MONTELLA: “DOMANI SERVONO PUNTI. E DOBBIAMO PRENDERLI”

2

Vincenzo carica l’ambiente, alla vigilia del match contro il Sassuolo, nuovamente determinante per le sorti del nostro campionato. Ancora fiducia a Krsticic, dunque, secondo le parole del tecnico.

In effetti il buon Nenad si è integrato alla perfezione nel meccanismo blucerchiato, dopo tante partite viste dalla panchina. Domenica sera la sua uscita è coincisa con il calo netto di tutta la squadra.

Out ancora Cassano, per il barese si valuterà nei prossimi giorni
Domani servono punti e dobbiamo prenderli. Non servirà guardarci indietro, dice il tecnico, o guardare le sconfitte degli altri. Non dobbiamo salvarci con le sconfitte altrui ma solo facendo i punti che ci mancano”.
“Krsticic – continua il Mister – ho preferito sostituirlo col Milan, credo che domani sarà in condizione di giocare. La prestazione di domenica penso sia stata la migliore a livello complessivo. Dopo 3 giorni c’è poco tempo per recuperare, stiamo provando qualcosa ma le decisioni le prenderò all’ultim’ora.
Col Sassuoloconclude Vincenzino – è una partita molto delicata. Entrambe le squadre hanno bisogno di punti. Non darò un’anticipazione della formazione per non favorire gli avversari. Servirà giocare con intelligenza: abbiamo bisogno di punti e domani vanno presi”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

2 commenti

  1. Da quando c’è Montella, dal centrocampo in su, i nomi che dovrebbero fare la differenza hanno prestazioni altalenanti con prevalenza di quelle scadenti. Così ogni lunedi possiamo sparare sulla delusione di turno o incensare un paio di prodezze che fanno pensare alla consacrazione.
    Solo Viviano, De Silvestri e Quaglia garantiscono certezze prestazionali. Quindi è difficile capire se sia il modulo, la spinta dell’allenatore o carenze insuperabili dei singoli che ci costringono all’indovinello domenicale: sarà la partita del riscatto per Correa / Muriel / Alvarez / Cassano / Soriano / Fernando? In una squadra qualunque forse non ci sarebbe tutta questa pazienza di aspettare la sbocciatura del presunto campione. Gente come Dybala, e non l’unico, mi pare abbia no fatto abbastanza in fretta a farsi scoprire.

  2. Speriamo bene, se fra Lazio e Sassuolo non facciamo qualche punto domenica sera saremo daccapo nella bratta, anche perché le altre non staranno a guardare.
    La squadra è lenta, molti elementi giocano a 2 all’ora, quindi meglio che i nostri presunti campioni cerchino di abbassare i ritmi della partita per poi cercare qualche giocata nel torpore generale; se col Sassuolo vogliono metterla sul piano del ritmo la vedo male.

Rispondi a Cri Cancella la risposta

Powered by themekiller.com