MAGIA ASSOLUTA DI CANDREVA MA NON BASTA: SOLO UN PUNTO CON L’UDINESE

40

La magia di Candreva realizzata al 70′ nasconde quelli che sono stati i difetti della nostra squadra, che ha 6 punti in classifica ed è in piena lotta per non retrocedere. E’ stata una bella partita Sampdoria-Udinese, purtroppo giocata, e questo è necessario sottolinearlo, in uno stadio praticamente vuoto.

C’erano 3mila, forse 4 mila paganti quest’oggi a Marassi. La Sud mezza vuota, gli altri settori non ne parliamo. E allora Ferrero si dia una svegliata. Qua non si vuole giudicare la sua gestione, piena di difetti. Ma a parte questo: vogliamo abbassare i prezzi dei biglietti? Non è che ci voglia molto. Ferrero ti vuoi dare una svegliata?
La partita: al 14′ arriva il primo gol dell’Udinese: cross dalla sinistra di Deulofeu, inserimento di Pereyra che di piatto batte Audero, forse colpevole sul tiro del centrocampista argentino.
Al 23′ arriva il pareggio: Quagliarella dribbla Nuytinck, passaggio in profondità per Caputo che serve Candreva. Gran tiro dell’esterno blucerchiato che colpisce l’incrocio dei pali, sulla respinta palla involontariamente sui piedi di Stryger-Larsen e finisce in rete: 1-1.
Al 43′ torna in vantaggio l’Udinese: ancora angolo di Deulofeu, colpo di testa sul palo di Samir e respinta vincente di Beto che riporta in vantaggio i friulani.
Poi, all’inizio della ripresa, arriva il pareggio blucerchiato. Retropassaggio scriteriato di Walace, Silvestri frana su Caputo, rigore marchiano. Dagli 11 metri va Quagliarella, che realizza il primo gol in campionato.
Al 70′ arriva la magia, la prodezza assoluta di Candreva, il giocatore doriano tira una fucilata da fuori area, palla sotto all’incrocio e nulla da fare per Silvestri: una delle reti più belli del campionato e della recente storia blucerchiata.

All’82’ il pareggio friulano: Angolo di Pereyra, spizzata di testa di Nuytinck e tap-ìn vincente di Forestieri, per il 3-3 finale.
Era una partita da vincere, e non ci siamo riusciti. Ora testa bassa e pedalare. L’obiettivo del nostro campionato è la salvezza, ora deve essere chiaro a tutti.

 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

40 commenti

  1. Lo stadio vuoto non dipende dai prezzi (in linea con la serie A e in alcuni casi anche con la B) ma dall’atteggiamento della tifoseria organizzata di cui abbiamo parlato varie volte, la partita non mi è piaciuta come del resto le altre già disputate a parte Empoli, spettacolo non vuol dire tanti gol, questi dipendono dagli svarioni da una parte e dall’altra, preferivo cento volte lo sparagnino Ranieri, mi affretterei a richiamarlo ammesso che voglia tornare, la data doppia si avvicina, l’allenatore emergente lo abbiamo già avuto, anzi due, non è andata bene come sappiamo, non scherziamo col destino!

  2. Con questa rosa, se ti scopri per giocare a viso aperto prendi delle imbarcate dietro spaventose, nel primo tempo l’Udinese ci ha bombardato e fortuna vuole che ne ha fatti solo 2.
    Ma giocare a viso aperto e non essere pericolosi, è questo il vero problema secondo me, se non fosse per 2 errori dell’Udinese e una magia di Candreva, non abbiamo costruito niente di niente!
    Testa bassa e pedalare, e speriamo che torni Gabbiadini perchè davanti questa coppia non funziona e non può sempre fare tutto Candreva.

  3. Ahi….ogni attacco friulano da cardiopalma. Il filtro a centrocampo non funziona. Thorsby aspirapolvere lasciata troppo sola. Terzini ahiahi. Candreva ha veramente steso un velo su una squadra, volitiva si ma con lacune tecnico tattiche. Quagliarella bene se un pò arettrato…Caputo non me lo ricordo così….pasticcione. C‘è da lavorare ancora molto ma non la vedo cosī nagativamente

  4. A me invece la partita è piaciuta molto , l Udinese ha fatto un paio d errori individuali ma nn gratuiti ce li siamo guadagnati cn l agressività ,vanno considerate le identità delle squadre è l Udinese in quel senso è squadra fisica di gamba Orsato è un arbitro favorevole pr come interpreta le gare e la loro è stata una buona gara e nn meritava di perdere pr i volumi di gioco che si prefiggono di raggiungere nelle partite ,Beto signori è un gran bel calciatore il primo duello individuale Colley l ha vinto all 80simo…Noi ondivaghi male nella primaparte del primo tempo ,poi è salito Silva che ha iniziato a recuperare palla a metà campo e farci ripartire in situazioni di transizione a me è piaciuto anche Fabio che si è mosso bene in contromovimento cn Caputo il primo Gol è un azione molto buona come sviluppo cn Caputo che da profondità si trova la palla un po’corta e la mette in mezzo all indietro dove abbiamo 3 calciatori a rimorchio la prende Candreva che il più esterno dl trenino a rimorchio ma prende l incrocio in pratica a porta vuota,poi la carambola…Tutto nasce da una lettura di Silva che ruba palla e trova l uomo a chi darla cn campo aperto pr la transizione, il secondo pareggio arriva su un errore di misura d un avversario che cerca il proprio portiere sotto pressione ma era tipo il 5/6 passaggio nella loro trequarti dove noi stavamo pressando e ad ogni scarico abbiamo guadagnato lo spazio di divisione dl pallone,in pratica gli abbiamo rubato distanza dl pallone sino a quando in pratica nn avevano più vantaggio e sono costretti al retropassaggio mentre gli mordiamo le caviglie,palla poco precisa e Caputo si guadagna il rigore ,il vantaggio è una perla di Candreva ma riceve fronte alla porta e ha il tempo di prender la mira,sono due vantaggi quindi che lui trasforma in un gol bellissimo,ma c è di nuovo un lavoro ,nn è che gle la passa il portiere avversario… Abbiamo costruito altre situazioni degne di nota, l Udinese da par sua segna 2 gol da calcio d angolo e nn saranno gl ultimi è un arma cn quel tipo di squadra ,il primo Gol è cmq frutto d un mismatch ovvero il fatto che Delofeu si beve Berezinsky poi il centravanti brucia tutti guadagnandosi la pagnotta sul primo palo,la genesi è la solita belinata di Colley che poi rimedia solo che l azione nn finisce li e Audero ha dei primi minuti di partita che da freddo nn è lo stesso di quando poi entra in ritmo ,il primo gol dell Udinese oggi diciamo che poteva fare meglio anche sta volta,però poi fa un paio d interventi rilevanti pr il risultato e va detto…Nn ho ancora capito se il problema è il fit dei due centrali difensivi o quello dei due centrocampisti ? Pr interpretare questo sistema di gioco un po’più possesso palla ci vorrebbe pr far abassare il pace degl avversari ,cmq pr il momento Damsgaard nn incide e anche Throsby è sempre un po’in dificoltà a trovare una posizione dove far pesare la sua fisicità… A me oggi Caputo Quagliarella sono piaciuti in particolare il capitano ,Candreva sempre più mezz’ala d attacco e meno esterno continua questa sua trasformazione e mi pare sia andato bene…

  5. Con tutto il rispetto per D’Aversa a mio parere i sei punticini che abbiamo testimoniamo che è stato fatto un grosso errore nel lasciare libero Claudio Ranieri che per la nostra realtà è l’allenatore ideale. E pazienza se si vede poco spettacolo. Mi sa che se dovesse andare male a Cagliari è facile che possa ricevere una telefonata…

    P.S Per Luigi. Io l’articolo che hai chiesto l’ho scritto. Guarda indietro. Ciao.

  6. Io non ho al momento paura di retrocedere solo perché D’Aversa ha molto capelli ma credo che 42 punti siano il max possibile con questo modulo.
    Ricordo a tutti che la vittoria con l’ Empoli è arrivata perché loro hanno sbagliato l’ impossibile, il pareggio col Sassuolo anche,( chiedere a Caputo quanti gol si è mangiato) e per finire, oggi ringraziamo l’Udinese di non essere sotto 4 a 1 alla fine del primo tempo. Con questo che voglio dire?
    Che con Ranieri quest’anno si poteva puntare alla UEFA, mentre con D’Aversa ci salveremo a malapena. Sempre che a gennaio ci sia ancora lui e non un suo sostituto calvo e sempre che non smantelliamo per colpa dei debiti. Allora sì che potrebbe aspettarci un finale di campionato da cardiopalma.
    Per fortuna riavremo presto Verre, Gabbiadini e Ihattaren di cui Cassano è innamorato.E se lo dice lui, io mi fido ciecamente. Ma il nostro gioco così proprio ancora non va……

  7. La squadra è da 40 punti non di più l´allenatore temo di no ! Troppi gli svarioni in difesa , bisogna essere meno propositivi e più conservatori sopratutto quando si è in vantaggio e mancano 10 minuti , le buone prestazioni di Damsgaard in nazionale sono da trequartista forse D´aversa non lo sa ! Continuo a credere che questo allenatore non abbia l´esperienza necessaria per una salvezza che a questo viaggio la vedo più difficile in quanto questo campionato è più impegnativo di quello scorso ! Era quello che costava meno nada mas ! il 4-4-2 mette in ombra il Danese ed è uno dei migliori , mentre la magia di Candreva doveva valere i 3 punti , solo il gol li valeva !

  8. Ciao Roberto ti ringrazio per l’articolo,ti dico la verità a questo giro e forse qualche altro salvo scossoni volevo rimanere fuori, detto questo rispondo volentieri al tuo quesito, a Genova l’azionariato popolare è fantascienza dopodiché il buon Lorenzo asseriva del doman non v’è certezza sulla società sono moderatamente pessimista in quanto come forma mentale cerco di essere pratico guardare in faccia la realtà e poco teorico. Sulla squadra le tue stesse parole su Ranieri le ho espresse a un giornalista amico della Gazzetta in un’amichevole conversazione telefonica e anch’esso è della stessa idea che abbiamo entrambi dopodiché giustamente a ribadito il concetto che con certi personaggi più che incertezze non puoi avere. Vedo un pericoloso appiattimento a tutti i livelli nei colori che amiamo e ci fanno soffrire. Pazientiamo e aggiorniamoci in seguito se qualcuno in camera caritatis riuscisse a farsi scappare qualcosa ( nel passato era un po’ meno difficoltoso) ti farò sapere volentieri anche se presumo tu abbia più fonti del sottoscritto.

  9. Mi ero esaltato per la vittoria di Empoli, visto che considero i toscani una bella squadra con ottime prospettive per questo campionato, ma evidentemente, dopo tre partite che si concludono con dieci gol subiti e cinque gol fatti, è palese che qualcosa non quadri.

    Il gioco di D’Aversa è senza dubbio dinamico, più bello da vedere (se le cose girano…) rispetto a quello di Ranieri, decisamente più chiuso e tetragono. Però resta il fatto compiuto: non siamo di fronte a un gioco adatto alla Sampdoria attuale.

    O si sblocca Caputo, iniziando ad andare in gol con regolarità, oppure la situazione diventa pericolosa. Prendere due gol per farne uno non te lo puoi permettere se vuoi salvarti.

    • F… nelle amichevoli precampionato nn so’se ti ricordi abbiamo disquisito su cosa avremmo fatto nl primo posizionamento io parlavo di 3 punte e 3 centrocampisti tu avevi ragione e segnalavi d una linea mediana a 2 cn 3 calciatori intermedi cn un singolo attaccante… Io segnalavo che in quel sistema c era un problema di spaziature quindi d equilibrio , abbiamo problemi evidenti di filtro in transizione dell avversario,Silva nn ha il passo pr coprire una porzione di campio molto ampia e Throsby pr assisterlo nn riesce più ad entrare in area di rigore su azione,d altra parte Ekdal è un creator solo sul corto e pur comprendo infinitamente meglio nn ci permette di ripartire velocemente come il portoghese che ha la caratteristica d esser molto efficace nl primo pressing e sapendo fr ripartire l azione in modo funzionale ci da molto quando s accende…Io nn m aspettavo questo Candreva e avrei voluto vederlo come uno dei tre a metà campo pr sfruttare il suo lavoro cl pallone e il fatto che lui è un creator con gioco sia corto che lungo,ma oggi nn sò se vale la pena spostarlo dalla trequarti dato che sta funzionando benissimo … Ieri Fabio ha interpretato bene la parte in cui collegava l attacco cn il recupero palla,pr altro ha avuto anche due occasioni discrete pr tirare una pr tempo entrambe svillupe di palle da fermo …Sinceramente la cosa più ragionevole al momento sarebbe provare a cambiare la rotazione e penso a Damsgaard e Colley ,il primo perchè al momento Candreva è super e da più contributo quindi all equilibrio sacrificherei quello che mi sembra più in dificoltà a dare contributo su tanti minuti.pr altro lui ha caratteristiche in cui oggi probabilmente è più utile finirci le gare piuttosto che iniziarle,Colley al momento alterna troppo cose buone a cose pessime nella stessa gara oltre al fatto che te lo battezzano tutti in fase di possesso cn l Udinese 3 errori enormi a cui mette una pezza da grande atleta qual è ma ci fa vivere sul chi va là,magari guardando da fuori qualche partita capisce come stare in campo cn questo tipo d organizzazione e cn il nuovo fit cn i compagni…Nn è detto che risolvi ma se nn hai più equilibrio cambiando dove puoi fare upgradee vuol dire che i problemi sono altri e vai pr esclusione…cmq il problema nn è l attacco che lo vedi che c è anche quando si tratta di tenerci alti,stiamo regalando un gol a partita e spesso nel primo quarto di gara che poi la partita la cambia …Quando prendi Gol a difesa schierata cn 6/7 calciatori dietro la linea della palla il problema e di concentrazione di giocare senza palla ,si chiama talento difensivo la capsaità di prevedere i pericoli e posizionarsi o anticipare la situzione negativa…Nn so’ magari Ferrari che certo nn è un fenomeno però ha conoscenze al momento sarebbe più funzionale di supermen e batman a fianco di Maya che è lento ma che gl istinti li ha pr uscire a tempo o chiudere in aiuto…A noi nn serve tanto un po’più di possesso palla anche sterile pr rifiatare quando andiamo sotto fisicamente e smettere di regalare un gol nei primi venti minuti di partita

      • Prima di farmi un’impressione definitiva su D’Aversa, voglio vedere se la squadra con Gabbiadini gira meglio. Parto dal presupposto che Caputo e Quagliarella non credo siano adatti a giocare insieme e si dovranno alternare.

        Mi domando se con Gabbiadini messo a fare un gioco speculare rispetto a Candreva, con la possibiltà di rientrare sul sinistro e andare al tiro, la Samp possa diventare più pericolosa. Chiaro che servirebbe comunque un terminale diverso in area. Ma aspettiamo Cagliari e Spezia, poi spero che la società tiri le sue conclusioni.

        … in fondo Giampaolo è ancora libero…

        • Ti premetto che pur pensando che GP sia uno bravo ,lo detestavo ,ma cercherò d esser obiettivo…A me D Aversa pr il momento è piaciuto molto in generale a partire dall idee di campo ,alla comunicazione e gestione generale delle criticità… Credo che lui e Faggiano abbiano scommesso sul fatto di potersi trovare in una situazione diversa da quella attuale dl punto di vista societario e che l aziendalismo attuale sia di facciata anche se chiaramente influisce sul trend attuale…Io vedo un proggetto tecnico pr tanto immagino che 3/4 upgradee di campo sarebbero auspicabili ,alla fine questa è una rosa figlia d un mercato difficile e di scelte tecniche e nn solo antecedenti,diciamo che stanno lavorando cn quello che hanno … Una parte di questa rosa nl tempo se ci sarà verrà valorizzata dl lavoro ma è fisiologico che come c è chi alzerà il proprio livello pr il cambio radicale d identità c è chi nn si troverà bene e ridimensionerà verso il basso il proprio di livello…Penso che a oggi gli sia mancato Damsgaard da cui s aspettavano un contributo diverso e che stiano facendo grande fatica Colley e Augello le cui prestazioni sono sotto gli standard della passta stagione,nn che nn abbiano avuto alti e bassi prima ma è stato un inizio nn esattamente incoraggiante,pr nn parlare di Ekdal che a mio parere negl ultimi 3 anni ha offerto un contributo fondamentale pr l ottenimento dei risultati della squadra,in fine c è Audero che sta parando bene ma nn gle ne va dritta mezza,perchè sul primo Gol cn Milan,Napoli,Juventus e Udinese bastava un po’di fortuna pr nn far la figuara che ha fatto ,il problema di Emil nn è il parare dove pr me c è il miglioramento è sull aspetto dell esser decisivo in altri aspetti che deve crescere,gestisce male la palla quando ce l ha e oggi è un aspetto importante più che in passato,pensa al gol del Cagliari l anno scorso o a quante ripartenze perdiamo perchè nn ha visione dl campo e dei mismatch potenziali,cn l Udinese fa in uscita un passaggio a Silva senza senso ,primo era in un box&one è andata bene che nn è riuscito a controllarla ma anche che nn l abbia smorzata se no prendiamo Gol matematico,ma pensa anche a quante volte va su Colley facendoci in pratica andare subbito in affanno ,Omar è un grande atleta andrebbe sfuttato pr quella caratteristica se tocca la palla 50 volte a partita vuol dire che i compagni nn hanno capito una beata mazza,lui deve contrastare nn impostare ,gle la dai solo se ha 30 mt di vantaggio se no sai già che avrei gl avversari a morderti le caviglie all origine dell azione…Invece altri vedi Candreva stanno overperformando perchè si sono adattati a meraviglia o lo stesso Bere che nn sarà mai un super difensore ma quando attacca oggi è decisivo e lo spazio che gli lascia Antonio che entra nl campo lo sta sfruttando alla grande…Vedo in dificoltà Throsby nl trovare la posizione ma lo faceva giocare da quel lato anche Ranieri pr me cn quella morfologia un destro si trova meglio a sinistra,ma è una mia idea che il compasso di una leva lunga abbia angoli favorevoli a piede invertito cn palle che chiudono invece che s allarghino , ma la mia è una teoria che avevo quando giocavo che la palla meno la fermi meglio è quindi la palla pr esser fluida devi seguirla e nn viceversa,ma è evidente che Silva nn ha il passo pr recuperare e quindi tocca sempre a lui,nn che Silva nn abbia qualità di filtro tutt altro ma ce l ha in spazi ristretti ,pr me il problema d equilibrio è dovuto alle caratteristiche d attaccante di Damsgaard che sin che allargava il campo e copriva sul terzino o quinto di centrocampo avversario minimizzavi,ma da intermedio è uno Jancto 2.0 cn 10 kg in meno di muscoli,nn vuol dire nn possa farlo bene ma deve salire come livello d agonismo di caparbietà e fermare di meno la palla,una cosa e se la perdi sull esterno un altra in posizione intermedia…Manolo va visto cn Caputo,cn Fabio nn c è mai stato fit troppo simili anche se a piede invertito,da trequartista a me Manolo nn piace come nn mi piaceva da esterno alto ,pr me deve tirare 5 volte a partita dai 20 mt quindi lo vedo da seconda punta cn un centravanti che lavora bene di sponda e profondità,cn Caputo c è fit teorico molto buono,ma cmq Fabio in versione facilitatore cn l’Udinese ha fatto una gran bella partita e Caputo che nn ha avuto la fiammata,anche se ha un assist e un calcio di rigore a tabellino,nn male pr uno che ha giocato nn proprio bene… Personalmente penso che in molti si facciano un idea anche in base all informazioni che gli vengono date,ma se fai 3 gol in casa e nn vinci ragionevolmente i problemi nn te li da l attacco,ma è chiaro che Manolo condiziona gl avversari che devono venirti in contro quando sei a 25 mt dalla porta e nn possono aspettarti cn il castello in mezzo all area,ogni volta che la mettiamo in mezzo alta in pratica noi buttiamo via un opportunità in questo momento…

  10. Non parlerei più di Ranieri, ritornerà in Inghilterra in Italia nessuno lo ha voluto. Non parlerei nemmeno di punti è troppo presto per fare conti. Vedo invece una squadra con dei deficit. Il primo è dato dall’organico. Le riserve non sono all’altezza e se mancano due titolari come Gabbia e Verre (titolare perchè gioca in definitiva sempre anche se non dall’inizio) è buio profondo. Il secondo dato è il modulo. A me piaceva il 4-2-3-1 iniziale e lì ritornerei. Quaglia e Caputo NON possono giocare insieme inoltre abbiamo un problema a centrocampo. Ekdal è in calo, Silva non regge l’intera partita (ieri bene il primo tempo, male il pezzo di ripresa che ha giocato) e il nostro grande Thorsby lo vedo confusionario e solo contro tutti. Damsgaard è fuori posizione dovrebbe giocare sulla trequarti o seconda punta come in nazionale. Concludo con la difesa e D’Aversa. La prima è forse stanca, il nippponico è stanco e Colley alterna grandi interventi a stupidaggini colossali come a Torino. D’Aversa nei minuti finali invece di mettere Torregrossa non era meglio inserire Chabot che forse di testa è il migliore che abbiamo? Ogni corner era un dramma l’hanno prese tutte loro.

    • Luca (Brasile / Spezia) -

      Bravissimo!

      E poi diciamolo: in serie A non si può vedere una squadra che domenica dopo domenica lascia passeggiare gli avversari nella nostra area di rigore, fermarsi, alzare la testa, passare palla al compagno in arrivo, duettare, tirare… MA SIAMO MATTI?

      Qui non si tratta di moduli e tattiche del belino, si tratta di essere lucidi e cattivi nell’ultima linea di difesa. Ieri per la verità qualche palla spazzata via l’ho vista (finalmente) ma non si può lasciare l’avversario ragionare nella nostra area.

      Per l’attacco invece, direi che solo un asino cieco non vende la totale incompatibilità tra Caputo e Quagliarella.

  11. a questo punto darei una possibilità a Trimboli a centrocampo e a Di Stefano in attacco. Torregrossa deve ancora lavorare sulla tecnica per stare in squadra anche se da sostituto. Il centrocampo è la chiava. Tra playmaker e filtro c´è troppa poca conessione. La difesa deve soperire di questo manco e si vede ad arginare ogni manovra avversaria, abbiamo visto come l`Udinese aveva facilità a costruire il gioco dalla difesa in sù

  12. D’Aversa ha le sue colpe e infatti ora si cominciano a intravedere bene i suoi limiti. Se l’ anno scorso le ha perse tutte negli ultimi minuti, questo gli sarebbe dovuto servire di lezione per quest’anno. Poi io penso che se Colley fa cazzate, va tolto e va provato anche Ferrari o Chabot Damsgaard va messo in posizione più consona. Così incide pochissimo.
    Comunque a giocare così scoperti si paga sempre dazio. Se non migliora ho paura che non mangi il panettone.

  13. PassavoPerCaso -

    Le Pagelle…

    Audero 5,5. Diesel. Partenza: papera. Dopo dieci minuti: miracolo.

    Beres 6,5 La salva sull’ultima azione
    Augello 5 E si incazza pure perche’ non gli dicono che e’ solo. Usa gli occhi caruccio.
    Colley 5 Nuovo soprannome: infarto. Quello che mi prende ogni volta che lo vedo sulla palla.
    Yoshida 6 Fa quel che puo’

    Silva 6 Primo tempo magistrale. Nell’intervallo mangia la peperonata.
    Damsgaard 5 No, no e ancora no.
    Candreva 9 Senza di lui perdevamo 3 a 0.
    Thorsby 5 Ma che ci fa da rifnitore, con quei piedi?

    Quaglia 6 Mezzo punto in meno per avere un piede di troppo.
    Caputo 4,5 Il rigore e’ un doppio liscio. Per il resto sonnecchia.

    Ekdal 6 E che deve fare?
    Askildsen 6 Uomo giallo.
    Torregrossa 5,5 Mah..

    ___________________

    Se Beto le gioca tutte cosi’ e’ meglio di Zapata, compriamolo subito. Partita giocata sulla fortuna. Se ‘e vero che i nostri goal sono stati fortunosi (magia a parte) e’ anche vero che due dei loro goal sono stati convalidati da fuorigioco millimetrici (il laccio della scarpa di FQ27 e credo il gomito di Colley).

    Dietro siamo scoperti perche’ giochiamo iper offensivi. D’altro canto, quando giochi iper-offensivo ti aspetti che l’attacnte faccia dei goal, e Caputo non lo sta facendo. Se ieri si muoveva un po’ meglio magari commentavamo un 5-3.

    Comunque eviterei di pensare che ora lottiamo per non retrocedere. Non siamo una squadra da EL ma nemmeno di scappati di casa. Ricordiamoci che l’anno scorso abbiamo fatto 52 punti.

    • “Comunque eviterei di pensare che ora lottiamo per non retrocedere. Non siamo una squadra da EL ma nemmeno di scappati di casa. Ricordiamoci che l’anno scorso abbiamo fatto 52 punti.”

      “Non deprimiamoci.”

      Sono d’accordissimo con queste tue riflessioni PPC…
      Non ho visto la partita quindi mi astengo da ogni commento,
      ma un pareggio casalingo contro l’Udinese, ossia una nostra pari livello,
      non può essere preso come se fosse stato ottenuto contro il Pordenone,
      va accettato senza particolari drammi!
      Per chi ha buona memoria, le ultime due gare casalinghe contro i friulani furono sì vittorie,
      ma entrambe soffertissime e un pò fortunose, quindi direi che il trend ieri si è confermato,
      sentire e leggere che siamo da retrocessione perchè non abbiamo vinto, lo ripeto, contro una pari grado, mi lascia alquanto perplesso…
      Poi che ci siano cose da sistemare è fuor di dubbio, passino i 7 gol presi tra Napoli e Juve, ma 3 anche dall’Udinese che sono anni che, dopo il ritiro di Di Natale, ha i tra i peggiori attacchi della categoria è decisamente troppo!
      Sulla questione stadio io invece dico che il caro biglietti c’entra, eccome se c’entra!
      Faccio un personale esempio:
      in settimana avevo intenzione di andare, ma il biglietto di Sud non potevo prenderlo perchè non abbonato nella stagione 2019/20!
      Mi rimanevano come scelta la Nord ( ma dopo la mia ultima presenza non vi metterò mai più piede, mi fa schifo per principio! ) o i Distinti, alla modica cifra di…40 euro!
      Che per carità, pur non essendo benestante posso anche permettermi, ma con il non irrilevante particolare che ieri, la giornata della partita, le biglietterie erano chiuse!
      E il sottoscritto, che comincia ad avere una certa età, voleva proprio prendere il biglietto alla domenica per vedere anche che tempo avrebbe fatto ( le previsioni parlavano di temporali ), non sono più un pivello e spendere 40 euro e prendermi secchiate d’acqua per un anonimo Doria – Udinese non ne ho francamente più voglia, quindi direi che riaprire le biglietterie nel giorno del match è il primo passo che la società deve assolutamente fare!!!

      • PassavoPerCaso -

        Beh mi pare che il problema sia piu’ relativo all’apertura delle biglieterie che al caro biglietti.

        Che poi -magari mi sbaglio- non mi pare che gli ultras non si riferiscano al prezzo dei distinti.
        Personalmente farei biglietti quasi gratuiti per un paio di partite, anche solo per riempire lo stadio e ridare a tifosi e squadra la sensazione di normalita’, e anche perche’ alla fine 40E X 0 spettatori fa 0 incassi.
        Ma dire che gli ultras…
        … prima non entrano perche’ “o tutti o nessuno” e il 25% non va bene…
        … poi non entrano perche’ il 50% non va bene perche’ “o tutti o nessuno”…
        … e ora i biglietti sono troppo cari…

        Poi cosa sara’? Cara ho un ginocchio che mi fa contatto con un piede? Non vengo perche’ c’ho Judo?
        Resto perplesso, diciamo.

        • PPC
          a meno che non mi sia perso qualcosa, la tifoseria organizzata non entra SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per il discorso O TUTTI O NESSUNO, non mi risulta ci siano altre motivazioni, il discorso caro biglietti è da estendere a chi entrerebbe ma è frenato dalle limitazioni che ho scritto sopra, ripeto ieri il sottoscritto, e immagino tanti altri, per un Doria-Udinese non proprio imperdibile avrebbe dovuto spendere 40 euro, decisamente troppi…
          Non sono uno di quelli che pretende di pagare poco o di non pagare affatto, ma vista la situazione attuale, la società dovrebbe attuare una politica di forte ribasso dei prezzi dei Distinti, almeno per le partite con meno appeal…

          • Luca (Brasile / Spezia) -

            si!
            Infatti anche per questa decisione libertaria e di coscienza civica, sono orgoglioso della mia tifoseria.
            Non ci si deve piegare alla discriminazione e a leggi liberticide.
            Questo viene prima, molto prima, della passione sportiva.
            E che cazzo!

            • PassavoPerCaso -

              “nfatti anche per questa decisione libertaria e di coscienza civica, sono orgoglioso della mia tifoseria.
              Non ci si deve piegare alla discriminazione e a leggi liberticide.”

              Questo mi puo’ anche vedere d’accordo. Ma allora perche’ il messaggio che passa (vedi articolo) e’ solo “il caro prezzi”?

              Cosi’ com’e’ sembra una protesta contro la societa’, mentre per come la metti tu e Cabezon e’ una protesta contro una legge.
              Protesta che sarebbe infinitamente piu’ pregnante se di comune accordo con quante piu’ tifoserie possibili…

        • Quando un nuovo Commisioner NBA a metà degl anni 80 ad un momento di crisi della lega reagì cn un operazione di marketing che prevedeva l accesso alle Arene a prezzi stracciati ,fu aspramente criticato ma va registrato che David Stern è stato senza ombra di dubbio il più visionario dei dirigenti sportivi e cn lui al comando la NBA che è la lega dl terzo sport in ordine d importanza negli Stati Uniti è diventata la lega sportiva più importante dl pianeta nn che la più ricca, la Premier è a lei s ispirò e viaggia a 4 volte il fatturato della seconda che arriva 4ta pr tanto…Ovviamente la tua idea ha un senso e chiaramente anche un fondamento PpC …Detto questo se pr andar a far un giro in bicicletta ti chiedessero la risonanza magnetica le impronte digitali e fare il percorso d allenamento dei Seals ,che nn pr tutti resti uno svago pur amando pedalare sarebbe da tener in conto… Ogettivamente il calcio ha goduto d una quantità di agevolazioni incredibili,anche e soprattutto da parte di chi ne fruisce da consumatore ,che potevo farlo anch io, il manager : squadre indegne 16 mila abbonati campionati pessimi 20 mila di media spettatori ,soldi dalle TV credito dalle Banche su garanzie inesistenti dato che il bene principale sono i proventi televisi che dipendono dl contenitore che a sua volta è determinato dai risultati sportivi…Vogliamo parlare di sicuerezza comodità e volontà d offrire intrattenimento degno di nota ? Ora francamente El Cabezon sottolinea criticità che la fanno fallire un azienda ,il problema nn sono i 40 euro ma che sono spesi male forse ? cosa offrono i distinti in più della gradinata ? O la Tribuna ? Ma in generale lo Stadio ? So’che sto divagando ma se si va a un concerto è c è un audio pessimo è ragionevole o se l artista arriva bello pieno e sviene dopo 10 minuti ? O meglio se vai al ristorante e ti servono un pasto pr 40 euro a base di precotti della Ccop ? magari devi prenotare pure avere il green pass e bagnarti il sedere perchè comunque ti mettono a mangiare dove hai le chiappe esposte all intemperie ?…Oggi ci vogliono strumenti adeguati a quest epoca aver dei butta dentro invece che dei butta fuori è un inizio. ma solo quello…far partecipare agl utili i tifosi aprendo alla partecipazione sui cartellini ,in modo che le tifoserie possano diventare strumento della società e nn solo client se nn vogliono investire in strutture è una delle possibilità,poi c è vincere ma tenderei ad escluderla investendo denari a pioggia…Quindi o rendi lo Stadio acessibile e confortevole e hai un proggetto che abbia un significato sportivo quanto meno credibile, o investi pr vincere o bisogna che t inventi qual cosa che in questo anno senza Stadio un sacco di gente s è disintossicata e riportarcela senza un motivo valido era prevedibile fosse complicato…Cmq a breve gli ridanno il 100% e vedremo che succede ? Nn c entra niente cn chi sta fuori ma rientrerà ma è pertinente pr quelli che nn ci vanno più o nn ci sono mai andati,se vogliono crescere devono anche meritarselo temo e nn mi sembra ci sia niente di male ? tu che ne pensi ?

          • PassavoPerCaso -

            Hai perfettamente ragione, ma con me sfondi una porta aperta. Del resto molti presidenti sono lustri che cercano di poter ammodernare gli stadi, e chi e’ che ogni santissima volta si mette di traverso?
            E chi e’ che li vota quelli che si sono messi di traverso per lustri?
            E, insomma, se uno vota il partito dei lupi che poi non si lamenti dell’assenza di agnelli.

            Per il resto, potremmo discutere di cosa significa essere ultras, tifoso, simpatizznte e appassionato… Definizioni che sicuramente possono essere personali. Ma un limite un po’ oggettivo mi sento di metterlo.

            Chi si sente in diritto di dire ad una societa’ che non e’ sua cosa deve e non deve fare dovrebbe avere almeno il dovere morale di partecipare col tifo.

            • PpC ,temo di divergere sul tuo ultimo pensiero pur condivisibile pr il parametro di chi poi fa ciò che affermi,cn quell unità di misura è chiaro che tu abbia ragione, tutti buoni a far il B cn l S di altri ,altri recentemente l hanno scritto prima di me in queste pagine…Ma è l unità di misura che mi sembra superficiale, io faccio un discorso prodotto consumatore svincolato totalmente dal lato sentimentale, come è giusto venga fatto da una proprietà al di là che i sentimenti si possano provare,sai come si dice la gatta penosa ha fatto i gattini ciechi ? come ho già detto nn mi piacciono gl esercizi di potere,ma fino a ieri gli ha detto che nn contavano niente che erano i figli di un Dio Minore sin che gli facevano 18 mila abbonati e andavano allo stadio anche cn Vsco terzino sinistro titolare…chi è causa dl suo mal pianga se stesso,in commercio dicono che il cliente ha sempre ragione sarà demagogia ma sfancularlo forse nn era la cosa migliore ?

  14. Trascrivo quanto riportato nel blocco commenti delle Memorie” per Elio Panseri che mi scrive a proposito della Sampierdarena degli anni sessanta. Avrei bisogno che mi rinfrescassi la memoria perché non ti ricordo. Grazie.

  15. apprezzo d’aversa per il suo coraggio e per il suo gioco non speculativo. Però deve capire alcune cose prima che la situazione precipiti:
    1) Quaglia e Caputo non possono giocare assieme
    2) Damsgaard non è un esterno ma una mezzapunta da 4411
    3)Verre è una mezzala o un trequartista e non un esterno sinistro
    4) se gli esterni che ha in rosa oltre a candreva sono ciervo e iattharen, li deve utilizzare anche se sono in prestito

    • 1) è un fit che nn escluderei così categoricamente …
      2) il Danesino nn è un centrocampista o un tornante è un attaccante concordo ma a me sembra un giocatore che porta palla nn farei distinzioni sul ruolo ma sui compiti,l impressione e che in una seconda linea perde la peculiriata di superare l avversario in verticale e in orrizzontale perde d efficacia,d altra parte Candreva sta facendo benissimo ma nn da equilibrio in questa sua nuova versione più offensiva e meno perimetrale e lui come abbiamo detto pur provando a cucire cn u due centrocampisti l impressione che gli manchi un po’d agonismo e presenza fisica pr fare anche quello…
      3)concordo su Valerio a me nn piace da trequartista ma da mezz’ala cn GP aveva fatto molto bene e mi stupi quando lo mandarono a Perugia…
      4) Nn vuole giocare cn degl esterni a centrocampo formano un quadrato al meno di partenza, in fase di ripiego statico tornano in linea,ma stiamo facendo fatica a coprire quello spazio in azioni di flusso un po’pr il tipo di passo dei due mediani un po’perchè abbiamo poco talento difensivo nella nostra lina…pr talento intendo letture che poi implicano anticipare i pericoli più probabili invece che presidiare spazi che difficilmente verranno attaccati pr dire…Cmq Ciervo prima devi fargli fare dei minuti ,poi di dare…ora direi che è un po’presto l olandesino quando starà bene facile che giochi…A mio parere il problema e dietro e Dragusin sarebbe da vedere,a me nn stupirebbe fosse il più forte in rosa dei centrali di difesa

      • disamina approfondita e di qualità; mi pare di capire che ti aspetti anche tu qualche cambiamento di rotta da parte del nostro conducator. Non vorrei che fosse un altro giampaolo, con le sue fissazioni tattiche!

        • A me ha sorpreso ,il suo Parma nn era una squadra originale ,qui sta facendo un lavoro mastodontico… Sta disegnando un sistema di gioco esclusivo ed identitario, nn il suo o di quell altro ma fatto pr la Samp ed a suo esclusivo uso e consumo…Credo che andrà pr tentativi sin che nn trova l equilibrio e che piano piano abbandonerà anche la simmetria …pr me il grosso problema che sta incontrando è quello del playmaking difensivo,Silva nn ha il passo pr stare cn calciatori di gamba Colley potrebbe vivere di prepotenza su trequarti della porzione di campo che copre cn Silva e Augello ma nn ha la personalità e la garrà pr interpretare quel tipo di responsabilità,metti un centrale che ha voglia d attaccare la palla al suo posto e sali di livello,l altra questione è Throsby troppo preoccupato di dare copertura a centrali poco agressivi e ad un Berezinsky più ala che terzo di difesa se ache loro due quadrano i contromovimenti ti ritrovi il Norvegese 6/7 volte a partite attaccare l area di rigore e hai quella verticalità che adesso nn hai al meno in un terzo dei tuoi attacchi nella gara…Poi cè Manolo che è un attaccante atipico essendo più pericoloso da fuori area che dentro,pr me ci vorrà un po’ di tempo ancora ma se trova la chiave pr darci un po’ d equilibrio nelle due fasi di gioco e riesce ad accorciare un po’ la distanza tra chi attacca e chi resta in protezione abbiamo una squadra cn un gioco credibile pr fare 55 o + punti al di là che siamo partiti così e così…Cn GP francamente c è poca somiglianza sia nell aspetto dl gioco che dell idea ,GP aveva poca empatia cn lo spgliatoio e come sistema di gioco era tipo playstation d originale poco o niente basta che guardi le simmetrie che voleva ,rigide e inflessibili mai sfruttato un mismatch favorevole in 3 anni se doveva cambiare qual cosa,ricordo un Samp Napoli dove ignorò il duello Zapata vs Mario Rui tutta la gara … GP in quel che fa sarà anche bravo ma francamente lo rovina cn quello che s ostina ad ignorare ,anche la comunicazione qui è da persona equilibrata,GP si dava la zappa sui piedi da solo di continuo …

    • El dall inizio credo nessuna partita,ma era il 2 cambio di rotazione delle mezz ali e subentro spesso immagino abbia avuto un minutaggio intorno ai 700 minuti ,considerato come la pensava GP sui cambi doveva averlo in considerazione se no gli avrebbe fatto spolverare la scrivania in ufficio come cn altri centrocampisti … la rotazione di GP era di 14/15 calciatori cortissima gl altri nn arrivavano a 100 minuti

        • A sassuolo sta facendo bene da 3 anni ,da noi fece una gara a San Siro cl Milan che dominò … a difesa di GP in quel ruolo però ha sempre avuto abbondanza e se hai Alvarez lo fai giocare e che cribbio , o anche no ma qui credo di sfondare un portone aperto …Il buon riky o lo stesso Sala hanno fatto più danni della dea Calì ma minuti gle ne trovava sempre ,mi sa che aveva le sue simpatie ed è pr quello che nn lo si capiva

Lascia un commento

Powered by themekiller.com