PRIMO TEMPO MOSTRUOSO. POI RANIERI SI SVEGLIA, E CAMBIA LA PARTITA

29

Ancora una partita bizzarra della Sampdoria. Contro il Verona, in quello che a tutti gli effetti è uno spareggio per il nono posto (l’unico traguardo simbolico ma neanche troppo che ci è rimasto) scendiamo in campo in modo imbarazzante.

C’è imbarazzo sul terreno di gioco, ma soprattutto nelle scelte del Mister che inaspettatamente opta per un turnover in attacco in vista dell’impegno contro la corazzata Crotone di mercoledì sera.

Scelta inspiegabile: se esiste un avversario diretto per la Samp in questo momento è proprio il Verona.
E il risultato della scelta di Mister Ranieri è disastroso. Nel primo tempo assistiamo ad un bombardamento scaligero: i ragazzi di Juric fanno quello che vogliono, raddoppiano e triplicano le marcature senza darci respiro. Noi siamo in bambola. Il Verona ha numerose occasioni, ma non dispone fortunatamente di fenomeni e riesce a concretizzare soltanto una sola volta, trovando la rete su calcio da fermo (punizione dal limite di Lazovic al 13′).

Per la Sampdoria un primo tempo orrendo, al termine del quale è venuto da pensare che fra noi e il Verona dovrebbero esserci 20 punti di distanza. Altro che nono posto

Ma nella ripresa, come spesso è accaduto in questa bislacca stagione, la musica cambia radicalmente.
Entrano Candreva, Keita e Gabbiadini e la Sampdoria si trasforma: la differenza tecnica in attacco, rispetto al primo tempo, è abissale. E passi la scelta (rivelatasi fallimentare) di dar riposo a Candreva e Gabbiadini. Ma Keita cosa diavolo c’entra? Com’è umanamente possibile preferire Lagumina a Keita nell’11 titolare?

Comunque sia, meglio tardi che mai. Ranieri si ravvede, si desta dal torpore, mette in campo una formazione sensata e ribaltiamo la partita.
Al 46′ palla di Candreva per Keita, girata al volo respinta dal portiere, arriva Jankto che di sinistro da posizione defilata supera Silvestri: 1-1.
Al 72′ Keita anticipa Tameze esi fa atterrare dallo stesso giocatore veronese. Rigore. Dal dischetto Gabbiadini che spiazza il portiere avversario: 2-1.
All’82’ punizione dalla trequarti di Silva, paperozza di Silvestri che esce a caccia di farfalle, Thorsby lo supera con un’incornata alla vichinga, e sono 3.

C’è anche un palo del Verona al 92′ e un ottimo salvataggio di Audero. E la partita finisce 3-1.
Vittoria netta per la Sampdoria e punteggio impensabile dopo i primi 45 minuti di gioco.
Ma nel secondo tempo ci siamo completamente riscattati, meritando i 3 punti e approfittando della mancanza di concretezza degli ospiti nella prima frazione.
I tre punti ci permettono di consolidare la decima posizione in classifica e ci avvicinano ai veronesi, ora a -2.

E mercoledì alle 20,45 si torna in campo contro il Crotone, condannato ormai alla serie B dopo una nuova sconfitta. Per noi è l’occasione ghiotta per tentare il sorpasso al Verona e mettere nel mirino il Sassuolo. Forza ragazzi

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

29 commenti

  1. Nn sono in linea cn l articolo la differenza tra primo tempo e secondo la fanno nn solo i calciatori ma il fit tra loro in base all organizzazione,siamo nettamente mostruosamente inferiori come sistema di gioco in entrambi i tempi ,però la differenza di qualità delle due squadre è altrettanto mostruosa e a nostro favore poi il risultato ci premia ma keita calcia verso la porta una volta quando segnamo cn Jancto,Manolo 2 e 1 su calcio di rigore ,un singolo tiro di Verrè nl primo tempo e una sigola vera azione da Gol che ovviamente Jancto fa l unica cosa sbagliata che c era da fare e si fa parare un tap in ( roba da mai dire gol) poi la perla di Silva e Throsby che probabilmente e stata studiata dall analista tattico,il Norvegese si cerca il mismatch su DiMarco che nn arriva al 1.75 e anche di rincorsa,Silva gli mette un cioccolatino e il Morten picciona Silvestri,in pratica un capolavoro )…ma la nostra partita e tutta qui nn c è veraamente nessun contenuto e le situazioni le ha create anche il primo tempo perchè pr quello che è il nostro calcio eravamo andati bene,i cambi erano preventivati nn fossi stato in svantaggio li avrebbe solo posticipatii di 20 minuti…La domanda è se questa squadra avesse anche un sistema di gioco nn sarebbe lecito pensare di poter fare più punti dl Verona ? Li avete visti buona volonta tanta presenza nella gara anche ma secondo voi tra Ranieri e Juric ch invertirebbe la rosa volentieri ? a proposito si può dire che siamo salvi ?

  2. Personalmente sono strabigliato. Penso che con Juric nella nostra panchina e Ranieri su quella del Verona avremmo vinto con parecchi gol di scarto. Non riesco a capire come questo simpatico e gentile signore riesca sempre a far incazzare i tifosi. Abbiamo 3 attacanti importanti e lui mette Lagumina. Siamo capaci a fare solo il 4-4-2 e lui mette Verre di punta facendo e facendogli fare una pessima figura. Come si fa a lasciare fuori i giocatori più importanti ed ora non vorrei sentir dire che abbiamo vinto perchè è stato bravo Ranieri a fare i cambi. Basta! grazie per lo scorso anno ma, per favore, cambiamo

  3. Per ciò, caro Mik, è dura stare dalla parte del mister…i punti sono dalla sua…
    É schizofrenica la situazione.

    • Dici bene Osch!
      Io faccio fatica a ricordare una Samp così brutta in campo ed avere in proporzione così tanti punti in classifica…
      E di conseguenza il giudizio su Ranieri diventa complicatissimo: anche oggi scelte alquanto discutibili ( un turn over per me senza senso e che avrei trovato più logico mercoledì a Crotone…) però alla fine la classifica parla chiaro, come fai a non confermare un allenatore che sta rispettando assolutamente quanto pianificato alla vigilia del torneo?
      Ci possiamo permettere di lasciare il certo per l’incerto?

  4. vado controcorrente…la gumina e verre c’ erano all’ andata quando a verona abbiamo vinto…la gumina era scarso allora e scarso resta…del resto siamo salvi e lo eravamo anche prima di giocare oggi, sinceramente, legittimo il mister possa far giocare le seconde linee, che dovrebbero essere piu’ motivati dei presunti titolari…non gettiamo sempre la croce addosso a ranieri, non sara’ klopp ma per la nostra dimensione va piu’ che bene

  5. Mi sembra che siamo all’assurdo, Ranieri batte Juric due volte su due e ci si augura un cambio proprio a favore dell’ex cenuano in base ad una nostra presunta superiorità di formazione rispetto ai veronesi, superiorità inesistente visto che le due squadre hanno più o meno gli stessi punti a più di due terzi di campionato, o forse ci si aspettava di competere per i primi 7 posti? Mah, sono perplesso

  6. La retorica del bel gioco? Con il senno del chissà, e delle goleade che si prendevano tentando il bel gioco… no grazie, mi fido di chi ne sa più di tutti noi messi insieme. I teorici del tifo non fanno un Ranieri, mi dispiace anche se è parte del divertimento teorizzare e lo faccio anche io. Ma la sostanza della rosa con la sostanza della classifica danno ragione al mister. E lo scudetto del Leicester è la più grande impresa di un tecnico degli ultimi dieci anni. Tanto è e tanto basta. A meno che non vogliate considerare demenza senile fulminante.

  7. Nel primo tempo, lo avrei certificato da un notaio con la ceralacca, la Samp è stata”la squadra più scarsa del campionato”. Quando ho visto la formazione non credevo ai miei occhi. Però devo convenire sia con El Cabezon riguardo il fatto che Ranieri è una certezza e lasciarlo potrebbe essere un grosso azzardo, sia con Altair perché il successo col Leicester è stata una perla difficilmente imitabile per chiunque. E quindi…

  8. Mi permetto di sottolineare alcuni aspetti acclarati quanto lo sono i punti dl resto,la rosa della Samp era inlegale pr la lotta pr la salvezza così nn fosse saresti cn l acqua alla gola come l anno scorso di sti tempi dato che più o meno dl punto di vista statistico nn siamo cambiati ,SoloD Verrè,LaGumina e Damsgaard erano stati determinanti all andata cl Verona dove avevamo vinto come ieri ma la sostanza è sempre quella ed è che il Verona ha 2 punti in più di noi cn una rosa nettamente inferiore io fatta eccezione pr Zaccagni e Silvestri faccio fatica a veder calciatori che giocherebbero nella Samp ? Francamente nn capisco il discorso sulla posizione in classifica dove è determinante la continuità degl avversari e quindi esula da te personalmente guardo ai punti e in particolare a quante partite si vincono all inizio della stagione a naso si poteva proiettare la Samp sopra i 50 punti se avesse fatto il minimo e vicino ai 60 cn una stagione molto positiva,una squadra che poteva aver un range di 15/18 vittorie ,poi che la classifica sia in linea sono anche d accordo 9/10 posto era il nostro valore assoluto e vuol dire che cmq chi ha costruito la squadra l ha fatto bene il monte ingaggi è il 15simo,la nostra coperta corta alla fine era meno corta d altri ma che il Verona e lo Spezia l avessero cortissima a me pare un evidenza e cosa distingue queste due squadre ? Il sistema di gioco diversi da loro diverssissimi ma che ne hanno uno ,abbiate pazienza ma l estetica nn fa parte dl discorso se nn perifericamente,mi domandavo solo questi due allenatori cn una rosa come quella della Samp o dl Bologna che sono squadre simili di grande organizzazione dove l aspetto principale è la stategia ma che nn hanno un sistema di gioco che gli permette d imporsi pr il volume di gioco che producono,dato che nn ne producono dove sarebbero cn allenatori che invece lavorano in modo diverso ? Se nn ci sono strane combinazioni di risultati nelle ultime 7 giornate,pr il secondo anno di fila ci sarà di nuovo una singola squadra pr la seconda stagione consecutiva tra i 50 e i 60 punti il Sassuolo che in teoria potrebbe migliorarsi ? Un caso che sia una squadra cn un sistema di gioco di volume ? La sensazione è che cn le nuove regole il Var e tutto il resto, il gioco abbia preso quella strada e che chi nn cambia debba fare molta più fatica e gli ci voglia molta più qualità , la sensazione che a parità di condizioni squadre come Samp Bologna ma anche la stessa Fiorentina e l Udinese e magari ne dimentico qualche d una fatta eccezione pr quella che ceffa la stagione o ha particolare sfiga tipo Toro ques’anno avrebbero tutte fare molti più punti cn proggetti volumetrici,nn guardate a chi ha una rosa leggermente migliore dell altra ma al livello generale di queste squadre e ditemi chi vede 3/4 vittorie di vantaggio dl Sassuolo o le 2/3 dl Verona o il fatto d averne vinte come lo Spezia pr il fatto aver rose che valgono quei risultati in meno ? La mia idea e che oggi un sistema di gioco che preveda un principio di produrre l azione paghi di più di uno che lasci quel compito all avversario,questo nn ha niente a che vedere cl possesso palla ma da cosa ci fai quando ce l hai e quanto la tieni quando la partita è in una situazione di parità a me sembra che chi cerca di fare la partita e si puo fare anche senza palla,cmq stia facendo più punti di chi ha il solo contropiede o le palle inattive come strumento offensivo…

    • Nonostante tutto io mi terrei stretto Ranieri,unica certezza di un futuro tutt’altro che rassicurante.Sentendo i nomi che circolano inizio a preoccuparmi,meglio un calcio pane e salame ,di questi tempi che salti nel buio inutili e dannosi.ma mi sa che la frittata e’ gia stata fatta…

      • Ribadisco che Ranieri ci tutela e il gioco pane e salame è secondario in quel senso…Ma l aria che tira è davvero brutta qui se nn ricominci a giocare pr il risultato sportivo e lavorare pr fr crescere il brand rischi di suicidarti lo stesso al di là che nn credo che la super lega possa essere un qual cosa di fattibile e nn solo una leva dei bigmarket pr ottenere degl ulteriori vantaggi…La Samp ma nn solo lei o capiscono che devono sdoganare il servilismo e lottare pr i propri tifosi,pr tenerseli o noi rischiamo d essere l ultima generazione prima di quella dei telespettatori e degl appassionati…L unico modo che al momento mi viene in mente e quello di tornar a produrre calcio e nn asset nl libero mercato della mano d opera calcistica ,cosa che si fa meglio cn un proggetto di campo….Se ci si accontenta di salvarsi e fare un paio di plusvalenze pr sopravvivere si va nella direzione che i bigmarket hanno scritto pr noi,sia chiaro quello che vogliono nn sono più partite oggi ma sovrapparire prmonopolizzare il mercato dl risultato pr espandere i loro Brand e così rubare le future generazioni di tifosi alle piccole realtà,come lo vogliono fare togliendo quel poco di dignità che resta a queste…Ora quella poca digità che ti resta la devi difendere cn le unghie e cn i denti sul campo e se nn lo capiscono il calcio come lo conosciamo noi cn realtà di territorio verrà spazzato via…ok l angolo dl complottisma ve lo chiudo subbito

  9. Molte volte si leggono e sentono commenti da parte di giornali e televisioni sul fatto che dietro la Samp ci sono squadre molto più forti come ad esempio Torino e Fiorentina e davanti squadre molto più forti comprese Sassuolo e Varona. A mio giudizio sono affermazioni totalmente errate. Se Torino e Fiorentina (una da due l’altra da tre anni) continuano a lottareper non retrocedere un motivo ci sarà poi come giustamente sottolinea Mik del Verona chi giocherebbe nella Samp? Solo, secondo lui, Silvestri e Zaccagni. Io confermo e dico di più forse Silvestri sarebbe la riserva di Audero e Zaccagni per fare il titolare bisognerebbe cambiare il modulo ma su questo aspetto il nostro allenatore è principe. Mi ripeto lo scorso anno ci ha salvato giocando SEMPRE con il 4-4-2. quest’anno continua con i suoi cervellotici esperimenti. Passa dal 4-4-2 al 3-5-2- al 4-4-1-1 l’unico modulo che non ha praticamnete fatto è il 4-2-3-1 che forse sarebbe il più adatto per la nostra formazione. Concludo su Verre e La gumina. Verre è per me un buon giocatore deve giocare a centrocampo o trequartista, attaccante con le spalle alla porta non ce la fa è leggero e non ne ha le caratteristiche così lo roviiamo. La Gumina invece,deve fare alcuni campionati in B poi si vedrà. Si impegna fa vedere anche qualche spunto interessante ma, non è ancora ll’altezza. Domenica ci mancava, nel primo tempo, il solo Leris PECCATO andrà bene la prossima volta.

  10. Attenzione!! Se la battaglia della Superlega la vince l’Uefa, L’inter la Jueventus e il Milano sono fuori dalle coppe e la 9.a entra in Coppa Uefa. A buon intenditor poche parole.

  11. Lasciamo perdere l’Europa League per favore!
    Non siamo assolutamente strutturati per giocare in Europa ora come ora, anche e soprattutto a livello societario…

  12. una domanda off topic. Chi tra i giornalisti, blogs, siti che seguono la Samp è discretamente attentibile?

    Se trovo un pó di tempo faccio un salto sul blog di primo canale. Ho l`impressione che tra annuci e prospettive non ci pigliano… ho il nome del prossimo mister ma non lo posso dire, poi, Ranieri al 20%, adesso… Ranieri alte quotazioni..
    boh

    • Ti dico chi per me NON è attendibile: RENZO PARODI!
      E’ allucinante come dopo avere sparato nomi e date, non avendone ovviamente mai azzeccata una, continui a prefigurare scenari che trovino l’accondiscendenza di molti tifosi…mah…
      A me Primocanale e Michieli non dispiacciono, li trovo abbastanza coerenti, sulla questione allenatore la retromarcia ci sta visto che adesso la riconferma di Ranieri pare molto probabile al contrario di una decina di giorni fa, preferisco una ritrattazione piuttosto che continuare a perseverare…

      • Hai ragione! Parodi l ho lasciato perdere già tempo fa. Con Vialli Presidente però l hanno ceffata un pò tutti…

      • renzo parodi si e’ veramente coperto di ridicolo…sampgazzetta con la cessione fatta al 99 x cento per mesi lo segue a ruota…

  13. Più di chi sarà il prossimo allenatore mi preoccuperei del futuro con i 13 milioni di passivo societario in aggiunta a 40 milioni circa con i vari creditori. Senza contare i prestiti che torneranno al mittente che nessuno vorrà perché con ingaggi troppo onerosi per il loro livello professionale.

    • Luigi dolente ma la nostra linea di credito è pari al doppio temo nn sia un problema nemmeno periferico come Sampdoria, distinto e il discorso sul contenitori in cui siamo ma al massimo aggrediranno il bene pr farlo liquidare nl caso nn venga considerata affidabile la finanza esterna dl trust che in quel caso nn verrebbe validato,ma se in un modo guadagnava 3 anni nell altro ne guadagna nn meno di 2 quindi al momento nn ci cambia nulla tranne che nn arrivi qualcuno cn i soldi che vuole o che lo convinca a cedere pr quelli che offrono cosa difficile se nn prossimi alle ultime scadenze,almeno così direbbe lo storico,se fai la richiesta di fallimento e perchè il debitore nn espleta i suoi doveri,nn se lo fà, ergo che quella partita si giochi sulla credibilità e l onorabilità ,fa sorridere date le parti in causa però è così quindi vedremo che succederà ,che ora mai l unica cosa chiara e che nn c è limite a quello che stanno sdoganando come lecito ! Detto questo il passivo di bilancio dell anno scorso va sommato a quello attuale ma cn la finestra di mercato lo sistemano facile e tra una palla e l altra questa stagione pr la Samp è positiva cl rilancio di diversi asset che la scorsa estate si erano deteriorati e che oggi sono di nuovo atrattivi tra valore delle prestazioni e la forbice tra quello il valore patrimoniale e l equazione costo durata,Audero e Jancto sono sul mercato e dato che sono entrambi totalmente ammortati sono i due asset pr sistemare il Bilancio 19/20 e 20/21 il monte ingaggi decresce fisiologicamente cn l uscita di Ramirez è Balde che nn riscatteremo a meno che nn lo facciamo pr una terza squadra facendole da banca (guadagnandoci a tasso d usura s immagina) …Quanto ai prestiti che rientrano fatta eccezione pr Murru sono tutti asset ancora futuribili dato che Caprari dovrebbe esser riscattato,la nostra finestra di mercato potrebbe essere di quelle molto buone in uscita ad esempio Colley che l anno scorso nn voleva nessuno quest estate può aver un buon mercato e dato che lo Spezia difficile riscatti Chabot a 8 M il centrale fisico di piede sinistro ce l hai già poi è chiaro che se c è l occasione liberano la slot anche dl Tedesco ma si sentono coperti pr la cessione dl Gambiano un po’come se arrivasse l offerta pr Augello cn il contratto di Murrù in pancia lo cedono senza pensarci un secondo, discorso diverso pr DePaoli e Vieira che sono si giovani cn ancora 3 e 2 anni di contratto ma che nn hanno convinto pr me nn occupano delle slot cn loro come se nn arriva un nuovo mister difficile che tengano un altro anno Askildsen a fare le ragnatele,il nodo Bonazzoli nn c è o qualc uno viene cn 8/10 milioni o parte la prossima stagione da 2 attaccante affianco di Manolo anche se anche lui è mancino come del resto Torregrossa …Ma dato il peso delle rose di chi probabilmente retrocederà potrebbero esserci grosse occasioni pr quello che è il mercato che devi fare sui giocatori d esperienza dl resto asset ne hai anche troppi da svilupare,senza dimenticare il buon Throsby che è arrivato a parametro zero e che ha un contratto superfavorevole anche lui potrebbe salutare la truppa pr la felicità di quella parte di tifoseria che si diletta in raggioneria,Ranieri signori in questi 2 anni cmq lascia un eredità di tutto rispetto è un investimento che si è strapagato …Noi quello che dobbiamo sperare e che Falcone si confermi al livello che ha dimostrato quest’anno dove ha fatto benissimo e pr lo meno rimanere a livello di quest’anno nl ruolo di portiere ( pr me rischia d essere un upgradee io nn ci penserei troppo su ) Chabot e Murru pr Colley e Augello ve lo dico già adesso che sono un upgradee poi perdi Ramirez che però quest’anno l hanno tenuto al margine dl proggetto di campo(cmq pr me un po’la pagheremo la sua assenza di leadership anche a livello di spogliatoio,l unico a cui Candreva quest’anno ha lasciato il pallone di spontanea volontà pr dire) nl caso cedessero Throsby cmq ti rientra Vieira se nn mette le mani su un profilo che ritieni pronto facile che partano cn l Inglesino dietro a Ekdal e Silva (io farei follie pr arrivare a Nandez dl Cagliari se dovessero retrocedere) in avanti la probabile uscita di Keità e coperta da Bonazzoli le cui caratteristiche sono simili… In questa finestra di mercato la Samp ha una buona mano da giocarsi in ottica d allestimento della rosa pr la prossima stagione se indovina mister e un paio d upgradee può recuperare parecchi punti in più raspando il barile se nn fanno il passo più lungo della gamba andando su asset improbabili e cementano la rosa cn investimenti meno proficui in prospettiva ma che danno sostanza alla squadra da subbito puoi andare a collocarti nella fascia di punti che è rimasta scoperta tra i 55/60 punti che poi è il livello su cui ti devi asesstare un paio d anni pr poter puntare a guadagnare posizioni di classifica superiori all 8vo posto,che è l obiettivo che ti devi porre se vuoi sopravvivere nl tempo….parlo di punti perchè pr farli devi avere la mentalità e quella te la fai vincendo le partite,se l attitudine è da minimo indispensabile prima o poi sbagli qual cosa o hai un po’di sfortuna e ti schianti…

      • Ciao Mik mi auguro tu abbia ragione su tutti i fronti perchè l’amore per i colori blucerchiati rimarrà a prescindere da come muteranno gli eventi futuri.

  14. A titolo personale, qualora entri ufficialmente in vigore la Superlega abdicherò sicuramente questo ” sport ” nel frattempo tutte le tv a pagamento dovrebbero a parer mio incassare 0 euro per essere coerenti con tante insoddisfazioni su tale scempio.

  15. Una riflessione sulla SuperLega : Tanto va collocata in uno spazio immaginario e gli va dato un peso al di là di quello che sarà la narrativa che la circonderà ,si presume che sarà composta dalle squadre più ricche ( anche di debiti d Europa ) cn i calciatori più forti e che questo ne faccia automaticamente un contenuto atrattivo che spinga il pubblico a premiarlo e di conseguenza veicoli buona parte degl introiti dl Calcio in quella direzione,ovviamente e un prodotto che nn si rivolge in modo specifico alle tifoserie delle squadre che vi partecipano così fosse nn avrebbe senso dato che è un proggetto polarizzante e in prospettiva chiaramente si propone la cristalizzazione dell interesse cn la fidelizzazione e la trasformazione dell appassionato in tifoso,che è un consumatore molto meno esigente …Personalmente nn credo che il mdello delle leghe PRO U.S.A. sia adattabile al Calcio se no ci sarebbe una SuperLeague pr l appunto negli Stati Uniti dove a dirla tutta cl loro modo di concepire le Leghe Pro sportive il calcio proprio nn sono mai riusciti a dominarlo nonostante avessero risorse e potenziale infinito,gl USA sono un continente nn che il mercato più ricco che ci sia una riflessione la farei in quel senso …Qual è la differenza sostanziale che c è tra le Leghe Pro a stellestrisce e la struttura dl Calcio come la conosciamo ? Principalmente che la struttura piramidale è capovolta e dipende principalmente dl format delle competizioni e alla struttura dei contenitori che sono due aspetti fondamentali e aspetti centrali nel successo commerciale, ma nn sono solo rose e fiori,ad esempio NBA che è il modello a cui s ispirano nn troppo velatamente pr la superleague ( chi è appassionato di basket lo sà) ha un palinsesto mediocre ovvero il 90% dl prodotto che offre è spazzatura ,un problema che nn è al centro della discussione solo perchè viene indirizzata altrove poi ovviamente 10% che è rappresentato dl secondo turno di Play Off che sarebbero dei quarti di finale si parla della massima espressione di quello sport al mondo ma pr capirci di circa 2600 partite totali di una stagione si avete capito bene 2 500 sono un prodotto si ben confezionato ma di qualità infima dl punto di vista sportivo, dove le squadre spesso pr dare un senso s aspettano pr dar vita a dei finali che creino un minimo di phatos,nn è raro che chi le commenta quando negl ultimi 5 minuti le squadre sono a contatto nl punteggio affermino abbiamo una partita ,peccato che queste durino 48 minuti di gioco efettivo,se vogliamo fare un paragone e come se nl nostro campionato ci fosse un tacito accordo di fare un bel 3 a 3 pr i primi 90 minuti e ci si giocasse il risultato solo nel tempo di recupero e nn parliamo delle squadre mediocri e li chi è mediocre ci sguazza come una trota in un lago ,ma di quelle che poi quando il gioco si fa serio in effetti iniziano a giocare …Ora li sono abbituati così,ma in Europa si può associare al calcio la parola intrattenimento ? L altro aspetto e che qui ci sono contenitori cn una storia che presumibilmente difenderanno la propria posizione commerciale da una posizione di grande vantaggio organizzativo, i calciatori nn si trovano sugl alberi ed è un dato di fatto più larga è la base è più talento si disporrà,se è vero che nessuno può impedire ad una società di aderire ad altri contenitori è altrettanto pacifico che i contenitori possano porre clausole d esclusiva pr vincolare i propri beni…Secondo me nn cambia molto guadagneranno di più, spenderanno di più, ma alla fine vince uno solo,nn sò pr me nn se la son pensata troppo bene in pratica sono 12 squali in una piscina a mio avviso basta isolarli e finiranno pr farsi la festa a vicenda e poco importa se diventano 20…Come dicevo all inizio il prodotto è teoricamente atrattivo ma dl dire al fare ? Quello che la storia c insegna è che culturalmente in Europa se nn vinci il pubblico vuole il sangue di chi perde,pr me sarà un aspetto determinante che l importante è partecipare nn è lo spirito che a queste latitudini si respira…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com