PRODEZZA KEITA, PRONTEZZA AUDERO: BELLA VITTORIA A PARMA

37

Bella vittoria della Sampdoria a Parma. Chiudiamo al meglio un girone di andata nel quale non sono mancate le soddisfazioni. 26 punti dopo 19 partite è un bottino che va oltre le più rosee aspettative.

Se la lotta per la salvezza ce la siamo massa alle spalle, è giusto pensare di poterci giocare le nostre chance per la parte sinistra di classifica, almeno un onesto decimo posto. Un piazzamento pur sempre onorevole, viste le vacche magre degli ultimi tempi e vista l’attuale dirigenza che non lascia spazio ad illusioni.

A Parma accade tutto nel primo tempo. Anche questa volta gli episodi sono favorevoli ai colori blucerchiati: con cinismo chiudiamo la prima frazione sul 2-0 e siamo poi bravi a concedere pochissimo agli emiliani, legittimando i 3 punti.

Al 13′ tiro a colpo sicuro di Kucka e salvataggio sula linea di Colley. Al 23′ palo pieno di Gervinho con una botta di destro dalla distanza. Ci salviamo in entrambe le occasioni, poi siamo noi a colpire. Al 25′ cross di Candreva e vaccata di Cornelius che si ingobbisce e di ginocchio serve un prezioso assist a Yoshida, abile a colpire sotto porta: 0-1.
Al 29′ filtrante di Kucka per Gervinho, ma il fulmine di guerra questa volta è Audero, prontissimo a uscire, battendo in velocità anche l’ivoriano. Il portierone blucerchiato salva tutto anticipando l’attaccante con estrema prontezza.
Al 34′ approfittiamo della seconda cappella emiliana: Hernani perde palla a centrocampo su pressing di Ramirez, assist di Gastòn per Keita, dribbling secco su Iacoponi e rete in diagonale: 0-2, gran gol di Keita Baldé.
Al 43′ seconda traversa parmigiana con un tiro a voragine di Kucka.

Nella ripresa gli emiliani partono forte, ma solo per i primi 5 minuti.

Nel resto della gara conteniamo senza difficoltà le sortite avversarie. Entrano Verre, Damsgaard, Torregrossa. Cambiamo radicalmente l’attacco e controlliamo il match. Non ci rendiamo particolarmente pericolosi dalle parti di Sepe, ma anche il Parma non combina nulla, anzi, colleziona una serie di passaggi sbagliati piuttosto imbarazzanti.
Fra le fila doriane da segnalare la prestazione (oltre del citato Audero) di Adrien Silva, probabilmente con Keita il migliore in campo, oggi padrone assoluto del centrocampo.

Finisce 0-2, una partita controllata con autorevolezza dalla Sampdoria. Importante vittoria al Tardini che ci proietta a 26 punti prima di un filotto di partite difficili.

Più di così dal girone d’andata non potevamo chiedere.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

37 commenti

  1. A inizio stagione avevo predetto che la Samp avrebbe fatto una salvezza più che tranquilla. Poi il periodo nero che è succeduto alla triade di vittorie su Viola, Lazio e Atalanta mi aveva fatto sorgere parecchi dubbi sulla maturità e la tenuta della squadra. Girare a 26 punti, dopo la giornata di Napoli, l’ennesima in cui dimostravamo di scendere in campo metà partita, sembrava una chimera.

    Invece siamo qui: decimi a fine girone d’andata, divisi da 14 punti dal nostro obiettivo principale. 26 punti non sono una garanzia (da questa sponda del Bisagno lo sappiamo bene) ma sono un buon viatico per iniziare il nostro ritorno.

    Al momento è difficile dire come continuerà il nostro campionato. Dei segni di maturazione, nelle ultime due partite, ci sono stati. E sono due partite importanti, perché avvenute contro le avversarie classiche avversarie con cui la Sampdoria di solito si dimostra “femmina”. Specie l’incontro di ieri sera ha visto il Parma, secondo me, giocare con forza e impeto. Non ritengo i ducali una squadra da B, considerato l’organico a disposizione. Ma non è tanto la qualità dell’avversario che mi consegna qualche speranza, quanto il fatto di aver visto la Sampdoria giocare per quasi 90 minuti (qualche amnesia c’è ancora…).

    Ora si apre un ciclo di sei partite, di cui tre realmente fondamentali per la corsa salvezza. Benevento, Fiorentina e (ahinoi) Genoa non credo siano ancora candidate alla retrocessione, ma batterle “ci farebbe marcare il territorio”. Farebbe capire a queste compagini quale vogliamo che sia la nostra dimensione e come vogliamo concludere il campionato.

    Molto dipenderà anche dal mercato. In una settimana in cui sono uscite voci su Ekdal e Jankto ammetto che non mi ha lasciato del tutto tranquillo vederli in panchina per quasi tutto il tempo. Abbiamo ancora la necessità di uno due innesti in difesa, ma quelli tempo non arriveranno prima delle ultime ore del 1 Febbraio. Siamo qui… in attesa.

  2. Ovviamente sono soddisfatto del risultato e della posizione in classifica che, come si dice, alla fine è quella che riflette i valori in campo. Però c’è una cosa che non mi convince e risiede nel fatto che la Samp contro le seguenti squadre: Fiorentina, Lazio, Atalanta, Verona e Inter ha ottenuto 15 punti e viceversa contro Benevento, Cagliari, Bologna, Sassuolo e Spezia 0 punti! Tutt’al più si sarebbero dovuto invertire le parti. E questa è una cosa che deve far riflettere. Ma io credo che, a onta di diversi giudizi emessi lungo tutto il girone d’andata, la Samp sia più forte di quanto non si creda. Sono i molti bravi giocatori che schiera a farmelo affermare (uno per tutti, Keita) Non solo. Penso che ci sarebbe (ma è un condizionale che muore lì) la base, per una proprietà che avesse ambizioni (un’altra, ovviamente), per costruire una squadra da primi posti (quarto? quinto?)

  3. Fermo restando che mi tengo stretto i famosi 15 punti non è folle pensare che avremmo potuto racimolarne 8 o 9 nelle altre cinque partite e ora saremmo a due punti da Juve e Atalanta. Utopie, certo.Però, però…Meditate, gente, meditate!

    • Concordo con Roberto. Aggiungo però che la dirigenza, con quel poco che aveva a disposizione ha fatto miracoli. Quindi diamo i meriti a chi li ha. Manca solo un altro buon difensore ma un mercato super azzeccato ci sta portando in alto. Non lamentiamoci sempre e guardiamo i fatti. Questa volta ci hanno costruito proprio una bella squadra. Se le finanze ci permettessero di comprare Keita e di non dover svendere i nostri giocatori migliori siamo già FORTISSIMI!!! E per i potenziali compratori questo è uno grande stimolo a farsi avanti.

  4. Tutto vero…resta il fatto che pecchiamo un po’ di pressapochismo….quante volte abbiamo concesso addirittura 1 tempo alle avversarie? Poi purtroppo recuperare diventa impossibile.. Se riusciamo a credere nelle nostre possibilita’ e limiamo qualche sbavatura in difesa, ritengo che possiamo aspirare ad una posizione onorevole a fine campionato….certo che la presidenza e’ quello che e’…sempre sub iudice….

  5. Inutile pensare ai punti persi, credo lo facciano tutti, godiamoci questi 26 e guardiamo oltre. Certo che di errori ne facciamo tanti e talvolta siamo molli nei contrasti ma a Parma questo è succcesso poco, forse solo lo svarione di Yoshida salvato da Colley. Il tiro di Gervinho è stato deviato sul palo da un ottimo Audero e la traversa di kucka non sa neanche lui come l’ha presa!!
    Purtroppo abbiamo una società che non ci permette di costruire quasi nulla e a fine stagione avremmo il solito andirivieni.
    Bisogna comunque riscattare Keita che è un campione. Sembra sia solo al 70% della condizione!!!

  6. Mi ha preceduto Silverfox che ha ragione su quello che ha scritto, ogni squadra ha da recriminare a fine campionato su qualche partita ,ovviamente siamo tutti contenti quando la squadra vince ,ma a parte san culino che ogni tanto è a favore altre volte no va bene così non cerchiamo terzini perché non dobbiamo andare in Europa e non possiamo permettercelo con questa società e ancora una volta la differenza la fanno i giocatori tecnici vedi Ramirez e Keita che non giocherebbero con noi se avessero un’altra testa. Comunque ripeto va già molto bene così.

  7. Io direi che il campionato della Samp si identifica in uno dei suoi giocatori che hanno il tasso tecnico più alto : Keita Balde. Keita è capace di giocate super, come quella in occasione del gol di ieri e subito dopo di cavolate assurde, come l’errore sul cross al bacio di Augello che chiedeva solo di essere spinto in rete di testa.
    Prevedo un girone di ritorno tra alti e bassi, ma la salvezza dovrebbe essere abbastanza alla nostra portata.
    L’importante è che la Società non si faccia ingolosire da qualche offerta e che, in questa finestra di mercato, non venda, pardon non svenda, uno dei gioielli della squadra tipo Darmsgaard o Colley.
    I tre punti di ieri sono oro colato e direi che dobbiamo anche ringraziare San Culino (e Audero).

  8. un`altra vittoria e va bene. Ranieri, che ho criticato per il gioco e la sua strategia, diciamo conservatrice, ha assemblato un buon gruppo. Davanti non sò più chi mettere, ok Keità è nettamente il più forte.

    Centrocampo valido e la difesa fa la sua parte. Però l`entusiasmo non lo trovo…peccato.

  9. Un paio di premesse:
    – evitiamo trionfalismi, abbiamo battuto quella che ad oggi è probabilmente la peggior squadra della serie A, mi fa piacere aver letto post misurati, di legittima soddisfazione com’è ovvio che sia ma senza “sbracare”, anche se mi aspetto in questi giorni il post di PPC che si leverà i soliti sassolini e inneggierà all’assist di Ramirez :-)))

    – ricordiamoci di questa partita quando perderemo la prossima per sfiga…

    E qui mi riallaccio a quanto scritto dal sempre ottimo Roberto e al suo dubbio sul perchè la SAMPDORIA abbia fatto più punti ( o quasi ) con le cosiddette grandi che con le altre, direi che il match di ieri sera dà sufficienti risposte, ossia che praticamente TUTTE LE PARTITE si decidono per i classici episodi!
    Solo in caso di differenze tecniche abissali o in caso di giornata si o no di una delle due contendenti questi sono ininfluenti…
    Con la Fiorentina secondo me nel complesso meritammo, ma non dimentichiamoci il palo di Chiesa al 95′!
    Vittoria strameritata contro la Lazio, ma affrontammo i biancocelesti largamente rimaneggiati e in giornata assolutamente negativa…
    Di contro, se Regini non fa quella sciagurata autorete sul finire del primo tempo contro il Bologna probabilmente non perdiamo, stessa cosa a La Spezia se Thorsby non provoca quell’ingenuo rigore, contro l’Inter se vanno in vantaggio su rigore per me ce ne fanno cinque, così come a Cagliari se non rimaniamo scioccamente in 10 sul finire della prima frazione probabilmente usciamo imbattuti…e poi ieri…
    Hai voglia di parlare di tecnica, di tattica, di moduli, di sostituzioni e quant’altro quando poi la differenza la fanno 1 centimetro, un rimpallo o una svirgolata…

    • PassavoPerCaso -

      – Evitiamo trionfalismi…

      Assolutamente d’accordo caro Cabezon. Siamo piu’ o meno dove dovevamo essere. Non c’e’ bisogno di montarsi la testa.

      -i il post di PPC che si leverà i soliti sassolini
      No no ho promesso di essere ecumenico e cosi’ saro’ (anche se quello che aveva detto “Il Jap e’ miscio” mmmmmh). Pronto a perdonare le vergini livorose e vogliose. 🙂

      -e inneggierà all’assist di Ramirez :-)))
      Tu si che mi conosci! 🙂 In effetti mi ha fatto specie che si sia celebrata “la magia di Keita” senza praticamente nemmeno nominare chi quel pallone l’ha recuperato (ma non era un morto in campo?), l’ha addomesticato (ma non era gramo?) E c’ha tirato fuori un assist magnifico…

      Sul resto: col Parma ci e’ andata di culo. Inutile girarci intorno,e adifferenza degli anni passati finalmente Audero fa parate eccellenti (almeno fin’ora, tocchiamo ferro, va).

      Dopo faccio un post statistico.

      • Ora per un pallone buono di Ramirez contro il Parma e dico Parma dove in tutto il girone ha fatto solo il turista indisponente ed ammonito esalti un giocatore privo di impegno e spesso dannoso.preferirei che si esaltassero giocatori come Thorsby che un minimo di cuore ce lo mettono.

    • esatto luigi sono pagati per giocare ogni partita come se fosse la partita della vita, si dice sempre che sono professionisti, si comportino come tali

  10. La classifica è rassicurante questo fa piacere,sulla partita nn c è molto da dire abbiamo cambiato modulo pr l occasione ma giusto perchè il Parma di D Aversa di controllare il pallone ha meno volontà di noi ,dl resto pr salvarti palla lunga e pedalare a campionato in corso paga più di qualunque altra cosa…Come fatto notare sopra anche se abbiamo giocato un discreto calcio e Silva aiuta in quel senso,la gara si è decisa su degl episodi e questo invece continua a nn rassicurare pr niente,quando t affidi a prendere quello che gl altri ti lasciano nn puoi che essere ondivago come rendimento sul lungo periodo…Potenzialità ne abbiamo considerato che sul piano teorico avremmo da poter fr giocare in contemporanea 3/4 giocatori che potrebbero fr uscire la palla dl basso,su due livelli di gioco a proposito Candreva da mezz ala invece che da 4to di centrocampo ha fatto particolarmente bene,leggevo pareri senza senso su Throsby nelle valutazioni dei giornalisti che amano dare voti alle prestazioni,il suo un contributo pazzesco alla causa ieri sera,chiaro che se sei sempre in fase dinamica e devi fare a sportellate cn un paio d avversari fisicamente sul tuo stesso piano difficile mantenere anche statisticamente,ma se si lascia stare quanti duelli a vinto o quanti passaggi ha completato e s analizza l impatto sugl avversari e quindi quanto hanno fatto loro si vede che dalla sua parte nn è mai passato nessuno cn tranquillità e questo ha aiutato a nn soffrire mai…Poi è chiaro che tu ha ottimizzato quello che il Parma ti ha lasciato e loro nn sono stati fortunati su quelli che erano tentativi balistici io ho contato 4 conclusioni nn esattamente costruite ed ad alta dificoltà ma che sono state sfortunate che sommate al regalo che disinnescato Colley fanno 5 tentativi ma solo 2 occasioni da gol e su una Audero ha fatto un mezzo miracolo,noi abbiamo rapinato il frigorifero alla prima occasione e raddoppiato cn un altro furto cn destrezza e sostanzialmente preso li il controllo della gara,potevamo fare di più probabilmente si ma va anche bene così … Personalmente sono d accordo cn chi sostiene che possiamo alternare la palla lunga e pedalare cn anche altro ,ma occhio e croce è il piano”C”o anche più in giù,che nn significa che nn possa cambiare anche cn al timone Ranieri,credo che molto dipenda dl disperato bisogno della certezza che manterrai la categoria in chiave societaria , anche i rinnovi e il mercato mi sembra siano funzionali a quel aspetto,mi sà che in sede abbiano stappato qualche bottiglia pr il dietrofront dl Toro in chiave di mercato,quando si dice che a volte è meglio esser fortunati che bravi,ma aspettiamo a vedere cosa succede che qui alternano genialate a vaccate in nanosecondi… Francamente nn è la prima volta che abbiamo opportunità d acciuffare il treno che parte,speriamo che s effettivamente c è arrosto oltre al fumo ci sia anche chi ha una visione che gli permetta di afferrare quel treno,se no chissà quando ripassa ?

  11. Di riffa o di raffa siamo a 26 punti e con la società che ci ritroviamo di più purtroppo non si può chiedere detto ciò non scordiamoci che il campionato italiano quest´anno è veramente poca cosa e la corta classifica tanto dietro come davanti ne è la prova , speriamo che arrivino le ore 20 del 1 febbraio senza sgradevoli sorprese cosa che temo fortemente !

  12. Facevo una riflessione:
    – 6 anni fa, vincendo l’ultima di andata, sempre a Parma e sempre per 2-0 chiudemmo il girone a 33 punti e al terzo posto in classifica!
    Oggi, con 33 punti saremmo a malapena ottavi!
    In poche stagioni il livello qualitativo si è decisamente abbassato, la differenza tra grandi e piccole è sempre più netto ed evidente…

  13. Dopo la sconfitta con lo Spezia, dissi che sarebbe stato importante incamerare dei punti per evitare di arrivare al giro di boa con l’acqua alla gola e soprattutto dover affrontare nuovamente un ciclo importante di partite particolarmente delicate, e così è stato: abbiamo migliorato sensibilmente la nostra classifica distaccandoci un po’ dalla zona proibita.

    Ora è importante dare una continuità a questo percorso, cercando di non prenderle, magari pareggiando qualche partita difficile: non sarà sicuramente un’impresa semplice, ma questa squadra, per me è capace di sorprendere quando meno te lo aspetti.

    È vero che abbiamo subito tanti legni (pali e traverse) dagli avversari ma abbiamo subito anche tanti rigori (magari qualcuno esagerato o inesistente) e quindi la dose di fortuna che ci ha baciato si equivale un po’ alla sfiga.

    Dobbiamo purtroppo vivere questo campionato, giornata per giornata, senza farci illusioni ma con la speranza, oltre ad una salvezza tranquilla, di ottenere un numero maggiore di vittorie rispetto alle sconfitte (anche di poco)
    in modo da migliorare, statisticamente parlando, la nostra storia.

    Lo so che batto sempre sul tasto statistiche, ma, considerando i tempi in cui viviamo, il calo demografico nella nostra città, la nostra società (intendo dirigenti e presidente Sampdoria) distante da veri obiettivi per motivi noti a tutti e soprattutto il campionato sempre appannaggio di poche squadre, il mantenere un livello dignitoso nel senso dei risultati può essere un buon viatico per l’acquisizione di tifosi giovani e quindi la futura sopravvivenza sportiva.

    Per il momento stiamo andando bene con un girone di andata sicuramente da apprezzare, ora vedremo nelle prossime giornate che cosa ci verrà riservato.

    Forza ragazzi.

    • Modernist è un discorso complesso quello della crescita dl Brand è se da una parte il territorio nn è così rilevante come si pensa c è da dire che proprietà di passaggio è difficile lo valutino come ramo d azienda su cui investire,una squadra è un subprodotto commerciale contenuto in altri che sono le competizioni a cui partecipa,la crescita è veicolata da queste cn la loro visibilità …Oggi rivolgersi ai tifosi esclusivi è un suicidio commerciale e sportivo ed è anacronistico pensare che il territorio sia un patrimonio pr una squadra nn metropolitana quando è chiaramente l opposto….Una squadra di Calcio ti può mettere sul Mappamondo e credimi dl punto di vista commerciale fa la differenza più dl epica dl autodefinizione di prodoto di qualità in autocertificazione…Questo pr dire che esattamente come pr la competizione sportiva quella commerciale vive d investimenti e se nn ne fai nn può pensare di poter sviluppare nulla ma quegl investimenti sono giustificabili solo se hai da vendere qualcosa individualmente e nn in subordine…Questo è uno dei motivi pr cui i Top Club D Europa vorrebbero un Campionato da fare tra di loro ed è anche il motivo per cui l UEFA nn lo può permettere,oggi conta sempre di meno il numero di tifosi che hai e sempre di più l interesse che susciti nello spettatore che segue lo SHOW che vendi e tra saperlo fare e pensare che si venda da solo c è un abisso…Se si pensa che la lega sportiva più importante dl mondo è l NBA che è Basket che territorialmente( USA) è il terzo Sport pr interesse e c è un universo tra la sua popolarità e quello che c è pr il Calcio a livello Planetario,cosa significa ? Che loro sanno vendersi molto meglio infatti si autoproclamano campioni dl mondo nn degli Stati Uniti quando assegnano il titolo ,che è come chiamare la frittata omelette e farla diventare artcousin invece che na sbattacchiata d uovo qual è… Detto questo sempre “forza ragazzi “

    • Sem perchè vogliono risparmiare sull ingaggio e guadagnare qual cosa dal prestito,stanno scommettendo sul fatto che nn verranno riscattati i Murrù,Bonazzoli etc etc…I loro contratti se nn pesano sul bilancio diventano patrimonio pr via della durata,sono asset a voce attiva in ottica di cessione della società è grasso che cola,al contrario se li tieni in rosa si magari fai 4/5 punti in più ma a bilancio peserebbero pr un paio di milioni e tra meno -13 e -15 in ottica cessione è il poco che si conta,diciamo che quello che risparmiano lo raddoppiano in termini di valutazione di mercato della società che ha 20 M di debito in più ma ad ottime condizioni e quindi anche in quel senso è un valore aggiunto,se no dovevi liquidare degl asset svalutandoli x far quadrare i conti,al contrario hai preso tempo,francamente sto Vidal è un geniaccio,da quel che si può intuire la sua è una regia amministrativa di livello,peccato che sia entrato in fase di liquidazione sarebbe stato interessante vedere come uno cn quelle dinamiche avrebbe gestito una patrimonializzazione ?

  14. Visto che siamo in tema di statistiche e considerazioni sul girone di andata dove alcuni parlano anche di fortuna, vi faccio notare che se le partite si fossero chiuse tutte al 45′ avremmo 33 punti. Certo le partite durano il doppio e semmai bisognerà cercare il perchè di quanto avvenuto, comunque penso sia un elemento da valutare nelle previsioni del girone di ritorno praticamnete con SILVA. KEITA e TORREGROSSA in più, senza contare GABBIADINI!!

    • Silver tutto va contestualizzato e la risposta dl perchè avremmo 7 punti in più nei primi tempi è semplice,i nostri avversari hanno controllato pr la metà dl tempo la palla…

      • PPC il caso dl Toro è diverso pr altro le ha provate tutte,li c è 80% della rosa che voleva passare ad altro e nn si parla d allenatore ma di cambiare aria,pr capire la situazione Cairo sta al Toro come Preziosi al Genoa,l ambiente è già deceduto…La tifoseria nn ha neanche più la voglia di contestare semplicemente aspettano che tiri le cuoia dato che nn c è altro modo di libersene a sentire loro …Pr me retrocedono al di là che Nicola sia stato un upgradee rispetto a GP e maggior ragione vista la situzione,ma avevano bisogno di fare mercato pr migliorare e invece al momento sono peggiorati,stanno puntando su una vecchia guardia che ha già dato il meglio ( PPC mi prendo il rischio dl pronostico ma se in questi 3 giorni nn portano a casa un attaccante forte d affiancare a Belotti e un centrale di difesa forte e magari anche un bl centrocampista di fosforo,questi magari ne pareggiano tante ma che ne vincano più di 3/4 nl girone di ritorno la vedo difficile cn palla avanti e pedalare )

  15. In questo strano campionato è praticamente impossibile pronosticare quali squadre retrocederanno. Rischiamo di essere smentiti di continuo. Fino a poche settimane fa vedevo molto peggio i bibini di Parma e Torino che hanno vinto a Genova appunto!. Ora invece sembra tutto un altro campionato. Continuerà così? Chi lo sa? Daltronde anche in vetta ci sono risultati strani vedi l’inter con noi e l’Udinese, vedi il Napoli che perde a Verona, il caos Roma, il crollo del Milan con l’Atalanta. Non parlo della Juventus solo per scaramanzia. Comunque che si vinca o che si perda forza Doria……….

    • Silver fare un pronostico è sempre una speculazione , ma anche se c è chi sostiene che il Toro si salva facile pr me nn è così e se nn indovinano 2/3 aquisti che gli danno tanto nl girone di ritorno, così come sono pr me vanno giù diretti come un Pendolino…

      • Perche’ una speculazione scusa….meglio chi si sbilancia un po’ piuttosto che cambiare giudizi ad ogni partita o no.Io avevo pronosticato gli esoneri di Giampaolo sia al Milan che al Torino,cosi’ come altri che scrivono e continuo a dire che Ramirez non mi piace per il suo modo di porsi(tecnicamente e’ tra i migliori) e ci fa giocare in 10.Un po’ di coerenza nei giudizi ci vuole non e’ una mezza partita che fa cambiare un idea.

        • Fr….Nl senso che quando si pronostica al di là che sia dovuto ad un analisi o meno è un ipotesi,alcune sono ragionevoli ma restano ipotesi…Pr me il Toro va giù anche se penso che Nicola sia il miglior Mister dl lotto in quella situazione,ma quando li ho visti mi sono sembrati una squadra senza arte ne parte nn hanno trovato il fit pr gl attaccanti,vedremo se Sanabria che è un calciatore organico gli sistema quello ? Poi a centrocampo hanno una trasmissione di palla piatta e dietro son l armata Brancaleone sia a 3 che a 4…Per me questa è una squadra che ha bisogno di quello che in teoria doveva dargli Verdi che però se nn fa il 4to di centrocampo a destra diventa un calciatore normale(tipo Suso ma lui era un terzo d attacco )il loro problema e che nn ha mai giocato nl suo ruolo e ha perso convinzione e francamente cn Singo da quella parte difficile che possano permettersi di giocare nl modo in cui l ex Bologna gli può dare quello che gli serve a sto punto…Ma senza sono da catenaccio e contropiede,ma dato che sono loro a dover fare le partite facile vadano sotto e che ne giocheranno poche di gare cn squadre alla loro portata come vorrebbero,pr me ne pareggeranno molte di più di quante ne vinceranno,pr quello vedo Parma e Cagliari favorite e quelle davanti hanno valori diversi fatta eccezione pr lo SPezia che però gioca ed è un valore anche quello…Mi sembra difficile ogettivamente ma come dicevo speculo,perchè basta che Belotti faccio un tiro e due Gol a partita e fanno un ritorno da 24 punti e si salvano…Ma pr me vanno giù

  16. 1.400.000 euro lordi di stipendio più 80.000 di rimborsi , non è una sanguisuga non è niente che si possa descrivere con un solo aggettivo !

  17. Era una vita che nn guardavo una partita pr intero che nn fosse della Samp,ma avevamo creato parlandone un po’di hype al Toro,mi sono armato di buona volontà telecomando e pantofola e ho visto l anticipo alla 1ma di serie A…Fatemi dire che spesso siamo ipercritici che noi anche quando giochiamo male come abbiamo fatto cn lo Spezia in confronto siamo il Brasile dl 70 di Pelè Tostao e Rivelinho chiusa parentesi…Al di là che la direzione di gara sia stata un fattore Amrabat pur giocando in un centrocampo a 1 pr quasi 30 minuti ha bullizzato il Toro e francamente la squadra Viola meritava di vincere ,in 11vs11 la gara è stata sostanzialmente in equilibrio l espulsione però ha dato alla squadra di Prandelli la scossa emotiva pr metterci un po’di mostarda su quella che era una gara insipida ed ha iniziato a dominare il Gol di Ribery nasce da un intercetto a medio campo di Bonaventura,nn esattamente una scheggia ? Un doppio dai e vai cn Frank al limite dell area di rigore che scherza Sirigu e meritato vantaggio, il Toro deve fare di più ma nn ha idee Belotti provoca Melencovic o come diavolo si chiama ? Che ci casca e va al testa a testa cl Gallo che sviene, l arbitro mette la ciliegina su una gara davvero poco autorevole e manda il Viola sotto la doccia…C era ancora tanto da giocare e il Toro la pareggia cn il trufaldino Capitano…Fatta eccezione pr la prestazione di Singo che in Granata sta come i cavoli a merenda(tanta roba), nn è l impegno che manca ma nn c è una squadra ,anche in 9 la Fiorentina era il collettivo mogliore in campo…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com