SAMP: BARRICATE SOTTO IL DILUVIO, NULLI IN ATTACCO. DZEKO CI PUNISCE

26

Una Samp barricadera, predisposta da Ranieri con una sorta di 8-1-1 alla Nereo Rocco dei tempi andati, non riesce a strappare il pareggio all’Olimpico, sotto il nubifragio.

Ci punisce al 72′ il solito Dzeko, che con la Samp ha il dente particolarmente avvelenato.

Più che una partita è stato un monologo. Un monologo giallorosso con l’abituale gioco semi soporifero di Fonseca, fatto di estremo possesso palla.
Nel pomeriggio di oggi la strategia della Roma è stata resa difficile dalla pioggia incessante che si è abbattuta sull’Olimpico per tutta la durata della partita.

Pioggia a catinelle a Roma dove, al dominio dei padroni di casa, la Samp ha risposto con un’assenza totale di gioco offensivo ed evidente difficoltà a ripartire in contropiede.
Ranieri ha allestito una doppia linea Maginot in campo. Il terreno di gioco, per il diluvio,  si è trasformato ben presto in un campo di Fantozziana memoria.
Restiamo a galla (per restare in tema) fino al 72′. Poi Fort Apache va a bagno.

Sugli sviluppi dell’ennesima azione offensiva dei padroni di casa, Karsdorp crossa dalla destra per Dzeko, abile, da punta vera, ad insaccare in porta anticipando Colley. 1-0, la Roma concretizza il dominio del gioco visto fino a quel momento.

La Sampdoria è riuscita a difendersi egregiamente per oltre un’ora di gara. Ma ha avuto il difetto di non riuscire mai a ripartire in contropiede e nemmeno di difendere i pochi palloni scagliati in avanti per far risalire la squadra.
C’ è da dire che la differenza di valori in campo era impietosa. L‘1-0 finale dunque si può accettare senza particolari drammi. Negli ultimi minuti di gara abbiamo tentato anche qualche assalto, alla disperata, non trovando mai la zampata pericolosa, la sporcacciata vincente nel pantano in cui si era trasformato il campo dell’Olimpico.

Usciamo sconfitti, ma teniamo l’11esimo posto in classifica: dietro di noi, a parte il Torino, non vince nessuno. E’ questo è già un ottimo risultato.
Ora un’altra gara improba contro l’Inter. Poi, lunedì 11 affronteremo gli amici spezzini. E sarà un match di estrema importanza per il nostro campionato.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

26 commenti

  1. Se Ranieri in conferenza stampa dice abbiamo giocato bene e sono contento mi fido, evidentemente devo dire a mia moglie di non mettermi più la correzione nel caffè perché devo aver visto un’altra partita. Come può un tecnico affermare sono contento,dopo aver perso due partite di fila e con la prossima si arriva a tre? Mah…nel frattempo buon anno a tutti!!!!

  2. Osti sostiene che non servano attaccanti. In una partita dove abbiamo tirato tre volte in porta. Non commento. È inutile.

    • ….e oltre non tirare non avevamo nemmeno attaccanti in panchina, perchè La Gumina non è un attaccante di serie A! Quagliarella lasciato isolato e sperare nel contropiede, quando non è mai stato quel tipo di attaccante, nemmeno da giovane, è veramente qualcosa di assurdo, ci voleva giusto una botta di fortuna, che ovviamente non c’è stata!
      Ma peggio della sconfitta è sentire le dichiarazioni di Osti!
      Comunque siamo all’11° posto, il posto che meritiamo.

    • PassavoPerCaso -

      Ciao Furente,

      L’attacco non e’ fatto solo di attaccanti. Ieri, come giustamente ha detto l’articolo, abbiamo giocato con l’8-1-1. Ora, O quell’uno e’ Ronaldo, o di tiri in porta ne fai comunque tre.
      Poi se arriva uno bravo di testa e a basso costo sono contento anche io, ma la partita di ieri mi pare c’entri molto poco con questa valutazione.

      • Buondì PPC,

        come capita spesso non concordo. Penso che una squadra, specie se gioca con moduli come il 442, il 4411 o il 4231 come quelli utilizzati da Ranieri in questa stagione, ha bisogno un centravanti che sia abbastanza forte fisicamente da dare profondità alla squadra.

        In più di un’occasione, se avessimo avuto qualcuno là davanti capace di aprire spazi, saremmo potuti andare al tiro. O, magari, con una torre capace di prendere la palla di testa, qualche colpo verso la porta avversaria sarebbe arrivato. E non parlo solo di ieri. Detto questo devo capire cosa sia cambiato da Ottobre a Gennaio. A Ottobre Ranieri diceva di volere un attaccante, tanto che più fonti parlano di sue telefonate a Llorente per convincerlo a vestire la nostra maglia. A Gennaio Ranieri ha cambiato idea. Un diamante è per sempre, insomma.

        Detto ciò questa discussioni sono fuori luogo: il mercato è chiuso. Anzi, non si è mai aperto. Lo ha detto Osti. Lo ha ribadito Ranieri. E dubito che il presidentissimo sia in disaccordo.

        • PassavoPerCaso -

          “a bisogno un centravanti che sia abbastanza forte fisicamente da dare profondità alla squadra.”

          Questo lo dico anche io, e lo dissi persino durante il mercato: una squadra che mira a fare tanti cross e lanci lunghi ha bisogno di una punta di stazza.

          Quindi poi cosi’ in disaccordo non siamo.

          La domanda che mi pongo e’: ma se la squadra e’ questa, forse non sarebbe il caso di NON organizzare il gioco per produrre cross e lanci lunghi?

          Poi sul valore della squadra non e’ un assoluto, ma e’ relativo all’obiettivo, giusto? Se l’obiettivo e’ la semplice permanzenza in Serie A francamente la squadra va piu’ che bene: ci sono almeno 7 squadre con una rosa piu’ scarsa della nostra.

          Se invece volessimo puntare alla qualificazione all’EL allora chiaro che la squadra e’ troppo scarsa, ci sono almeno 7 squadre decisamente piu’ forti e almeno 4 sul nostro livello.

          • L’obiettivo della società è la permanenza in A. Per quello che riguarda me non cambia più di tanto, anche se penso che con un centravanti capace di vedere la porta e un terzino capace di fare due fasce questa squadra possa fare il salto di qualità.

            Sul campionato tranquillo però c’è un busillis: non vedo squadre materasso in questa Serie A. Pure il Crotone, ultimo in classifica, dimostra di saper fare gioco. Spezia, Topi di Fogna, Torino e Udinese mi sembrano vive e in ripresa. Forse l’unica che vedo un po’ peggio è il Parma, ma ha l’organico per salvarsi. Come lo avremmo noi, sia chiaro. Ma il calcio non lo puoi basare solo su 11 giocatori. E i continui infortuni sulle fasce lo dimostrano.

            Quanto al modulo tu mi parli di tornare a un 4312, e lo capisco. Ma vorrebbe dire sacrificare troppi giocatori da mettere fuori ruolo.

            Jankto, che da quando fa l’ala pura mi sembra tornato ai livelli di Udine. Damsgaard che è giovane e non so come potrebbe approcciarsi a un improvviso cambio di ruolo. E infine Candreva, che stiamo aspettando come aspettiamo Godot.

            Oltre a questo un cambio di modulo richiede tempo, allenamenti e sacrifici, in termini di punti, che ora come ora non possiamo permetterci. Passare da un modulo all’altro rischia di essere deleterio in un campionato con partite così ravvicinate.

  3. Allora o Ranieri non lo capisce o siamo del gatto. Quagliarella è un campione ma ha 38 anni. Non ce la fa più a combattere contro due o tre avversari ventenni. Non la vede mai, tanto più se giochiamo a difenderci. Allora i casi sono sue, o riusciamo a giocare con Keita e Verre in attesa di Gabbiadini e utilizziamo Quagliarella nell’ultima mezzora dove può ancora fare la differenza o compriamo un altro attaccante. Ci sono solo 2,5 milioni ? chi se ne frega i bibini continuano, senza spendere, a prendere giocatori in prestito, ne faremo uno noi, altrimenti siamo, appunto, del gatto. Per il resto dobbiamo dire che abbiamo sbagliato alcuni acquisti. Lagumina non è da serie A e ci costerà 6 milioni, pazzesco. Candreva a 33 anni acquistato per 2,5 con un contratto di 4 anni è pura follia, peraltro non sta facendo granchè. Abbiamo ceduto due terzini mediocri ma, non ne abbiamo preso neanche uno discreto poi ceduti in prestito senza riscatto, praticamente certi che ce li rimandavano indietro. Continuo e finisco con gli acquisti, appunto Depaoli e Leris…….Concludo con un pizzico di ottimismo se guariscono Gabbiadini e Ferrari e se non viene ceduto Colley.

  4. Depaoli Leris LaGumina Regini giocatori senza valore commerciale aggiungete a questo stipendi molto alti ai vari Quagliarella Candreva Keità ecc.ecc. aggiungete gli attuali 80 milioni di debito e il gioco è fatto. C’è qualcosa da aggiungere?…..

    • Che se il presidentissimo più amato dalle ballerine non cede entro un paio di stagioni giochiamo col pizzighettone pure noi.

  5. Niente di nuovo… Con il pensionato Quagliarella e lo SCAZZATO Candreva non si può giocare 90 minuti. Saranno anche tecnicamente migliori ma molto meglio la samp operaia vista con Verona e Crotone che corre e picchia a tutto campo senza Zombie che vagano per il campo. Poi probabilmente oggi perdevi lo stesso ma con un po’ di dignità in più.

  6. Si sono d’accordo con Heisenberg,meglio una squadra operaia e con piu’ giovani che catafalchi in campo.Ma ogni tanto un po’ di culo a noi mai ,per il resto poi e’ il solito discorso si vivacchia ,sai gia’ il risultato di queste partite,non c’e’ mai quel guizzo o un ‘impresa degna,un partitone insomma ,tutto molto soft ,l’unico e’ Thorsby che ha l’entusiasmo di un bambino e fa quasi tenerezza ,l’altro e’ Damsgard ma viene utilizzato poco ,Verre che viene sempre criticato invocando Ramirez ,che fa pena da due anni.Direi che un bel centravanti servirebbe comunque ,un buon ariete d’area di rigore,anche se l’andazzo sara’ sempre lo stesso senza infamia e senza lode purtroppo.

  7. Per i tuttologi qui in sito una delle ultime formazioni recenti , loro i grandi intenditori , gli altri profani e ignoranti teppistelli da stadio ….detto questo vorrei spezzare una lancia in favore di G.paolo , ogni tanto con una squadra più forte si vinceva e i derby con le rumente si giocavano con più grinta e determinazione cosa che con Ranieri non succede , sempre le stesse parole serve la partita perfetta dice : barricate per poi perdere e sentir dire bene sono soddisfatto . bohh non so voi ma a me sinceramente non piace questo atteggiamento più degno di un politico che di un coach anche se sembra che dalle nostre parti parlar bene conti di più di quello che dovrebbe , Speriamo di poter tornare allo stadio , il monnezza dice che non risente la mancanza dei tifosi ma i ragazzi sembra di si e i risultati casalinghi lo confermano !

  8. Finalmente una lucida disamina della partita di ieri.
    Siamo stati nulli in avanti e, come accade ultimamente, l’unico nostro gioco è il catenaccio (senza contropiede perchè non siamo in grado di effettuarlo).
    Mi hanno disgustato invece i commenti di molti giornalisti di tv private che hanno definito “buona” la partita della Samp. Mi hanno dato l’impressione che ci sia un ordine di scuderia di vedere sempre e comunque il bicchiere mezzo pieno.
    Soprattutto il primo tempo, ma anche lunghi tratti del secondo, abbiamo messo il pullmann della squadra davanti alla porta e, così facendo, era ovvio che prima o poi la pera ce l’avrebbero fatta.
    Mi indispettiscono i soliti lanci gettando palla in avanti per nessuno (Quaglia non ne becca una) e mi ha indispettito ancor più Osti quando ha detto praticamente che la squadra non ha bisogno di rinforzi. E’ costretto a cewrte affermazioni dal fatto che inn cassa nun c’è ‘na lira……

  9. Leggo stamattina il Secolo. E ok, è il Secolo. Ma si parla di Quagliarella vicino alla Rumentus.

    Io non voglio crederci: una cosa del genere è un omicidio verso la squadra. Cedere il nostro capitano e quello che al momento è anche il nostro miglior marcatore è un suicidio.

    Aspetto, in silenzio. Ma non voglio crederci. Non posso crederci.

    • PassavoPerCaso -

      Pero’ a giudicare dai commenti qua sopra l’80% del forum stapperebbe lo spumante.

      La mia reazione dipende dal sostituto.

      • Esatto PPC, mi sembra proprio di rivedere il caso Ramirez…
        “Indisponente”, “inutile”, “giochiamo in 10”, “sempre ammonito o espulso”… poi lo stiamo per vendere al Toro (perché NON VUOLE rinnovare) e… apriti cielo!!

      • Il mio timore è che il sostituto non ci sarà. La Juve non può pagarci e non può darci alcuna contropartita tecnica.

        Se Quagliarella partisse non potremo sostituirlo. Quanti a quelli che gli davano del bollito penso che banalmente non sappiano contare. Sì può questionare sul suo utilizzo, non sul suo impegno e la sua qualità.

  10. Il lemma del monnezza è vedere moneta vedere cammello , del resto la unica certezza è che il suo oneroso stipendio non venga a mancare ! Se la rubentus non caccia il grano il nostro capitano rimane ( speriamo ) altrimenti anche con due noccioline parte e ci tocca privarci del unico che anche in venti minuti può cambiare la partita poi vederlo con la maglia strisciata a lè cummè andà de notte !

  11. Tutto dipende dal motivo dell’eventuale cessione di FQ27…

    – Vuole andarsene lui, per i più svariati motivi ( voglia di finire la carriera giocandosi qualche trofeo, scazzi con Ranieri, problemi di stipendio, di ingaggio e/o di contratto ): PREGO, ACCOMODATI!

    Mai come in questo periodo storico c’è bisogno di gente assolutamente sintonizzata col mondo SAMPDORIA!

    Se invece è la società a volerlo cedere per racimolare quei due spiccioli che magari servono a pagare gli stipendi o per tagliare un ingaggio pesante proverei solo tanta, tanta pena, imbarazzo e vergogna per come ci siamo ridotti…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com