SAMP, DISFATTA SENZA FINE. CENTROCAMPO E CLASSIFICA DA HORROR, D’AVERSA A CASA?

40

Nuova sconfitta per la Sampdoria. La disfatta matura dopo una partita piena di occasioni da una parte e dall’altra, almeno nel primo tempo. Ma quando per 90 minuti giochi in un modo così slegato, con un centrocampo inesistente, un attacco da ospizio (a differenza, ad esempio, di una vera punta come Arnautovic) e una difesa ballerina, non puoi certo prendertela con la malasorte, ma accettare che fra te il Bologna ci sia una differenza netta in campo. Sia nell’organizzazione di gioco, sia nei valori tecnici.
Nel primo tempo giochiamo all’arrembaggio e si vedono mille occasioni da una parte e dall’altra. Quando attacchiamo ci rendiamo effettivamente pericolosi. In compenso lasciamo praterie enormi agli avversari e la nostra difesa balla sull’orlo del disastro, ricordando gli scenari del Titanic.
Si balla che è un piacere. Ma soprattutto non riusciamo a buttare la palla in rete giocando in questa modalità ad alto rischio. E allora la possibilità di prenderla in saccoccia è praticamente certa.
Infatti, dopo una prima frazione in cui le mille occasioni da una parte e dall’altra sono regolarmente sbagliate come in una partita fra scapoli e ammogliati, a inizio ripresa subiamo la rete: al 46′ Dominguez libera Soriano, pallone basso e teso in mezzo all’area, Svanberg realizza con un rigore in movimento: 0-1.
Il giorno che vedremo la formazione di D’Aversa avanzare con un fraseggio così perfetto in area, e finalizzare il tutto con una rete tanto pregevole, sarà forse il giorno dell’Apocalisse.
Sullo 0-1 ci spegniamo per una ventina di minuti. Bologna padrone del campo, Audero ci tiene in vita con alcune parate degne di nota. Caputo sbaglia l’indicibile al 75′ con Skorupski totalmente fuori dai pali, non tira, si inceppa, prova un passaggio assurdo all’indietro e l’azione sfuma.
Al 77′ potrebbe salvarci il tutto cuore Thorsby, che negli ultimi minuti, quando tutti sono stanchi, emerge come un iceberg dalle acque. Il Vikingo si lancia col piede martello su una punizione spizzicata da Yoshida e segna da un metro dalla porta un gol di sicura bruttezza ma di enorme importanza. E’ l’insperato 1-1. Ma 30 secondi dopo accade l’incredibile: cross di Svanberg sul secondo palo, Arnautovic (un vero attaccante) sbuca e infila di testa il gol dell’1-2.

Il colpo è letale. Finiamo la partita con Torregrossa e Ciervo ma ovviamente non combiniamo più nulla.
Perdiamo ancora, siamo in pienissima zona retrocessione e assistiamo alle tipiche partite di una squadra candidata alla serie B.
I bibini hanno cambiato, ora toccherà cambiare anche a noi per dare un cambio di rotta ad una squadra che sembra inesorabilmente precipitare, senza lottare e senza grinta. Per dio, svegliamoci finché siamo in tempo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

40 commenti

  1. Che dire? A mai più rivederci e grazie. Avanti il prossimo! E se viene gratis è meglio. (Vero Ferrero?)
    Io credo che la colpa sia tutta di chi ha mandato via
    Ranieri e scelto l’ allenatore più economico. Tifo per Iachini. Anche se siamo grammi, peggio di D’Aversa penso sia impossibile fare.

    • Come non darti ragione. Che bei tempi quelli dei petrolieri (dei veri signori)! Che ci fa questo presidente
      a Genova? Non sa cosa vuol dire spendere palanche. Povera Samp in che mani è capitata; non resta
      che piangere. insieme ai genoani e soprattutto povera Genova La Superba che non merita
      tutto questo.

  2. Tutto ciò che avviene attorno alla Sampdoria è sempre scontato. Il Cagliari non aveva ancora vinto una partita, e il Bologna non aveva ancora vinto fuori casa. Tutto ciò è assai deprimente. Per comprendere il momento attuale bisogna porsi una domanda semplice: Perché la sconfitta di oggi era assai prevedibile pur non giocando contro il Bayern? Io qui vorrei dire una cosa semplicissima e cioè che il responsabile di questa tragica situazione non è nemmeno l’incapace-a-poco-prezzo che sta in panchina ma uno e uno solo: il MINUS HABENS per il quale non si può che affermare quanto segue : Egli è un autentico M……ONE. Per riempire i puntini fate voi.

    • Come puoi definire un minus habens un pezzente squallido furbo come una gazza ladra? Sarebbe lui il minus? Sono sette anni che si fa 1.4 milioni di stipendio netti piovuti dal cielo alle nostre spalle… E nessuno ha fatto nulla di concreto per mettere fine a sto scempio!… Oggi dopo 3 anni sono stato a vedere la partita in Sud…. Qualche ragazzino di buona volontà e poi il vuoto!… Una desolazione imbarazzante…. Sono stato tesserato UTC per anni e sono sempre stato orgoglioso della nostra tifoseria così unica così particolare…. Ma come siamo finiti? Non ho PIÙ parole VERAMENTE…. LA COSA Più triste è proprio questa: siamo diventati una tifoseria che si merita di essere presa per il culo in questo modo. Fine. Nessuno che abbia aderito a cori contro Il verme. Tutti muti e seduti. Anche nei momenti più bui la sampdoria ha sempre avuto al suo fianco i suoi tifosi che ne hanno rappresentato l’immagine più nobile e pura. Senza società e senza stile se spariamo anche noi sparisce l’essenza della Sampdoria stessa. Oggi dopo l’ennesima presa per il culo e la gradinata muta davvero non sono mai stato così avvilito manco quando eravamo sull’orlo della C e perdevamo 2 a 0 in casa Col Crotone… Almeno eravamo in 8000! E ho detto tutto.

      • PassavoPerCaso -

        “Anche nei momenti più bui la sampdoria ha sempre avuto al suo fianco i suoi tifosi che ne hanno rappresentato l’immagine più nobile e pura.”

        Sai che ti scazzato non poche volte, ma questa frase qua e’ bellissima, e la condivido in pieno.
        Finche’ i tifosi canteranno ci sara’ un futuro. Ma adesso i tifosi hanno smesso di cantare.

  3. Ma quelli che ferrero è un buon amministratore e bla bla bla dove sono finiti ? Non aspetteranno mica una vittoria per tornare in sito a sparare belinate , no perchè se così fosse mi sa che a sto giro l´attesa non sarà poca !
    Detto ciò io mi azzardo a dare il benvenuto a Iachini d´aversa può tranquillamente tornarsene da dove è venuto potesse portarsi anche il faggiano che al suo fianco fece la coppia più disastrosa lo scorso campionato sarebbe una grande cosa , per il resto ci dovrà pensare la magistratura o qualsiasi cosa lo possa fare e mi fermo qui !

    • bravo, chissa’ se anche faggiano che ha voluto d’ aversa e d il viperetta ascolta come un oracolo verra’ ora licenziato per giusta causa

  4. Si torna sempre al solito discorso, la colpa è di chi lo ha messo lì, non è mica piovuto dal cielo come una punizione divina, possibile che un’azienda a livello europeo non abbia trovato uno straccio di acquirente decente? Neanche a regalarla? Non ci crederò mai.
    Comunque il momento di cambiare allenatore è ora, c’è la sosta, poi Salernitana e Verona, il derby si avvicina, evitiamo figure barbine, lo deve guidare uno con le palle

    • Cazzo… L’acquirente c’era!…. Dovevamo scendere in 50.000 in piazza per farlo andare via! Ma tutti a casa e muti e seduti a fare il gioco di sto verme… Non ci crede manco lui il culo che ha avuto a finire qui!…basta cazzo….

  5. nell’ ordine: esonerare d’ aversa, prendere iachini, mettere l’ elmetto, non perdere a salerno, rientrare tutti allo stadio, fare un salto a casa garrone e augurarsi sempre che ferrero muoia, piu’ facile che vedere a gennaio un rinforzo degno di tal nome

  6. Eh ma Ranieri non andava bene, non aveva gioco e altre storielle, poi il grande avvento dell’innovatore D’Aversa….. risultato finisse oggi saremmo in B.
    Ora speriamo arrivi Iachini e speriamo di arrivare a 40 punti ma la vedo dura salvarsi quest’anno, poi in B temo sarà la fine.

  7. Povera la mia SAMPDORIA che cosa mi tocca vedere….prevedo tempi bui .Ringraziamo chi ci ha ridotti cosi’!Tra l’altro ci hanno fatto qualche macumba perche’ saremmo grammi ma la sfiga ci segue sempre.Riversiamola da oggi ai maledetti piccioni che da oggi gli vada sempre peggio.non so piu’ a cosa attaccarmi.

  8. Come puoi definire un minus habens un pezzente squallido furbo come una gazza ladra? Sarebbe lui il minus? Sono sette anni che si fa 1.4 milioni di stipendio netti piovuti dal cielo alle nostre spalle… E nessuno ha fatto nulla di concreto per mettere fine a sto scempio!… Oggi dopo 3 anni sono stato a vedere la partita in Sud…. Qualche ragazzino di buona volontà e poi il vuoto!… Una desolazione imbarazzante…. Sono stato tesserato UTC per anni e sono sempre stato orgoglioso della nostra tifoseria così unica così particolare…. Ma come siamo finiti? Non ho PIÙ parole VERAMENTE…. LA COSA Più triste è proprio questa: siamo diventati una tifoseria che si merita di essere presa per il culo in questo modo. Fine. Nessuno che abbia aderito a cori contro Il verme. Tutti muti e seduti. Anche nei momenti più bui la sampdoria ha sempre avuto al suo fianco i suoi tifosi che ne hanno rappresentato l’immagine più nobile e pura. Senza società e senza stile se spariamo anche noi sparisce l’essenza della Sampdoria stessa. Oggi dopo l’ennesima presa per il culo e la gradinata muta davvero non sono mai stato così avvilito manco quando eravamo sull’orlo della C e perdevamo 2 a 0 in casa Col Crotone… Almeno eravamo in 8000! E ho detto tutto.

  9. Ahi! Purtroppo abbiamo buttuta via un occasione col Bologna…dovevano esonerare D’AVERSA una settimana prima per dare un senso alla partita col Bologna per sta sfida diretta. la coppia infernale Faggiano Ferrero cosa combinerà ora!?!?

  10. Vorrei chiedere una cosa a Luigi visto che abita a Monza e ha conoscenze, ti risulta che dietro l’acquisto del Cenua ci sia la famiglia Berlusconi? Gli indizi sono molti, due fedelissimi come allenatore e vice, presidente il medico personale di Berlusca, Preziosi sempre in società così potrà continuare la compravendita a scopi fiscali con l’amichetto Galliani, se così fosse cari ragazzi prepariamoci anche a perdere la superiorità cittadina che abbiano ormai da decenni

  11. Penso che il tempo di D’Aversa sia finito. E, paradossalmente, il motivo per cui il mister è durato così poco è la sua pretesa di fare un bel gioco. Può sembrare controintuitivo, ma se ci pensate se vuoi fare il gioco offensivo di D’Aversa devi avere una cosa dalla tua parte che non abbiamo: una squadra con almeno cinque o sei elementi di assoluta qualità. A essere generosi noi ne abbiamo due, forse tre: Candreva, indiscutibile, Quagliarella, ormai prossimo ad appendere le scarpette al chiodo, e (forse) Damsgaard, oggetto misterioso attualmente infortunato.

    Con queste premesse il bel gioco all’attacco non può funzionare. Non hai i palleggiatori a centrocampo (per dire, Mancini in nazionale ha potuto esprimere questo modo di fare calcio al meglio grazie al “doppio play”) non ha i difensori di spessore che possano proteggere la porta (continuo a ritenere Audero un buon portiere, condizionato però da una difesa e da un centrocampo inadeguati), non ha i terzini che possano coprire l’intera fascia ed eventualmente dare supporto agli esterni.

    Insomma, la pretesa di “possiamo subire un gol, ma tanto gliene facciamo due” non regge. Non sta in piedi. So che Mik non mancherà di rampognarmi dicendo che sbaglio (solitamente succede così) ma ho l’impressione che D’Aversa non ci provi proprio a cambiare la sua filosofia e trovare un gioco meno spregiudicato e che ci impedisca di beccare meno reti.

    Detto questo il cambio di allenatore è essenziale perché ormai pare sia la sola cosa capace di scuotere questo ambiente, così compromesso.

    Partiamo da un presupposto: la rosa non ha subito grossi cambiamenti. La squadra, rispetto allo scorso anno, ha sì perso due uomini importanti. Ma ha anche guadagnato quello che per me è un attaccante di razza, ovvero Ciccio Caputo. E, soprattutto, dovrebbe aver riguadagnato Gabbiadini. In sostanza, al netto delle perdite di Jankto e Keita, non siamo più scarsi dello scorso anno a livello di rosa.

    Però le cosa vanno male. Qualsiasi cosa tenti D’Aversa, la squadra è bloccata in un’impasse psicologica. Non potendo permettersi una serie di sedute individuali con uno psicologo per i giocatori, la società deve correre ai ripari nella sola maniera possibile: cambiando guida tecnica e mettendo al posto di D’Aversa un allenatore concreto, pragmatico. Che prenda i giocatori a calci, se necessario.

    E, a questo punto, l’unico profilo adatto sembra essere Iachini. Al netto del dramma di avere un allenatore calvo in un anno gemello. Anche perché Pirlo e Giampaolo dubito possano anche solo star a sentire quel guitto che abbiamo come presidente.

    P.S. La sensazione che la fortuna di Ferrero sia terminata l’ho solo io?

    • In realtà condivido buona parte di quel che hai scritto, ho giusto un opinione diversa su Audero e sul profilo dl tecnico che ci servirebbe , più pr natura tecnica che pr simpatia Beppe è un allenatore da 3 5 2 che personalmente e il modulo che preferisco ma nn abbiamo profili pr farlo decentemente mancandoci batteria d esterni che giochino off the ball … Concordo sul fatto che D’Aversa abbia perso la strada e abbia mancato già al meno un paio d occasioni pr ritrovarla pr tanto è più rischioso nn cambiarlo che farlo a sto punto… Pr salvarti a mio avviso serve uno che sappia come si fa quando stai messo cn le pezze al sedere come noi in questo momento,al di là che hai una rosa illegale pr far un campionato dove rischi, uno che se ne freghi di come si chiamano i calciatori e che mercato abbiano, direi Nicola come miglior opzione l impressione e che la nostra sia una situazione simile a quella dl Toro l anno passato,cn calciatori cn pochi stimoli ambiente depresso etc etc…serve uno che compatti l ambiente e che sappia dare serenità ,spiace dirlo ma la sensazione e che D’Aversa in quel senso abbia sbagliato modo d affrontare la situazione a noi serve un allenatore che ragioni come se nn ci fosse un domani…

    • PassavoPerCaso -

      Quasi completamente d’accordo, caro Furente.

      Ieri pensavo, giochiamo offensivo ma non giochiamo bene. Per giocare offensivo e bene devi fare altre cose e servono forse altri uomini.

      Sono un estimatore (uno dei pochi insieme a te) di GP, almeno per quello fatto da noi, ma mi sembra uno dei meno adatti alla situazione. Abbiamo bisogno di uno con l’elmetto, che riscuota fin da subito le simpatie di tutti.

  12. Ciao Semarco a Monza abita mezza Mediaset ovviamente non sono tutti tifosi di calcio quando capita faccio due chiacchiere con un dirigente del Monza che conosce solo alcuni aspetti ma se parli di vertici e capisco le persone a cui fai riferimento difficilmente riuscirai ad avere risposte concrete a prescindere che possano sapere qualcosa o meno. Dopodiché ti ripeto quello che abbiamo scritto precedentemente ovvero il problema maggiore è il personaggio a cui tutti vogliamo bene (sdrammatizziamo altrimenti..) indebitato e privo di capacità di ascoltare persone con qualche neurone in più del medesimo. Concludo dicendo che Iachini non sarà il tecnico che sposterà più di tanto gli equilibri ma il calcio è materia imponderabile quindi detto ciò chissà che non accada per l’ennesima volta il miracolo. Un saluto a tutti.

  13. Heisenberg, ho conosciuto tanti “minus habens” che hanno avuto successo negli affari ma intellettualmente sono delle nullità, autentici idioti. E ce ne sono tanti, nella vita in genere, che dopo il successo sono finiti male. Bisogna sedersi lungo la riva del fiume e aspettare. Prima o poi si vedrà passare il cadavere del nemico, Come dice il saggio cinese.

  14. Io penso che per dispetto non prendera’ Iachini.Piuttosto continuera’ con D’Aversa.Ma all’orizzonte spunta Giampaolo ma vorrei sapere con quali soldi lo paghi.Grazie ancora Garrone

  15. Il calcio è senza pietà. D’ Aversa va esonerato sicuramente ma paga anche colpe non sue. Lui è partito bene con un 4-2-3-1 agressivo poi Damsgaard si è bloccato, Yanko è partito e si è bloccato pure Verre con ricaduta. Ora e per il momento non si può fare nè il 4-4-2 eè il 4-2-3-1 in quanto manca l’esterno alto a sinistra a meno che non vogliate Murru. Altra cosa c’è stata un involuzione pericolosa degli esterni bassi. Augello in particolar modo è irriconoscibile. Il portiere ieri ha fatto due grandi parate ma, per me, i gol sono entrambi per colpa sua. Il primo tiro alla sua sinistra lui si butta a destra??? il secondo nell’aria piccola le palle devono essere sua. Siamo anche sfortunati è il 5 gol degli avversari prima annullato e poi dato, per carità giusto così ma allora anche i falli dell’inter e i rigori di Cagliari….. Inoltre mentre lo scorso anno i nostri avversari prendevano i pali quest’anno li prendiamo tutti noi.
    Concludo. Non mi pace la società, non mi piace il DS, l’allenatore era la quinta scelta, ora Iachini forse può farcela. Teniamo presente che i bibini a Gennaio spendono noi vendiamo?

  16. Trovo abbastanza condivisibile l’analisi dell’amico Furente…
    Io sono francamente allibito, incredulo di fronte a questa involuzione, in considerazione di alcuni fattori tra i quali:

    – l’organico è praticamente identico a quello della passata stagione, non mi si dica che si sentono le partenze di Jankto ( anche se l’anno scorso si è in parte riabilitato ) e Tonelli perchè davvero crederei di più ad una prolungata astinenza sessuale di Rocco Siffredi…
    L’ unico vero rimpianto può essere Keita, che Ranieri non mi sembra però vedesse benissimo…

    – siamo partiti bene!
    Due anni fa cominciammo subito male con Di Francesco mentre, andando indietro nel tempo, stesso discorso per Delio Rossi, Atzori, Ferrara ( anche se in maniera rocambolesca vincemmo le prime tre)…nelle prime 4/5 giornate si è vista una squadra che sì concedeva molte occasioni all’avversario ma che anch’essa produceva gioco, era propositiva e battagliera, magari un pò spuntata in avanti ma che comunque teneva botta…ora il nulla!
    Tutto è evaporato, sembrano davvero undici giocatori presi a caso mezz’ora prima e buttati in campo, ma perchè?
    Che diavolo è successo nelle ultime settimane?
    Qualcuno vocifera che D’Aversa sia stato delegittimato dalla squadra quando qualche settimana fa abbandonò l’allenamento per recarsi a Milano, convocato dal parassita per un surreale confronto…roba da matti!

    – Confronto Ranieri vs D’Aversa:
    se non sbaglio abbiamo solo 2 punti in meno rispetto al campionato scorso e, facendo un confronto con le stesse avversarie, gli stessi identici…eppure siamo tutti molto più nervosi e preoccupati, probabilmente per un insieme di questioni che stanno sfasciando l’ambiente…

    Possibili soluzioni?
    Oltre a Beppe Iachini al momento non vedo nulla o quasi,
    potrebbe forse affascinarmi, ma solo per il nome, una soluzione Cannavaro o De Rossi (magari più il primo ), mentre un ritorno di Zenga mi terrorizza…

  17. luca (brasile / spezia) -

    Ciao ragazzi.
    Niente di diverso da quanto prospettato quando vedemmo la lista dei papabili e la scelta fatta: un allenatore inesperto e perdente, con la sola cosa positiva di chiedere poco di ingaggio.
    Poi la questione Osti, gravissima e ancora non spiegata, e l’ingaggio di quel fagiano arruffone.
    La serie A ti presenta il conto, e al netto di una rosa mediocre comunque in grado di ripetere il 10mo posto come fatto con vari allenatori sinora, se non hai un gioco definito, se hai doppioni che non possono giocare insieme, difensori che fanno svarioni ogni domenica, terzini che non difendono, e nessuna testa pensante a centrocampo, buschi e vai giù come un fico maturo.

    Ben venga Beppe Iachini, che è nel nostro DNA e nel nostro destino, e facciamo gli scongiuri su GP e Liverani, che sarebbero la fine certa.

    A me non dispiacerebbe Di Biagio, motivatore, buon tecnico e capace di far giocare in vari modi gli stessi uomini, ma se ci fosse uno straccio di progetto pluriennale. Per salvarci e magari toglierci qualche soddisfazione senza guardare al futuro, avanti Mister Iachini!

    • PassavoPerCaso -

      Si ricordo che a te Dacoso non piaceva per nulla, io ero piu’ ottimista, ma c’avevi visto giusto tu, percio’ chapeau.

      La questione Osti ha lasciato interdetto anche me. Chiaramente Osti era stato uno degli artefici piu’ chiari di tutto cio’ di buono che era arrivato. Mi domanda cosa debba essere successo.

      Concordo che nella situazione attuale solo Iachini, Liverani MAI.

  18. C’e’ Cavasin libero a buon prezzo,vorrebbe riscattarsi …….sarebbe uno spettacolo la coppia ferrero cavasin.Che tristezza.Eppure fino alla partita col Napoli era un’altra squadra.

  19. A quanto riporta Sampnews24, Daniele Faggiano si trova a Pescara a colloquio con Marco Giampaolo. Quindi, a quanto sembra, anche stavolta, almeno che Giampaolo dica di no, Iachini non verrà

  20. Purtroppo come personalità D‘Aversa ha pagato il conto a Ferrero e Faggiano, non aveva potenza caratteriale come sembra a stare sulle sue posizioni. Qua più che un bravo stratega/tattico allenatore ci serve uno cazzuto che non se ne frega di quei due la della Muppet Show…
    Gattuso….anche se a me non piace

  21. PassavoPerCaso -

    Scrivo prima di leggere

    Audero 6 Un bell’intervento ma sul primo goal classica capocchia.
    Beres 6 Il meno peggio
    Yoshida 5 Vicino al goal si dimentica Aurnatovic
    Colley 5 Piedi di banana
    Augello 4,5 Sven Olshon col pallone e’ piu’ veloce di lui senza.

    Candreva 6,5 Cattedrale nel deserto
    Thorsby 6,5 Canta e porta la croce scoordinatamente
    Ekdal 6 Sconsolato e sfortunato
    Askildsen 5 Mah

    Caputo 4,5 Quell’errore grida vendetta
    Gabbiadini 5 Ma perche’ non tira mai?

    Torregrossa sv
    Ciervo 6 Ciervo era Gullit uscito di foresta.
    Murru sv Al 84esimo per perdere tempo che stavano vinc.. ah no.
    Dragusin sv. Al 90esimo per perdere tempo che stavamo vinc.. ah no.

    Guardiola 4,5 La miglior partita delle ultime 3 giocate, eppure sempre ridicola. Gabbiadini non tira mai, Thorsby non lo servono mai alto, Augello non crossa (quasi) mai… Nessuno che sia messo nelle condizioni di fare quello che sa fare.

    La squadra forse non l’ha abbandonato, ma il mister sembra in confusione.
    Per me: Iachini o nessuno. Per prendere uno qualunque possiamo tenerci Dacoso. E GP, Pirla o DB sarebbero suicidi.

  22. Ovviamente noi tifosi pensiamo a uno che possa entrare nella testa e ancor di più toccare il cuore della squadra dando stimoli e stemperando le tensioni ,dl punto di vista della comunicazione oggi un paraculo temo sia difficile possa essere una buona selezione … L aspetto tecnico tattico nn è così determinante quanto la scelta della line up iniziale e la strategia sul lungo periodo delle rotazioni,la squadra e logora fisicamente ottenere un contributo da più calciatori indovinandone i minutaggi e la loro distribuzione è più rilevante d altre cose,come il modo di porsi dl tecnico cn le varie componenti dell ambiente, società e tifosi pr collocare le prestazioni in una bolla al riparo del conflitto che c è in corso… Una critica troppo feroce a questa squadra che ogettivamente e combattiva come un pesce rosso a pancia piena ,può diventare un problema che nn si risolve ,un allenatore allineato alla proprietà dl mio punto di vista fa la stessa fine di D’Aversa qui ci vuole un uomo di rottura che l ambiente possa adottare se no la scollatura potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso , se questa dirigenza usa la testa si mette il nemico in casa e si salva tranquilla ,al contrario cn un yes man rischia di far deflagrare la bomba che è oggi l ambiente … Questa squadra nn ha le risorse caratteriali pr imporsi cn un ambiente ostile ,più ci mettono impegno e più fanno danni ,questa è una squadra che nn può aver brutti pensieri , l alternativa e il viagra calcistico ma quello costa e bisogna spettare la finestra di mercato…

  23. vabbe’ furente al limite a salerno si perde poi col verona gli ultras faranno comunque una bella partitella coi butei con banchetto fuori stadio con vino e focaccia e di entrare a tifare chissenefrega, cosa vuoi che sia? PORCO D..scusate ma da ieri vorremmo avere tutti il tuo nick

  24. circola voce che il pregiudicato abbia trovato il nuovo allenatore e ds dopo aver letto i commenti di 2 assidui frequentatori di questo blog…! LOL

    #salvateilmarinaiobaciccia

  25. Il fatto è che ( forse) Ferrero confermi D’Aversa è puramente economico. Se arriva un nuovo allenatore, chiunque esso sia, a prendere una società sull’orlo dell’abisso cpme minimo chiede due/tre rinforzi. Ferrero non se lo può permettere anzi venderà Beres alla Roma e cercherà di sostituirlo con Laurini del Parma. Siamo purtroppo ai titoli di coda. Siamo la squadra più vecchia del campionato, quella che ha preso più gol (credo solo La Spezia ne ha uno o due di più), quella che ha meno prospettive del mercato di Gennaio (I bibini pagano un allenatore new in tutti i sensi 2 milioni e 500 mila euro all’anno per tre anni) e siamo la squadra con minor pubblico presente alle partite e se il motivo non è il 100% ma il greenpass allora visto l’aumento dei contagi il deserto continuerà.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com