SAN PAOLO MANTOVANI CI DA’ UNA MANO: VITTORIA DI IMPORTANZA CAPITALE

28

San Paolo Mantovani, da lassù, ci ha dato una mano, guidandoci alla vittoria. Non può essere altrimenti. Con difficoltà estrema portiamo a casa tre punti di importanza capitale per la stagione e per il nostro futuro.

Era altissima la posta in palio questa sera allo Stadio Via del mare, ed è stato decisivo l’intervento dell’Altissimo, inteso come San Paolo Mantovani.
La buona sorte ci ha sorriso, i 3 punti sono in cassaforte, ma è impensabile dover soffrire così tanto fino alla fine del campionato, giocando con squadre di valore infimo come questo Lecce. Squadre che dovrebbero fare la loro onesta figura in serie B, imbottite di trequartisti dalla dubbia carriera, e che invece ci stanno contendendo un posto salvezza fino al termine del campionato.
Quel che è peggio è che il match di stasera è stato persino combattuto alla pari. Gli equilibri sono stati spostati da due circostanze a noi favorevoli, due rigori estemporanei e un po’ casuali che hanno cambiato il volto della partita e, speriamo, anche della stagione.

Dopo 40 minuti di calcio immondo e primordiale, la classica gara da pezze al culo, ci pensa un ex bibino come Tachtsidis a stendere in area Jankto con un intervento da caprone.  Colpo di karate in ritardo, con il giocatore bluerchiato che dava le spalle alla porta. Rigore per la Sampdoria, e l’intervento dall’alto di San Paolo arriva sull’esecuzione di Ramirez, che tecnicamente sbaglia dagli 11 metri: la palla è deviata sulla traversa dal portiere leccese, torna in campo, rimbalza a terra e magicamente entra in porta: 0-1, grazie Paolo.

Dopo l’intervento sconsiderato di Tachtsidis, per non essere da meno arriva la pronta replica di un altro troglodita del pallone: Morten Thorsby riesce persino a fare di peggio. Al 3′ della ripresa entrata killer del norvegese su Saponara che avanzava a velocità di crociera. Riki vola asfaltato da Morten: calcio di rigore decretato dall’arbitro, realizzato dallo specialista Mancosu: 1-1 al 48′.

A questo punto il pallino del gioco passa quasi completamente in mano al Lecce. Ma quando sembra che dobbiamo accontentarci e tenerci stretto il pareggio arriva un altro rigore, concesso generosamente dall’arbitro per un mezzo fallo di Paz su De Paoli al 75′: ancora Ramirez dal dischetto, questa volta esecuzione magistrale di Gastòn e 1-2.

Il Lecce tenta gli ultimi assalti. Entra anche Farias ma noi ci difendiamo bene e portiamo a casa tre punti dal valore inestimabile.

Al termine della gara continuano le buone notizie: la Spal subisce il pareggio del Milan con un clamoroso autogol al 96′ che le impedisce di strappare punti importanti per la salvezza. Insomma, una giornata di campionato da incorniciare per la Sampdoria.

Mantovani ancora ci guarda dall’alto e ci guida, sapendo che siamo nelle mani peggiori in cui potevamo capitare.
Saliamo a quota 29 punti e ci stacchiamo dal Lecce, squadra con cui ora siamo anche avanti negli scontri diretti.
Ora un altro match decisivo, contro la Spal, per toglierci ulteriormente dalla palude dei bassifondi.

Ma ciò che conta è che sia arrivata l’attesa vittoria di stasera, un risultato di fondamentale importanza da accogliere con grande gioia. Forza Sampdoria!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

28 commenti

  1. che gioia!
    una domanda a chi capisce di tecnica: come ho detto gia’ ai tempi di difra a mio parere questa squadra e’ la brutta copia di quella dell’ anno scorso per cui non puo’ prescindere dal modulo, da me personalmente mal sopportato ma son gusti personali, col trequartista, ergo non puo’ prescindere da ramirez.
    O dico una castroneria?
    Un saluto a tutti voi finalmente col sorriso

    • michele prestigiacomo -

      La tattica e la strategia sono al quanto opinabili Solodoria,a me ad esempio piacciono gl allenatori che studiano campo e tifoseria e impostano il lavoro sul fatto che giocheranno in casa metà delle gare ,ma devono fare anche i conti cn le rose e le caratteristiche nn solo tecniche dei calciatori ma anche cn quelle di leadership e la chimica tra gli stessi che è un misto di fiducia senso d appartenenza e autostima come squadra e gruppo di lavoro…Ci sono allenatori che parlano cn i giocatori altri che nn lo fanno se nn pr preparare l aspetto tattico delle gare,ce ne sono che preferiscono avere un solo modo di giocare e sposano il sistema catena di montaggio,altri che invece che puntano sullla crescita individuale pr crescere come collettivo ognuno ha il suo sistema il punto che i risultati dipendono dl materiale umano e come si adatta al sistema…Nn abbiamo bisogno di Ramirez come trequartista,abbiamo bisogno di Ramirez in campo e nn è la stessa cosa perchè Ramirez è un giocatore che al di là che sia in giornata da sempre un apporto in termini generali molto importanti,il ragazzo nn ha solo talento nl piede pr capirci ne ha tanto anche nella fase di nn possesso e in quel senso è uno che porta equilibrio questo gli permetterà se vorrà allungarsi la carriera di riciclarsi anche 30 mt più indietro ,anche se pr cambiare ruolo dovrà centrare la sua personalità in campo dove troppo spesso gli si chiude la vena ..Il modulo cl trequartista ? Ieri è partito seconda punta nl secondo tempo serviva dell altro e ha giocato a tutto campo in totale anarchia,nn ha fatto una grande gara dl punto di vista individuale ma la sensazione e che si sia caricato la squadra sulle spalle ,cn il Giapponese hanno tenuto su la baracca quando è vacillata…

      • ciao michele preciso meglio la mia domanda: questa squadra secondo me per come e’ nata ( male) rende alla meno peggio con lo stesso modulo (per me noiosissimo) addottato da giampaolo: e’ una mia idea bislacca? o ha un fondamento?

        • michele prestigiacomo -

          Nn è un idea bislacca dato che hai terzini che sanno fare solo i terzini che fatta eccezione pr il Nippo hai difensori cn i piedi quadrati che Ekdal mal si adatta a condividere la mediana che i tuoi attaccanti di riferimento sono un finisseur e uno stoccatore che è micidiale solo se guarda la porta dalla propria destra e il giocatore di maggior talento è un trequartista naturale…D altro canto alla rosa manca sempre un centesimo pr fare un euro come caratteristiche individuali,ad esempio Manolo se tenuto sul centro destra accoppiato cn un attaccante organico bravo nel fare le sponde e coprire palla cn quel mancino dalla sua piastrella sarebbe un problema pr gl avversari condizionante come era Suso nl Milan anche se cn caratteristiche diverse,Gattuso cn solo quella opzione da cavalcare è arrivato ad un punto dalla chempions,Fabio resta un calciatore fortissimo ma cn gla anni il suo gioco è diventato sempre più decisivo nell avvicinarsi alla porta e sempre meno nell allontanarsene e si sposa male cn Manolo pur avendo i due caratteristiche diverse,Gastone è un calciatore fortissimo se in condizione di correre cn la palla e questo succede se gli viene dato un supporto pr creare lo spazio dove lui possa portarsella a spasso nn ha l assist estemporaneo,Jancto è un quinto da centrocampo a 5 come De Paoli sono giocatori perimetrali il primo ha grande passo cn la palla ma nn ha istinti d inserimento senza e si adattano e ancora grazie a far di tutto,abbiamo in rosa una sola mezz’ala naturale che è Linetty che anche lui uno che si adatta a tutto,ma le qualità sono la rapidità e la forza fisica anche se nn è un gigante nn certo il palleggio e i tempi di gioco,il Norbegese è meglio di quello che sembra e ha personalità ma è un giocatore a cui nn potrai mai chiedere il palleggio,Vieira è interessantissimo cn quel corpo è potenzialmente un prospettone e tecnicamente nn è niente male,ma in una squadra che rischia di retrocedere nn è bello rischiare di finire in 10 perchè una sua spallata manda gl avversari all ospedale…La Gumina e Bonazzoli sono dei bei giocatori se tu prendessi molti giocatori della Samp e li inserissi uno alla volta nell Atalanta avresti calciatori diversi,il problema è a monte sono disfunzionali tra loro e a giocare insieme perchè da noi sono anni che le squadre sono fatte senza aver come priorità il campo…

    • PassavoPerCaso -

      Io di tecnica non ci capisco nulla. Invertirei il discorso: Ramirez e’ il giocatore piu’ forte che abbiamo, quindi non possiamo prescindere da lui e ci tocca giocare col trequartista.
      Che dici?

        • michele prestigiacomo -

          In buona sostanza passavopercaso ha ragione sino a ci tocca giocare cn il trequartista perchè Ranieri il giocatore tra le linee nn lo ama e di fatto in quel ruolo l ha fatto giocare poco e niente e qui covergono le vostre idee quando Ramirez fa di testa sua e passa in modalità anarchica o trequartista se preferite,viviamo i nostri momenti migliori ma nn dimeticatevi anche i due anticipi sulle linee di passaggio di Linetty nl Derby e Bere cl Toro altre due situazioni di gioco dove i ragazzi ci hanno messo dl loro cn azioni personali disfunzionali al sistema di gioco,che però deve reggere i 90 minuti e il mister deve pensare principalmente a quello… Questa è una squadra che ha 4/5 calciatori di ottimo livello e altri che puoi spendere allo stesso livello pr minutaggi nel ordine dei 20 minuti cn un paio di calciatori funzionali chiudi il cerchio almeno pr 2 sistemi di gioco se poi sono anche calciatori di buon livello e rendimento torni a livello degl anni di GP e questo è pr passavo per caso ma nn troppo ,Praet era uno che avra fatto si e no 5 errori tecnici gratuiti in 3 anni e toccava 50 palloni a partita minimo top 5 nel ruolo a mani basse in italia e Andersen piedi da centrocampista fortissimo fisicamente era la prima scelta pr incominciare l azione e anche lui pochissimi errori gratuiti tecnici,cn loro hai perso tantissimo in termini di cm che mettevi tra te e il pressing avversario oggi conta parecchio nell economia di una stagione…

  2. cristiano72 -

    Concordo su tutto l’articolo tranne che per il rigore del lecce.intervengo nettissimo sul pallone con rocchi che come sempre deve ergersi a protagonista in negativo altrimenti non e’ contento.prestazione pessima da entrambe le parti ma se non altro i nostri mettono voglia e spirito di sacrificio.3 punti fondamentali.ora con la spal potremmo davvero mettere la testa fuori dalla bratta.su ramirez onestamente non so come pronunciarmi…a volte e’ davvero irritante perche’ avrebbe mezzi enormi ma cazzeggia col pallone.il rigore sbagliato e’ stato un attentato alle coronarie ma per fortuna e’ andata bene pero’ si prende responsabilita’ e la squadra sulle spalle.avanti cosi’ doria salviamoci poi penseremo al resto

  3. Io vorrei fare un osservazione forse sbagliata : visto i rigori di stasera e quelli che stanno dando ai piccioni ( non pochi ) potrebbe essere che in questo momento di crisi economica si tenga conto del bacino d´utenza dei club e il palazzo si stia comportando di conseguenza , questa potrebbe essere la differenza tra la A e la B perchè in quanto a calcio giocato siamo veramente scarsi

  4. Spero proprio di no Mad max, altrimenti bisognerebbe iniziare a pensare di appassionarci al golf, anche il Lecce ha avuto il suo rigore discutibile, comunque vittoria importantissima arrivata con gran fatica , squadre scarse ma noi abbiamo obiettivamente quei 3-4 elementi con un po’ di qualità in più che gli altri non hanno e se ognuno ogni tanto fa il suo, Ramirez, Gabbiadini, Quagliarella quando rientrerà, Ekdal, ce la possiamo fare, Domenica prossima abbiamo l’occasione di staccarci un bel po’

  5. L’ importante era vincere, soprattutto dopo il Ko con il Bologna. Abbiamo vinto!. La squadra è, purtroppo, da bassa classifica. I rigori del Lecce e della nostra vittoria sono dubbi. Il calcio di Bonazzoli era sicuramente involontario, tra l’altro si vede che ha gli occhi chiusi. Ramirez è con Gabbiadini, Colley e il capitano il meglio che abbiamo. Augello è molto meglio di Murru, ottima partita!! e bella sorpresa. Thorsby gladiatore generoso ma con piedi e, talvolta testa, da serie inferiori. Ora bisogn battere la Spal. Concludo se continua così ci uccidono!!!

  6. Partita da orrore del calcio, ma in questo momento prendiamo i 3 punti e stop!
    Poi rigore di Thorsby e quello su De Paoli per me molto generosi, e ci è andata di lusso per Bonazzoli che andava espulso.
    Considerato che davanti abbiamo solo Gabbiadini e Ramirez va bene così, dato che La Gumina e Bonazzoli di 2 non ne fanno 1, tanto che rimpiango perfino Caprari, da me spesso criticato.
    Ottima la prova di Augello, aveva già dato ottimi segnali nelle precedenti partite, corsa ininterrotta sulla fascia sinistra, personalità nel cercare la giocata e finalmente cross degni di tale nome!

  7. Partite del genere, dove il risultato vale triplo, non saranno mai belle e la presunta differenza di qualità non ha importanza.

    Allora godiamoci la vittoria per una volta e basta

  8. Comunque spezzo due lance.

    Una a favore di Yoshida, che ieri mi è sembrato in crescita. Al di là di quando ha bloccato Babacar lo vedevo più al centro dell’azione. Comunicava costantemente con la difesa e dava indicazioni. E questo mi pare importante.

    Una in testa a Jankto. Quel tap in lo faceva pure Corrado Colombo.

  9. Concordo con tutti i commenti che mi hanno preceduto però bisogna ammettere che siamo la squadra più scarsa allestita negli ultimi trent’anni ma come giustamente ha detto Osch godiamoci questi tre punti e vedremo in seguito cosa accadrà.

  10. michele prestigiacomo -

    Nn era una partita normale, era una di quel mini torneo che determina chi retrocede e va valutata in quel ottica e fa ben sperare il risultato che era l unica cosa che contasse ieri ..La gara ha detto quello che si sapeva già,il Lecce ha un identità precisa cn un fase di possesso superiore alla nostra pr il resto le squadre s equivalgono,fatta eccezione forse pr l esperienza individuale,ma la gara è stata decisa da degl episodi : Nei primi 10 minuti abbiamo sofferto hanno avuto due occasioni una disinnescata da Audero cn un bel intervento e un altro dove da 2 metri nn so’chi invece di buttarci giù la porta ha centrato la bandierina del calcio d angolo e l articolista spiega come quando ringrazia San Paolo Mantovani,poi l eisodio di Bonazzoli buono il suo primo tempo e un episodio potenzialmente negativo invece ci sarà d aiuto pr almeno un ora di gioco in modo determinante,l arbitro nn lo caccia probabilmente valutando come legittima difesa il calcione che rifila istintivamente a Donati,ma i fatti dicono che li il Lecce ha preso atto che nn ci saremmo fatti menare senza reagire e che l arbitro avrebbe fatto come Ponzio Pilato e se ne sarebbe lavato le mani,Rocchi a mio avviso ha arbitrato alla vecchia maniera cn pesi e contrappesi politici e quindi male da regolamento ma bene nl complesso amministrando la giustizia dl campo e quindi punizioni pr somma di falli e via dicendo ma stesso peso e stessa misura pr tutti…Sugl episodi il primo rigore una boiata dl greco del Lecce e astutissimo Cuba che rischia una gamba pr farsi abbattere,stesso discorso pr Saponara che ignora la voglia di sangue Vichinga e rischia l amputazione d un arto,il fatto che vada anche sulla palla e addirittura la fermi e che anche lei era rimasta intimidita,ma c è da capire in certi campionati se prendi la palla è tutto legittimo anche il Norvegese ieri ha dato un contributo importante pr l ottenimento dl risultato facendo cn grande impegno la prima opzione sul rinvio e tamponando chiunque entrsse nl suo spazio e nn facendo regali gratuiti in fase di possesso…Un altro episodio è il fallo di mano di Babacar che Rocchi si è appuntato come trequarti di rigore e quando DePaoli viene servito qualche minuto dopo e aiutato a cadere nl tentativo di coprire un pallone c è un altro quarto di rigore somma e Ramirez ha un altra palla da sistemare sul dischetto,palla pesantissima vale probabilmente buona parte di stagione e sta volta è perfetto la gara nn è chiusa ma ipotecata,il Lecce nn ne ha più in tutti i sensi e pr noi il vantaggio è una pera di ginseng…Migliore in campo pr distacco Augello l unico cn Ramirez in grado di saltare il primo aversario sistematicamente mismatch che abbiamo cavalcato pr 70 minuti e data l importanza della gara si è guadagnato i gradi di giocatore di categoria almeno secondo me…

  11. Non capisco perchè costa così tanto ammettere che se l´avversario fosse stato un altro ne avremmo avuto il secondo rigore ne tanto meno saremmo riusciti a finire in 11, tre punti fondamentali per continuare a sperare qualche progresso in fase difensiva si vede è li davanti che siamo il nulla cosmico un preoccupante buco nero che solo Quagliarella può colmare mettendoci una pezza in questa ultima tappa agonica del campionato , finendo così di tribolare per la classifica e rincominciare a patire per il destino della Samp e questa è la partita più insidiosa e non so chi ci possa aiutare !

  12. Io può darsi abbia visto una partita diversa, ma direi che ieri sera è scesa in campo una delle più brutte copie della Samp degli ultimi 30 anni. A livello di gioco siamo stati, secondo me, inferiori addirittura al pur modesto Lecce e buon per noi che gli episodi chiave dell’incontro ci sono stati favorevoli (intendo mancata espulsione di Bonazzoli ed effetto a girare della palla sul rigore parato a Ramirez).
    Quando siamo andati in vantaggio per la seconda volta ci hanno chiusi nella nostra metà campo e non siamo mai riusciti ad uscire con un contropiede decente nemmeno una volta. Siamo brutti, ma veramente brutti. Di buono soltanto i 3 punti preziosi ottenuti ieri sera.
    Unica nota di conforto, 3 punti a parte, la bellissima prova di Augello sulla fascia, che meriterebbe di partire sempre titolare.
    La prossima con la Spal sarà durissima. Loro hanno una punta vera (Petagna), che fa assist e gol, noi abbiamo Gabbiadini che ieri sera mi sembrava non stesse in piedi, due che non ci danno e FQ sempre in infermeria.
    Speremmu ben.

  13. PassavoPerCaso -

    Partita brutta ma contava solo il risultato. Ci sono sei squadre in sei punti, verosimilmente di queste cinque si salvano e una retrocede.
    Mi e’ piaciuto Ramirez, Jankto (ma quel goal grida vendetta) e Beres. Contrariamente a molti a me non e’ piaciuto cosi tanto Augello,: mi e’ parso lento. Ma sono dettagli.

    Una domanda a chi capisce di regolamenti: ma perche rigore su Throsby? Entrata troppo violenta? Perche’ per prendere il pallone prende il pallone…

    • michele prestigiacomo -

      Facciamo due riflessioni insieme la prima su Augello preso pr tappare un buco zero esperienza in serie A,fisico normale nella gara più importante della stagione sin qui pr lo meno è il giocatore che fa da terminale al giro palla,trova una buona intesa cn Jancto in entrambe le fasi di gioco e vince il Mismatch cn Falco nettamente a cui concede una conclusione da 25 metri in più di un ora di gioco,nell arco della gara fa tante cose semplici e nn ha il passo e la forza di Murru ed è mono marcia ma ha amministrato la palla cn grande profitto pr tutta la squadra,l utilità che ha avuto il suo palleggio è stato superiore ad un assist perchè ci permetteva di nn restituire subbito la palla al Lecce e rispetto all esordio cn la Spal è cresciuto tanto e nn è una cosa da poco riuscire a migliorare,vuol dire che lavori sodo e l etica dl lavoro in un calciatore è uno dei talenti più rari,potenzialmente questo è un calciatore vero da proggetto anche sul medio periodo, se quadra un paio d aspetti dl suo gioco senza possesso palla potrebbe diventare molto affidabile e pr un tappa buchi che nn doveva vedere il campo be come avrai capito è il calcio che mi piace,capisco che si possa anche vederla in modo diverso…L altra riflessione è sul rigore e te lo dico senza conoscere il regolamento ma ci è andata bene una frazione di secondo di ritardo e si porta a casa la gamba di Saponara ed è oltre che rigore anche espulsione diretta pr gioco violento, oltre che Riccardo sarebbe finito all ospedale…Gli si è chiusa la vena chi gioca a calcio o ha giocato sa che quella è una dinamica pericolosissima pr angolo d impatto potenziale l altezza dl piede di Throsby era sopra il malleolo una frazione di secondo di ritardo e la tibbia e il perone di Saponara avrebbero dovuto sopportare un impatto equivalente al peso dl norvegese pr l inerzia della scivolata e il rinculo x l inerzia di Riccardo e il suo peso , l equivalente di una mattonata frontale e una e una posteriore ad altezza sovrapposte,ora sarò colorito ma dato che sono tutti e due più 80 kg ci giocavamo a sciangai cn quello che rimanevano della tibbia dl ragazzo pelato cn la barba…Nn so se da regolamento fosse rigore nel mio personale era da rigore e cartellino rosso porpora pr fortuna nn l ha preso il rigore era il problema minore…

  14. come dico da tempo il var invece di azzerare proteste le ha quintuplicate.vorrei che qualcuno mi spiegasse i rigori dati ieri,quello del genoa ,quello alla lazio.ma cos’e’ calcio questo?cioe’ si parla solo di episodi dubbi non piu’ di tattiche di tecnica di prodezze.sono allibito dalla piega che ha preso questo ex magico gioco,ma qualcuno mi puo’ dire sul rigore di thorsby se e’ calcio?partite pesantemente storpiate da decisioni sconcertanti ,senza parole

  15. Sento di filosofia schemi e bla bla…..unica cosa che conta 3 punti in una miseria di gioco inquietante.
    Deve giocare Ramirez in quanto è l’unico che in questo momento gioca a calcio.
    Bonazzoli ha rischiato grosso con quella reazione da bufalo, meglio stia in panca tranquillo in quanto purtroppo per noi sarebbe da serie B.
    Vediamo di fare 3 punti con la Spal e proviamo a chiudere sta agonia infinita.

  16. se a te piacciono queste partite (in generale non solo del doria) mi spiace.era una mia riflessione di come una partita venga stravolta da episodi inesistenti o cervellotici.pensa invece se quella pagliacciata del pareggio a brescia di quelle merde sia determinante?

  17. P.s. Una provocazione con il sorriso in quanto siamo tutti sampdoriani, ma qualcuno di voi non aveva scritto durante il lockdown basta calcio così è tutta una buffonata non seguirò più? Ovviamente contento che questo non sia avvenuto e sempre forza Samp!!!!!!

  18. ciao luigi hai ragione io faccio quel che avevo detto, la seguo alla radio da casa o da un lettino di spotorno raggiunto rigorosamente in treno, mai soldi alla pay tv, confermo che il campionato per me non sarebbe dovuto riprendere

  19. Io sto mantenendo il fioretto…
    Niente tv nè radio, mi arrivano però gli aggiornamenti sul cellulare perchè partecipo al fantacalcio ( anche lì avrei voluto chiudere, ma così facendo avrei falsato la stagione…) quindi so cosa stiamo facendo…
    Il pensiero a LEI c’è sempre, sarei ipocrita a dire il contrario, ma l’adrenalina, il pathos per cosa stiamo facendo, per come stiamo giocando ecc…rimane ai minimi termini….

Lascia un commento

Powered by themekiller.com