SAMP LOTTA CONTRO LA CAPOLISTA, MA PERDIAMO ANCORA

22

La Sampdoria ha lottato questa sera contro la capolista, una squadra in grandissima forma, capace di perdere una sola partita nelle ultime 30 ufficiali. Il Milan non si è presentato a Genova nelle migliori condizioni, con l’attacco spuntato per le assenze pesanti di Ibrahimovic e Leao.

E i rossoneri se la sono fatta sotto quando, negli ultimi secondi di una partita che sembrava ormai chiusa, Kessie è capitombolato lasciando spazio a Candreva per il cross. Il traversone dell’esterno blucerchiato al 94′ ha trovato il ciuffo scandinavo di Ekdal in mazzo all’area. La palla era forse un po’ troppo alta per lo svedese che non è riuscito ad impattare bene e di testa ha mandato sopra la traversa. Peccato, sarebbe stato un pareggio miracoloso agguantato all’ultimo secondo.

Nel corso dei 90 minuti si è vista una Samp che ha provato a fare gioco, ma solo in alcuni frangenti di partita. Ancora una volta siamo stati molto leggeri davanti, vivendo solo delle fiammate di Candreva e poco altro.

Il Milan non ha fatto molto di più e oltre ad un salvataggio sulla riga di Tonelli (al 39′) su percussione di Rebic si è fatto vedere seriamente nella nostra area giusto nell’occasione del rigore al 42′.
E’ assurdo che in una stagione in cui hanno finalmente smesso di assegnare rigori ogni dieci minuti per falletti di mano, Jankto si faccia cogliere in errore, esagerando e saltando in modalità Superman (o Medioman) con i pugni al cielo. Il centrocampista regala il calcio di rigore ai rossoneri: Calvarese non vede l’ora di fischiarlo e Kessie realizza con un tiro debole e centrale. Audero si accascia al suolo e la palle entra in rete: 0-1.

All’intervallo doppio cambio di Ranieri. Escono un bolso Adrien Silva e il solito Jankto, distintosi ancora per i danni compiuti nei minuti a sua disposizione.

Se non altro a inizio ripresa mettiamo in campo grinta, determinazione e tentativi di costruire uno straccio di azione offensiva. Candreva è il migliore in campo, eccelle anche quando per recuperare una palla trattenuta da Tonali gli strizza l’orecchio provando a svitarlo (Tonali per la cronaca aveva colpito un palo ad inizio ripresa).

Al 75′ arriva lo 0-2 con una bella azione sulla destra, Hauge-Rebic e palla al centro per Castillejo che di prima intenzione (e appena entrato) realizza da centro area il raddoppio.
La partita sembra chiusa. Ma troviamo un gol inatteso con una deviazione di Ekdal su corner all’82’. Tentiamo gli ultimi assalti e, come detto, sprechiamo l’ultima palla con lo stesso Ekdal che manda alto di tasta al 94′.

Sullo 0-1 bisogna aggiungere che l’arbitro sorvola su un episodio dubbio in area rossonera: su una palla spiovente, Romagnoli allarga le braccia ad airone e colpisce in pieno Damsgaard. Calvarese fa finta di nulla, il Var idem e tutto passa in cavalleria.

Finisce la partita, 1-2.
Ci può stare la sconfitta contro la prima in classifica, anche se non abbiamo affrontato il miglior Milan possibile, senza Ibrahimovic, Leao e Kjaer, il suo difensore più in forma. La Sampdoria ha lottato, ma ora bisogna ricominciare anche a fare punti perché la classifica inizia ad essere deludente.

Ci aspetta ora una doppia trasferta, a Napoli allo stadio Maradona, e a Verona contro la sorprendente squadra di Juric. Non sarà un compito facile ma dobbiamo assolutamente muovere la classifica.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

22 commenti

  1. Ecco il motivo per cui il calcio di oggi non mi piace.Avremmo perso lo stesso ma quei rigori li sono una cosa che non sopporto.Pallone che va fuori innocuo, toccato da un difensore che per saltare dovra’ allargare le braccia o no ,invece decisione stupida che condiziona la partita.Come si fa a punire un azione di gioco ininfluente con un rigore.Il rigore va dato quando c’e un evidente fallo che impedisce il gol come in Inghilterra .Regolamenti assurdi che mortificano il gioco piu’ bello del mondo.Per quanto riguarda il Doria ,siamo tornati giu’ mestamente ,ripeto le partite da non sbagliare le abbiamo ciccate clamorosamente,ora sono cazzi.Ma ora Verre perche’ ha sbagliato mezzo tempo col torino non gioca piu’?

  2. Ciao Francesco ascolta non voglio parlare della partita non mi interessa, però ti dico questo: tra milano e Monza corrono tante voci da quando è cominciato questo campionato che si stanno rivelando fondate, e poi la vita ormai dovrebbe averci insegnato che alcune cose esulano dalla meritocrazia e dalle cose giuste,ma questo vale non solo per il calcio vale anche per altri ambienti lavorativi. È faticoso da accettare ma questo è, ora lascio ad altri disamine e pensieri sui colori blucerchiati.

  3. Il Palazzo si e’ rotto della canaglia.Genova si e’ rotta della canaglia. La merda scappa a Jersey. Il coach e’ l’ anti calcio! Peccato.

  4. Emergono le mie solite perplessità in merito alla costruzione della rosa. Se avessimo avuto la squadra titolare, ipotizzando un 4-4-2 con Keita al fianco di Quagliarella o un 4-2-3-1 con Ramirez/Verre e il senegalese schierato sull’out al posto di Jankto, la squadra sarebbe molto competitiva.

    Il problema è che il condizionale non funziona nel calcio. In attacco siamo senza alternative a Quagliarella, con Gabbiadini che si è fermato di nuovo e La Gumina, uno dei peggiori brocchi visti in blucerchiato dai tempi di Corrado Colombo, come unica alternativa. Keita lo vedremo nel girone di ritorno. Silva non si è ancora ripreso da non si sa bene cosa. E, se Augello e Beres si fanno male, ci troviamo con Regini e Ferrari a fare il ruolo dei terzini. A cui si aggiunge che Colley è in partenza.

    Inutile girarci intorno: tra un mese la rosa andrà pesantemente rimodellata. Serviranno o due terzino, o uno capace di fare entrambe le fasce, a cui si dovrà aggiungere una riserva in attacco che dia maggiori garanzia di La Gumine (solito sfogo personale: la riserva in questione c’era, al momento sta marcendo al Torino: ma quando mi sono permesso di dirlo mi hanno criticato e dato del genoano, perché le ballerine erano realmente convinte avremmo preso Llorente e io, col mio commento, destabilizzavo l’ambiente -sic!)

    Capitolo finale: io non so se la colpa sia del mister, che non riesce a dare loro carica, dell’assenza di pubblico, dei chiari di luna o degli stregoni: ma è possibile che i nostri siano sempre molli per almeno mezz’ora di partita? Se l’allenatore deve cambiare puntualmene due giocatori ogni intervallo qualche cosa non va.

    • Furente questa partita ha una sua analisi le 4/5 che la precedono aiutano in una più organica su quale sia la nostra situazione attuale…Detto che io rispetto a chi ha scritto l articolo ho visto un altra partita fatta eccezione pr la direzione di gara su cui stendo un velo pietoso a partire dall ammunizione di Kessie che scivola e stende Manolo facendolo,c è il dubbio sia volontario e quindi perchè il giallo ? Stesso discorso pr Silva che in un contrasto si ritrova Tonali che scarica prima dell intervento il resto è cinema, poi c è l occasione di Rebic e il palo sul salvataggio di Tonelli che viene ostacolato trattenuto pr un braccio dallo stesso,calcio d angolo pr il Milan ? Il rigore di Jancto colpevole ? Perchè salta viene sbilanciato e la palla va sul braccio pr altro come sottolinei tu palla senza pretese,il rigore Kessie lo calcia bene controtempo uno dei migliori che ho visto di recente…Secondo tempo vedi subbito che la musica nn cambia,due squadre due metri arbitrali a dir poco nn simmetrici,un fischio di confusione nell area dl Milan lo certifica,nl frattempo la gara si scalda un po’ prima che il Milan raddoppi cn merito o meglio pr nostro demerito difensivo,ennesima dormita di Augello che ha un vantaggio enorme e solo che nn legge la palla e l aspetta senza rendersi conto che gl avrebbero preso il tempo,ci sarebbero due episodi un stop di mano di Gabbia che si la tocca prima cn il petto ma la toglie dalla disponibilità di altri cn la mano(lui si senza interfferenza d avversari),nn dico fosse rigore anzi pr me nn lo è ma se penso che hai dato quello di Jancto allora devi dare anche questo…Poi quello che è l episodio della partita pr quel che ci riguarda l intervento di Romagnoli su Damsgaard è più d un episodio perchè era quello si rigore e cartellino il colore tenderebbe al rosso pr il fatto che nn c è disponibilità dl rossonero d arrivare sulla palla e fermal azione colpendo l avversario al volto aprendo il braccio e ci sono tante aggravanti quanto l intervento nn fosse cattivo,ma resta che era rigore ed espulsione pr un fallo volontario pericoloso cn la volontà di fermare un avversario a 5 mt dalla porta,ricordo il rigore di Keità cn l Atalanta e cartellino giallo ma li dissero che punivano il gioco pericoloso,qui c è tutto il codice penale pallonare da punire…Ora anch io penso che il Milan meritasse di vincere e che abbia giocato bene al netto di assenze pesanti ma dubito sarebbe successo cn lo stesso metro arbitrale pr entrambe le squadre,l analisi sulla gara il Milan ha giocato da solo pr 70 minuti circa ma negl ultimi 25 minuti la Samp ha fatto più dl Milan nei primi 70 e anche se nn sarebbe stato giusto da un punto di vista estetico il pareggio ci stava pr situazioni create…Il Milan ha 4 palle Gol nell arco della gara e lo stesso la Samp,quindi chi è causa dl suo mal pianga se stesso e noi regaliamo un gol a gara e più o meno è sempre lo stesso perdiamo un mismatch in posizione nn pericolosissima ma poi facciamo il patatrac aspettando la palla in area invece che esser agressivi e prendendoci delle responsabilità difensive individuali…Ora sul periodo della Samp ribadisco il problema sono gl esterni bassi che sono difensori mediocri che ti condizionano e cn un baricentro così basso hai dificolta ha creare un infrastruttura di gioco quando hai il possesso palla,noi abbiamo terzini che come qualità hanno il gioco perimetrale quando la palla ce l hai tu,se nn ti danno qualcosa dl punto di vista offensivo sono guai…Io continuo a vedere gare preparate bene in teoria vedi ieri Jancto invertito pr stare cn Theo e Candreva cn Calabria però poi vedi che il fit è pessimo cn i compagni di catena,che Silva in mezzo a 3 rossoneri che l aggrediscono nn riesce a darci niente dl punto di vista dl palleggio,lo stesso Throsby nn trova la posizione pr 70 minuti e ti chiedi ? Sarà stata preparata bene ? Poi il Mister in confferenza dice quello che pensi da qualche settimana siamo disfunzionali tra strategie e formazione…La sua affermazione che dice nn abbiamo contropiedisti ma poi imposti la gara cn un baricentro bassissimo perchè hai paura a mettere 40 mt tra te e Audero e prestare il fianco a delle infilate(di recente cn tutti),il nostro problema a mio avviso resta è l impostazione cn un solo creatore di gioco e la staticità degl attaccanti che aprono poco il campo …Ovviamente se si vuol giocare cn il 4 4 2 o 4 4 1 1 come nell ultimo mese…

  5. Ieri sera durante la partita, e con la Samp in svantaggio (0-2), chattando con un mio amico ho detto che c’è un male che mi affligge, come ho già riferito altre volte, ed è il fatto che ho sempre “dentro” la grande Samp e ciò mi condiziona. Lui mi ha giustamente risposto che quei bei tempi andati non torneranno più. Allora credo che mi ci vorrebbe un antidoto psicologico. Per esempio se penso ai punti (11) che abbiamo allora sarebbe stato meglio ottenerli vincendo in casa con Benevento e Bologna, perchè quelli consecutivi (9) con big o che “dovevanoesserlo” mi hanno riacceso certe illusioni e ciò non è bene per la salute di un tifoso che chissà perchè spera sempre.
    Non riesco ad adattarmi alla salvezza come obiettivo unico così come non riesco a vedere il Milan come capolista perchè sono legato all’idea di questi ultimi anni di una squadra mediocre (ovviamente per i suoi standard). E quindi mi da fastidio l’idea che abbiamo perso contro “questa” capolista. Avrei capito se fosse stata la Juve (che poi se si libererà di Pirlo vincerà ancora). Sono un pò contorto, lo ammetto. Sono gli effluvi blucerchiati. Un saluto a tutti.

  6. Non so se era una mia condizione di ieri sera ma io che mi agito anche a vedere una amichevole estiva mi stavo addormentando, partita per me brutta, noiosa, contro una capolista tanto omaggiata ma che senza Ibra per me è poca cosa, sta approfittando solo del vuoto attorno ma quando questo sarà colmato retrocederà di diverse posizioni, noi dobbiamo stare attenti a non ripiombare nella zona calda, se ci riusciamo ci attende un campionato tranquillo, pallosamente tranquillo, come da diversi anni a questa parte del resto tranne il precedente minacciato dal guru Di Francesco

  7. Tante cose negative alcuna positiva. Iniziamo dalle prime. Tra tutti i media che ho letto o sentito i voti peggiori alla Samp li danno le due televisioni genovesi. Primocanale o Toticanale come la vogliamo chiamare da quando hanno deciso, GIUSTAMENTE, di attaccare il nano malefico sono anche e sempre meno favorevoli alla Samp. Telenord dalla voce del genoano Zerbini dice che la Samp ha fatto bene il primo tempo e male la ripresa (ma cosa ha visto?). Veniamo alla squadra. Io insisto Ranieri è persona splendida, sa gestire il gruppo MA non ha la minima parvenza di un gioco. Il primo tempo il possesso era 70 a 30 per il Milan e dice tutto, neanche i bibini sarebbero stati così sotto..o forse si. Tra le cose negative metto Augello. Da quando si è parlato impropriamente di nazionale non ne ha più fatta una giusta. Anche ieri per me il peggiore. Silva, pessimo, ogni partita rischia il rosso, lento, distratto, spero solo che abbia un contratto annuale. Grazie Ranieri!! Spero ci dimostri che sbagliamo in futuro. Veniamo alle cose positive. Innanzitutto Ferrari, per me, bravissimo. Poi finalmente bene Tonelli ed Ekdal e benissimo Colley, per me, il più forte difensore che abbiamo difatti lo venderemo a gennaio per poi prendere un ventenne che imparerà qualcosa il prossimo campionato. Concludo e mi dispiace Quagliarella non è in grado di giocare titolare, forse può essere ancora decisivo giocando l’ultima mezzora quando gli avversari sono stanchi. E’ troppo lento quasi immobile, si vede che è sempre un campione vedi il gol di Torino ma emerge solo se attacchiamo ma scopare se ci difendiamo e non tiene una pallla.

  8. Abbastanza d’accordo con Silvefox.
    Aspettando Godot, cioè Keita, qualche idea sparsa.
    Candreva ieri pessimo, forse ho visto un’altra partita rispetto all’estensore dell’articolo. Silva un orizzontalizzatore lento, che regala palle sanguinose (mi pare un bel pacco, finora), Quagliarella e Gabbiadini un po’ bolsi, Augello come difensore vale poco.
    Note liete: Ferrari, Thorsby (immenso), Damsgaard (non butta la palla a caso come Jankto), Colley (anche se è andato per farfalle un paio di volte, graziato dagli attaccanti del Milan), Ekdal (più vivace del solito).
    Secondo me faremo meglio nel ritorno, con il recupero e la crescita di alcuni, salvandoci un po’ prima dell’anno scorso, niente più.

  9. rocco lombardo -

    buongiorno a tutti voi, leggo sempre con piacere, attenzione e vicinanza articoli e commenti, d’accordo con alcuni spunti meno con altri, ….(oggi ad esempio …..candreva uno tra i peggiori in assoluto, considerando carriera e doti tecniche, al netto del cross al 94′; augello se giocava in serie d fino a due anni fa, ci sarà un motivo!)….ma ciò che realmente dispiace a carattere generale è veramente essere ripiombati in un apatia disarmante, senza voglia, fame ed attributi…..e la mia considerazione è perchè??!!
    ….vada bene per arbitraggi “a sfavore” da un mese e mezzo circa, vada bene che anche un uomo di calcio, ancorchè attempato, si sia accorto di che aria tiri, entrando più volte in conflitto con lo “staus quo” politico della modestissima lega calcistica cui siamo affiliati, rimediando financo espulsioni e quant’altro, forse quanto mai nella sua lunga carriera,….dura la vita dalle nostre parti caro mister!! l’aplombe non sempre porta simpatie, figuriamoci risultati, e superlativo comunque ieri sera nel prendere in giro il gotha degli assoldati commentatori e pennivendoli, disinnescando sul nascere inutili e sarcastiche alzate di scudi……
    Ciò che non comprendo, o meglio non digerisco, è il perchè ci abbiano illuso nel famoso trittico di inizio autunno, per poi farci maledire ogni minuto di agonia calcistica che ci si propina ogni volta….non mi interessano argomenti inutili…quali società, condanne, patteggiamenti, assoluzioni, trust…ora anche paradisi fiscali….a me piacerebbe solo vedere giocare al pallone, con i limiti insiti per carità, ma con la voglia di poter recriminare e gridare ad alta voce quando si subiscono torti e condizionamenti, con l’orgoglio e la “coscienza pulita” di aver dato l’anima ogni partita, mangiando l’erba e solcando il campo, ….come noi comuni mortali mestamente e figurativamente facciamo dai nostri telematici gradoni…TRISTEZZA ED IMPOTENZA…un caro saluto

  10. Poco da dire poco da fare , imprecisi e inconstanti con sviste in fase difensiva che ci costano care e questo puntualmente , Siamo grammi e messi male e qui il mister senza colpe non è , i 40 punti la consueta agonia il derby il nostro scudetto intanto il giullare se la ride mentre la procura non molla e le supercazzole sono felici beate loro !

  11. Considerazioni sparse:

    – Che partita noiosa!!!
    Fino a poco tempo fa i Samp-Milan erano SEMPRE partite combattute dove non di rado uscivamo vincitori ( credo che i rossoneri siano la grande che abbiamo battuto più spesso negli ultimi anni ): se fossi stato sdraiato a letto invece che seduto sul divano a casa di un amico credo che mi sarei sicuramente addormentato!

    – Che il Milan sia primo in classifica e che nelle ultime 30 partite ne abbia persa una soltanto è inspiegabile…

    – Francesco: che la palla stia andando fuori non vuol dire assolutamente nulla, il braccio di Jankto è talmente largo che non puoi non fischiare rigore, detto questo per me ce n’era uno anche per noi per il braccio di Romagnoli su Damsgaard, purtroppo l’arbitro non l’ha valutato tale e su queste situazioni il VAR NON può intervenire…
    Se poi vogliamo dirla tutta, ci stava un secondo cartellino rosso per Silva…

    Contro un Milan, ripeto, a mio avviso alquanto mediocre, privo di tre colonne come Kjaer, Bennacer, Ibrahimovic, impegnato neanche 72 ore prima in Europa League si doveva assolutamente fare di più!
    Non abbiamo uno straccio di gioco e caratterialmente siamo spenti, andiamo a folate ( primi 10′ del primo tempo, inizio della ripresa qualcosina e poi dopo il gol di Ekdal ) e ciò non può bastare, mettiamoci anche gli infortuni e il calendario tutt’altro che agevole ed ecco che il prossimo futuro non appare per nulla roseo, anzi…

  12. Quando la rosa è tra il mediocre e lo scarso parlare di tattiche diventa problematico,siccome ribadisco non voglio parlare della partita in quanto quello che volevo sottolineare è che quest’anno devono arrivare tra le prime le milanesi, quando ti concedono in dieci partite otto rigori a favore dei rossoneri sono un segnale inconfutabile nel calcio dopodiché tutti i vostri commenti sono condivisibili e quasi perfetti.Purtroppo siamo legati a uno sport dove è in parte tutto aleatorio infatti nonostante il VAR si procede come vuole colui che dirige. P.s serie A con un livello medio molto mediocre rispetto al passato.

  13. La partita non la commento nemmeno. E’ finita come si immaginava. Contro una squadra molto ma molto più dotata di noi tecnicamente speravo di non vedere una Samp votata a catenaccio e contropiede come è stato ieri, anzi solo catenaccio perchè il contropiede non ci riesce mai e vorrei capire che senso hanno tutti quei palloni alti lanciati in avanti alla “viva il parroco” quando Quagliarella non ha nè il fisico, nè le caratteristiche adatte a quel tipo di gioco e Gabbiadini non so se e quando lo rivedremo giocare visti i suoi problemi fisici (La Gumina non esiste).
    Mi chiedo se Adrien Silva è ancora un calciatore….. non può essere così scarso.
    A Napoli ci andiamo rimaneggiati e quindi sarà non dura, ma di più.
    Le mie certezze in una salvezza sicura stanno vacillando perchè aldilà della classifica, che è ancora abbastanza tranquilla, non vedo la minima traccia di gioco e vedo molta confusione in campo e nella Società.
    Anche quest’anno ci sarà da patire.

    • Io ce l’ho con ste maledette regole ,non mi interessa se c’era il rigore o no .Dico solo ,e lo dicono tantissimi ex calciatori che non si puo’ condizionare una partita con un tocco di mano involontario ,ininfluente, a 10 cm tra un giocatore e l’altro che tentano di darci di testa.Per me le partite si vincono in modo diverso.Ma questo vale per tutte le partite non sto facendo un discorso sul Doria.Ho capito che con le nuove regole ci puo’ stare,ma e’ assurdo!Bisogna che in Italia si impari un po’ di piu’ a giocare a pallone e gli arbitri si facessero un po’ i cazzi propri e che la si smetta con simulazioni penose ,urla di dolore ad ogni contrasto per ingannare l’ arbitro con ammonizioni ed espulsioni.Ma che sport e’ diventato,sembra il calcio a 5.Poi si va in Europa nelle coppe e li non fischiano niente ed infatti le italiane le buscano spesso e volentieri.Lo so che di sport ormai c’e’ poco e’ tutto un tritacarne economico e mediatico e sono rassegnato ma mi ci incazzo lo stesso.Ma che si parli di gesti tecnici o di tattica ,di giocatori ,di maglie….belin non c’e’ piu’ niente manco gli spettatori….
      Appunto Maraschi ,la rovesciata che fece al derby me la ricordo ancora e se ne parlo’ per anni,ora non ci si ricorda nemmeno i giocatori dell’anno prima,va be’ basta scusate lo sfogo ma qualcuno so che mi capisce o forse sono io che ho bisogno di comprensione e soffro sempre piu’ di saudade calcistica.Torno nell’era moderna e dico che secondo me il secondo portiere che abbiamo ci farebbe perdere meno punti e la butto li ,io prenderi Piatek(stipendio permettendo)

  14. PassavoPerCaso -

    Per una volta sono d’accordo con gente con cui di solito mi scorno..

    ARBITRO
    Arbitaggio schifoso. No, il rigore su Jankto non c’e’. Durante la partita con la Juventus Bonucci allarga il braccio e la prende con la mano. La rosea ebbe un’articolessa a spiegare che da quest’anno quando l’ultimo tocco e’ vicino al difensore non e’ piu’ rigore.. ieri erano 40 cm tra il colpo di testa e la mano di Jankto.
    C’era invece il rigore (e mgari espulsione) a nostro favore.
    E sapete da cosa si vede che l’arbitro aveva la coscienza sporca? Dal fatto che non ha espulso Candreva per la tirata d’orecchi a Tonali. Un arbitro che pensa di essere equilibrato li’ tira fuori il rosso. Uno che *SA* di avere indirizzato la partita ha paura di infierire.

    RANIERI
    Magari mi sbaglio, ma mi sembra che la partita “difesa e contropiede” sia stata una -scellerata- scelta tattica. Non e’ il Milan che ci ha schiacciato: siamo noi che ci siamo rintanati. E si e’ visto: appena non potevamo piu’ rintanarci (perche’ passati sotto) abbiamo giocato a calcio e l’abbiamo quasi raddrizzata.

    Io il senso di fare 20 cross a partita quando l’unico che li prende e’ Thorsby non lo capisco. Facciamo cross bassi vicino all’area o passiamo per vie centrali, no?

    CANDREVA
    Io sono con l’articolo: ha fatto una buona partita. Giocando molto indietro con la linea bassa non da il meglio di se, questo e’ chiaro.

    AUGELLO
    Oggi e’ il suo turno di essere scarso. Ma anche qui, ricordiamo che e’ stato il mister a preferirlo a Murru. E che ogni partita un giocatore della difesa va male… sara’ che e’ colpa di come siamo impostati?

  15. Siamo in paradiso quello fiscale però a nessuno sembra importare , sono vicende extra calcistiche qualcuno penserà certo ma vicende cui unica utilità sono poter operare in una certa maniera senza che la G.D.F o altri possano ficcare il naso la cosa è preoccupante ancor di più delle prestazioni dei ragazzi , la procura come menziona qualcuno non molla perchè il vizio di forma non può e non deve servire per salvare farabutti e girasi dal altra parte serve a ben poco !

    • G…Hai frainteso la sostanza delle info che ci hanno passato il contenitore che è stato costituito che comprende il precedente che conteneva la Samp nn è in un paradiso fiscale e ci mancherebbe altro … Semlicemente è uno strumento che prevede di potersi apoggiare ad altro ordinamento giuridico perchè l italia nn l ha regolamentato anche se in vigore da più di 25 anni…Cos è un Trust ? Come abbiamo detto prima è uno strumento che in questo caso vorrebbe esser usato come un Trust di scopo di fatto è una protezione di 3 anni ad un bene che può venir aggredito dai creditori,in una situazione normale nn avrebbe nessuna possibilità di venir validato in un contenzioso perchè costituito a procedura in corso,ma se s accordano cn il Trust in essere nn saprei ? Quindi nn siamo in un paradiso fiscale,ma che siamo coinvolti nella procedura di fallimanto di azienda x e y adesso è ufficioso…

  16. Nel mio commento precedente non ho parlato dei rigori. Visto che molti di voi, giustamente, fate rimarcare che Yankto è stato sbilanciato e io sono d’accordo, mi vorrei soffermare su un altro fatto. Ranieri intervistato da Sky ha detto che il rigore del Milan era giusto e quelli chiesti da noi non c’erano. La cosa mi fa incazzare, il buon Claudio ama farsi bello davanti alle telecamere e sono sicuro che la pensa in maniera diversa. A Torino mani di Bonucci ma sono cambiate le interpretazioni, a Bergamo fallo di Keita, non l’ha toccato, ma anche al Var rigore, a Cagliari Joao fa il pollonetto a Tonelli ma è lungo allora furbamente si butta contro e Tonelli alza il braccio e vorrei vedere ma il Var rigore, arriviamo a domenica…anche il nano malefico si lamenta ma Sor Ranieri è un signore poi si fa buttar fuori per motivi meno importanti.

    • Silver francamente nn so’se Ranieri fosse o meno ironico,d altra parte dopo serve a poco lamentarsi,è mia opinione pr tanto lascia il tempo che trova in una squadra qualcuno che da fuori di matto pr il rigore di Jancto nn ha senso pr quello su Damsgaard l avrebbe avuto al di là che si rischiava di finire la partita in 9 e nn ottenere nessun risultato nell immediato,dopo dato che hai ragione da vendere puoi anche giocartela pensando che sia meglio nn fare polemica e spenderti il credito in quel senso….Da tifoso come te,pr me era da fr una cagnara indicibile sul momento e li si vede che siamo poco squadra in questo momento,ma cn poca società è normale ci sia poca coesione come squadra,in panchina probabilmente nn l hanno visto se no son convinto che Sor Ranieri avrebbe dato fuori di matto,quanto al rigore su Jancto se l arbitro valuta che il contatto tra lui e Theo sia regolare è rigore,la polemica è che dato che nn ha fischiato il contatto tra Gabbia e Tonelli era rigore anche quello cn lo stesso metro,invece sorvola e nn dico che poteva ritenere l azione di Tonelli invasiva e quella precedente di Hernandez no,ma avrebbe dovuto cmq fischiare e dare una punizione a favore dei rossoneri…Il problema e che poco prima aveva fischiato un fallo di confusione dove nn c era nessun contatto in area dl Diavolo,ma ha sbagliato gara dall inizio cn l ammonizione a Kessie che inciampa e ostacola Manolo sull inerzia della caduta,dl tutto involontario e invece cartellino ma dato che nn c è volontà di fermare l azione era un semplice fallo,il cartellino c è solo in caso di volontarietà,poi un doppio errore su Silva che prima ammunisce senza senso pr un contrasto di gioco a metà campo come altri 100 pr giunta frontale che è tutto da dimostrare ci sia malizia invece che un anticipo dell avversario che comunque lo vede arrivare e si aspetta il colpo,poi lo grazia pr un fallo si da cartellino …Pr nn parlare della tirata d orecchio di Candreva che magari nn si può giudicare come gioco violento ma se il ragazzino si butta a terra sarebbe cambiata la narrativa,un altra azione senza senso è il palo cn cui salva la porta Tonelli in quei casi conta chi pr primo fa fallo,che Tonelli protegga la posizione favorevole rispetto la palla è lecito ? lo fa in maniera legale ? chi pr primo comincia l azione fallosa ? lui o Rebic trattenendolo pr lo stesso braccio che Tonelli usa pr mantenere il vantaggio ? nl regolamento che ci sbandierano quando gli fa comodo come vangelo nn c è scritto da nessuna parte che due falli s annullino,ma che va punito chi pr primo inizia l azione fallosa,quindi calcio d angolo regalato,doveva fischiare o rigore o fallo a nostro favore…Ha arbitrato male come avolte giocano male i calciatori ci sta,quello che è intollerabile e che nn si possa dirlo senza dover temere ritorsioni,cn questo Jancto nn si capisce perchè invece di proteggere quel pallone vada pr colpirlo ? Tonelli disturba gabbia cn le braccia e ci stava che fosse fallo pr il Milan,sono decisioni opinabili ma probabilmente sono state meno sfavorevoli di quanto nn le abbiamo percepite come tifosi,al contrario l azione di Romagnoli su Damsgaard è talmente evidente che l unica spiegazione e che nn l abbia vista,quello è rigore e rosso diretto,il fatto che tutti dicano che era giallo nn si capisce ? nn sono a centrocampo e nn è gioco imprundente,sono a 5 metri dalla porta e in posizione da battuta diretta potenziale verso la porta…Il fatto che nn sia intenzionale fr fallo in questo caso nn è rilevante quanto è il confine tra contrasto lecito e illecito,quindi quando difendi si presume che tu sappia che in quella circostanza se nn sei in disponibilità d arrivare sulla palla se superi il confine dl lecito l azione diventa antisportiva e nn solo fallosa…Romagnoli salta fuori tempo senza nessuna possibilità di raggiungere la traiettoria della palla in quella posizione di campo se colpisce un avversario cn una forza superiore a quella consentita anche l avesse fatto cn il petto magari afossandolo era rigore ed espulsione,perchè interferisce illegalmente in una chiara occasione da gol cn l aggravante che nn è mai stato in condizione di raggiungere la palla,fallo antisportivo e cartellino rosso diretto…quindi nn è la gomitata o la sbracciata a venir punita ma l azione di disturbo illegale in una determinata posizione di campo quando nn si è nella possibilità di intervenire sulla palla,il resto dell azione è un aggravante e il gioco pericoloso che motiva il giallo decade quando si concretizza ovvero da pericoloso diventa un crash e di nuovo è rosso diretto…Morale c erano anche minimo una giornata di squalifica e sono sicuro che Romagnoli nn fosse intenzionato a fr fallo ma al contrario di quanto succede cn Kessie all inizio il primo scivola a 70 mt dalla sua porta il secondo è in azione di disturbo all interno dalla propria area di rigore,il primo aveva la palla nella sua zona di controllo il secondo nn ce l ha mai nell azione neanche potenzialmente,pr nn parlare delle conseguenze delle due dinamiche…A me quello che fa incazzare e il ridimensionamento di quel errore,reputo Calvarese molto buono come arbitro e succede sbagliare una partita e nn ci vedo nessun complotto,ma come fanno a crescere sti ragazzi se nn possono sbagliare come categoria ? La difesa è a quella nn l’arbitro come singolo,quello nn ha senso e mi fa imbufalire,credo che il mister abbia fatto bene a nn polemizzare su Calvarese che resta probabilmente il miglior arbitro italiano cn Maresca,anche lui nell occhio dl ciclone pr la partita di Roma…Quello che nn capisco perchè di 10 compagni in campo nessuno abbia dato fuori di matto quando c è stato il KO dl Danesino,era ovvio nn aveva visto se no li anche uno in malafede è costretto a dare minimo il rigore e nn era questo il caso,se no nl primo tempo già che c era butta fuori Silva e almeno il cartellino giallo pr Candreva lo tira fuori,ma cn la Var quante persone ci sono a guardare la partita che possono segnalare la cosa ? lecito o no da regolamento var ,quella era un azione determinante da valutare pr legittimare la gara…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com