GRANDE GIOCATA GABBIADINI- QUAGLIA: 3 PUNTI COL MINIMO SFORZO, SIAMO NONI

15

A Crotone la partita è risolta al 53′ grazie ad una bellissima giocata di Manolo Gabbiadini. L’attaccante ruba palla sulla destra, dribbla un avversario e lascia partire una pennellata che deve essere solo insaccata in rete dal sempre pronto Quagliarella.

Un lampo doriano risolve una partita tutt’altro che bella, diciamo pure soporifera, fra una Samp a ritmi bassi ed un Crotone che sembra aver completamente spento gli ardori della lotta salvezza.

Lo spettacolo non era di casa, questa sera, all’Ezio Scida. Per la Samp si ripete un copione già visto mille volte: primo tempo di livello tecnico angoscioso. Ci salviamo su due palle gol sbagliate dai calabresi (con Messias e Simy), poi colpiamo grazie ad una bella giocata dei singoli. Questa volta è decisivo Manolo Gabbiadini, ma anche Quaglia si è fatto trovare come sempre pronto in area.

Dopo la rete del vantaggio blucerchiato, il Crotone non dà segni di vita. Riesce a costruire una sola azione sul finale con Simy che sbaglia ad un metro dalla porta calciando alto (forse Audero devia in corner).
I calabresi sono veramente poca cosa e l’unico giocatore degno di questo nome, ossia Ounas, è infortunato.

Noi controlliamo la partita, che resta a ritmi blandi fino al 90′.

Finisce così, 0-1, nuova vittoria doriana, non giochiamo un calcio trascendentale (per usare un eufemismo) ma portiamo a casa altri 3 punti.

Saliamo a quota 42 , superiamo il Verona e ci collochiamo al nono posto. Fra 3 giorni, sabato sera, un’altra sfida importante fuori casa contro il Sassuolo.
L’ottavo posto è lontano 7 punti, ma non abbiamo nulla da perdere. Andiamo al Mapei Stadium per vincere

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

15 commenti

  1. Abbiamo vinto e va bene. Gabbiadini grande classe, da quando è tornato è cambiato l’attacco della Samp ed ha fatto un gran bene anche a Quagliarella. Partita mediocre come sempre gioco non esaltante, sbaglierò ma questa squadra ha valori importanti altro che Torino, Cagliari e Fiorentina. Ci vorrebbe un altra impostazione di gioco. Ranieri resterà e, penso, che l’unica notizia positiva è che chiederà di non smantellare la rosa dei titolari

    • PassavoPerCaso -

      “questa squadra ha valori importanti”

      Gia’, chissa’ chi e’ che lo dice da un annetto che questa e’ la squadra piu’ forte tra quelle allestite dal Viperoide.
      🙂

      Fa piacere vedere che non sono piu’ il solo.

      Un abbraccio.

        • Perché? Non sei felice del nono posto?

          Ok, non è per niente entusiasmante. Da dopo la scorsa annata va bene. Ormai noi siamo questi. In questo campionato, con questa dirigenza, sperare di arrivare tra le prime sette è pura e semplice follia.

          • PassavoPerCaso -

            Ciao Furente,

            Si purtroppo per ora siamo questi. Credo che la massima ragionevole speranza sia di migliorarsi anno dopo anno, ma, diciamocelo, tranne annate particolarmente fortunate, difficilmente faremo di meglio.

            Poi io il nono posto non lo schifo per nulla. Purtroppo i risultati sportivi medi sono proporzionali al bacino d’utenza.

            Questo non toglie che quest’anno avessimo una squadra piu’ che decente.

            • Ciao PPC,

              sì, se ricordi io pronosticai un campionato “più che tranquillo” lo scorso autunno, a fine mercato. In parte sono stato deluso, perché mi aspettavo maggiore continuità di risultati, cosa nata da alcune brutte sconfitte contro compagini come lo Spezia che, pur con rose inferiori, giocano un calcio migliore del nostro.

              Siamo obiettivamente bruttini da vedere, ma almeno siamo quadrati, cosa che ci ha permesso una salvezza raggiunta con largo anticipo.

              Il nono posto, al momento attuale, è davvero il massimo a cui questa Sampdoria possa ambire. Le squadre davanti a noi hanno tutte rose migliori delle nostre, ed è abbastanza inutile sperare di raggiungere un ottavo posto che, a conti fatti, porterebbe comunque poco alla Sampdoria.

              Resta il fatto che al momento non vedo la società intenzionata a puntare a nulla di più dei termini prescritti nello statuto societario. Questo è il massimo risultato ottenibile dalla Sampdoria dell’era ferrero.

              Come sempre ben venga la smentita. Ma con sei partite rimaste, un calendario difficile e gli scontri diretti per ora a sfavore, appare impensabile l’ottavo posto.

  2. Tutto sommato, visto sotto l`aspetto del risultato, buon campionato della Samp.
    La serie A è tra i campionati che seguo come ritmo e intensità quello più scarso, ne soffre oviamente anche il gioco.così non meraviglia la posizione della nostra samp nonostante la struttura di gioco antiquatissima. Una domanda…vecchietti come Fabio, Ibra o anche Ronaldo giocherebbero con continuità in GB, Spagna, Germania?
    Penso proprio di no. questa è la serie a.

  3. Beh, alla fine siamo salvi, è quello che conta. Sinceramente con l’ottavo posto di facciamo poco e nulla. Giusto dire che saltarsi un paio di turni di Coppa Italia non sarebbe male, ma a questo punto del campionato mi pare proibitivo anche solo pensarci con sette punti di svantaggio sul Sassuolo.

    Anzi, gli emiliani, considerata la crisi della Roma, non escludo possano anche puntare al settimo posto, che vorrebbe dire accesso alla nuova Conference League.

    Io guarderei già al futuro. A Luglio, a meno di svolte societarie impreviste, dovremo (/dovrà) fare cassa. Sicuramente perderemo Audero, forse Augello, Jankto e Damsgaard, a cui si aggiungeranno anche Ramirez svincolato e Balde non riscattato. E, nel mentre, la questione allenatore è ancora in alto mare.

    Insomma… finito questo campionato, ormai senza possibili piazzamenti, inizierei già a progettare il prossimo.

  4. furentesei cosi’ sicuro che perderemo audero e jankto? io vedo piu’ colley sulla rampa di lancio…torneranno anche all’ ovile in tanti che non verranno riscattati…penso a murru ad es e murillo ma ce ne sono altri…se ci fosse ancora ranieri sarei un minimo sereno in ottica salvezza…quien sabe…ciao a tutti ragazzi

    • Premessa. Nelle ultime ore ho la sensazione che Ranieri possa restare.

      Non sono sicurissimo che Murru e Bonazzoli possano essere integrati in squadra. Se restasse Ranieri, e ho la sensazione che sarà così, penso proprio non verranno integrati in rosa ma si cercherà di venderli. Che data la stagione del Torino è un grande se.

      Murillo è un discorso diverso: bisogna capire se Ranieri vorrà tenerlo, specie se tu avessi ragione sulla cessione di Colley. I due sono incompatibili schierati insieme, ma con Yoshida al suo fianco penso che il colombiano possa essere utile. Servirà, comunque, un centrale, a meno che non arrivi un terzino destro a coprire la fascia con Beres.

      Saluteremo Augello e francamente mi dispiace. Trovo sia un buonissimo giocatore, sta dimostrando di valere la categoria.

      Audero sì, qualcosa mi dice che verrà ceduto, come Jankto. Ho più dubbi su Damsgaard. Non escludo che, specie se dovesse rimanere Ranieri, potrebbe rimanere ancora un anno per crescere.

      A centrocampo ho anche sensazioni contrastanti su Verre ed Ekdal. Qualcosa mi fa sospettare possano partire entrambi.

      Sull’attacco ho dubbi solo sulla permanenza di Balde. Temo costri troppo riscattarlo.

  5. Considerazioni in merito alla situazione attuale.
    1) Per i tifosi a cui interessa anche quest’anno abbiamo vinto il Trofeo Città di Genova (inteso come supremazia della città). Lo dico senza ironia.
    2) La mancata Superlega lascerà comunque strascichi velenosi dei cui esiti ancora non conosciamo la consistenza. Ma il calcio non sarà più come prima, che già andava male.
    3) E’ vero che il desiderio di una nuova proprietà non si è ancora spento ma è altresì vero che con quello che ci passa il convento siamo giunti al nono posto in classifica. Come dire: o il pezzo da novanta oppure….Nel senso che penso a società come il Parma degli americani che retrocederà o la stessa Fiorentina di Comisso che magari resterà in serie A ma è assai patetica. O il Torino di Cairo il cui eventuale omologo magari accoglieremmo a braccia aperte. Questo è il nostro calcio ed i suoi valori,, anche i massimi,non brillano certo per la loro luce. Prendiamo l’Inter che vincerà lo scudetto ma la sua gloria non va oltre Mentone o Lugano. E’ arrivata ultima nel girone eliminatorio della Champions ed eliminata pure dalla Europa League. Non abbiamo squadre tra le prime otto. Insomma siamo ancora al fallimento. Il nostro, a Genova, forse è anche relativo. Mi verrebbe da dire che siamo in buona compagnia. Si fa per dire…

    • Il punto R48 che al di là che la superlega fosse una ciofeca degna di chi la stava ideando la nuova Chempions league è un altra ciofeca come lo sono i campionati a 20 squadre ,questo succede perchè nl calcio fatta eccezione per poche amministrazioni illuminate ce ne sono tante di cerebroassenti,ora se uno sente quello che ha detto Florentino Perez si chiede se nn abbia la demenza senile e quanto all intervista d Agnelli ? stendo un velo pietoso ,nn mi meraviglia quello che dice che poi è quello che hanno detto a lui ma il fatto che ci abbia creduto e l abbia ripetuto come se fosse qualcosa di solido inconfutabile ,fa persino un po’di tristezza ,ma dl resto il mondo strisciato comprese persone che nn sono dei completi idioti ne sostengono in buona parte delle ragioni che francamente sono senza un senso logico come se a suon di ripetere che è davvero così lo facesse diventare così ? Ora chi ha un po’di dimestichezza cn i numeri sa che lo scorso anno quello della pandemia J.P.M. ha chiuso cn quasi il 50% iin + rispetto l anno precedente che tutte le banche d affari nl 2020 hanno registrato l attivo più significativo della propria storia,questo per dire che cambiavano padrone pr una fetta più grande della torta ma pr la natura stessa d un business dove il valore è volatile la torta nn è quantificabile. il patrimonio è il cash flow e che il nuovo padrone aveva creato un prodotto ad ok cn cui strangolarli perchè nn esiste al mondo che sarebbero riusci a raggiungere le aspettative delle proiezioni,cmq pr farla breve le Banche ragionano da Banche cn strategie da Banche,le Banche nn inevestono le Banche speculano,quando il denaro deve produrre denaro nn c è altro modo di chiamarlo poi che possa essere d alto impatto sociale in negativo necessariamente nn è nemmeno vero anche quello fa parte della narrazione,ma le proiezioni erano da eventi completamente diversi paragonabili ai grandi tornei delle Nazionali ,il calcio di club nn avrà mai quell impatto anche solo pr l inflazione dl prodotto oltre che dato che il calcio è lo sport aggregativo pr eccellenza quando c è il mix cl senso d appartenenza è tutto moltiplicato all ennesima potenza,in pratica bastava che chi stava facendo quelle proiezioni partisse dl presupposto che nn doveva calcolare quante mele c erano da vendere ma quante banane che sempre frutta è ma la similitudine finisce li…Il mondiale accorpa come minimo un miliardo di tifosi ed interessa ad almeno un altro miliardo minimo ma una super league diciamo che ha un 10% di quei tifosi e quindi fisiologicamente perderà una parte anche degl interessati diciamo un 30% quindi nn si arriva nemmeno al 50% dell interesse rispetto a quel tipo d eventi,poi devi sommare l inflazione dl prodotto data la spalmatura temporale dl prodotto stesso aggiungi anche il format poco emozionante della prima parte che è un riempitivo,se andava bene la Superleague avrebbe prodotto come interesse generale lo stesso dell attuale Chempions ma fatto crescere il CASH FLOW dei club ,credo che da qui in poi tutti possano capire perchè J.P.M. era coinvolta e che finanziare e prestare siano due cose diverse… Quanto a noi se il caciottaro capisse che se investe nl calcio invece che nei calciatori avremmo chance di elevarci l opportunità c è ed è grande,m aspetto un giro di vite da parte di chi ha rischiato di fare la fine della patata quando devi fare gli gnocchi come hai fatto notare tu in realtà la forbice qualità prezzo e a favore di chi viaggia dl 8 posto in giù ma mi permetto di dire che a me mi rappresenta la Samp nessun altra squadra al di là che l Atalanta si faccia seguire cn simpatia come lo farebbe il Sassuolo ed altre,ma con me che son Sampdoriano nn c entrano niente e infatti provo la stessa simpatia anche pr il Granada o l Ajax quest’anno anche la Rometta di Fonseca mi è simpatica,ma loro sono loro e noi siamo noi… Quindi se l Inter fa figure ridicole in Europa problema suo come se fosse quell altra squadra li che nn nomino se no devo fare i gargarismi cn la varecchina se mai ci tornerà ? Pr quel che mi riguarda sono aliene nn meno del Real Plutone cl portiere cn 6 braccia…

      • PassavoPerCaso -

        Perdonami MIk, saro’ antipatico, ma per quanto strano credimi: e’ un attestato di stima. (Ovvero: lo faccio perche’ so che sei uno con i neuroni che girano bene)

        ” Ora chi ha un po’di dimestichezza cn i numeri sa che lo scorso anno quello della pandemia J.P.M. ha chiuso cn quasi il 50% iin + rispetto l anno precedente ”

        Dove li prendi ‘sti numeri?

        JPM – Revenues:
        2018 – $129.824B, a 13.31% increase from 2017
        2019 – $142.194B, a 9.53% increase from 2018.
        2020 – $129.503B, a 8.93% decline from 2019. (<- Quello della pandemia)

        HSBC
        2020 – $66.204B, a 19.93% decline from 2019 (<-Anno della pandemia)

        A memoria credo che solo GS abbia incrementato i ricavi nel 2020, ma solo perche' il 2019 era stato una merda.

        Poi non so se con "ha chiuso il 50% in piu' ti riferivi a qualcosa di diverso, ma per curiosita' dove l'hai preso il numero?

        "le Banche nn inevestono le Banche speculano"

        La differenza e' pura semantica: in entrambi i casi si spendono dei soldi per averne di piu'. Entrambi i casi sono uguali in realta': qualcuno ha i soldi e li presta per guadagnarci un interesse, che questo avvenga con una cedola e che sia fissao da un contratto o che sia regolato dal mercato non cambia nulla, soprattutto moralmente.

        Fuori dai denti: quella della "speculazione brutta e cattiva" e' una sciocchezza, uno specchietto per le allodole. Siccome i meccanismi sono complessi, o siccome non si vuole che li comprendiate, vi si crea un problema falso da attaccare: la speculazione.

        "finanziare e prestare siano due cose diverse"

        La sola differenza che conosco e' che si prestano i soldi di qualcun altro, e si finanzia con i propri. Ma se a prestare/finanziare e' una banca mi pare cambi pochino.

  6. Mi spiego meglio quando ho dettoche questa squadra ha valori importanti. Mi riferivo principalmente ai soloni delle Tv e Giornali che continuano a dire che Fiorentina, Torino, Cagliari hanno rose più forti. No per me non è così. Siamo al nono posto e penso che quello sia il nostro posto, forse avremmo potuto raggiungerlo facendo un calcio migliore e più propositiva. Sull’amico Furente e sul calcio mercato io penso che non venderemo tutti quei giocaotri. Personalmente congelerei Colley, indispensabile per la difesa. Cederei Yankto in Bundesliga sembra richiesto e valutrerei con rammarico le proposte per Audero, in quanto abbiamo anche Falcone. Augello è bravo ma sostituibile. A questo punto però ci vuole un centravanti titolare (Quaglia all’Altafini) forte da completare il reparto a meno che non rimanga (ne dubito) Keita. Anche per me i vari Murru, De Paolo, Chabot, Bonazzoli, Vieirà, verranno ceduti o prestati.

  7. se vendiamo augello e non torna murru, fortunatamente regini ha il contratto scaduto…a sinistra in difesa saremmo messi maluccio…murru sinceramente a me non farebbe cosi’ schifo

Lascia un commento

Powered by themekiller.com