FERRERO, LITE CON URBANO CAIRO PER LINETTY: “VOGLIO DI PIU’”

8

”La svendita di Linetty ha forse dei limiti di decenza. Ferrero avrebbe sbottato all’indirizzo di Urbano Cairo, presidente noto per il suo braccio da circo Barnum, per l’offerta troppo bassa: 8 milioni di euro per il centrocampista polacco è a tutti gli effetti una proposta inaccettabile e surreale, con le milionate che circolano per calciatori che sono poco più che dei catorci.

Ma le regole di mercato sono note anche ai sassi: se è una società è con l’acqua alla gola, si avvicinano alla preda gli squali della situazione, pronti ad affondare i denti nella vittima sacrificale che si trova in difficoltà.

Ora persino Ferrero ha considerato la plusvalenza per Linetty non accettabile, alle condizioni poste dal Torino.

“Devo proteggere un capitale”, avrebbe detto lo pseudo n.1 doriano dopo che l’offerta del Toro è pure scesa, da 8 a 7 milioni di euro. Una presa per il deretano, ma i granata con sicumera prospettano a Linetty un contratto ben più ricco di quanto possa offrire la Sampdoria. E giocano al ribasso.

A questo punto Ferrero avrebbe rialzato la posta: “Con chi si credono di avere a che fare? Allora adesso Linetty non costa più 12 milioni di euro, ma 13 milioni. Così imparano”, avrebbe risposto a Cairo: la ricostruzione è di Tuttosport, quotidiano che non brilla per affidabilità ma che probabilmente in questo caso non è andato lontano dalla verità.

Insomma, il mercato delle vacche magre, del taglia, cuci e rammenda continua.

Ferrero è riuscito a dire che è suo compito “difendere l’immagine della Sampdoria”. Beh, qua siamo all’apoteosi del cabaret. Se non ci fosse da piangere, visto che queste vicende riguardano la nostra amata Sampdoria, ci sarebbe da farsi delle grasse risate.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

8 commenti

  1. Beh, se dopo aver tenuto botta per un semestre intero sulla storia dei 100 milioni Ferrero dovesse cedere Linetty a 7 milioni saremmo alle comiche finali. Il nano lo abbiamo, dobbiamo trovare solo la ballerina.

    E dire che la soluzione per il Residente sarebbe semplice. Basterebbe mettersi davanti a un tavolo coi procuratori del giocatore e trovare un accordo economico, facendogli capire che un rinnovo non pregiudica una cessione, ma tutela la società. Penso che, almeno da quel punto di vista, un accordo col giocatore si potrebbe trovare.

  2. Questa situazione paradossale in un contesto normale, visti i protagonisti potrebbe essere vera , il destino di Linetty potrebbe aiutarci a capire cosa ci aspetta ? Cairo facendo ribassare l offerta a che situazione esponeva la controparte ? è stato volontario e se si cn quale scopo ?

  3. Doveva tutelare l’immagine della Sampdoria, da che pulpito mi verrebbe da dire quando per sette lunghi anni si è coperto di ridicolo e ha fatto diventare la società un supermarket è ovvio che in un mondo dove vedi l’obiettivo maggiormente raggiungibile perché la forza che hai è pari a zero la controparte cerchi di agire d’astuzia. Certo è che comunque vada il presente e il futuro della “nostra” squadra è proprio triste, senza enfasi, e senza passione nella vita non vai da nessuno parte.Un saluto a tutti.

    • Dubito abbia inciso che l innominabile sia un giullare , i casi sono due : o ha cambiato idea sul valore che ha pr loro il ragazzo e preferisce fr la figura dl rapinatore, piuttosto che di quello che si tira indietro ? Di certo la percezione della vicenda e che il nano sia debolissimo che sia un danno collaterale o meno il virgolettato è da piagnucolone …

  4. Non metto in confronto i due personaggi, ma io sono Sampdoriano, Cairo è il presidente del Torino, e deve andare un po’ a fanculo. Lui e le dichiarazioni del tipo “Negli ultimi cinque anni siamo arrivati davanti alla Sampdoria quattro volte, ma non è una grande soddisfazione.” Luglio 2018. Per dire che la squadra era lontana dall’essere nel suo target di riferimento.
    Ah, bravo s’è visto quest’anno! Che progetto.
    Poi oh, se vuole recuperare un po’ dei milioni buttati nel cesso come un fesso per Verdi faccia pure, è una cosa di mercato, legittima.
    L’unica cosa che può farci vendere benino invece che malino Linetty, è… un po’ di asta.
    Comunque la volontà dei calciatori conta molto più di quanto generalmente creda il tifoso medio (nonostante sia anche ovvia come cosa… che senso ha trattenere qualcuno controvoglia). Se vuole andare, va.

    • Chiarisco l’ultima frase: noi i vari Barreto, Thorsby, giusto per fare i primi esempi che mi vengono in mente, li abbiamo contattati giusto un pochino (un pochino) prima della apertura della finestra di mercato…

      • Sent sono d accordo,però la situazione è pubblica quindi anche facendo gl ingenui e volendo dare il beneficio dl dubbio a quel cerebroleso d un Granata di nn aver pensato in che posizione metteva il nano …Che da parte sua che cosa c e l ha a fare un ufficio stampa ? Bastava tacere e far uscire una nota della società in cui ci ritiravamo dalla trattativa …i pettegolezzi avrebbero fatto il resto e Cairo nn sta messo bene cn i suoi tifosi e gli si sarebbe rigirata contro…

  5. Alla fine il nano ha fatto il suo numero e Linetty parte per 7.5 mln. Ci sono anche le ballerine? Perché ormai questa società è un circo.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com