AGONIA SAMP. ALTRO GIRO ALTRA SBERLA, TORNA L’EPOCA CAVASIN

43

Agonia Sampdoria. Usciamo dal terreno di gioco con l’ennesima sconfitta sul groppone. Un’altra sconfitta meritata ci proietta con la mente ai tempi cupi di Cavasin, quando le sberle prese in campo arrivavano da ogni dove e su ogni versante, tecnico e tattico.
Anche oggi abbiamo giocato contro una squadra nettamente superiore a noi, con giocatori tipo Praet e Brekalo che noi ci sogniamo.
Una squadra che ha la possibilità di inserire Pjaca a fine gara, mentre noi possiamo contare soltanto su due elementi agli antipodi: il giovanissimo Ciervo e la versione nonnesca del fu Quagliarella.
Insomma, anche oggi non c’è stata partita.

Ormai bisogna ammettere che le uniche squadre con cui possiamo giocarcela alla pari nello speciale campionato per la salvezza sono Salernitana, Venezia e Spezia. Per quanto riguarda il genoa dobbiamo augurarci che non si rinforzi troppo sul mercato. Mentre anche il Cagliari ha dimostrato che (a dispetto della classifica) ci è superiore.

Anche questa volta passiamo in vantaggio, grazie ad un cappella del portiere Milinkovic Savic che al 18′ regala il pallone ad Askildsen. Il centrocampista serve di prima Gabbiadini che imbecca ottimamente Caputo. A tu per tu con il portiere, Ciccio si ricorda di essere un attaccante e realizza la rete che porta in vantaggio la Samp. Ma è un vantaggio che dura ben poco.
Al 27′ cross di Vojvoda sul secondo palo, dormita colossale di Thoesby e Singo batte Falcone di testa 1-1.
Finisce un tempo sostanzialmente equilibrato, nel quale è comunque il Torino a rendersi più pericoloso. La Samp è salvata in più occasioni dal suo portierone (al 40′ Falcone è persino miracoloso, mettendo in angolo su un tiro di Brekalo deviato all’ultimo da Askildsen).

Nella ripresa rientriamo in campo con le palle mosce.

E’ ancora il Toro a fare la partita: al 67′ arriva la (solita) rete di Praet: Lukic crossa in mezzo e trova il centrocampista ex Samp. Il suo colpo di testa si infila all’angolino: 1-2.
Mancano 23 minuti più recupero. Ma chi attende la reazione rabbiosa della Sampdoria ad uno svantaggio casalingo resterà come sempre deluso.
Difendiamo l’1-2, molli e inconcludenti. Imbarazza l’incapacità totale di creare una minima pressione sugli avversari (cosa che persino i nostri pari Salernitana, Venezia e Spezia riescono a fare).
E’ ancora il Torino a governare la partita. I subentrati Cervo, Murru, Quagliarella non cambiano minimamente l’inerzia della gara. Il gioco offensivo latita e dimostra che la mano del Mister D’Aversa è pressoché inesistente. E nella mestizia perdiamo anche questa partita in casa.

Marca malissimo.
Servirebbero innesti per rivitalizzare una squadra che sembra soffrire la sindrome Cavasin: belino moscio e zero punti regolari. Un disastro.
Ora non si sa in che modo, se con prestiti, scambi, colpi disperati, ma da questo mercato dobbiamo assolutamente rinforzarci.
Domenica prossima la sfida delicatissima con lo Spezia, al Picco. Un autentico spareggio che non possiamo assolutamente perdere.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

43 commenti

  1. Peccato, mi aspettavo una gara come quella contro il Verona, altra squadra che ci è superiore, ma così non è stato, voglio fare però delle considerazioni più ottimistiche: per vedere la vera squadra dobbiamo aspettare il rientro di Colley e di Yoshida, il cambio Silva Rincon è un cambio che ci ha detto bene, ci manca un centrocampista con cervello e qualità tecniche in grado di tenere palla e di lanciare, spero che arrivi entro Gennaio, ed una punta aggiuntiva, ora dobbiamo sperare che le tre dietro perdano tutte e cosi con una giornata in meno la situazione resterebbe la stessa, da seguire anche il Venezia, spesso le neo promosse partono bene e finiscono malissimo, lo so, è una tristezza dover assistere a partite come questa e dover seguire le vicende degli altri ma è così, c’è poco da fare se non sperare di salvarci e aspettare il cambio di proprietà, desolante anche lo spettacolo di Marassi, 2500 spettatori invece di 5000, veramente non capisco

  2. Avendo deciso di finire il campionato con Cavasin, pardon, D’Aversa non vedo come possa andare diversamente. Zero gioco, difesa scarsissima nonostante le superparate di Falcone. Sempre dominati dall’ inizio alla fine.. e D’ Aversa sempre li. Sofferenza, patimenti e amarezze ma anche emozioni palpitanti che se avessimo ingaggiato Italiano, juric, Dionisi, Iachini o semplicemente confermato Ranieri, non avremmo mai potuto assaporare. Chissà se con lo Spezia riusciremo a vincere? O almeno a non perdere? Io non credo ma ci spero. Siamo nel 2022 purtroppo è anche se il nostro allenatore ha i capelli, comincio a temere che stavolta non basterà.

  3. La Societa’ passera’ di mano in serie B. I’ll gatto e la volpe tirano al paracadute!

    Se daversa allena in A, Mik sei da champions league.

    #salvateilmarinaiobaciccia

  4. Cosa aspetta il presidente tifoso a rimuovere l’allenatore?
    Forse perché il Cavasin con i capelli è amico di Faggiano?

  5. Thorsby dopo l’infortunio non era più in condizione di giocare. L’allenatore non può non capirlo. Aspetta anche un po’ ma dopo che vedi che non sta in piedi levalo! Eravamo largamente rimaneggiati contro una squadra più forte nell’organico ma si è vista anche la differenza tra i tecnici; un’idea di gioco ben definita contro la disorganizzazione più totale; ci mancano minimo due giocatori veri per stare tranquilli: un attaccante di peso e un regista. Ma dove li troviamo?

  6. Mi piacerebbe, se vi va, fare una domanda dalla quale ne possa derivare una sorta di statistica:
    Quale è, tra le tante nefandezze compiute dal “mostro”, la peggiore, quella, cioè, che potrebbe realisticamente portarci in Serie B?
    Grazie per chi vorrà partecipare.
    P.S. Io risponderò alla fine per vedere se la mia opzione corridponde alla maggioranza, come credo.

  7. Partiamo da D’ Aversa. Sono contento? direi di no ma non diamogli colpe non sue. La Samp di quest’anno è abbondantemente incompleta. Mi spiego meglio non abbiamo riserve dalla cintola in sù e siamo pieni di infortunati. La coppa d’ Africa e il susseguente infortunio di Yoshida hanno reso incompleta anche la difesa. La condizione fisica generale è preoccupante. Colpa di D’ Aversa e dei preparatori? Probabile ma abbiamo Ekdal infortunato da tutto il cmpionato, Damsgaard cosa ha o ha avuto non lo abbiamo ancora capito, fatto sta è come se lo avessimo venduto gratis, Beres entra e esce da contratture o noie muscolari come Ferrari. Il portiere non si era mai fatto male ma qui, forse sarebbe stato meglio lo avessero sostituito prima, inoltre aggiungiamoci che Quagliarella è crollato fisicamente che Dragusin e Ciervo sono promettenti NON NOSTRI e non sono nè Yankto, nè Linetty, nè Romagnoli. Detto tutto questo per la prima volta negli ultimi 10 anni non siamo in grado di fare la formazione per la Coppa Italia (chi se ne frega direte? certo ma è comunque una notizia). Torniamo a D’ Aversa quello che mi preoccupa ed è per questo che lo sostituirei è la mancnza di gioco. Il Torino aveva a memoria lo spartito noi viviamo su qualche invenzione di Candreva, in grande calo, e di Gabbiadini, non ancora al 100% fisicamente. Cosa fare? Oltre all’allentore ma siamo sicuri che un Giampaolo in corsa faccia meglio? chi prendiamo Zenga? Montella? che peraltro lavora? E poi dobbiamo assolutamente prendere un laterale di sinistra e un centrovanti….sano. Quanti problemi! temo seriamente la retrocessione. Spezia – Sampdoria sarà il crocevia!!!

    • giampaolo sarebbe ancora peggio. Aspettiamo seraficamente la B. Però Lanna deve prendere posizione, al di là dei soliti appelli inutili a stringersi intorno alla squadra. Spero che non sia solo un uomo di facciata

    • Spezia – Sampdoria ci dirà se ci possiamo salvare puntando sul Cavasin coi capelli oppure no.
      Nulla succede per caso, nemmeno la caterva di infortunati. Ci trasciniamo dietro errori su errori e chiaramente tutto questo si paga caro.

  8. Ho visto solo il primo tempo. La Samp non mi é dispiaciuta anche se dopo il gol loro il Toro è salito di volume notevolmente. Si Thorsby si doveva sostituire per la sola circostanza che ha nel gioco aereo la sua caratteristica più vistosa. Bo…D‘Aversa. É vero, la situazione è grave e le colpe per i problemi che incontra la squadra non sono tutte sue. Per la scossa forse un esonero si potrebbe fare. Squadre obiettivamente più deboli ci sono ma poche….mi fa venire i grattacapi. Queste partite non dobbiamo assolutamente cicarle come coi sardi

    • Caro Osch, la Samp non è una squadra da serie b. Ha giocatori importanti che sono mal gestiti, mal guidati e mal allenati. Si stanno semplicemente pagando care le scelte errate iniziali.

      • Hai ragione per le individualità …ma come gioco/organizzazione non ci siamo proprio, non reggiamo più di un tempo…la maggior parte delle volte

        • OSCH , ieri nn abbiamo nemmeno giocato male e il sistema di gioco che se nn sei efficente stecchi , dato che nn giochi pr procurarti un vantaggio ma pr raccogliere quello che l avversario lascia sul campo … Che è lo stesso che faceva l anno scorso Sir Ranieri , questo ci ha povato a far qual cosa di diverso ma gl hanno toccato il tempo il problema e che quando la palla la lascia agl altri devi essere efficente , ieri abbiamo avuto oltre il gol 4/5 occasioni le due di testa anche belle grosse … Poi se il problema e che ci hanno preso a pallonate ? e dalla settima dl girone d andata che veniamo presi a pallate ,unica eccezione il Derby … Se arrivano i risultati nessuno si lamenta troppo , anzi si gioca bene pr molti se si fa catenaccio e contropiede , cn catenaccio e contropiede nl calcio attuale fa fatica una super rosa come quella della Juve ,figurati noi … Personalmente preferivo il D’Aversa che cercava di reinventarsi di questo in versione Ranieriana l originale era meglio … Il Toro ha fatto la partita tenendo la palla nella nostra metà campo portandola spesso alla massima profondità , rischiando e accettando di rischiare e ha vinto perchè ha avuto più coraggio , forse se si considera l impostazione della gara la nostra è stata migliore come prestazione… In area di rigore hai concesso poco i due gol e nient altro ,come si fa a dire che i centrali hanno giocato male , o gli schermi ? hai perso 2 mismatch sulla tua destra e hai preso 2 gol da assistenza dalla profondità ,su inserimenti di 5 e 4 di centrocampo sul palo lungo… Noi abbiamo avuto due occasioni una molto simile alla loro ( quella di Fabio ) e su errore dl loro Portiere quella di Throsby , loro l occasione migliore è stata la parata su deviazione di Askilsen che si è beccato una riga di 5 dai giornalisti e invece secondo mè cn al fianco Rincon ha fatto una gran bella partita cn 2 chiusure difensive molto buone… Falcone ha fatto una buonissima partita ,Milinkovic no chiaramente Caputo ha segnato,Sanabria no abbiamo detto che i centrali di difesa e centrocampo hanno pr lo meno pareggiato la gara cn i dirimpettai …Com è che abbiamo perso ? come al solito se hai terzini più forti ad attaccare che difendere stessa cosa pr i 4 di centrocampo , se difendi più che attaccare probabilmente perderai … Sia Throsby che Candreva hanno avuto un paio di opportunità , zero Gol Singo e Praet in pratica hanno avuto lo stesso numero d occasioni e ne hanno segnati 2 … Lettura da pane al pane e vino al vino che tutti possono capire , perchè che Antonio al 60simo avesse la lingua di fuori,che Throsby lo poteva anche cambiare cn Askilsen e Rincon in campo , sono cose ovvie se pensi che si possa anche tener un po’di più la palla,ieri se Ciervo e Yepes o Trimboli giocavano 35 e 50 Minuti probabilmente si portava a casa 3 punti…la nostra prestazione è stata migliore della loro come nn tangibili , ma loro sono stati più efficenti e su quel volume di possesso palla negl ultimi 30 mt nostri , 2 gol sono quasi una sentenza…

  9. Per me Roberto 48 l’errore dell’anno è stato non confermare Ranieri, quello di tutta la gestione aver rotto il rapporto col pubblico in seguito a dichiarazioni insensate e sceneggiate televisive sgradevoli.

    A proposito di pubblico insisto, abbiamo sempre pensato che Marassi, soprattutto la Sud fossero il dodicesimo uomo in campo, ora allora giochiamo in 10, perché uno stadio vuoto per chi gioca è deprimente e da l’idea che non freghi niente a nessuno di come giochi, io posso parlare poco, abito a Pisa, ma almeno una volta sono venuto, sarei andato anche a Spezia se non ci fosse la nuova normativa e verrò sicuramente altre volte di qui alla fine del campionato, Ferrero ora non c’è più, non spara più cazzate quindi trovo l’atteggiamento di chi abita a Genova e dintorni incomprensibile e ultra negativo per i risultati

  10. Subito dopo la sconfitta contro la Lazio auspicai l’esonero di D’Aversa
    in quanto per me inaccettabile che una squadra di serie A possa subìre 6 reti in poco più di 50′ di gioco
    ( tre prese dai viola in 22 minuti e tre dalla Lazio in mezz’ora…),
    ma poche ore dopo arrivò la più bella notizia del 2021 e, in rapida successione,
    la vittoria nel derby, il passaggio del turno in Coppa Italia, il pareggio beffa col Venezia e poi quello bello contro la Roma.
    Pensavo che il peggio fosse passato,
    che lo scossone societario avesse avuto il potere di compattare la squadra e l’allenatore e far tirare loro fuori il carattere necessario per portare la nave in porto e invece…è tutto già svanito!
    Sicuramente siamo sfigati o quantomeno poco fortunati, abbiamo più infortunati adesso che negli ultimi 5 campionati messi assieme, e di contro faccio fatica a ricordare un solo episodio girato a nostro favore che sia stato poi determinante nel risultato finale…ma ridurre tutto a fortuna e sfortuna sarebbe sbagliato e fuorviante!
    Siamo la squadra che ha perso più di tutte dopo la Salernitana, prendiamo gol da 12 partite consecutive, nelle ultime 3 gare casalinghe siamo sempre passati in vantaggio eppure abbiamo racimolato un solo punto, ma come si fa?
    Fatte pochissime eccezioni che non spostano gli equilibri siamo lo stesso organico arrivato nono lo stesso campionato, un organico composto perlopiù da giocatori esperti, che dovrebbero perciò avere la mentalità giusta per sapere come muoversi nei momenti di difficoltà eppure sembriamo dei pulcini bagnati…
    L’ anno scorso giocavamo da far schifo ( ed è per questo che NON rimpiango Ranieri ), ma ci girava quasi sempre bene ed evidentemente Sir Claudio era riuscito a dare quel minimo di organizzazione e carattere che tanto bastavano, organizzazione di gioco e carattere che ora mi paiono mancare totalmente…

    • Nn voglio far polemica El , ma fatta eccezione pr le prime 7 di campionato dove complice anche un brutto calendario si era raccolto poco la Samp sostanzialmente è tornata a giocare come cn Ranieri ( che però va detto aveva la squadra saldamente in mano al di là che gli remava contro anche a lui quello là ), l attuale Mister dopo Cagliari all andata ha tirato i remi in barca negl ultimi 10 minuti cn lo Spezia avevamo più difensori in campo noi che spettatori ed eravamo in vantaggio di 2 Gol in casa … La stessa squadra nn c è e nn c era , se mi dici che nn è inferiore individualmente ti do ragione ma probabilmente sono gl avversari ad esser d un livello superiore, se nn come rose come proposta di gioco ? o magari più fortunati ? Ieri nn so’come fate a dire che nn c è stato carattere o gioco ? Il Toro ha giocato eccome dato che la palla l ha tenuta costantemente nei nostri ultimi 30 mt ed è ripartito quando in vantaggio senza regalarci più niente, io ho visto una Samp che ci ha messo tutto quello che aveva in campo provando cn gli strumenti che aveva a cavar sangue dalle rape e quasi ci riesce , ma la rapa è il catenaccio e contropiede che si fa quando si ha solo incontristi a metà campo , poi anch io sono deluso pr la mancanza di letture e di coraggio di chi dirige ma se avessi perso anche giocando molto meglio cn tre 19venni in campo,stareste tutti massacrandolo dicendo chi si crede d essere ? Guardiola… Catenaccio e contropiede è questo che ci sia D’Aversa ,Ranieri o il Trap , quello che serve è il coraggio di rischiare qual cosa di più e di far giocare anche giovani e giovanissimi ,magari nn tutti insieme ma farli giocare che abbiamo bisogno d entusiasmo come il pane in sto momento… Se cambiano e forse sarebbe anche lecito cosa ci aspettiamo cn questa classifica ? il nodo e dove andare a pescare + contributo e come e dargli minuti ,credo sia chiaro a tutti che in 7 giorni nessuno diventa il Sassuolo di DeZerbi ….

  11. Caro Roberto rispondo solo al tuo quesito per il resto taccio, metteresti al capo di una tua ipotetica azienda una persona di basso livello culturale con istinti che non hanno nulla a che vedere con l’onestà e che in passato ha fatto fallire tutto ciò che qualcuno gli ha messo a disposizione? Tutto il resto è una conseguenza e tralascio per non sembrare supponente cosa scrissi un mese fa sul faldone di quattrocento pagine in mano alla procura dove solo oggi leggo pagine che asseriscono che la posizione della società Sampdoria si stia ulteriormente complicando.

    • in veste do so’tutto di tutto al massimo OSCH , mi do fastidio da solo a volte … nn sò credo che se fosse mia responsabilità nn farei ne una valutazione tecnica ne economica ma di rapporti … Sè vedessi un ambiente giusto e fosse solo una questione di campo nn cambierei mai astagione in corso, nl caso l ambiente fosse tossico allontanerei chi di dovere anche un mister se avesse contribuito a renderlo tale , ma taglierei anche calciatori fondamentali sino a quel momento… nl caso si faccia una sostituzione di guida tecnica credo che la cosa migliore sia sempe sulla stessa lina,il profilo pr entrare in corsa ideale sono quelli che vivono alla giornata e cn la serenità di chi lo fà ,probabilmente oggi sceglierei Nicola che nn è Guardiola tutt altro ma un uomo cn la U maiuscola …

  12. Mia impressione è che il nostro attuale tecnico ha dimostrato di non essere bravo nel gestire e cementare i rapporti di spogliatoio. Inoltre, alla luce dei fatti, ha sbagliato le scelte di chi tenere e di chi lasciar andare. (Caprari su tutti ma anche Bonazzoli io dico e forse anche De Luca dato al Perugia) Ok, è stato sfortunato. Ma non ha carattere, è troppo molle, non è un motivatore e a noi ora servirebbe uno con le palle e con le idee chiare. Iachini era il meglio per noi, ma come al solito Ferrero ha toppato. Ora la scelta di Nicola mi trova molto d’accordo. Come qualità umane è quello che ci servirebbe.
    Poi però io lascerei disputare a D’Aversa la partita con lo Spezia prima di decidere se cambiarlo o no. Non solo per dargli l’ultima chance che per me non si merita più ma soprattutto per non caricare sul nuovo allenatore ulteriori responsabilità.

    • Anto mi sà che nn è stato lui a decidere niente sul mercato e in particolare le uscite, questa estate è uscito chi aveva richieste concrete anche in prestito e restati quelli che nn ne avevano ,gli ha preso Caputo dopo che erano partiti cn l idea di chiedere Defrel a 3 ore dalla chiusura dl mercato … è gli hanno ceduto Yancto e Tonelli a titolo definitivo come Silva adesso ,ovvero ha chiesto dov è tizio ? ha vero Mister nn è più cn noi ,Falcone nn è allo Spezia giusto perchè gl Aquilotti si son addormentati cn i documenti sotto il cuscino e gle lo mandavano a Ferrara alla Spal meno di 10 giorni fà se capitava, come se un portiere di 26 anni avesse bisogno ancora di fare gavetta , così prendevi Sepe che di certo nn costa di meno come ingaggio , why ? D’Aversa sicuro nn è uno stratega o fine psicologo e ha chiaramente il braccino corto ma di certo nn ha fatto lui la campagna aquisti , quella è tutta farina dl ex residente e dl suo portafoglio … come adesso senza Money c è poco da strcere il naso Rincon,Conti e Magnani sono un mercato faraonico anche rispetto a quello estivo

  13. Visto nell‘ arco delle 22 partite disputate, non vedo come D‘Aversa riesca a correggere la rotta presa nelle ultime 3 partite

    • D’ Aversa non può certo correggere più nulla. Quel che è fatto resta. Con lui la squadra è solo da lotta per la retrocessione. Si tratta soltanto di dargli la possibilità di uscirne fuori con dignità o decidere che lui merita ancora fiducia fino a che non perde tutto il vantaggio che ancora ha o infine di legittimarne l’ esonero e non scaricare già tutto subito su chi subentra. Dopo Spezia se fallisce, non ci sono alternative al cambio.

  14. Prime partite belle con idee di gioco,sparito il gioco ci si arrabattava con catenacci grinta e contropiede,ora il nulla.Stiamo prendendo la piega del Parma dell’anno scorso.Il problema e’ sempre a monte ,non ci sono piu’ palanche(si e’ sempre vissuti a plusvalenze).Nicola penso che non verra’ da noi.Sono cazzi adesso.

  15. Anche Alvarez?Giampaolo ………e chi lo paga ,ha alzato l’asticella dopo milan e toro coi risultati fatti…….

  16. Pensavo ci fosse più seguito alla mia domanda anche per la statistica che così non si può fare. Ma noto con piacere che Antonio e Semarco la pensano come me e cioè che e’ stata una sciagura non aver rinnovato il contratto ad un allenatore che comunque ci ha garantito tranquillità (leggesi 52 punti) e pazienza se il gioco non era esaltante come quello messo in mostra dal…maestro D’Aversa (???)che ci sta portando giorno dopo giorno nei bassifondi
    E oltretutto si dovrà spendere di più con l’esonero
    Perché il mondo è così popolato di teste quadrate?
    Una volta Luigi ha detto che la retrocessione non sarebbe il peggiore dei mali
    Avrà mica ragione?
    Forse è un’idea alla quale abituandoci vedremmo le cose in un’ottica diversa
    Ma, come si dice, è sempre meglio non provare questa esperienza
    Ai posteri…

  17. Cl beneficio dl dubbio ma nn troppo a sto punto : GP contratto garantito sino a fine campionato cn un opzione in caso di salvezza pr un biennale ? chissa chi è che decide in sto momento ?

  18. Boh….che stagione strange! GP!!?!?! Non so proprio, in mezzo al campionato se tutti sanno che lui adopera mesi per vederci chiaro. GP mi piaceva, ma a sto punto è un rischio enorme meglio il più volte citato Nicola. Un azzardo

    • Sembra che sia fatta OSCH , spero faccia bene perchè la priorità è salvarsi , ma gl avrei preferito praticamente chiunque altro , nn mi piace chi esce dalla porta pr rientrare dalla finestra …

  19. Certo che le cose oculate non fanno per noi. Invece di ingaggiare uno specialista in salvezze difficili puntiamo su un’ altro allenatore pluriesonerato sperando che inverta la tendenza e che la buona sorte ci e lo aiuti.
    Auguro comunque a Giampaolo di rilanciarsi e di dimostrare a noi e al mondo la sua bravura.

  20. Leggo che GP sarà il nostro nuovo allenatore
    Non sono mai stato un suo grande ammiratore ma vanno bene due cose:
    1) Comunque ci vuole una scossa
    2) GP è sempre meglio di questo fallimentare Salvo prova contraria

Lascia un commento

Powered by themekiller.com