PICCOLA SAMP, VITTIMA SACRIFICALE. SCONFITTA INEVITABILE A NAPOLI

96

Una piccola e dimessa Samp è scesa in campo al Maradona di Napoli nel ruolo di vittima sacrificale e annunciata. Tutti dietro a fare muro contro un Napoli tutt’altro che brillante, reduce da diverse sconfitte casalinghe.
In tanti possono battere il Napoli di oggi, ma non certo questa Sampdoria, che si è messa con rassegnazione in attesa dell’avversario. Senza avere la minima capacità di ripartire e con un Quagliarella davanti che non ha difeso un pallone.

Il Napoli ha martellato per tutta la prima frazione di gioco.

Al 35′ il Var annulla un gol ai partenopei: cross di Politano sul secondo palo, Juan Jesus salta più in alto di tutti e batte Audero di testa. Ma era in fuorigioco di poco, l’arbitro annulla.
La rete arriva poco dopo al 43′: palla in mezzo, Ferrari respinge (male) di testa e Petagna ha tutto il tempo per coordinarsi in mezza rovesciata. Sembra uno di quei colpi da spiaggia che si fanno gioiosamente, in piena libertà. Le marcature doriane, nell’occasione, fanno ridere i polli e l’attaccante napoletano ha tutto il tempo per prendere la mira e indirizzare la pala nell’angolino: 1-0, punteggio che chiude il primo tempo.
Nella ripresa entra Rincon per Ekdal e ci piazziamo con un 4-3-3. In attacco Ciervo-Quaglia- Gabbiadini.
A questo punto accade una cosa strana. Il nostro livello medio di gioco è talmente basso che persino un cagnaccio come Rincon a centrocampo sembra un signor giocatore. La new entry sradica palloni e si permette di ripartire a testa alta, riuscendo, udite udite, ad azzeccare anche qualche passaggio. Non c’eravamo abituati.

Rincon è sembrato di un’altra categoria rispetto ai nostri. Come di un altro pianeta è il Napoli. Tuttavia teniamo miracolosamente l’1-0, ma facciamo il solletico alla difesa avversaria.
Politano sfiora il raddoppio con diverse conclusioni dalla distanza. Poi entra Caputo per Ciervo (uno dei migliori in campo) ed è peggio che andar di notte.
Persino negli ultimi minuti, quando ormai non avremmo più nulla da perdere, restiamo rintanati nella nostra trequarti.

Capita assai di rado di vedere qualche crossaccio dalla nostra metà campo con solo 1 o 2 giocatori doriani in area, fra i quali Quaglia costantemente anticipato.
Finisce 1-0, nella malinconia, o come direbbe Masini, nella malinconoia: è stata una partita blucerchiata di rara bruttezza.
Il nostro anticalcio anche oggi non ha raccolto punti, soltanto giramenti di palle. Ma d’altronde con il Napoli sapevamo che sarebbe stato improbabile uscire dal campo anche con un pareggio.
La difesa era ancora colma di assenze. E mancava anche Candreva, ossia l’unica luce del nostro gioco offensivo. Infatti è calata la tenebra.
Sconfitta inevitabile al Maradona per la Sampdoria. Ora ci attende una partita che non possiamo sbagliare, sabato prossimo, alle 15, contro il Torino. Sperando che il mercato in corso non ci indebolisca ulteriormente.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

96 commenti

  1. „ Sembra uno di quei colpi da spiaggia che si fanno gioiosamente, in piena libertà.“

    Ahaha esatto. Il primo pensiero mio al gol napoletano. Commento identico di tre giorni fa. Il reparto difensivo presentato non è da calcio professionistico. Abbiamo per ora la fortuna che il covid stia manipulando di nuovo il percorso del campionato. Ma prima o poi i punti gli dobbiamo fare. Funzioniamo nelle individualità, se mancano quelle non c’è struttura che regga.

  2. Con il nostro attuale livello la sconfitta era da attendersi con “la calma dei nervi distesi” e quindi nessuna sorpresa.
    Ciò che però mi fa arrabbiare sono le affermazioni di certi giornalisti come Lorenzo Mangini che su Repubblica di oggi spara “Servirà un’impresa di quelle da raccontare ai nipotini per tornare con un risultato utile dal Diego Armando Maradona, uno stadio di norma poco generoso”.
    Addirittura!! Va bene che siamo scarsi ma queste sarebbero imprese da ottenere contro squadroni veri magari imbattuti in casa da un paio d’anni, e in Italia al momento non ci sono. Lo sai Paolino che trent’anni fa abbiamo pareggiato al Santiago Bernabeu? E non al vecchio San Paolo con il Napoli che era reduce da tre sconfitte consecutive di cui due con super big come Empoli e Spezia!!!
    Certa gente dovrebbe scrivere sul Corriere dei Piccoli. Ma forse nemmeno

  3. Mi allarma un po’ l’involuzione della squadra. Nelle ultime due partite ricordo solo una nitida occasione da rete, quella del gol di Gabbiadini col Cagliari. Per il resto siamo imballatissimi, è irritante vedere la Sampdoria giocare così. Mentre ero lì a vedere la partita di DAZN a un certo punto, nel secondo tempo, mi sono messo a leggere. Non un sussulto, non un brivido, non una speranza.

    Mi auguro che la musica cambi, ma la partita col Torino sarà obiettivamente difficile. Nota positiva: Rincon sembra motivato. Adesso, se davvero dovesse concretizzarsi Conti, mi aspetterei ancora un centrale e l’esterno di centrocampo tanto vagheggiato, visto che Damsgaard non lo possiamo avere.

    Mi domando cosa sia successo al ragazzino. La sua assenza, specie al momento attuale, è pesantissima.

  4. Askildsen,Dragusin,Ferrari,Chabot non giocherebbero nemmeno nel .enoa.Il gol di Petagna e’ una comica.A proposito di .enoa…..mi dispiace veramente son proprio sfortunati ,peccato.

  5. thorsby esterno non si puo’ vedere…le merde forse dovranno accantonare la certezza della stella in massimo due anni

  6. Terminata la tortura di Napoli mi son messo a guardare le merdacce, il loro livello è ancora più imbarazzante del nostro, il loro distacco inizia ad essere veramente grosso, in più ha anche vinto la Salernitana, uniche gioie domenicali, sulla nostra partita stenderei un velo pietoso, niente da dire o commentare

  7. Concordo con Furente pericolosa china un’involuzione di gioco esponenziale nonostante le assenze di alcuni titolari. Chabot due partite due sconfitte per merito suo sia con il Cagliari che con il Napoli ha sbagliato sport eppure gioca in serie A possibile che il centrale di difesa della squadra primavera sia più scarso?? Se poi vogliamo parlare del mister anche lui oltre la serie B non può allenare non uno schema che possa chiamarsi tale nessuna grinta da parte dei giocatori se poi aggiungiamo che molti non possono essere presentati in questa categoria il gioco è fatto quindi si ritorna al capitolo uno pericolosa involuzione meno male che sotto di noi qualche risultato gioca a favore ma per poter dormire sonni tranquilli non sono certo i Conti o i Rincon che possono alzare un pò l’asticella. Ora ci ripetiamo per l’ennesima volta bisogna fare risultato domenica anche perchè quelle che ci stanno dietro non credo possano sempre perdere ma come si fa con un terzo di materiale umano da bassa B e un’allenatore molto mediocre?? Speriamo bene…..

  8. Sulla partita ; cn squadre che controllano il pallone se nn sei molto agressivo nl cercare di recuperar palla, la partita è quella che abbiamo fatto noi ieri, d altra parte se ci provi t esponi a diverse situazioni di campo aperto pr l avversario … Abbiamo cercato di fare una gara di sacrificio e attenzione , francamente nn ho visto una gara mal giocata rispetto a come la volevamo giocare e in quel senso la squadra è stata sufficente o anche meglio … alla fine eri in partita cn merito quando sei entrato negl ultimi 7/8 minuti e li si sei mancato di coraggio e hai vanificato la prestazione che in realtà c è stata nella fase difensiva , abbiamo sofferto ma il Napoli se si guarda ai fatti nl primo tempo ha scaldato i guanti ad Audero in una sola situazione su un tiro da fuori su azione , il gol annullato nasceva da un calcio da fermo inesistente pr altro e cn un fuori gioco che si è percepito anche in diretta , gl altri interventi di Audero su una punizione telefonata di Gulam e una bella presa a terra su una gometria di Insigne bella ma che persino Audero ha letto e ci è arrivato pr tempo ,ovviamente c è il Gol dove i difensori si fermano ( ingenui,distratti dall urlo di Martens )… La palla più pericolosa dl primo tempo è un tiro dl limite di Politano fuori di centimetri anche se l impressione e che Audero ci fosse, nl secondo tempo Falcone bene in una presa bassa e su tiro sul secondo palo di Petagna ma l occasione dl KO è quella sul piede di Martens in spaccata che esce cn Falcone che cmq aveva chiuso benissimo lo specchio su un contropiede molto buono dove Elmas mette una palla buonissima d esterno in mezzo… La partita è stata tanto Napoli perchè hanno tenuto la palla e quando ne perdevano il possesso la recuperavano velocemente ,mettendoci pressione che nn è fronteggiare un avversario a 3 mt ,ma mordere le caviglie …D altra parte quello che poi hanno prodotto cn quel tipo di superiorità è stato quello scritto sopra e vero che hanno dominato palla e campo ma occasioni da Gol pr come le intendo io 2 quella dl Gol e quella dl Belga , dato che è stato un assedio forse pr come avevamo pensato di far la partita siamo andati anche bene ? Chabot perde un pallone solo a metà campo e si prende il giallo nl recuperare all errore a me nn è dispiaciuto pr niente , come il resto della squadra pr il tipo di gara che avevamo preparato…. Chiaro però che tutto sto sacrificio e poi nn aver il coraggio di provare a pareggiarla negl ultimi 5 minuti come se perdere 1 a 0 o 2 a 0 fosse diverso ? A me quello che disturba e che Ciervo a destra era un mismatch e l inverte di fascia al rientro dagli spogliatoi e lo sostituisce quando invece era quello su cui puntare pr allargare il campo nl finale di gara , l altra questione e quella che uno che ci dia di testa se nn hai alternative alla palla in mezzo disperata ci vuole anche un difensore che ci da è meglio d un attaccante di ruolo che nn ci dà ? io credo di si…Ieri il risultato era chiuso ,penso che quello che nn si perdona e nn aver provato concretamente in modo organizzato, aver tentato il tutto pr tutto nn il risultato…

  9. rimpiango più che mai la samp operaia di valente, tuttino, zecchini e bresciani (sì, persino lui che almeno qualche gol di testa lo faceva!), onesti combattenti che si sudavano la pagnotta. Lanna se ci sei batti un colpo!

  10. Sulla classifica. Non siamo salvi! La Salernitana ha si 11 punti ma due partite in meno. Noi dobbiamo prendere magari anche un solo punto ma non perdere con Torino e Spezia, partite determinanti. Sulla partita di ieri era logico che con una squadra a pezzi con tutta la difesa fuori (il solo Augelllo non bastava) e con Ekdal su una gamba sola non sarebbe stato facile. La cosa che non perdono è l’ingenuità tra professionisti che giocano in serie A. Quell’imbroglione di Mertens si butta per terra (non era la prima volta) chiedendo un rigore e noi cosa facciamo? 7 dico 7 in area contro il belga a terra e Petagna, guardiamo il belga e nessuno dico nessuno ostacola Petagna. Inguardabile anche in serie C. Poi Chabot via a gennaio per favore non merita di certo la serie A. Il portiere, ma ci rendiamo conto che con Falcone la difesa è più tranquilla? Cosa aspetta D’Aversa a fare il cambio del titolare?. Concludo bene il Gabbia, Ciervo e Rincon male, molto male Quagliarella e Caputo. Urge un attaccante e impariamo che nessuno è intoccabile. Il grande capitano un carriera splendida anche e soprattutto con noi doveva chiudere in bellezza diventare e dirigente. La società ha commesso un grandissimo errore a confermarlo ed ancora più grande a prendere un altro attaccante ma di 34 anni dopo una stagione di basso profilo.

    • se col toro perdi ma con lo spezia vinci meglio che far due pareggi, noi dobbiam guardare spezia venezia cenua e salernitana per salvarci, non il toro…capitolo audero: con me sfondi una porta aperta, fosse per me audero andrebbe pure venduto e preso sepe come vice di falcone…ma chi lo vuole audero?

  11. Vorrei riportare le parole di D’Aversa.

    “[…] chiaro che per giocare con un centrocampo a tre hai bisogno di esterni in attacco e oggi di ruolo avevo solo Ciervo. II 4-3-3 è il modulo che ho sempre usato ma devono esserci giocatori adatti per farlo. Noi non ce l’abbiamo […]”

    Adesso, al di là del fatto che con gli esterni ci siamo ritrovati dimezzati in partenza (infortunio precoce di Damsgaard e Iattharen che… vabbè) sono solo io a pensare che, escluso Gabbiadini, nessuno degli attaccanti in nostro possesso abbia le capacità per fare un 4-3-3?

    Quagliarella lo avevamo visto già con Di Francesco, e non è che all’apice della sua forma fisica potesse fare di meglio (credo che, nelle poche occasione in cui fece parte di un tridente, non giocò mai punta centrale ma al massimo ala).

    Caputo non credo abbia le caratteristiche: nelle sue condizioni migliori è un uomo di sacrificio e uno che si fa trovare in area al momento giusto, ma questo succede quando hai una squadra che macina gioco sempre e comunque e che riesce a portare i palloni in area.

    Stendo un velo pietoso su Torrerotta.

    In sostanza? Se volessimo fare questo benedetto 4-3-3 servirebbero almeno due uomini. L’esterno, che sopperisca all’assenza di Damsgaard e all’enorme cazzata fatta con Iattharen, e una prima punta. La vedo male, eh. Ma si sa che io qui sono il pessimista cronico.

    • F… ci sono tanti modi pr fare il 4 3 3 , ma lo stesso Mister ha detto che il modulo conta relativamente è il sistema di gioco che conta e l identità collettiva nell applicarlo , il fit fra calciatori e nn si parlo solo di un reparto ma di compiti e la capacità di svolgerli, una cosa è aver gli strumenti un altra e saperli anche usare … Io ti parlo di spaziature perchè a mio avviso nl calcio sono i mismatch ha determinare le gare più degl episodi, quindi se vedo 3 calciatori davanti a quello cn la palla già inizio a scuotere la capoccia , perchè ovviamente riducono gli spazi a disposizione di chi può far superiorità numerica o costruirsi un vantaggio , si può giocare cn 1 o 10 offensori se partono da dietro il pallone il calcio è sempre più un gioco proiettato verso situazioni dinamiche , tutti stringono e accorciano il campo quando si difendono facendo densità quindi ho hai calciatori che sanno giocare lungo cn passaggi di 40 mt o finisci imbottigliato , l altro aspetto e la caratteristica individuale che devono avere in base a dove hai il baricentro ,se è alto nn serve che abbiano grande forza nelle gambe ma se lo hai basso è quello che serve , chi offende deve tenere 30 mt palla al piede senza farsi rimontare da tutta la difesa … Ieri ha giocato 5 minuti Yepes e stava in campo meglio di Throsby e Askilsen sommati , pr giocare catenaccio e contropiede al di là dl modulo devi avere tanto talento ed essere molto efficente pr dare continuità ai risultati , se no sono montagne russe … Poi che lo fai cn il 4 3 3 o cn il 4 4 2 o il 3 5 2 nn cambia niente , noi abbiamo una squadra che ha il baricentro basso e nn abbiamo attaccanti cn forza nelle gambe ne palleggiatori tra difesa e centrocampo , in più c è poco talento nella comprensione dl gioco ,morale nelle partite cn squadre simili te la giochi perchè hai magari l individualità che nel casino che sono ste partite la risolvono ,ma se giochi cn squadre che sanno tener il campo anche in gare dove sei resiliente devi sempre buttare il cuore oltre l ostacolo pr riuscire a fare punti, se ieri Murru alza la testolina e invece di sparare forte in mezzo da 5 mt dalla porta la mette indietro cn un angolo di 30 gradi c era Caputo solo a 4 mt dalla porta cn l avversario più vicino a 2 mt ,magari ti fa gol ( in altri tempi sarebbe stato probabile ) pareggi perchè il Napoli nn l aveva la forza pr farti un Gol negli ultimi 5 minuti e saremmo tutti a dire grande partita , pr me ieri Ciervo era da tenere a destra e sino al 93simo e cavalcarlo tutta la gara , ma sono opinioni …

      • Mik, siamo alle solite, capisco un terzo di quello che hai scritto, perdonami.

        Provo a risponderti, per dirti che comunque, rispetto alla tua visione, non sono del tutto d’accordo. Sono settimane che vedo la Sampdoria fare una specie di 442 con Thorsby esterno e Candreva che rientra. Ora… Sarò scemo io, lo sono di sicuro: ma a casa mia un mediano non può fare l’esterno di centrocampo.

        Forse su FIFA, e non ne sono certo. D’Aversa ieri ha detto di volere gli uomini per un 433. Benissimo: ci sarebbero da prendere un centravanti e un esterno d’attacco.

        A me sembra che tutto il resto siano chiacchiere.

        • Su fifa nn saprei ? Su Pes giusto se vuoi farti massacrare da bambini di 8 anni … D’Aversa può dire quel che vuole e la società puo anche accontentarlo , personalmente nn avevo preclusioni ora che ho visto 20 partite dall inizio alla fine però ti dico senza mezze misure che nn è gran che …Chiaro che se avesse in rosa Messi e Suarez avrebbe più punti , ma ci sono allenatori che li valgono loro 10 punti e nn è fra questi temo…

          • Che D’Aversa sia un allenatore da bassa serie A credo sia un’affermazione che mette d’accordo tutti.

            Meno chiaro è capire: la squadra è con lui? Perché in generale ho questa impressione. Fino alla partita con la Roma potevo dirti che era così, che i giocatori della Sampdoria volevano D’Aversa allenatore.

            L’uscita col Cagliari non mi ha lasciato granché tranquillo, in tutta sincerità. La partita col Napoli non mi permette di esprire un giudizio. Quelli ci fanno a polpette da quattoridici anni ormai. Ma la partita col Cagliari sarebbe stato drammatico pareggiarla. E l’abbiamo persa…

            La speranza è sempre la stessa: chiudere nella maniera più indolore possibile l’esperienza con D’Aversa, arrivare salvi a fine 2021-2022 e poi sperare che ci sia il cambio di società, di progetto e di allenatore.

      • Ciao Rob. Avevo la stessa sensazione: che fosse stato tenuto fuori per non deprezzarlo e cederlo in questa finestra di mercato.

        Non sarei stato contrario: io ero del partito “cediamo-Damsgaard-per-non-smantellarci-la-squadra”. Cedere lui per preservare Thorsby, Augello, Bereszynski mi sarebbe andato benissimo.

        Eppure lo svoglersi degli eventi mi ha messo diversi dubbi in testa. Il ragazzo è fuori da troppo tempo, la sua gestione è strana e, cosa ancora più importante, se gli avessero trovato collocazione all’Arsenal, al Real Madrid o che so io, probabilmente avrebbero già annunciato il trasferimento.

        Obiettivamente? Non so trovare una spiegazione che non sia psicologica: il ragazzo ha reagito malissimo alla situazione della squadra e al suo infortunio.

        Nel primo caso siamo di fronte a un caso simile a Correa. In una squadra che lotta per non retrocedere, determinati giocatori fanno molta molta più fatica a fare bene. In una compagine di metà classifica, senza particolari pressioni, risaltano di più, per poi fare il salto di qualità quando sono affiancati ad altri 10 giocatori di alto livello.

        Nel secondo credo che sia proprio una questione di fortuna, o fato se preferisci: il 2021 doveva essere l’anno di Mikkel Damsgaard. Ma complice un brutto avvio della Samp e l’infortunio in nazionale, il ragazzo si è depresso.

        E, in questo caso, non so se lo rivedremo alla Samp o in qualsiasi altra squadra questa stagione.

  12. Furente,
    l’unico che potrebbe starci in un 4-3-3 a mio parere è Caputo,
    che difatti con questo modulo ha fatto caterve di gol a Empoli e a Sassuolo,
    Gabbiadini NON E’ UN ESTERNO,
    non ha il dribbling nè il passo per ricoprire quel ruolo,
    lui stesso ha più volte urlato a gran voce che si considera una punta…
    Secondo me stiamo pagando tantissimo la mancanza degli esterni,
    credo che sia la società che D’Aversa puntassero molto su Damsgaard e Ihattaren
    e non aver avuto entrambi è stata una bella mazzata,
    al di là degli errori che sono stati commessi un pò da tutti diciamo che quest’anno,
    dal punto di vista…lato B ne abbiamo avuto proprio pochino,
    stiamo avendo più infortunati adesso che nelle precedenti cinque stagioni messe assieme…

    • Ciao El.

      Per come concepisco io il 4-3-3, vorrei Gabbiadini centravanti, Candreva e Damsgaard ali. Non avendo Damsgaard, serve almeno un’ala per interpretare il modulo.

      Caputo nel 4-3-3 lo vedo francamente troppo isolato in un tridente. Poi, intendiamoci: le sue partite migliori le ha effettivamente fatte quando Gabbiadini e Candreva gli giocavano accanto. Ma ha fatto anche partite assolutamente pessime come quella col Cagliari, dove è stato impalpabile. Considero Ciccio Caputo un ottimo attaccante, uno di quelli capace di vedere la porta come pochi, ma non credo nemmeno che il modo di giocare di D’Aversa lo esalti.

      Anche per questo dico che servirebbe un centravanti per un 4-3-3 (o un 4-3-2-1, se proprio non vuoi mettere esterno Gabbiadini, lo puoi mettere alle spalle di Caputo o chi per lui, una posizione dove sta facendo mbene).

      Sul discorso infortunati credo che le ultime stagioni, quelle dell’era Covid, abbiano acuito il divario tra le grandi e le piccole. Quando una grande può schierare cinque riserve può mettere in campo giocatori di elevata qualità, in genere. Quando lo fa la Sampdoria può mettere al massimo Ciervo (con tutto il rispetto: sapete che era un giocatore che tenevo d’occhio e che, tutto sommatto, mi ha dato ragione facendo bene fin qui). Gli infortuni non sono altro che una conseguenza della mancanza di soldi, quindi di staff e di organico.

  13. PassavoPerCaso -

    Seconda partita che non vedo per intero, quindi niente voti.

    Un paio di commenti si pero’.

    1) Gli allenatori, che quando gli parli di modulo ti rispondono con un’arroganza alla Burioni “Eh ma il modulo non conta 442 o 433 non vuol dire niente blah blah”. Ma poi quando le cose vanno male “Eh ma io volevo fare il 433 invece ho solo gli uomini per fare il 442, ma come si fa, signora mia, ad andare avanti senza un attaccante esterno a piede invertito basso con stacco alto rapido ma bolso, funambolico ma longilieno?

    2) Dacoso chiese che la squadra non fosse smembrata in estate. Non e’ stata smembrata, quindi scuse 0.

    3) Il goal di ieri e’ roba da partitella del dopolavoro. Ok Ferrari un colpo di testa puo’ sbagliarlo, ma che tutta la difesa si concentri sulle proteste di Martens invece che guardare l’azione non esiste. Spero Dacoso se li sia mangiati vivi. Sinisa per molto meno quasi prese a sganassoni Regini…

    4) Non siamo salvi e mi girano, perche’ vorrei concentrarmi e prendere per il culo i polli (PS. MdP inaccessibile di nuovo) e invece non posso, visto che siamo solo a +7 sulla zona “profondo buio”.

    5) Ciervo e’ stato migliore in campo tra i nostri. Qualcosa vorra’ pur dire?

  14. Ciao PPC concordo pienamente con te sui punti due tre quattro e cinque sul punto uno no in quanto purtroppo devo dare ragione a El Cabezon sulle fasce contavano su Ittaren e Damsgard ma quest’anno compreso l’infortunio di Yoscida la buona sorte non ci assiste aggiungi a questo riserve imbarazzanti e lasciare punti nella partita cruciale con il Cagliari e la classifica diventa pericolosa.

    • PassavoPerCaso -

      Ciao Luigi, buon 2022!
      Certo, contavano su Daamsgaard, e capisco il problema di non averlo. Ma ecco, ogni allenatore che non ottiene risultati oramai ha la scusa pronta “non avevo gli uomini per il momodulo”. Sta diventando un po’ stucchevole. Fare l’allenatore di calcio vuol dire anche adattare i giocatori o adattare gli schemi, modificare gli assetti.
      Uno non puo’ sempre e solo dire “io volevo fare il x-x-x”. Tutto qua.

  15. una domanda di ignoranza: se martens si getta in aria come fulminato senza che nessuno lo tocchi non andrebbe ammonito per simulazione e fischiato calcio punizione a nostro favore? al di la’ del fatto di essere dei polli…l’ anno maledetto della simulazione di reina costata l’ espulsione a silvestre io c’ ero, l’ arbitro era lo stesso e rosico ancora

    • L’arbitro ha dato il vantaggio, secondo me. Se Petagna non metteva la palla in rete probabilmente dava rigore contro.

  16. Cari Furente e Mik io credo che D’ Aversa non voglia e non farà quasi mai il 4-3-3. Per me D’ Aversa vuole il 4-2-3-1 e come sappiamo non è assolutamente la stessa cosa. Per farlo al meglio devi avere due terzini che sanno attaccare ma anche difendere, due centrali davanti alla difesa o quasi e una linea a tre formata da CANDREVA, GABBIADINI ED UN TERZO CHE POTREBBE ESSERE GRIFO O SOMILARE. Credo che con Rincon ed Ekdal o Thorsby davanti alla difesa e un laterale che bene o male troveremo saremmo a posto ma c’è un problema. L’attacante. In un sistema del genere ci vorrebbe un giocatore veloce, molto mobile e possibilmente bravo di testa. Chi? Sicuramente non il capitano e non Caputo che è stata una delusione. Io vedrei bene Lasagna, magari il De Luca che abbiamo prestato al Perugia poteva essere un opzione.

    • Silver nn ho francamente capito cosa volesse fare anche all inizio ? il 4 2 3 1 l ha provato all inizio ma nn è cosa pr chi deve giocare pr salvarsi … il 4 3 3 è facile da giocare come il 4 4 2 ma cn il nostro baricentro basso a noi serve un contropiedista ,uno che si butta palla avanti e la rincorre può metter 5 attaccanti come quelli che abbiamo che nn risolve ,l alternativa è un baricentro più alto me devi cambiare tutta la linea di difesa e devi aver mediani cn i piedi buoni oltre che delle idee pr tenerlo alto quando l avversario esercita pressione …

  17. Trentaquattro milioni di euro così suddivisi: 6 milioni Torregrossa 4 milioni Caputo 4 milioni Lagumina 20 milioni Audero. Aberrante sconvolgente dopodiché siamo qui a fare le pulci su quisquiglie come direbbe Totò e tralascio i vari Leris Depaoli Murru ecc.ecc. Sbagliare un’acquisto o due è comprensibile errare è umano perseverare è diabolico ciò nonostante se avessimo avuto un po’più di fortuna con le ali Damsgard e Ittaren forse è sottolineo forse avremmo potuto avere qualche punto in più. Come si manda via un giocatore scarso si dovrebbe cacciare anche un manager incompetente questo è il mio parere.

  18. Guardando avanti….vorrei capire come verrà schierata la difesa sabato col Toro…. si parla tanto di ali e attaccanti ma saremo senza colley e yoshida per almeno un mese!….l’unico centrale arruolabile sabato ê Ferrari…che tra l’altro é molto meglio come terzino….. schieramento a 4 con coppia centrale Beres Ferrari? Brividi…

    • Penso che la difesa sarà schierata così: Falcone, Conti, Bers, Ferrari, Augello (in pacnhina Drgusin e Murru) Un altro opportunità potrebbe esere questa: Falcone, beres, Ferrari, Rincon, Augello e a centrocampo: Conti, Ekdal. Thorby e Candreva. Purtroppo Candreva a sinistra rende la metà.

  19. E si la difesa….il centrocampo…l`attacco. Come squadra non ci siamo. Col Torino non vedo come arriverano i punti. Un pochino d`ottimismo peò c´e, In situazioni analoge qualcosa, non so come ma è arrivato.

    Boh…questa stagione è un vero enigma. Non riesco a vedere un quadro chiaro

  20. Sì stagione strana, abbiamo ciccato tre partite importantissime, Udinese, Benevento, Cagliari, in teoria avrebbero dovuto portarci 9 punti, in pratica ne hanno portati 2, poi abbiamo vinto col Verona e non ci avrei scommesso un euro, pareggiato con Inter e Roma e qui non ci avrei messo neanche 50 centesimi, mah, so che a molti non piaceva ma secondo me con Ranieri vista la pochezza di tanti avversari eravamo già salvi

  21. Staccandomi per un momento dalla realtà pandemica che non promette niente di buono al punto da dover preoccupare anche chi, come il sottoscritto, ha fatto il “buster” vaccinale e ponendo in evidenza come i lor signori che non si vaccinano, intasando gli ospedali, mettono a rischio la vita di persone che non possono essere operate per problemi seri, detto che l’unico metodo applicabile, in un momento come questo, che è stato definito di guerra, risulta quello coercitivo, in tutti i sensi, ribadito tutto questo, che mi sembra di primaria importanza, passando all’aspetto ludico della vita, che a volte risulta anche benefico, allora guardando la classifica qui a lato, e statisticamente parlando, sembrerebbe che per due squadre il destino sia segnato, e lo dico al di là degli aspetti puramente di rivalità cittadina, mentre il discorso si fa serio per la terza candidata considerando che il Cagliari,a mio parere, finirà per salvarsi. Non è che le maglie siano granché larghe: rimango, oltre ai sardi, per il momento, Venezia, Spezia, Sampdoria e forse Udinese. Non è un quadro molto confortante.

    • PassavoPerCaso -

      Visto che insisti, ti faccio notare, con garbo, che la Svezia, con:

      1) meno vaccinati dell’Italia (176 dosi vs 196 per cento abitanti)
      2) nessun lockdown
      3) nessun coprifuoco
      4) nessun obbligo mascherina all’aperto

      e’ il Paese europeo con

      1) il MINOR numero di “morti extra” su tutto il 2021
      2) ha molte meno morti dell’Italia (2,313/1M vs 1,509).

      Vedi ad esempio:
      https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2021.04.06.21254958v2.full
      https://pbs.twimg.com/media/FI2KfcbXsAUD75B?format=jpg&name=900×900
      https://www.statista.com/statistics/1196071/covid-19-vaccination-rate-in-europe-by-country/

      In alcune delle statistiche riportate dal bugiardo seriale, ministro Speranza, “non vaccinati” comprende anche bi-vaccinati che ancora non hanno fatto la terza dose, mentre vaccinati sono anche i 20enni, creando un discreto Simpson paradox.

      Questo odio verso chi non si vaccina contro il Covid, non solo non ha basi scientifiche (tranne che per Burioni*, l’idiota che lo fa andare in TV e i diversamente matematecizzati che lo seguono) ma e’ infinitamente simile all’odio che scaturiva dal blood libel, sono certo tu sappia cos’e’.

      Forse non hai dimestichezza con la statistica, ma dovresti averla con i libri. Ma il “dagli all’untore” di Manzoni, e le menzogne sulla minoranze del secolo scorso non ti hanno insegnato nulla? La storia e la letteratura insegnano, ma per apprendere forse bisogna smettere di guardare Fazio e leggere carta igienica (aka Repubblica).

      Giacche’ questi vaccini non bloccano la trasmissione ma riducono la probabilita’ di sviluppate la forma grave della malattia, andavano dati -senza obblighi- agli over 50, e ai fragili. I giovani potevano e dovevano convivere col virus, il che avrebbe anche ridotto la penetrazione delle varianti.
      Invece bisognava fare gli interessi di Pfizer…

      PS. Dire che chi non vuole farsi una dose di Comirnaty e’ un “no vax” e’ come dire che chi non vuole scoparsi la Littizzetto o Rosy Bindi e’ un “no sex”.

      * Burioni detiene il record mondiale di previsioni sbagliate. Mi domando quante ne debba sbagliare per non essere mai piu’ ascoltato su nessuna cosa che dice, e’ sostanzialmente il Parodi della medicina.

      Tornando al calcio: hai perfettamente ragione. La vittoria del cagliari e’ un pessimo segnale. Dobbiamo stare attenti a non farci risucchiare.

    • PassavoPerCaso -

      Visto che insisti, ti faccio notare, con garbo, che la Svezia, con:

      1) meno vaccinati dell’Italia (176 dosi vs 196 per cento abitanti)
      2) nessun lockdown
      3) nessun coprifuoco
      4) nessun obbligo mascherina all’aperto

      e’ il Paese europeo con

      1) il MINOR numero di “morti extra” su tutto il 2021
      2) ha molte meno morti dell’Italia (2,313/1M vs 1,509).

      (Nel post sotto ti metto alcuni link a pubblicazioni e dati ufficiali)

      In alcune delle statistiche riportate dal bugiardo seriale, ministro Speranza, “non vaccinati” comprende anche bi-vaccinati che ancora non hanno fatto la terza dose, mentre vaccinati sono anche i 20enni, creando un discreto Simpson paradox.

      Questo odio verso chi non si vaccina contro il Covid, non solo non ha basi scientifiche (tranne che per Burioni*, l’idiota che lo fa andare in TV e i diversamente matematecizzati che lo seguono) ma e’ infinitamente simile all’odio che scaturiva dal blood libel, sono certo tu sappia cos’e’.

      Forse non hai dimestichezza con la statistica, ma dovresti averla con i libri. Ma il “dagli all’untore” di Manzoni, e le menzogne sulla minoranze del secolo scorso non ti hanno insegnato nulla? La storia e la letteratura insegnano, ma per apprendere forse bisogna smettere di guardare Fazio e leggere carta igienica (aka Repubblica).

      Giacche’ questi vaccini non bloccano la trasmissione ma riducono la probabilita’ di sviluppate la forma grave della malattia, andavano dati -senza obblighi- agli over 50, e ai fragili. I giovani potevano e dovevano convivere col virus, il che avrebbe anche ridotto la penetrazione delle varianti.
      Invece bisognava fare gli interessi di Pfizer…

      PS. Dire che chi non vuole farsi una dose di Comirnaty e’ un “no vax” e’ come dire che chi non vuole scoparsi la Littizzetto o Rosy Bindi e’ un “no sex”.

      * Burioni detiene il record mondiale di previsioni sbagliate. Mi domando quante ne debba sbagliare per non essere mai piu’ ascoltato su nessuna cosa che dice, e’ sostanzialmente il Parodi della medicina.

      Tornando al calcio: hai perfettamente ragione. La vittoria del cagliari e’ un pessimo segnale. Dobbiamo stare attenti a non farci risucchiare.

  22. Ciao Roberto sul primo punto credo non ci siano da parte di tutti pareri discordanti dal tuo, sul capitolo finale credo possano incidere almeno tre variabili : mercato di riparazione, calendario favorevole o meno delle ultime tre / quattro partite, elemento fortuna che nella vita quotidiana è importante è che solitamente assiste sempre i soliti ( ogni riferimento a chi sappiamo è puramente voluto ) detto questo per quanto ci riguarda gli aggiornamenti sui risvolti societari potrebbero avere una piccola incidenza. Difficile ragionare con il portafoglio sottile.

  23. aprendo di nuovo il tema Damsgaard.
    Ho l`impressione, il ragazzo sia caduto in depressione. Sperava, dopo il suo fantastico europeo, d´andare su palcoscenici più importanti. Questo silenzio assordante fà si che le speculazioni in tal caso aumentino.

    Peccato per lui e in ogni caso per noi. Ci servirebbe eccome. Una tenaglia con Candreva e il ragazzo danese metterebbe un paio di grattacapi agli avversari.

    • PassavoPerCaso -

      Ciao Osch,

      servirebbe anche un centravanti… io sono abbastanza stanco di infiniti cross per la testa di nessuno.
      Torrerotta (copyright Furente) poteva essere il nostro ariete, ma ha visto piu’ ospedali che fili d’erba.
      Damsgaard nelle prima giornate non aveva brillato a dirla tutta. E’ un talento, ma forse va saputo usare, e ho l’impressione che Ranieri lo facesse meglio di Daversa.

      • Hai ragione PPC anche se ultimamente un pò d`ariete in Gabbiadini s`è intravisto. Mik e Silver scrivevano di DeLuca…magari poi non sò…DiStefano che non è quel tipo d`attaccante ma a cospetto del povero Fabio e di Caputo non farebbe sicuramente peggio

        • OSCH , lo si poteva intuire dall estate che un allenatore che predilige calciatori fisici in generale avrebbe schiumato cn un reparto d attacco dove nn ne ha , cn questo cn il baricentro basso e il piede quadrato nn ti serve più di tanto a meno che nn sia un fenomeno tipo Hibra ha 27 anni .. sarebbe molto più funzionale aver due esterni alti cn tanta forza nelle gambe pr fr partire contropiedi micidiali cn una singola prima punta finisseur (Caputo e Fabio ) ma fai fuori in un colpo solo i due che hanno reso di più dl punto di vista offensivo (Maolo e Antonio)…un paradosso ? si… Ma è così cn il baricentro basso aver esterni che si mettono in proprio e abbiano la forza pr arrivar pr primi su palloni dietro le linee di difesa è la miglior opzione …Ma puoi giocare anche cn quelli che hai ,nn so chi lo scriveva ma Manolo è tiratore nn uno stoccatore ,nn hai bisogno necessariamente d arrivare a 3 mt dalla porta pr far Gol cn lui in campo se lo metti in condizione di tirare 3/4 volte cn un po’di vantaggio dai 25/30 mt lui il suo lo fà , il problema è accumulare il vantaggio pr permettergli di tirare da quelle che sono le sue posizioni preferite , lui nn si sà costruire il tiro da solo quindi deve uscire a farsi trovare pr tempo ma tu devi sviluppare l azione in modo che lui possa aver tempo e spazio pr tirare …A noi manca questo tipo di cose ,negl ultimi 20 mt sembra che si facciano le cose che l avversario ti lascia ,che nn sei tu a costruirti il tiro che vuoi…il campo è troppo grande da coprire nl calcio d oggi se hai un buon sistema pr crearti il tiro da fuori oggi te lo concedono tutti , è un delitto cn Gabbiadini nn cavalcare quest opportunità ,nn abbiamo bisogno d esterni a piede invertito pr tirare ma gente che sia in grado di far collassare una difesa su di lui pr liberare manolo dai 25 mt al tiro ,ma bisogna aver un gioco anche nella metà campo offensiva che nn sia un contropiede e noi nn l abbiamo ,Manolo tirando da piazzato ti procurerebbe opportunità sulle respinte o dei calci d angolo, il fatto che tu preferibilmente cerchi il suo tiro da fuori area cmq nn implica che l avversario nn si debba preoccupare di te in area o sugl esterni , il punto e che noi nn abbiamo un gioco cn una strategia cn difesa avversaria schierata e nessuna tattica pr costruirti quel tiro li…Ma ogettivamente sarebbe più semplice che rivoluzionare una squadra insegnargli a fare il pick&roll e il pick& pop a 3 calciatori ? secondo me massimo 20 giorni e imparano , sono situazioni che sono molto più complesse da fare nl basket se mai il problema e che ci vuole un certo talento di piede che cn i ferri da stiro nn si può fare ma le sincronie pr farle certe cose sono molto più semplici che quelle che vediamo dettate dall improvvisazione…Cmq DiStefano ma anche Yepes e Trimboli e avrei un altro paio di nomi in primavera un contribbuto lo possono dare,il problema è arrivare al 75simo in condizione che lo possano dare,la verità nn è che in panchina nn ci sia niente ma che è poco il contribbuto di chi le partite le gioca dall inizio… Il fatto che a Napoli il migliore sia stato Ciervo che è palese che al momento è acerbo ( fisicamente ) la dice lunga su quale contributo siamo in credito ?

  24. Io mi sarei tenuto Bonazzoli al posto di Torregrossa, in alcuni scorci della gestione Ranieri si è dimostrato un buon attaccante, sicuramente meglio di Torregrossa

  25. Premesso che ho sbagliato a scrivere su argomenti non propriamente inerenti alla caratteristica di questo blog, pur se ho penso che in una situazione come quella che stiamo vivendo non si possa pensare di vivere in una bolla separata, vorrei terminare citando alcune cifre ufficiali alla data del 11 gennaio 2022:
    117.019.459 = Totale dosi somministrate
    46.724.168 numero relativo a chi ha completato il ciclo vaccinale corrispondente al 86,51% di “asini” italiani che si sono adeguati alle norme stabilite e dei quali faccio parte.

    • PassavoPerCaso -

      Dosi totali = 117.019.459
      Popolazione Italiana= 59.550.000 (circa)

      Dosi ogni 100 abitanti = 117019459 / 59550000 *100 = 196.
      Esattamente il numero che ho messo io.
      Questo mi conferma che bisogna togliere la gestione della crisi ai medici e darla a chi conosce le tabelline.
      Sono felice che tu sia vaccinato, alla tua eta’ mi pare un’ottima idea. Questo non ti da il diritto di puntare il dito contro una minoranza che non ha violato nessuna legge per incolparla degli effetti delle lacune del governo.

  26. Poi mi taccio.
    Io penso(come ho appena visto al Tg dopo anche aver letto il giornale su questo argomento) a tutte quelle persone che non possono curare tumori e mali analoghi, e per questo rischiano di morire solo perché gli ospedali sono pieni di no wax
    E non è una mia invenzione

    • PassavoPerCaso -

      Ciao, vorrei rispondere, ma preferisco lasciar stare. Siamo qui a parlar di calcio, e ci manca solo che ci mettiamo a litigare su altri argomenti.
      Un abbraccio.

  27. Ahaiai ragazzi…. Lavoro in ambito scientifico e sono questo comporta che sono alquanto prudente e cauto con teorie ed affermazioni. E purtroppo sono già in mezzo ad un tema, che non volevo in nessuno dei casi discutere qui, scusa Solo. Come abbiamo saputo oggi un altro collega dopo una signora che la lavora con me é stato colpito da un ictus…circa 4 settimane dopo la terza dose. Lei ha 55 anni, lui 42. sarà un caso….ma 2 colleghi su 70!?!? Purtroppo non stanno bene i due e ogni speculazion è irrispettosa ed irreverente

  28. Considerato che il Covid l’ho fatto in forma abbastanza violenta, che alcuni miei parenti e amici sono morti, che ancora oggi ho strascichi abbastanza pesanti per quanto riguarda la mia salute, pregherei le persone di questo forum di astenersi da nuove discussioni in tema.

    Ho idee abbastanza radicali al riguardo. Posso diventare molto sgradevole, trovando estremamente sgradevole l’argomento. Vi chiedo, cortesemente, di non riprendere la questione in futuro. Grazie.

    • Specifico: non ho voglia di litigare. Ma se vengo qui è per parlare di calcio. alle volte anche in toni accesi, come accaduto con Sentinel (visto quanto ha portato bene potrei riprorre il flame, ma credo che lui non sia più disponibile).

      Vengo qui per distrarmi da queste cose che devo sentire a lavoro, che mi tocca sorbirmi sui social, che devo sentire in treno e al bar. Qui vorrei parlare di una delle poche cose che mi è stata di conforto nella vita, cioè la Sampdoria. Di nuovo: grazie.

  29. furente passami la battuta: la samp ti e’ stata di conforto ora temo sia piu’ spesso fonte di…furore ma, probabilmente come per tutti qui, e’ il nostro folle amore

    • Credo sia stato il grande Nick Hornby a dire che se ti incazzi per il calcio, e sfoghi la tua ansia e la tua frustrazione su questo sport, poi sei più abile nell’evitare incazzature nelle cose importi nella vita. Quanto basta per restare lucido.

      Tifare Samp, dal 1995 in poi, mi ha temprato il carattere. Non poco.

  30. Concordo con Furente, da tutte le parti si parla di COVID, evitiamolo almeno qui, il blog si chiama Sampgeneration non COVID generation

  31. Sento parlare spesso di Ranieri. Sento dire che avrebbe gestito meglio Damsgaard e sento parlare di Covid. Allora il Covid lo chiudo subito ha ragione Semarco se ne parla troppo e poi io ad esempio dico meno male che c’è stato Speranza e quindi è meglio non avventurarci in questioni politiche, perchè tali sono, e rimanimo a parlare giustamente della nostra Samp. Per quanto riguarda Ranieri lo avrei voluto vederlo al posto di D’ Aversa con tutto quello che è successo quest’anno dall’ arresto del nano malefico ai casini dovuti ai due DS, dalla inopportuna cessione di Yankto agli infortuni a catena. Per Damsgaard, la mia impressione è che sia un giocatore di livello che può diventare un grande ma, per tutti i prospetti giovani va inserito al posto giusto. Non può fare il laterale alla Yankto, non ne ha la propensione e neanche il fisico. Deve giocare ala in 4-3-3 o trequartista dietro le punte. La verità è che nel modulo e nelle esigenze attuali alla Samp lui non serviva. Andava venduto bene molto bene dopo l’Europeo ma non alle cifre folli di un presidente con la “p” minuscola che voleva fare un altro affare alla Schich senza averne le potezialità. Andava venduto a 20/25 milioni, andava tenuto Yankto o sostituito con un giocatore di quelle caratteristiche ed andava acquistato un centroavanti non di 34 anni da affiancare ad un glorioso 39enne.

  32. Concordo su Damsgaard. Lo avessimo ceduto in estate sarebbe stato più indolore. Adesso dobbiamo sperare solo che torni con la testa giusta. Ho una paura tremenda che possa essere un nuovo Krsticic. Prima che incontrasse quella carogna di Matuzalem ero certo che entro un paio d’anni sarebbe andato a vincersi una Bundesliga col Borussia Dortmund. Sappiamo come è andata a finire. Ecco, il timore che anche Damsgaard finisca così è concreto

  33. PassavoPerCaso -

    @ Covid Vaccini Similaria
    Non tocchero’ piu’ l’argomento.

    @ Daamsgard
    Concordo con Silver, la forza per fare l’ala alla Jankto non ce l’ha. Ma perche’ non provarlo seconda punta, allora? O trequartista dietro due attaccanti? Anche trequartista di fascia la vedo dura: in Italia dovra’ comunque correre molto indietro a coprire.

    @ Daamsgard2
    Magari potevamo cederlo, ma le offerte erano molto basse (in questo periodo i prezzi sono tutti di saldo). E se fosse stato ceduto, in quanti avrebbero gridato al nano che sta stravolgendo la squadra? Non possiamo nascondere di esser stati tutti contenti quando ne’ Thorsby ne’ il danese sono stati ceduti. O almeno: io ero contento.

    @Ranieri
    Si il controfattuale non l’avremo mai. Ma davvero ce la sentiamo di dire che avrebbe fatto peggio di D’aversa? Io no.

  34. PpC , Miky è un calciatore offensivo che poi s applichi anche in quella difensiva è un altro discorso, è un playmaker (nel senso Yankee ,costruttore di gioco offensivo ) nn un regista che tesse la tela a metà campo un Creator offensivo all italiana un fantasista , pr fare un distinguo Candreva è un mega Creator anche se fa l esterno la sua capacità di costruire anche trame di gioco e portare avanti il baricentro della squadra lo identifica in una figura più bidimensinale rispetto al Danesino che diventa un calciatore speciale solo negl ultimi 30 mt e lo puoi identificare come un monodimensionale ,ovvero un calciatore determinante in una sola porzione di campo( il campo viene diviso in 3 zone di norma) … Quando parliamo di tipologie di giocatori pr dire Throsby è tridimensionale perchè è un calciatore attivo in modo rilevante in tutte e tre le zone di campo e negl aspetti dl gioco, quindi partecipa alla fase d attacco negl ultimi 30 mt ovviamente fa entrambe le fasi in zona due che è la porzione centrale dl campo , e partecipa alla fase difensiva in supporto come schermo ai centrali di difesa o di catena cn i terzini…
    Questa estate si è discusso su quale fosse la cosa migliore pr il Club e anche se ha fatto piacere a tutti che Throsby e Damsgaard siano restati era chiaro che li volessero cedere , nn sappiamo se l offerta del Tottenham di 20 Milioni fosse concreta ,al contrario quella dell Atalanta x Throsby a 6 era ufficiale , il bene dl Club era quello di cederli ( perchè al di là di tutto erano 20 milioni di plusvalore a bilancio e nn sono pochi ,sono quelli prodotti pr l’Inter dalla cessione di Lukaku x dire ) …Si può obiettare che l Europeo avesse fatto crescere il valore di Miky , si ha fatto un buonissimo Europeo e magari si poteva ottenere qualcosa in cambio come dei giovani o giovanissimi dagli speroni ,ma il valore del ragazzo in quel momento poteva essere raddoppiato pr 6 partite all Europeo ? Oltre che le nostre dificoltà erano note quindi nn avevamo certo un vantaggio in una trattativa , cl senno di poi è più facile , ma uno degli scenari era quello che poteva anche capitare di doversene pentire … Al di là di quello che vogliono i tifosi il Club deve far i conti cn la sostenibilità , ma se i sostituti poi nn li fanno rimpiangere anche i tifosi sono felici ed è qua il tasto dolente, la Samp nn sempre ha fatto upgradee anzi , quello che andrebbe messo sotto la lente nn è quanti soldi sono stati incassati ma quanti spesi e come ? Nn tutto si può addebitare al residente dato che nn è credibile pensare che abbia diretto la società in tutti gl aspetti pr 7 anni e mezo ma nemmeno pr un mese solo è lecito,pr tanto al di là che ci sia stato chi dopo il nuovo CDA fosse oltre modo positivo sul fatto che fossero stati sradicati tutti i mali dl Club , la strada perchè accada e lunga al di là che un cambio di proprietà possa avvenire nl breve… Ma pr chi come me s aspetta che le cose cambino nn solo nell aspetto ma anche nella sostanza ci vuol tanta pazienza

    • PassavoPerCaso -

      Non ho chiaro il tuo punto. Al di la’ dell’analisi sui giocatori, sulla quale mi pare chi siamo d’accordo anche se tu lo dici con metodo piu’ corretto (io lo direi con Daamsgaard e’ piu’ attaccante), il restoo… boh?

      Vendere Thorsby a 7 per me era una sciocchezza, allora meglio il danese a venti. Con 7 milioni non ci facevi nulla, e sostituire Thorsby non era davvero facile (non dico un upgrade ma uno che non lo facesse rimpiangere troppo).

      Per ora vedo un Conti in piu’ (che al di la’ degli infortuni a me piace).

      • PpC , cerco di spiegarti come faccio le valutazioni , nn è il modo corretto e pr darti un idea su come le faccio in modo che puoi capirmi, che so’nn esser poi cosi semplice… hai ragione è un attaccante un tempo si sarebbe detto anche generoso pr il fatto che si applica molto in copertura e nl pressing e quindi poi risulta tatticamente d’uttile …Gli altri li citavo pr darti le proporzioni dl unità di misura che uso…Il discorso sull aspetto economico invece era basato su il plusvalore a bilancio considerate tutte le voci guadagno e risparmio , la somma delle due operazioni avrebbe prodotto 20 milioni di plus valore, personalmente penso sia più complicato sostituire Damsgaard cn upgradee che Throsby , l apporto principale dl Norvegese è la quantità merce meno rara dl talento , il valore di mercato d un calciatore: è fatta dalla durata dl contratto dal peso dello stesso a bilancio nn solo dl merito nelle prestazioni … Ed il valore di Morten è più o meno quello temo… ovviamente però prima di cedere una società deve aver le alternative

  35. Dopo essermi letto con gusto i vostri pensieri, vorrei aggiungere il mio punto di vista.
    1) io non ho bisogno di controprove per affermare con sicurezza che Ranieri vince 100 a zero contro D’Aversa.
    2) siamo sicuri che tutti questi infortunati siano frutto solo della sfiga?
    3) siccome cercavo notizie dei veri motivi per cui il pupillo di Cassano, tal Ihattaren, fosse fuggito al suo paesello senza salutare nessuno e senza fare un minuto di campo, ho trovato in rete la sua personale spiegazione che ha confermato tutto quello che pensavo. Non vi rivelerò nulla. Se volete saperne di più, googlate un po’ e saprete cosa e come, poi magari ne potremo parlare…
    Infine vi dico che siccome ormai è stato deciso di continuare con questo allenatore, mentre prima di queste ultime due partite pensavo che avremmo sofferto ma che anche con D’Aversa ce l’ avremmo fatta, ora vi dico che non solo soffriremo molto ma nel giro di tre partite potremmo proprio essere superati in tromba da chi ci sta sotto.
    E se succedesse saranno guai molto molto grossi…….. Sarà contento chi si sarebbe annoiato con Ranieri. Con questo allenatore sicuramente le emozioni non gli mancheranno!!! Ma per me un allenatore vero è un’altra cosa. Saluti a tutti.
    Mi raccomando….. Leggete di Ihattaren.

  36. Sinceramente parlare di un’idiota come Ihattaren mi provoca il voltastomaco ma visto e considerato che ultimamente in questo blog si va avanti a provocazioni che a gioco lungo stancano se si è maturi direi che se qualcuno qui crede alle dichiarazioni del ragazzino da indirettamente del bugiardo al nuovo Presidente che asserisce l’esatto contrario. Visto e considerato che Lanna è uomo maturo e sampdoriano vero io a credo a lui e non ad un ragazzino viziato. De gustibus. Mi preme fare una considerazione ed è questa: è vero, qui si dovrebbe parlare solo di Samp ma a prescindere dagli argomenti se qualcuno smentisce anche i numeri palesi ed evidenti di un certo argomento capisco perchè la normalità ormai diventa quella sconosciuta. Su tutto il resto è fisiologico avere pareri a volte discordanti e tanto per evitare equivoci solidale con Furente e Roberto. Anche il sottoscritto non tornerà più su l’argomento trattato in precedenza.

    • Ma come fa Lanna a sapere cosa è successo veramente se è appena arrivato e i fatti sono successi prima?
      Oh Luigi, sveglia!!! Glielo hanno raccontato quelli che sono responsabili della sua fuga. Daiii!! Fatti passare il voltastomaco e ragiona!!

  37. Antonio, il fatto che l olandesino sia una “mansarda vuota”( cit Prat) , nn significa che nn ci sia un fondo di verità ma un fondo dato che è il merlo che dice al corvo quanto sei nero … Quanto alla suspance è chiaro che quest’anno cn questa classifica si viva più suspance di un campionato tranquillo, ma era una battuta in questo momento la suspance è godibile solo se è nl lottare pr vincere nn nl farlo pr nn perdere ( aggiungo che se un campionato complicato invece d esser frutto della mediocrita, fosse pr un rischio dovuto ad una strategia mirata ad ottenere dei vantaggi nl futuro sarebbe anche ragionevole, ribadisco viverlo pr un motivo diverso è frustrante ) dato che probabilmente ho letto le stesse dichiarazioni che hai letto tu dl Olandesino , sempre che nn distorcano il senso generale di quello che poi ha dichiarato,dato che sono frasi nn solo riportate ma anche tradotte da un altra lingua , in tutti i casi sono inquietanti nn tanto pr quel che riguarda la Samp ma su quale sia il suo livello di maturità … Certo che prima di prendere un calciatore aver qualche info su chi sia e come sia ,sarebbe anche lecito attenderselo dato che gli dai una slot in una rosa di prima squadra e nn hai nemmeno la scusa che controlli il cartellino , al di là lui abbia asserito o fatto capire che lo staff tecnico l ignorasse e nn ne conoscesse le caratteristiche tecniche è certo nn sia così , che poi questi sapessero come svilupparne le qualità e tradurle in contributo di campo ? Nn lo sapremo mai , certo ne ha beneficiato Ciervo della sua fuga , che nelle gerarchie partiva dietro e nn tutto il mal vien pr nuocere … L olandesino era un prestito secco , Ciervo e cn riscatto e controriscatto pr tanto anche nl mal augurato caso perdessimo il controllo questa sua esperienza Blucerchiata porterà un beneficio alle nostre casse…

  38. Sarà come dite voi Mik e Luigi ma se Cassano dice che Ihattaren è un ottimo giocatore io gli credo sulla parola. E se arrivo e mi trattano come dice di essere stato trattato lui, io faccio anche di peggio. Almeno provami, fammi giocare nel mio ruolo, dammi una chance. Tutti i giocatori, in particolar modo i più giovani, hanno bisogno di un po’ di considerazione e incoraggiamento per potersi inserire. Si sentiva ignorato e ha fatto il gesto eclatante mandando virtualmente a fanc… tutti. D’ altronde non è che davanti avesse dei fenomeni, nelle amichevoli io ho sempre aspettato di vederlo in campo e invece non ha fatto nemmeno un minuto e non era infortunato, ma dai!! Non potete certo affermare che D’Aversa abbia avuto delle intuizioni geniali. Se tutti i giocatori, eccetto Candreva giocano la loro peggior stagione, la colpa sarà pur di qualcuno, o no??? Comunque vedremo col tempo se il ragazzino è semplicemente un viziato con la testa calda come pensate voi o se è anche un ottimo giocatore. Certo è che esperienze come quella che ha fatto da noi, possono contribuire più a farlo smettere di giocare che a motivarlo.
    Ognuno è libero di pensarla come la sua testa gli comanda, lui, come voi. Ma resta il fatto che se il ragazzo ha salutato tutti non è stato solo perché ha il carattere difficile. Probabile che con un altro staff, altri compagni, un altro allenatore e magari un’ altro carattere, avrebbe potuto esserci molto utile e dimostrare il suo valore da noi. Aldilà che fosse della Juve, mi dispiace che un potenziale campione smetta di giocare per queste motivazioni.

    • Antonio , m aspetto il peggio dl peggio che venga fuori cl tempo ma qui cosa dovevano fare ? cantargli la ninna nanna ,dargli una carta aziendale o dargli un posto in squadra dato che c erano 3 minuti su youtube dove faceva 2 numeri ? Pr dire GP era uno che si e no in 3 anni più d un saluto e tattica cn i calciatori nn condivideva verbalmente , nn è che nn aveva i numeri di telefono nn sapeva nemmeno i nomi di battesimo c è gente che nn ha mai fatto giocare cn anni di serie A e altri che nn vedeva ,pr dire il primo anno preferiva nn Murru ma Ragini a Dodò e va bene che il brasiliano nn era un fenomeno ma parliamo di Regini, eppure nn è scapato pr nn parlare di Djuricic che scarso ha dimostrato che nn lo era e l anno prima Montella nn ha mai rivolto la parola a Skriniar , cosa dovrebbe dire Trimboli che è di gran lunga il miglior asset di centrocampo e top 5 della sua leva a livello Nazionale ? Nemmeno un minuto , neppure in partite già belle e finite , ma vogliamo parlare di Falcone ? Nessuno mette in dubbio che sia un mondo d interessi e pr tanto ci sia nepotismo clientalismo etc etc , ma nn era questo il caso se mai il contrario , ribadisco l ex residente nn era l unico male della Samp e anche che il sistema sia pessimo è probabile,ma qui si parla d uno baciato dalla fortuna ,nn d un “ultimo”… Antonio se t indigni pr lui t immagino quando c è un ingiustizia vera , pr questo hai la mia stima al di là che in questo caso la penso in modo opposto e riconosco comunque la bontà della tua posizione e il perchè l hai presa…

  39. si puo’ essere viziati con la testa calda ed ottimi giocatori…una cosa non esclude l’ altra…dubito fortemente peraltro che d’ aversa non sapesse neanche che l’ olandese e’ mancino…come comportamenti a me comunque ricorda il polacchino dal cognome impronunciabile che adesso marcisce da qualche parte in europa

  40. Mik, hai ragione su tutto. Il calcio è sacrificio e spesso ingiustizia e solo se sei forte dentro puoi farcela a non mollare e ad emergere. Ma quando incontri chi non ti considera e ti ignora, cosa ti resta da fare? Che fai? Perdi anni preziosi ad aspettare? L’ unica cosa che ti resta da fare è andartene,
    (io prima di partire li manderei anche a fnc) e dimostrare altrove, come ha fatto quest’anno Caprari, che chi non ha capito niente non è certo lui. I ragazzi giovani vanno coltivati, vanno anche perdonati, ma mai ignorati. Se sei un bravo allenatore dai un’ opportunità a tutti, ti comporti da uomo e vedrai che tutti ti apprezzeranno. In qualsiasi posto tu andrai ad allenare. Se invece sei un insensibile, potrai anche essere un grande ma sarai poco apprezzato dai tuoi giocatori e finita la fortuna sarai dimenticato e scartato da tutti. Esempio negativo Giampaolo. Esempio positivo Iachini. Ma ce ne sarebbero tanti altri. Io sono convinto che se i rapporti di logorano, sono i giocatori ad espellere il loro allenatore. E se l’ allenatore non riesce a farsi anche benvolere dallo spogliatoio, è difficile che duri a lungo. Io credo che l’ esperienza personale mortificante che ha passato da giocatore Mancini con la nazionale di Vicini, che non lo vedeva proprio e che non gli ha mai dato fiducia per più di una partita, sia stata la molla che lo ha fatto diventare un grande allenatore. Proprio il non comportarsi come lui e anzi fare l’ opposto, ci ha fatto vincere gli europei con una squadra media, mentre Vicini ha perso un mondiale in casa, non arrivando neppure in finale con una squadra di campioni. L’ allenatore, se è bravo, ma intendo anche nei rapporti umani, fa la differenza.

  41. Le accuse di Iattharen sono gravi e se anche solo veritiere in piccola parte, gettano una pessima luce sulla gestione del calciatore. Detto questo, sapete che odio la gestione ferrero e obiettivamente se potessi gettare merda su quella pagina della nostra storia lo farei, ma alla fine credo che l’olandese stia ingigantendo la situazione.

    Partiamo da un presupposto: lui sarebbe arrivato a Genova il Primo Settembre a sostenere le visite mediche. La sua ultima convocazione risale al 26 Settembre. La sua “scomparsa”, cioè la sua fuga in Olanda, è del 15 Ottobre.

    Ora… sono il solo a cui non tornano i tempi? Dice di non aver ricevuto lo stipendio (che verrebbe pagato ogni sessanta giorni), ma dal suo arrivo il Primo settembre non è rimasto a Genova più di 44, 45 giorni. Il tutto senza contare che non ha mai visto il campo una volta. C’è un’altra cosa che mi mette in allarme: questo era (è?) assistito di Raiola, uno che se avesse davvero saputo che una sua proprietà era in una simile situazione sarebbe arrivato al Poggio brandendo un machete, altro che papà di Scamacca a Trigoria. Insomma, se Raiola non si è proprio mosso… forse che qualcosa non sia andato per il verso giusto?

    Insomma, credo che, come sempre, ci sia una visione decisamente parziale da parte del diretto interessato. Si vedrà in tribunale, se le cose dovessero essere veritiere. Ma la logica mi dice di mettere in dubbio, quantomeno in dubbio, le dichiarazioni del giovane dell’Utrecht.

  42. Indipendentemente da come dice di essere stato trattato lui, non vi sovviene che questa sia indicativamente la prassi comune riservata ai giovani prospetti che arrivano? Probabile che anche Dragusin e Ciervo abbiano avuto la stessa accoglienza e considerazione. Loro però hanno pazientato e hanno aspettato per mesi che arrivasse la loro occasione. Quello che è grave, a mio avviso è che ciò che emerge in questa intervista di denuncia, letta in tutto il mondo, non faccia altro che far sorgere dubbi e portare discredito alla nomea del club e allontanare molti giocatori giovani che potendo, scelgono altre società più serie????
    E Lanna cosa volete che sappia della faccenda avvenuta quando lui non c’ era? Sa solo quelli che gli è stato raccontato dallo staff che è stato causa del fatto. Quindi anche lui non può che raccontare una verità di parte. Mi dispiace ma qui urge un cambio non solo di proprietà ma anche e soprattutto di modi, di gestione, di eleganza e di stile.
    Così si perdono anche i tifosi, non solo i giocatori.

  43. i tifosi si perdono perche’ il tizio sarebbe stato trattato male? che dragusin e ciervo siano stati trattati a pesci in faccia peraltro e’ una tua mera illazione…e anche io sono tra i primi che se potesse gettare merda sulla gestione ferrero lo farebbe volentieri…e poi ribadisco: secondo te d’ aversa non sapeva neanche che era mancino come il pischello ha dichiarato? d’ aversa non sara’ un grande allenatore, sono d’ accordo, ma cosi’ lo si vuole proprio far passare per demente

  44. PassavoPerCaso -

    Antonio, faccio fatica a seguirti. Siamo in disaccordo quasi su tutto.

    1) Iattaren ha dato una versione molto auto-assolutoria: “E’ la societa’ brutta e cattiva non sono io”. Magari c’e’ del vero ma insomma… non tronano nemmno le date.

    2) Non so cosa pretendesse dallo staff tecnico. Di solito quando un giovane entra in una nuova azienda entra in punta di piedi, chiede permesso, e cerca di mettersi a disposizione. L’atteggiamento non mi pare proprio dei migliori.

    3) Se gli stipendi sono stati pagati o meno, e se le date corrispondono Lanna lo sa dalle carte, non da quello che gli hanno raccontato.

    4) Giampaolo faceva giocare (e tanto) Caprari, Murru, Shick, Torreira… Non fece giocare (troppo) Kownacoso, l’uomo col tatuaggio della mamma sul petto.

    Alle volte se le cose non funzionano e’ colpa dell’attaggiamento “tutto mi e’ dovuto” dei giovani piu’ che della cattiva gestione dell’allenatore.

    5) Se neppure RAIOLA si e’ lamentato della Samp… forse la storia non e’ esattamente quella dell’olandese.

    6) Il legame tra tifo assente e atteggiamento con iattaren mi sfugge.

  45. Non dico che gli altri giovani abbiano avuto le stesse difficoltà di inserimento, penso che il trattamento riservato al ragazzo diciannovenne appena arrivato dall’ Olanda, sia la prassi usuale però lui si è sentito abbandonato.
    Non vedo quali vantaggi gli possano derivare dal raccontare bugie che, se provate, andrebbero anzi tutte a suo danno. Spero che siano state solo incomprensioni visto che gli altri ragazzi nuovi pare si siano inseriti normalmente.

  46. Il nesso che per me unisce la perdita di tifosi e il comportamento societario, è che questa ennesima polemica non è che l’ultima di una lunga serie che si va ad aggiungere a tutte le altre.
    La faccenda Osti, l’ arresto del presidente, il caos societario, e quant’altro……..
    Io sono molto deluso da questo andazzo e anche se ora c’è Lanna a fare da parafulmine, credo di non essere il solo.

    • Parere personale, sono anni che perdiamo tifosi e prestigio. Sia per i risultati scadenti che per le uscite del guitto. Se vuoi puoi considerare il caso Iattharen l’ultima perla della gestione Ferrero.

      Ora dobbiamo solo voltare pagina.

  47. https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/11/14/mohamed-ihattaren-il-suo-addio-sarebbe-una-delle-piu-grandi-sconfitte-del-sistema-calcio/6391115/

    Non voglio convincere nessuno ma in questo articolo si trovano spiegati in modo sublime la storia, il personaggio, i fatti e le circostanze. Ci sono anche esempi calzanti di altri talenti che da giovani potevano perdersi e che invece, ben gestiti e indirizzati sono diventati dei campioni. Tutto dipende dalle circostanze che si vengono a creare. Articolo molto bello da leggere e scritto da persona per me molto competente. Se volete leggerlo, fa capire molto del mondo del calcio attuale.

  48. ho letto l’ articolo e vedo una semplice tirata d’ orecchie a d’ aversa come non valorizzatore di giovani…se ihattaren non ha voglia di giocare a calcio per come l’ avrebbero trattato a genova e’ messo male ed e’ meglio che si dia all’ ippica…parlo solo della samp perche’ a noi questo interessa e lui ha attaccato la samp…

  49. Caro SoloDoria, le cose che dovrebbero far riflettere, scritte in quell’ articolo sono quelle che spiegano come un talento puro possa essere bruciato sull’ altare del profitto e possa rovinarsi la carriera e la vita perché mal indirizzato dal suo agente o dalla società che lo acquista per fare un grande affare. Un talento puro va fatto crescere e va aspettato, va capito e perdonato e ancora aspettato. Non mandato a giocare all’estero da solo e senza affetti e riferimenti, in una società malmessa, che lotta per non retrocedere e dove l’ allenatore che deve ottenere risultati per salvarsi il culo e la carriera, non lo potrà mai lanciare in campo e dargli la fiducia di cui lui avrebbe bisogno. Il ragazzo Olandese questo lo ha capito e se ne è andato. E ha fatto bene. Con questo che cosa vorrei evidenziare? Voglio dire che purtroppo è difficilissimo che un giovane trovi alla Samp in questo brutto momento lo spazio che gli servirebbe per crescere e diventare un campione. Stiamo cercando di prendere gratis dei giocatori esperti per salvare la categoria e per un giovane, trovare spazio è dura (a meno di defezioni di massa come è stato con Ciervo col Napoli). Sono le squadre in posizioni di classifica più tranquilla che possono avere tempo e modo di aspettare e inserire i giovani più talentuosi. Anche Damsgaard l’ anno scorso ha trovato da noi le condizioni giuste per emergere ma quest’anno col nuovo allenatore non si è riconfermato e si è perso. Le circostanze e le persone che incontri incidono e cambiano il corso degli eventi.

      • Con D’Aversa, le partite che ha disputato prima di infortunarsi, sono state una pena. Perché?? Io me lo chiedo. È il giocatore che è un bluff o è l’ allenatore che incide nel rendimento dei giocatori? Io propendo per la seconda. Per me abbiamo preso e tenuto un allenatore non adatto.

  50. questo e’ tutto un altro discorso ma i mali di ihattaren sono stati causati, se sono stati causati, dalla samp solo in maniera infinitesimale…nella sua intervista ci mancava che accusasse la samp pure delle sue tragedie familiari…

    • Anche nel caso Ihattaren io penso che il comportamento dell’ allenatore ( e staff) abbia fortemente inciso nella creazione del caso. Tu evidentemente no. Pazienza. Non ti voglio convincere. Ma le circostanze incidono eccome. Con un allenatore più bravo, le cose sarebbero andate diversamente. Ne sono certo.

  51. Nella sua intervista, pubblicata integralmente sul sito della Juventus, ha parlato di un alterco con Candreva e a un clima molto pesante trai giocatori. E parliamo del periodo della preparazione pre campionato fino alle prime partite. Il clima nello spogliatoio quindi non era idilliaco sin dall’ inizio. Ranieri era riuscito a cementare il gruppo ma il cambio di allenatore ha creato tensioni.
    E quando non si è tranquilli si gioca male. Psicologia? Si. Questi purtroppo sono errori che si pagano. E noi li stiamo pagando tutti.

    • Ma scusa Antonio… come si può parlare di periodo pre-campionato dato che lui è arrivato a Genova il primo settembre? Dai, la sua storia non sta in piedi… ci sono incongruenze enormi a livello di tempistiche. Si è allenato alla Samp per meno di tre settimane, poi dopo la partita con la Juventus è finito fuori gruppo. Io credo che tu abbia eccessiva fiducia nelle sue parole.

  52. Vabbè ragazzi, che lui non fosse un tipo facile è chiaro a tutti. Che fosse un talento in rampa di lancio pure.
    Del suo carattere avrebbero dovuto esserne a conoscenza alla Samp, come del fatto che fosse un mancino. Il fatto è che è stato preso solo perché arrivava pressoché gratis, non perché lo si voleva valorizzare, non essendo nostro ma della juve. Appena lui ha capito, ha cambiato aria. E per me ha fatto bene. Io avrei fatto uguale e avrei mandato a cagare Raiola e la Samp.

  53. E questo dovrebbe insegnare che un giocatore giovane dato in prestito secco, va girato a una squadra dove può già are e maturare. Altrimenti per valorizzarlo occorrono formule diverse, come prestito con diritto di riscatto. Ma alla base di tutto serve un ALLENATORE BRAVO. Ecco, io credo che a noi manchi quello.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com