquistarlo dall’Udinese buttati via. Invece se continua così si moltiplicheranno.

    • Roby nn siamo da C…certe lacune di rosa le paghi su 38 partite ma credibili lo siamo e abbiamo delle chiusure di partita da squadra vera,secondo me dovresti farti coraggio e guardarle le uktime mezz’ore,se no va a finire che bisogna raccontarti un altro campionato…

  15. Hai ragione Mik ma, come si dice in certi casi, “è più forte di me”. Pensa che ho un amico doriano che le partite non le “può” vedere proprio. Questo mi sembra veramente esagerato. Comunque cercherò di seguire il tuo consiglio anche se mi sembra una cosa difficile da attuare…Vedremo.
    Ciao.

  16. Ammetto di non riuscire a commentare per l’inca**atura. Domenica sera abbiamo perso due punti. A fine mese voglio la testa di questi maledetti topi volanti su un piatto d’argento.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com