TIKI TAKA? LI MORTACCI VOSTRI!

1

Ieri Ferrero è ritornato nel baraccone di Tiki Taka. I media lo reclamano: quando il presidente irrompe in studio fa schizzare l’audience. E’ senz’altro il personaggio del momento, simpatico praticamente a tutti i tifosi.

Tiki Taka resta tuttavia una zozzeria sotto i riflettori, un programma che fa sembrare il vecchio processo di Biscardi un consesso di intellettuali.
Pardo non sta nella pelle, il suo mito del momento è  Ferrero. Il quale, forse, farebbe bene a centellinare le sue presenze.
Il tentativo di Pardo e C. è di trattarlo come l’attuale fenomeno da baraccone, ma di baraccone c’è solo Pierluigi.
Il giornalista lo incalza di domande, in attesa che caschi in fallo, che spari l’ennesimo insulto a Thohir.
Lo tratta come una specie di macchinetta spara gaffes, ma Ferrero è più furbo e dimostra di stare al gioco con intelligenza.
Anche ieri sera Tiki Taka si è trasformato ben presto nell’abituale porcilaia.
C’era Zenga, c’era Scanzi, si poteva quindi disquisire di calcio, ma tutto il programma si è concentrato in una serie di domande a bruciapelo rivolte a Ferrero, in attesa della frase fuori posto: “Cosa pensi di Thohir, cosa pensi di Zamparini, cosa pensi di Lotito, cosa pensi di Preziosi… Etc”.

Il presidente, alla sua maniera, avrebbe dovuto mandarli tutti a farsi benedire.
Ferrero ha tenuto botta egregiamente, con gli occhi tipicamente invetrati dell’amante dei cicchetti,  ed è uscito indenne dal programma.
Ha vacillato solo un attimo, quando è tornato a parlare dei presunti natali filippini di Thohir. “Lasciamo stare la Filipponia!” ha detto il presidente.. Bene così, poteva andare anche peggio.
Come scritto l’altra volta, bisogna augurarsi che Ferrero, nel momento di grande popolarità che sta vivendo, diffidi il più possibile dal mondo dei media, spesso ipocrita, falso e imbolsito.
Il teatrino, lo abbiamo detto, reclama Massimo.
Ma a noi interessa solo che la squadra continui così e che la Viperetta si tenga stretto il suo “Okakone”.

La speranza è sempre che Ferrero saluti questi programmi con la sua schiettezza di borgata: “Ma li mortacci vostri!”

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

1 commento

  1. I tasti 4, 5 e 6 sono aboliti dal mio telecomando da anni, cosa sia Tiki Taka lo posso solo immaginare: spazzatura Mediaset!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com