FINE MERCATO: SAMPDORIA VOTO 6,5 ORA LA PAROLA PASSA AL CAMPO

43

Si è chiuso dunque il mercato blucerchiato, animato negli ultimi giorni dopo le prime settimane di totale calma piatta. Sono arrivati alla Sampdoria giocatori interessanti, già pienamente formati. Saranno fondamentali per alzare il tasso tecnico di una squadra che ha iniziato il campionato con vistosi problemi e che vuole puntare ad una salvezza tranquilla, magari con qualche ambizione da parte sinistra classifica.

L’obiettivo salvezza è il sostanziale traguardo a cui possiamo ambire, aggiungendo a questo la possibilità di strappare qualche vittoria fuori pronostico, cammin facendo come ai tempi di Giampaoliana memoria.

Entrate e uscite.

Il fuggi fuggi di mercato ha riguardato in particolar modo il settore difensivo: via Nicola Murru, Fabio Depaoli, Jeison Murillo e Julian Chabot.
E’ ritornato alla base Vasco Regini, sembra definitivamente tramontata l’ipotesi Kwadwo Asamoah, svincolato dall’Inter.
A centrocampo c’è grande curiosità nel vedere all’opera Adrien Silva, fortissimamente voluto da Ranieri. Il portoghese, campione europeo con la propria nazionale, vanta un buon curriculum, anche se da diverse stagioni non è più protagonista. Silva arriva con un operazione low cost: zero spese e ingaggio nella media non certo stellare della Sampdoria. Potrebbe essere un colpo notevole della dirigenza a fronte dei costi non altissimi, non possiamo far altro che augurarci che sia così.

Salutiamo invece Karol Linetty e Ronaldo Vieira, ceduti a Torino e Verona.
Sempre a centrocampo, sulla fascia destra, molte parole sono già state spese per l’arrivo di Antonio Candreva: si tratta di uno degli esterni più forti e pronti del nostro campionato, dunque una piena garanzia.

La grande attesa, non possiamo girarci intorno, sarà per Keita Balde in attacco.

E’ lui che può ricoprire il ruolo di crack della squadra blucerchiata e fare la differenza in campo.
Strano il destino di Federico Bonazzoli: riconfermato e addirittura blindato (all’apparenza) con un contratto di tutto rispetto, doveva essere il futuro del reparto offensivo blucerchiato, Ed è stato invece impacchetatto e spedito anche lui al Torino (che non è riuscito a prendere Ramirez). In pratica il Toro ci ha messo a posto i conti, acquistando mezza Samp. Bonazzoli va in prestito con riscatto a 11 milioni, in caso di raggiungimento di alcuni obiettivi (non trascendentali): salvezza Toro e 5 reti dell’attaccante, in pratica oltre 2 milioni a rete. 

Tirando le somme su una squadra che l’anno scorso ha trovato la salvezza e che quest’anno punta ad una stagione ancor più tranquilla, il voto al mercato doriano si attesta su una più che sufficienza.

Poteva essere anche 7 se avessimo preso Llorente ma l’accordo con l’attaccante spagnolo non è stato trovato.
Ora la parola come sempre passa al campo. Fine mercato, Sampdoria voto 6,5

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

43 commenti

  1. Ma che io sappia Asamoah, essendo svincolato, potrebbe comunque arrivare. Ci sono state novità sul giocatore nelle ultime ore? O andate a sensazione?

    Per il resto posso dire che, pur non tconsiderando Llorrente un fenomeno, era il tipo di giocatore che ci sarebbe servito e aver ceduto Bonazzoli senza aver la certezza del sostituto dimostra tutta l’inadeguatezza della società nel mercato in uscita.

    Passiamo al mercato in sé: al momento, dalla cintola in su, la Sampdoria è uscita rinforzata da questa sessione. Se vedremo diventare il 4-2-3-1 il modulo standard della Samp (modulo che Ranieri adoperò già in altre esperienze) penso che la formazione tipo possa garantire un campionato tranquillo.

    Audero
    Bereszynski – Yoshida – Tonelli – Augello
    SILVA – Ekdal
    CANDREVA – Ramirez – BALDE
    Quagliarella

    Quello che mi preoccupa sono le poche alternative in difesa. Prima di tutto l’arternativa sulla fascia destra è diventato Rocha, al momento oggetto misterioso di questa nostra rosa. Sempre meglio che a sinistra, dove hai Vasco: gli voglio “umanamente” bene, però non lo ritengo assolutamente adatto alla serie A. Vedremo nelle prossime ore se cambierà qualcosa, ma se come dite voi il ghanese è andato saranno sudori freddi. In mezzo alla difesa non cambiamo: si spera solo che i centrali dimostrino più solidità.

    La mediana, con Silva ed Ekdal mi sembra abbastanza solida e vanta anche un’alternativa che stimo come Thorsby. Peccato sia rimasto anche l’anticalcio, Leris, ma abbiamo guadagnato Verre, che lì in mezzo può giocare ovunque. Bene Candreva, che nelle prime uscire mi è sembrato davvero voglioso di giocare e mettersi in mostra e ottima la sorpresa Damsgaard, che pare un colpo azzeccato (anche se è probabile che lo vedremo partire come prossima plusvalenza, se tutto andasse bene).

    L’attacco è da vedere come verrà utilizzato Balde, se ala di centrocampo o seconda punta. Il giocatore mi piace molto, anche immagino se ci vorrà un po’ per vederlo al meglio. Con la permanenza di Ramirez e Gabbiadini ci manca giusto una prima punta: non avremmo dovuto cedere Bonazzoli o, almeno, avremmo dovuto cercare prima un sostituto. Ah giusto, ma chi se ne frega: abbiamo La Gumina…

  2. La votazionedell’editoriale al calciomercato della Samp mi sembra troppo filo-aziendalista.
    Ribadisco che a mio avviso il centrocampo e sopratutto la difesa andavano rinforzati e , ovviamente, ciò non è avvenuto.
    Silva e Keita sono due punti interrogativi, con un buon curriculum nel passato, ma con un trend recente piuttosto scadente.
    L’unico acquisto sul quale si va sul sicuro, nonostante la non più verde età, è Candreva.
    Dietro dovremo abituarci alle amnesie di Bere , di Colley e di Regini, che ci costeranno diversi punti in classifica.
    Una mossa alla quale non trovo una logica è aver svenduto Bonazzoli al Toro , società che ci sta notoriamente sui maroni e probabile diretta concorrente per la salvezza. E’ di tutta evidenza che il calciomercato della Samp ha avuto come unico fine l’assestamento del bilancio societario e non il rinforzo della squadra nei reparti in cui è più debole.
    Se dovessi dare un voto darei un 5,5 scarso.

    • Stavamo sparando bene, poi all’ultimo è come se la mitraglietta si sia inceppata.
      Secondo me l’inceppamento è la mancata partenza di Colley.

      Speriamo che abbia ragione Boskov: “come gioca centrocampo gioca squadra”, visto che il reparto oggi ha un livello qualitativo medio neanche paragonabile al precedente.

      Per l’attacco… la speranza è che Ramirez sia motivato.

  3. Lascosascomoson -

    Io avrei preso almeno un altro difensore di spessore. Quello è il reparto più debole ed è triste che non si faccia abbastanza per rafforzarlo soprattutto perchè uno come Ranieri pensa prima a non prenderle

  4. Sono d accordo in buona parte sia cn Furente che cn Alex57 anche se ritengo la finestra di mercato largamente positiva nl complesso,credo che Bonazzoli sia stato un sacrificio e che se avessero trovato altre soluzioni pr fr cassa le avrebbero percorse è sotto gl occhi di tutti che tutto il mercato previsto pr Colley fosse un Bluff ci sono state due offerte concrete ed erano meno soddisfacenti che mandarlo alla VisPesaro,dl resto come dargli torto ? Un altro caso Vasco o bella di Torriglia ? Rocha aveva tantissimo mercato nn va visto come un ripiego ma come una scommessa,l ho visto fare il terzo di difesa a tre a sinistra in primavera e una volta il terzino sinistro a 4 e nn mi ero accorto nn fosse mancino è altissimo come centrale immaginate come terzino ? Quando l ho visto giocare m è sembrato molto pulito preciso ma il campionato primavera è poco indicativo,come terzino immagino vada valutato quella struttura fisica se è un vantaggio o meno ? In primavera da centrale nn da la sensazione d esser un adulto tra i bambini,ma è almeno un paio di livelli sopra la media dl campionato,a mio avviso gli mancano 10 kg di muscoli pr essere fisicamente pronto a fr il centrale in serie A ma da terzino nn saprei proprio nn ne ricordo a memoria uno cosi alto e longilineo … Un campionato da ultima opzione ma lavorare cn la prima squadra stabilmente e iniziare a fare qualche minuto potrebbe consegnarci a fine stagione un calciatore credibile ed è dai tempi di Ivan che nn proviamo a sviluppare un calciatore dalla primavera direttamente,potrebbe essere uno sviluppo interessante al di là dl calciatore specifico,da tifoso ritengo che sia un valore aggiunto portare in prima squadra ragazzi dl settore giovanile e immagino che sarebbe auspicabile anche pr la società sviluppare un paio di calciatori l anno ? Se no nn si capisce a cosa serva investirci ? Facevi come tanti altri e lasci che sia una delle migliori esperessioni dl tuo territorio e punto…

  5. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Sono d’accordo con Furente ma anche con Alex57.
    SE avessimo preso Ferrer (pietosa figura di merda in assoluto, sia per il risultato sia per lo stile della trattativa) e Asamoah, non venduto Bonazzoli, e invece venduti o regalati Leris, Regini, Tonelli, La Gumina e Jankto, sarebbe stato un mercato da 8.

    Siccome non abbiamo terzini di riserva togliamo 1 punto, aver venduto l’unico centravanti degno di questo nome costa un altro punto, e avere ancora in rosa gente da B come i suddetti giocatori, un terzo punto in meno.
    Totale 5

    Non ho considerato le uscite di Murru e Tonelli come fattore negativo, anche se ci sarebbe molto da dire sia su Linetty, sia sul tipo di operazione dal punto di vista finanziario.

    Non ho considerato l’altra ridicola performance sul portiere di riserva.

    Non è difficile prevedere che beccheremo una caterva di gol, e che se si dovesse fermare il Capiotano, saremo nella merda più totale.

    • Concordo con quanto scrive Luca. Purtroppo i 5 elementi citati che sarebbero da vendere, o meglio da regalare, non li vuole nessuno e la Samp, anche dandoli a costo zero, dovrebbe pagarne buona parte del cospicuo ingaggio che percepiscono. Ergo : ti rimangono sul groppone.
      A bocce ferme mi piacerebbe leggere anche qualche commento da parte di quelli che, mentre il calciomercato si stava svolgendo, vedevano già una squadra che poteva giocarsi l’Europa soltanto per il fatto che arrivava Candreva.
      Come dice Luca, auguriamo tanta salute al Capitano che coi suoi goal deve cercare di sopperire alla valanga di reti che subiremo anche questa stagione.
      Ferrero ti prego vattene.

      • Alex57,al di là che l ignominabile nn lo digerisce più nessuno la rosa è nettamente più funzionale di quella consegnata a DiFra e cn cui poi ha dovuto lavorare Ranieri,ci trasciniamo danni fatti nl periodo in cui volevano tirar il bidone allo zio d’america,ma dato che cmq la nostra dimensione nn è da bigmarket pensare che bastino un paio di finestre di mercato pr porvi rimedio nn era ragionevole,pr altro una parte di società come fatto notare da Luca (quello che sta a Spezia e nn più in Brasile )nn brilla pr lungimiranza e continua a farsi nemici invece che amici, aver mancato Ferrer pr una forma di fare business invece che pr mancanza di volontà delle parti di farlo è sconcerttante ? L impressione e che siamo servili cn alcuni e ancor peggio prepottenti cn altri , uno stile che pr quel che mi riguarda è terribilmente fastidioso…Ma se guardo alle combinazioni di campo nn sono negativo chiaro c è una parte di rosa che ci vuole un mago pr valorizzarla e che dificilmente ti può dare qualcosa di concreto sul campo,che data la nostra dimensione è un regalo che fai ai tuoi competitor e un handicap pr lavorare sullo sviluppo di asset minori che però ti possono dare qualcosa in prospettiva…Ma oggi possiamo mettere in campo 2 strategie e un paio di moduli cosa che lo scorso Novembre era utopia,sino all arrivo di Yoshida avevamo problemi ad esser credibili persino cn un 4- 4 -2 basico cn due linee tanto strette che sembrava più un 8-2…Ovviamente se giochi cn la stessa linea a 4 difensiva dell anno scorso continuerai a doverli proteggere cn 2 schermi e resti quello che eri in fase di nn possesso (ovvero la banda dl buco),il solo Giapponese nn può cambiare il fatto che nn hai istinti difensivi degni di nota,perchè parliamoci chiaro Colley in una difesa a 4 è impresentabile pr la serie A,cn l aggravante che in 2 stagioni nn è migliorato tatticamente,probabilmente essendo un grande atleta e cn quel corpaccione sarebbe un valore aggiunto passassimo a tre e avesse un attaccante avversario a tutto campo come riferimento,ma a memoria in due anni ha fatto due diagonali preventive e in una ha bucato la palla e Verdi ci ha fatto Gol,ora fa il centrale credimi nn è normale sta cosa,Tonelli è un casinaro ma ne fa 4 dl gambiano a talento difensivo,cmq il problema principale è l accoppiata Colley Berezinsky sulla stessa linea in contemporanea,che farebbero sembrare scarsi anche Nesta e Rio Ferdinand,poi aggiungi che a sinistra nn abbiamo una certezza granitica ma un ragazzo cn grandi qualità di palleggio che s arrangia in tutto il resto,stravedo pr Augello ma difensivamente nn puoi certo battezzarlo come solido almeno pr ora…L altro aspetto e che Colley nn ha skills di passaggio quindi come opposto annulla il valore di Bere che è uno che sale forte senza palla e sarebbe una cosa positiva in normalità,ma dato che lo sanno anche in Galles che tanto nn gl arriverà mai il pallone sulla corsa lo lasciano marcare al guardalinee ,ora se si pensa a Silva come upgradee di Throsby si fa un errore il Norvegese è necessario come la besciamella nelle Lasagne dato che ci da tridimensionalità cn il suo gioco aereo,Silva è un grandissimo palleggiatore e anche uno che ripulisce dove i compagni sporcano ed è un upgradee di Ekdal in versione centromediano metodista,nn ho la più pallida idea di cosa pensino di fare ma se la difesa nn è esattamente inpenetrabile anche cn le varianti Ferrari e Tonelli e girali e rigirali come ti pare alla fine restano un armata Brancaleone,la speranza Audero finito il famigerato 2 anno delle conferme torni a crescere,il centrocampo può giocare a 3/4/5 in tre sistemi di gioco diversi e restare un reparto che tiene botta cn chiunque,poi è chiaro che se la strategia è diamo palla a Jancto che ci pensa lui Dio fammi colpire da un meteorite ed evitami tutto ciò…Ma anche la furia Ceca da 5to di centrocampo e cn il veto di accentrarsi senza passaporto e passare dalla dogana in certe occasioni può esser utile,chiaro meglio se alzandosi dalla panchina…In attacco credo che Keità avrebbe strapato un sorriso anche al Mister triste Eusebio,su via spiace pr Bonazzoli ci mancherebbe ma se il Toro si salva e Federico fa 5 Gol ci pagano Keità al monaco cn gli stessi soldi,parliamone Osti e Pecini(più Pecini immagino)potrebbe vincere il trufaldino d’oro cn sta manovra ? Poi c è da rallegrarsi pr Ramirez se nn altro pr lo sfregio a l ignominabile che pur di venderlo a Cairo si sarebbe fatto tatuare sul culo la rosa dell Inter che quest’anno è più lunga delle code tra Ovada e Voltri…

  6. Se non hai progetti nel cassetto,non hai soldi,hai buchi di bilancio cosa vorresti aggiungere a quella che è stata la campagna acquisti fatta tanto per mantenere la linea di galleggiamento? Purtroppo finché vedremo al comando l’innominabile aspettiamoci questo modus operandi.

  7. Voto 5 per la disperazione e il panico con quale si è consumato il caso Bonazzoli. Non potendo vendere nessuno delle altre pedine, che sulla carta garantivano un pò di moneta, si va a dare un giocatore in evoluzione al Toro, che si rinforzerà e sarà un avversario diretto. Molto male.
    Capitolo terzini…malissimo senza strategia.

    Bene Candreva, Balde, Damsgaard.

    Nel complesso l`ultimo giorno ridicolo influezerà negativamente fino a gennaio.

  8. personalmente mi aspettavo che un vice Bere arrivasse anzi qualcuno che lo sostituisse direttamente: la partenza di De Paoli – che intendiamoci l’anno scorso poteva fare meglio ma almeno ha fatto vedere gamba in un ruolo non suo – e la sua mancata sostituzione mi preoccupano un po’ perchè a dx l’alternativa è Rocha, a meno di non voler considerare il redivivo Ferrari come il terzino che non spinge a fronte di un candreva che a quel punto può essere sollevato un po’ da compiti difensivi considerato che comunque viaggia sui 33 anni e quest’anno ci sarà da sudare come animali d’agosto.

    bene chabot a spezia così si da una disbelinata.

    detto questo davanti mi spiace per bonazzoli che assieme a ramirez di riffa o di raffa l’anno scorso ci ha salvato senza mai brillare negli anni precedenti e che in prospettiva non sarà l’attaccante da 20 gol a stagione ma in un ambiente che gli ha dato fiducia e quagliarella come mentore poteva davvero migliorare e fare bene.
    centrocampo bene.

    gravissimi errori di fondo della dirigenza che aspetta l’ultimo giorno del mercato per stravolgere la rosa e consegna a ranieri una squadra ampiamente incompleta con la quale fare la preparazione.

    cmq forza doria e genoa merda.

  9. facendo mercato (o meglio facendo piu’ soldi possibili visto il magnate che abbiamo) con pochi spicci direi che Keita , Candreva e Silva sono soddisfacenti.Bene anche Verre e Damsgaard,mi preoccupa la difesa e avrei preso un centroavanti vecchia maniera che sfrutti i cross di Candreva,poi Ramirez non e’ che mi esalti ,nel senso che ha poca voglia e spesso si fa ammonire alla cazzo,ci voleva un Pavoletti un Llorente un Piatek insomma .
    Secondo me poi si puntava prima sul fattore “squadra collaudata” , quindi pochi innesti al posto giusto ma alla fine c’e’ stata un’altra rivoluzione sinonimo di zero programmazione e zero progetti ma questo lo si sa ….finche’ dura.
    anch’io ribadisco forza DORIA e appestati merda

  10. Il 6.5 mi pare corretto visto che non abbiamo una lira era difficile fare meglio, vediamo cosa tira fuori il Mister con questa rosa, davanti direi siamo più che coperti, centrocampo da sufficienza e difesa da 5, alla fine la squadra è passabile per una salvezza non dico tranquilla ma quasi.

  11. Vorrei provare a fare un ragionamento a tutto tondo: anche avessimo una squadra da arrivare nelle coppe la maggior parte storcerebbe il naso in quanto rosa più ampia ingaggi più elevati giocheresti di giovedì non hai tempo per preparare la partita della domenica, non dimentichiamo che a Genova ci sono due squadre (una di rumente ma questo si sa) quindi più di tanto non puoi fare in quanto città avanti anagraficamente negli anni, cosa vorrei da babbo natale? Un nuovo presidente serio non alla canna del gas che possa garantire alla squadra un tranquillo centro classifica dopodiché se arriva il magnate( ne dubito) in questo caso sogni di gloria.

  12. Per me il voto 6,5 è giusto. Personalmente avrei dato un bel 7 – 7,5 se come pensavo fosse andato via Ramirez, fosse restato Bonazzoli e fossero arrivati, come sembrava, Ferrer e Asamoah. Il centrocampo se Silva, fidiamoci di Ranieri, è forte è più forte perchè abbiamo perso Linetty ma abbiamo Silva e Verre, onestamente di Vieira e Depaoli mi importa poco, anzi avrei ceduto anche Yankto che ora giocherà poco con Keita e Damsgaard. L’attacco è forte anche senza Bonazzoli, l’importante è saper gestire Quagliarella. Le dolenti note sono in difesa in particolar modo sulle fasce, in caso di infortuni, squalifiche o cadimenti di forma che gioca? da un parte Regini… e dall’altra?

    • Luca (Brasile / Spezia) -

      Silver, dire che l’attacco è forte mi sembra veramente azzardato, e uso un eufemismo per il rispetto che nutro per te.

      Oltre al Capitano, di attaccanti abbiamo solo Keita e Gabbiadini, l’uno seconda punta che ha bisogno di una spalla di peso, l’altro non lo sa neanche più lui cos’è e dove dovrebbe giocare. Nella migliore delle ipotesi sono due seconde punte.

      Mi chiedo e ti chiedo se il solo La Gumina, un onesto pedalatore da serie B ti può far dichiarare tanto ottimismo: metti che si inceppi Quagliarella, cosa che può capitare anche ad un iron man come lui.. che cazzo facciamo?

      Abbiamo bisogno di una torre stile Zapata, Okaka, Llorente, ma anche Bonazzoli sarebbe stato benissimo con Keita a fianco.

      • PassavoPerCaso -

        Ciao Luca (bentornato)

        Premesso che avrei dato anche io il benvenuto anche ad un onesto Kevin Lasagna (con la quantita’ di cross che facciamo…) non capisco il tuo pessimismo.

        Abbiamo lo stesso attacco titolare dell’anno passato (se consideri Keita un’ala) e un attacco ben piu’ forte se lo consideri un attaccante.
        E il mercato deve cercare di milgiorare o lasciare invariato il valore dei reparti.

        Gabbiadini ha mostrato di poter fare decentemente anche la prima punta, se necessario (vedi colpo di testa spianato sul palo con la Fiore).

        Io non stravedevo per Bonazzoli, al quale auguro di smentirmi, ma oggettivamente per ora aveva ancora tutto da dimostrare. Ha fatto un quarto di stagione veramente bene (e quella dopo Lockdown, con i valori forse un sballati…). Onestamente averlo piazzato a 14 milioni (3+11, se ben ricordo) non mi pare malaccio.

  13. Versione bicchiere mezzo pieno:

    – abbiamo preso giocatori dal curriculum importante ( Candreva, Keita, Silva ) ed ci sono tre giovani ( Askildsen, Damsgaard e Verre ) che hanno già fatto vedere, chi più e chi meno, di avere dei numeri e di poter dare il loro prezioso contributo…

    Versione bicchiere mezzo vuoto:
    Candreva va per i 34 anni e alla lunga potrebbe pagare fisicamente il suo andare su e giù per la fascia, Keita e Siva vengono da annate dove hanno giocato poco e nulla, di quanto tempo avranno bisogno per entrare in forma?
    I giovani succitati sono per l’appunto…giovani, potrebbero essere dei crack come calciatori che forniranno un rendimento alquanto altalenante…
    Al bicchiere mezzo vuoto personalmente aggiungo i mancati rincalzi per gli esterni difensivi ( a destra o si darà fiducia a Rocha o sarà inevitabile adattare Thorsby e Ferrari, quest’ultimo però il ruolo lo conosce…) a sinistra è rimasto il solo Vasco…e poi il pasticcio Bonazzoli, che non mi è andato proprio giù!
    Al di là della svendita, che alla fin fine mi interessa fino a un certo punto visto che i soldi non verranno a me, l’ho trovata una presa in giro nei confronti della tifoseria dopo ciò che era stato annunciato solo un mese prima…
    Mio voto 6, peccato perchè fino a 24 ore prima ci poteva scappare anche un sorprendente 7…

  14. modernist359 -

    Eh sì, il campo sarà l’unica e vera prova di valore di questa squadra, ma io sono contento di una cosa sola:
    Ramirez è rimasto e non è finito nella squadra dei bibini come avrebbe voluto all’ultimo momento quell’essere con la faccia da deretano.

    Questa prova, chiamiamola “d’amore” di Gaston nei nostri confronti, nonostante siano noti a tutti i suoi pregi e difetti in campo e al netto di tutta la vicenda economica, mi ha dato una grande soddisfazione.

    Grazie Gaston e ora corri ancora per noi…Forza Samp

  15. PassavoPerCaso -

    A me il 6.5 sembra anche sacrso. Un 7 mi pare davvero il minimo.

    Abbiamo:
    1) Preso solo giocatori funzionali al gioco dell’allenatore, e lasciato andare via altri a lui invisi (Murru).
    2) Candreva:
    – Titolare squadra vice campione d’Italia
    – Nel giro (vero) della nazionale Italiana (e non stati esotici)
    – 32 presenze 5 goal 8 assist giocando da terzino destro nell’Inter l’anno passato (piu’ un goal e un assist in CL)
    *Qual e’* l’ultimo giocatore venuto da noi con un curruculum del genere?
    3) Keita
    – 4 goal e 4 assist in 24 partite
    – Nessuno credeva uno del genere potesse venire da noi.
    4) Verre + Adrien Silva.

    Guardando la formazione titolare, rispetto all’anno scorso abbiamo:
    Stessa difesa. Centrocampo infinitamente migliore, attacco migliore.

    Vi domando di indicarmi una sampdoria (degli ultimi sei anni) piu’ forte di quella che abbiamo ad oggi, sulla carta.

    • Una volta tanto sono d’accordo al 100% cn PPC….scarsi eravamo e scarsi restiamo in fase di nn possesso,ma quando avremo il pallone siamo migliori in tutto e quindi la finestra di mercato è largamente positiva e nn è tanto teorico che se tieni un po’di più la palla prendi anche qualche gol in meno al di là che nn hai lo Zar e Mannini a far la guardia alla cassaforte …PPC probabilmente hai ragione anche sul fatto che questa Samp come qualità sia superiore a quelle precedenti degl ‘ultimi anni,ma l impressione e che sia la serie A ad aver alzato il livello …D altra parte sono ottimista come era prevedibile dopo l annuncio di Silva che se s’integra ci può dare una dimensione oggi aliena,pr altro dopo aver visto Damsgaard cn la Viola quasi m auguravo che venisse ceduto Bonazzoli pr liberargli uno spazio temporale più ampio in attacco invce che a centrocampo e la permanenza di Ramirez ci da tridimensionalità ulteriore a quella di Throsby ..Poi e chiaro che avrei fatto a meno volentieri di rivedere Colley e Bere in contemporanea ma cn tanta leadership in campo nn è detto che nn si trovi chimica lo stesso ? Mi piacciono molto le alternative da spendere a gara in corso e cn 5 cambi quello che conta di più e quanti minuti di qualità hai da spalmarti nelle gare e avere tante soluzioni diverse pr gl accoppiamenti nei mismatch pr i finali di partita cn il risultato ancora in bilico…Quindi sono molto fiducioso,credo molto dipenda da quanto tempo ci metteremo a trovare la quadra ? Se indovina l assetto entro le prossime 3/4 partite e a Gennaio nn gle li vende tutti, quest’anno siamo una mina vagante,se no sarà un campionato tipo l ultimo di GP…

    • La prima SAMPDORIA di Giampaolo è stata la più forte di tutte, purtroppo ce ne siamo accorti solo…a stagione conclusa…
      E, per quanto fosse assortita malissimo, la Samp della gestione Zenga/Montella era una buonissima squadra…

    • Buondì PPC. Siamo sulla stessa lunghezza d’onda questa volta. Il timore non è sull’11 titolare, che mi sembra decisamente migliorato.

      Inoltre anche l’allenatore a Firenze ha proposto un modulo che ha dato maggiori garanzie. Il 4411/4231 mi è parso ci abbia permesso di tirare molto più spesso in porta, liberando al tiro ali e trequartisti. Con una punta di peso questo modulo sarebbe stato perfetto, ma lo avevamo visto già sei stagioni fa che anche con un nove atipico come era Eder c’erano buone possibilità di andare al tiro e segnare.

      La mia unica perplessità sono le poche alternative in difesa. Mi sono beccato strali per aver difeso De Paoli sui social, specie dalla ballerine (finite le elezioni gli resta solo il calcio, povere), ma cedere senza avere garanzia di un sostituto è qualcosa che non concepisco. Le operazioni che hanno visto uscire Bonazzoli e De Paoli e avrebbero dovuto vedere entrare Llorente e Ferrer mi hanno purtroppo confermato i timori su questa dirigenza quando si parla di progettazione. Affidarsi solo alla parola nel calciomercato non è mai una buona idea.

      A questo punto hai come prime alternative ai titolari Rocha e Regini. Vedremo se Ranieri sarà in grado di tirarne fuori qualcosa di buono anche da loro. Nel complesso la rosa della Samp mi sembra più che adatta a garantire un campionato tranquillo. Purtroppo queste cose non dipendono solo dalla rosa: una stagione dipende, troppo spesso, da eventi fuori controllo.

    • Anche io vedo una squadra nettamente migliorata, lo dico anche perchè onestamente ad inizio calciomercato non osavo nemmeno sognare l’arrivo dei giocatori che sono arrivati.
      Giocatori di livello internazionale che potevano andare in tante squadre verso le quali abbiamo costanti complessi d’inferiorità, “a iosa” e imbarazzanti.
      Quindi vedremo il futuro cosa ci porterà.
      Certo ci sarebbe anche un recente passato, in cui hai vinto a Firenze… Eri ancora in attesa di Keita e Silva, e avevi già due titolari: Candreva e Damsgaard. E un panchinaro, Verre, che ti ha fatto vincere la partita. Un calciomercato “plug and win”.
      Poi mi chiedo quanto contino certi “trick” psicologici. Se il mercato iniziava col mancato arrivo di Ferrer e Llorente, e finiva con l’arrivo, nell’ultimo giorno, di Candreva, Keita, Silva, Damsgaard e Verre?

      • Sentinel, non credo sia questione di quando siano state fatte certe trattative. Se vediamo alla globalità sono ancora piuttosto inca**ato per le cessioni assurde di De Paoli e Murru, per la pessima gestione dei contratti di Linetty e Ramirez e per il fatto che ci siano poche nuove sui rinnovi di Verre ed Ekdal.

        Il problema è proprio nella progettazione: vuoi cedere un giocatore? Devi essere certo di averne un altro in tasca. Non è la prima volta che la Sampdoria di Ferrero si riduce all’ultimo per trovare sostituti. Un paio di volte è andata bene. Altre, come questo calciomercato, molto meno. Ovvio che poi la rabbia derivante dagli arrivi mancati di Ferrer e Llorrente sia, tutto sommato, mitigata da un calciomercato più che sufficiente.

        Se fosse arrivato anche Asamoah, di cui ormai non si fa più il nome, io avrei dato anche 7 al calciomercato di questa stagione. Che io ricordi solo l’anno in cui arrivarono Zapata e Strinic all’ultimo giorno di trattative diedi di più. Però ci facciamo andare bene questa rosa. Abbiamo volenti o nolenti soluzioni alternative al 4-4-2 e siamo usciti complessivamente rinforzati, l’allenatore è stato soddisfatto. Tanto mi basta per essere tranquillo al momento.

        Poi, ripeto: ogni stagione è una storia a sé e non sempre a un buon mercato corrisponde un buon campionato. Dipende tanto anche dalla fortuna.

      • PassavoPerCaso -

        Rispondo a tutti

        @ Furente.
        De Paoli era uno stipendio costoso ed un giocatore pagato caro (per noi), difficile che uno cosi possa fare la seconda scelta. Certo in termini sportivi sarebbe stato bello restasse, anche perche’ secondo me e’ uno bravo.
        Quanto alle alternative, siamo arrivati noni avendo Beres-Murru titolari e SALA-Regini primi cambi. Se Augello e’ migliore di Murru, non credo Rocha sia peggiore di Sala.

        @Sentinel
        C’e’ anche gente che arrivassero Mbappe e Messi si lamenterebbe comunque.

        @Cabezon
        Sulla carta non mi pare. Con “sulla carta” intendo *prima* di vedere i giocatori all’opera. Avevamo (difesa) un lentissimo scarto della panchina dell’inter, uno slovacco appena sbarcato, REGINI, uno polacco sconosciuto (centrocampo) un giocatore venuto dalla serie B, Barreto, un polacco sconosciuto, un promettente giovane belga, (trequart-attacco) uno scarto degli scarti dell’inter (ALVAREZ), uno sconosciuto portoghese, QUAGLIA, e el gordo (a udine ridevano, poeri belinoni).
        Poi Schick ed altri ci hanno fatto vedere belle cose, ma questo dipende anche dall’allenatore e dalla fortuna…

        @Mik
        Siamo d’accordo. E si poteva anche far di meglio sia chiaro, pero’ capita. Francamente non mi strappo i (pochi) capelli per Bonazzoli. Magari diventa il nuovo Vialli, ma per adesso ha ancora tutto da dimostrare.

    • Perchè a suon di sentir ringraziare l ignominabile nelle press-one e leggere che li avrebbe convinti portandoli a mangiare la trippa a Testaccio ,ora mai qualcuno ci crede,il mercato lo fanno Osti/Pecini&C…(questanno alleanza cn la P&P ,pr nostra fortuna)
      Quello li è alla cassa e quando ci pensa lui so più danni della grandine,dato che riuscirebbe a far girare i maroni pure al Mahatma Gandhi !!! Quindi al di là che magari si è fatto bene (va considerato anche la contingenza)

      • PassavoPerCaso -

        “il mercato lo fanno Osti/Pecini&C…”

        E che il mercato lo fanno loro chi l’ha deciso?

        (ammesso e non concesso che sia cosi’)

        • PPC… Entro certi confini nn decide niente e meno male credimi,qualche volta gli fanno credere che qualcuna sia pure un idea sua,diciamo che nn è esattamente la prima persona che fa da riferimento pr le linee guida della parte sportiva,in questo mercato c è la mano occulta della P&P in entrata,un alleanza forse un possibile interesse di sponda in futuro chi lo sà ? Io no,ma Vagnati trattava cn Osti e la magata Bonazzoli la piazzata lui e in precedenza cl Monaco chi ha trattato è Pecini ,che ha ancora amici al Monacò …Morale cn il riscatto di Federico pari pari saldiamo Keità la prossima estate,a mio avviso i due metteranno le mani sul truffaldino d’oro 2020-21 !!! Ultimamente è capitato che più che lavorare su più tavoli sembrava che ci fossero due menagment distinti ad operare,qui si parla di business PPC …Nn scherziamo neanche il livello dl conflitto è ben più alto che quello dl campo,basta pensare che cn lo Spezia Ferrer era chiuso ma quando è stato fatto quel nome li, festa finita,ma i rapporti tra le due dirigenze sono più che buoni …di solito quando si sente odore di fumo da qualche parte un fuocherello c è

          • PassavoPerCaso -

            MIK, il lavoro di un capo non e’ saper mettere le persone giuste nei posti giusti e lasciargli fare il loro lavoro supervisionando i risultati, e dando direttive di massima.

            (Questo dovrebbero capirlo anche i politici tuttologhi)

            Cosi’ come l’allenatore non segna su un incornata, ma ha il merito di schierare un ariete, un capo non deve necessariamente comprare e vendere, ma mettere persone competenti a farlo. E se lo ha fatto bene, merito suo e buon per tutti. Se lo ha fatto male colpa sua e finisamo tutti nel guano.

  16. PassavoPerCaso -

    Come ogni anno, vorrei che indicasse le squadre che in quanto a rosa ritenete superiori alla nostra.
    Io vedo (nell’ordine):
    Juve
    Inter
    Milan
    Atalanta
    Napoli
    Lazio
    Roma
    Fiorentina

    Alla pari vedo:
    Torino
    Cagliari
    Sassuolo
    Bologna.

    E sotto tutte le altre.

    Ripeto che parlo esclusivamente di Rosa (non allenatore, ambiente, presidente, potenza arbitrale).

    PS. Per lo scudetto vedo bene Inter ed Atalanta.

    • Caro PPC, sono sostanzialmente d’accordo con queste eccezioni:
      * Sassuolo, secondo me è superiore in quanto cambia poco ed è già “rodato” (stesso allenatore per il terzo anno).
      * Fiorentina, al contrario, potrebbe rivelarsi una polveriera, i tifosi sono sul piede di guerra con Iachini (si, proprio lui, il guru qui tanto acclamato ma che obiettivamente esprime un calcio anni ’30) e per la cessione di Chiesa alla Juve.

      Sempre Forza Samp!

      • ciao gio di guru per fortuna c’ e’ solo il mediocre giampaolo, beppe e’ un mediocre come lui ma non se la tira ne’ viene dipinto come un genio per cui…iachini tutta la vita

        • Caro SOLODORIA, sia chiaro io sono e sarò sempre riconoscente verso Iachini per l’incredibile cavalcata che ci ha regalato una promozione che sembrava ormai un’illusione. E sono rimasto molto male dalla incomprensibile decisione di esonerarlo senza dargli una chance in serie A (per andare a prendere tra l’altro un soggetto come Ferrara!).
          Rimane comunque un allenatore mediocre, come tu stesso ammetti.
          Quanto a Giampaolo, io appartengo alla (purtroppo qui sparuta) schiera dei suoi ammiratori e non ho mai capito francamente tutto questo livore e odio nei suoi confronti, quando tutto sommato in 3 anni abbiamo visto una squadra giocare a CALCIO, con schema ben definito, ha valorizzato gente sconosciuta, ha vinto (quasi) tutti i derby e soprattutto ci ha tenuto ben lontano dalle zone pericolose! E si è ben visto dopo cosa è successo…

          • io spesso con giampaolo mi addormentavo…schemi da lobotomizzati per me… talvolta agli schemi si puo’ derogare e si segna come con verre contro i viola

  17. D’accordo con Gio,
    anche io scambio Sassuolo e Fiorentina:
    – gli emiliani dalla metà campo in su fanno spavento, se qualcuna delle grandi steccasse potrebbero davvero ambìre a un posto per l’Europa League…
    – La Fiorentina non mi convince per nulla ma non per il mister, semplicemente hanno costruito una squadra con dei Matusalemme ormai a fine corsa, davvero incomprensibile una politica societaria di questo tipo, mi sembra che abbiano fatto collezione di figurine…

    – Poi ci sono squadre tipo il Cagliari che al momento non riesco proprio a valutare, l’Udinese a leggere le formazioni scese in campo parrebbe una squadraccia ma negli ultimi giorni sono arrivati Pereyra e Deulofeu, le rumente, Covid a parte non mi sembrano malvagi, poi c’è il Torino che sarà legato agli umori del suo allenatore in panchina…ad oggi dopo le grandi vedo molto equilibrio, le differenze mi sembrano davvero minime, quelle sicuramente più scarse di noi mi paiono le tre matricole, il Verona e, forse, il Parma…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com