MERCATO SAMP FONDAMENTALE, COSA SERVE A RANIERI

50

Manca ormai una manciata di giorni all’inizio del mercato invernale, che quest’anno rivestirà un’importanza fondamentale per la Sampdoria.
Comincia da gennaio, infatti, una sorta di mini campionato a 5, in cui i blucerchiati dovranno essere protagonisti e che comprende anche bibini, Spal, Brescia e Lecce. Le prime due in classifica si salvano, le altre sono spacciate. E il mercato è l’occasione fondamentale e non ripetibile di rinforzarsi in vista dei prossimi mesi decisivi.

Chi ci arriva peggio?
Senz’altro Spal, bibini e Lecce. La Spal è probabilmente la squadra piu’ scarsa del campionato, insieme al Lecce che però, se non altro, ha messo in campo nelle prime settimane una grande intensità di gioco (ora decisamente in ribasso). Il genoa ha chiuso l’anno con le pezze al culo, ma, come spesso accade, preziosi rivolterà a gennaio la squadra come un calzino bucato: si parla, dopo l’arrivo di Nicola in panchina, di innesti importanti: Perin fra i pali, un centravanti di peso, forse Piatek, forse Younes dal Napoli. Staremo a vedere.
Il Brescia è stato rinvigorito dal ritorno di Corini, l’ambiente si è ricompattato e la variabile Balotelli potrà essere la vera arma in piu delle Rondinelle.
Chi ha assistito alle partite del Brescia avrà notato che Balo è meno svagato del solito, è concentrato sulla sua squadra (di cui è tifoso da sempre) e ovviamente, nel bene o nel male, ha un valore tecnico che le altre compagini dei bassifondi si sognano. Da lui passano le speranze di salvezza del Brescia.
In questo quadro il punto interrogativo maggiore riguarda la Sampdoria. Saremo in grado economicamente di fare il mercato? Ferrero dovrà per forza vendere prima di comprare? E la camera di compensazione all’asciutto ci consentirà di fare acquisti in Italia? Il mistero regna nel magico mondo delle caciotte.
Certo è che a Ranieri servirebbero rinforzi in tutti i reparti (“Me ne servono 8“, ha chiosato il Mister, tra il serio e il faceto). In difesa si è infortunato anche Ferrari e Murillo non dà adeguate garanzie. A centrocampo, senza Ekdal, è notte fonda: Arnuzzo ha definito il reparto di centrocampo blucerchiato come il piu’ scarso della serie A. Sarebbe necessario l’innesto di un giocatore pronto, di esperienza e di qualità, almeno minima, in grado di fare gioco, da inserire al posto dell’acerbo Ronaldo Vieira.
Fra le linee, è sempre da definire il caso Ramirez. E’ chiaro che in una situazione di emergenza come la nostra, e con un Quagliarella lontano anni luce da standard accettabili, è Gaston Ramirez l’unico faro in campo, l’elemento chiave per la nostra salvezza. Ma Gaston non eccelle nel 4-4-2, il modulo ormai privilegiato da Ranieri. Dà il meglio come trequartista. E sarà il Mister di Testaccio a dover trovare i giusti equilibri per valorizzare l’uruguaiano e al tempo stesso mantenere la solidità di squadra.
Se il centrocampo, si è detto, è il piu’ scarso della serie A, non è che l’attacco brilli molto di piu’. Dipendenti dalla luna di Ramirez e Gabbiadini, sembra ormai troppo rischioso affidarsi al recupero che ormai avrebbe del miracoloso di Quagaliarella.
Eclissato Giampaolo, l’eclissi ha avvolto anche il buon Quaglia che ora, per il bene della Samp, dovrebbe accettare il ruolo di panchinaro di lusso, pronto a subentrare e dare un supporto di qualità esperienza e saggezza negli ultimi 20-25 minuti.
Al suo posto serve un attaccante serio e, come al solito, pronto per la serie A.  Nomi a caso: Politano, Kalinic, Barrow, Defrel, Eder. Tutti chiusi nella propria squadra o desiderosi di tornare in Italia, come Eder.
Si parla insistentemente di Petagna. Ma è verosimile che la Spal in piena lotta per non retrocedere si privi del suo attaccante piu’ importante e lo ceda per di piu’ ad una concorrente? Potrebbe farlo solo in presenza di una mega offerta. E allora casca come sempre l’asino: i soldi dove li prendiamo?
C’è chi nutriva dubbi sui miliardari americani. Ferrero, se non altro, non lascia alcun dubbio: abbiamo la certezza che farà il mercato tentando di barattare caciotte e fichi secchi per i rinforzi.
Le uniche pedine che potrebbero essere cedute per ricavare denari sono Caprari (che Ranieri continua a vedere come riserva, quindi sacrificabile) e Colley (e ciò vorrebbe dire rimpiazzarlo con qualche difensore esperto in prestito, magari con il cavallo di ritorno Tonelli, o un giocatore simile). Che dire, con il Vipera siamo come sempre in ‘ottime’ mani. Non resta che sperare in un miracolo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

50 commenti

  1. Se fosse vero tutto quello che è scritto in questo articolo ( nessuno lo mette in dubbio) la risposta a quale campionato parteciperà la Samp il prossimo anno è già scritta e se così fosse sarebbe il male minore……

  2. Non credo ad una parola di quanto scritto e per favore non fatemi più vedere la faccia di Ferreo in primo piano, voi ciurlate nel manico e a parte Roberto mi avete stufato!

  3. L’articolo mi sembra fotografi abbastanza bene la situazione attuale, di cosa ti sconvolgi Semarco?
    Non capisco la tua reazione…
    Poi se mf ha qualche amico benefattore che sarà pronto a regalargli qualche milione di euro o se lui stesso ha ricchezze a noi nascoste e ignote pronte da investire sul mercato allora benissimo!
    Che con ogni probabilità possa essere un mercato fatto perlopiù di scambi mi sembra una possibilità molto concreta, ed infatti personalmente più che in esso io spero nel pieno recupero di quelli che ci sono già che fino ad ora, per un motivo o per l’altro, non si sono espressi ai loro livelli…

  4. Si parla della possibilità di cedere Colley e Ramirez, senza questi due vai giù che è una bellezza, il mettere sempre la faccia di Ferrero mi da il voltastomaco, c’è una tecnica giornalistica ben precisa, quella di parlare sempre di un determinato personaggio, nel male ovviamente, fu fatta con Berlusconi ad esempio, processi su processi, puttane su puttane, mafia e quant’altro, è una tecnica che ti porta a disinteressarti del problema, alla nausea e a far sì che il problema non venga mai risolto, mi auguro che questo blog lo faccia involontariamente, anzi ne sono sicuro, ma il vedere sempre in primo piano quella faccia non lo sopporto più

  5. Effettivamente la lotta per non retrocedere circoscritta a cinque squadre fa un pò rabbrividire. Personalmente credo che la si possa estendere a partire dal Sassuolo e interessare quindi nove formazioni. D’altronde mancano due incontri alla fine del girone d’andata e poi c’è tutto il ritorno, in totale 21 partite. La stessa Fiorentina potrebbe beneficiare dell’arrivo di Iachini ma bisogna considerare che è da annoverarsi come “malata” nel senso che già lo scorso anno si è salvata all’ultima giornata e questi sono indizi che contano. Certo fotografando la classifica statisticamente si evince che almeno le ultime due, salvo miracoli, retrocederanno. Per noi conteranno molto il match da non perdere a Milano e la vittoria col Brescia. Certamente tutto è aleatorio però, come ripeto, non escluderei dalla lotta Verona e Udinese e Sassuolo. E considerando che in passato si si sono verificati casi di squadre considerate salve che poi sono crollate verticalmente non tralascerei del tutto Bologna e Torino…

  6. Ho dimenticato una cosa molto importante.Questa mia analisi riguarda lo stato attuale delle cose. Logicamente andrebbe rifatta a mercato di riparazione concluso. E non è poco…Vedremo.

  7. Non condivido del tutto l’articolo di fondo. Penso che se la Samp cedesse Ramirez o Colley il Mr. darebbe le dimissioni, perchè sarebbe retrocessione sicura e allora andiamo a vedere dove intervenire sempre a parer mio.
    Difesa: bisogna sostituire Ferrari due soluzioni una molto rischiosa Silvestre, ha 35 anni e non gioca da molto tempo, l’altro un pò meno rischiosa Tonelli. Bisognerebbe cercare il prestito magari con l’obbligo a fronte però di un minimo investimento.
    Centrocampo: manca una mezzala e qui il discorso è difficile. Per prendere un mediocre ci teniamo Veira e Bertolacci. Io punterei su uno straniero da prendere con diritto di riscato.
    Attacco: Qui il discorso è più fattibile. le squadre interessate a Caprari sono diverse va bene uno scambio con Petagna magari con l’aggiunta di leris, con il Sassuolo per Defrel e con il Parma con Inglese o forse più facile Cornelliusson. E qui finisce e saremmo più forti comunque. Di più con questa società non si può sperare.

  8. dimenticavo, sono anch’io d’accordo con Semarco
    NON FATECI PIU’ VEDERE QUELLA FACCIA…
    Grazie

    P.s. Un vecchio detto diceva parlate pure male di me purchè ne parliate. Non facciamo quell’errore!!

  9. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Secondo me, prima dell’infortunio di Ferrari (che sfiga cazzo!) in difesa non ci avrei messo mani: a sinistra siamo coperti da Murro e Augello, a destra avremo Berezinski e De Paoli oltre che a Murillo, al centro Colley con Murillo e Chabot da riserva. Pertanto uno in più da panchina sarebbe stato sufficiente.

    A centrocampo abbiamo diversi mestieranti, tra cui l’inspiegabile Bertolacci e l’acerbo Vieira, oltre che al pensionato Barreto e l’ET jankto. Secondo me, nell’attuale situazione Ranieri dovrebbe puntare su Ekdal (riserva Vieira) e Linetty, con un innesto di qualità. Il resto dovrebbe partire dopo aver sc alto un paio di riserve.
    Non capisco le lodi sperticate che ho letto su quel mezzo giocatore chiamato Ramirez: uno scandalo di pigrizia, discontinuità, presunzione e egoismo, che una partita ogni 7 fa un tiro di sinistro e magari la mette dentro. VIA!

    Attacco: qui son cazzi: Quagliarella ad oggi è riserva. Caprari deve andare via al volo (ottima l’opzione Sassuolo per Defrel con Leris in omaggio) e Bonazzoli va bene per la panca.
    Mancano non una ma 2 punte vere.

  10. Ciao Solodoria purtroppo ce’ poco da meditare anche se capisco bene cosa vuoi dire il problema maggiore e’ solo questo: o ferrero ( volutamente minuscolo ) cede o sarà fallimento il resto non conta

  11. Tranquillo Solodoria ora che non ci sono più gli americani brutti e cattivi sarà un mercato scoppiettante, da fuochi d’artificio!

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Invece con loro chissà che colpi ci sarebbero stati… tanto a parlare di cose irreali vale tutto.

      Io invece dico che discutere di questioni societarie adesso che la squadra è quartultima in classifica è una cosa delirante: meglio sarebbe concentraci sul campo, sulla rosa, e sul salto di qualità che va fatto nei 90 minuti di ogni partita.

      Poi a maggio, a salvezza conquistata, se e quando arriveranno offerte serie, formali, circostanziate e coerenti col valore della Sampdoria, ognuno farà il tifo per la soluzione migliore, che io spero possa essere un imprenditore alla Percassi, alla Campedelli, alla Pozzo, e non alla Knaster o DInan, o altri fantomatici magnati stranieri.

  12. Luca se bisogna pensare al campo, condivido, lascia perdere gli investitori stranieri e non riaprire ferite. Ma ricorda chiunque a parte il presidente dei bibini è meglio del nano di Roma

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Ciao Silver.
      Forse stiamo dicendo la stessa cosa con accenti diversi.
      Io tra il Joker e il Guitto mi tengo il guitto, comunque, anche se sogno Volpi o Messina, o Aponte, o altri mecenati nostrani.
      Auguri a Te e a noi tutti.

  13. Volpi…l amichetto della mafia nigeriana?concentriamoci sul mercato di gennaio come richiesto…il secolo che e ‘ ormai la voce del padrone ti dice che probabilmente in difesa non arriva nessuno perche’ i centrali saranno colley e murillo con riserve regini e chabot, a centrocampo stiamo che e’ una favola e in attacco forse scambieremo un cane con un gatto…di che parliamo?

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Ecco bravo Solodoria, concentriamoci sul mercato e sul gioco.

      Vedo che oltre al consueto disfattismo autolesionista, abbiamo anche una componente puritana che si permette di diffamare uno degli 10 maggiori imprenditori italiani, un uomo che ha costruito un impero con le sue mani partendo da zero, che ha fatto ancora più grande la ProRecco (regalandole anche il miglior impianto d’Europa), e che mezza Serie A vorrebbe come presidente… ma certo, non ha il passaporto russo, americano o arabo, forse per questo piace meno.
      Roba da matti.

      • Volpi e’della stessa pasta di gaucci e tanzi…o vuoi negare che gaucci e tanzi fossero delinquenti solo perche’ erano italiani?qui non facciamo politica e se guardiamo alla serieta’ delle persone il viperetta e’ uno dei meno seri anche se e’ di testaccio

        • Per te se un mecenato e’italiano va bene ma se fosse straniero, magari americano, no?capisco che fratelli d italia sia il dieci per cento come intenzioni di voto ormai ma lascerei la politica fuori dal calcio

          • Luca (quello che stava in Brasile) -

            Solodoria, nessuno ha parlato di politica, tranquillo.
            Tuttavia mi pare evidente che molti fantasticano a piacimento su sedicenti mecenati (diverso da mercenario, NB) stranieri, senza preoccuparsi di come e dove abbiano fatto i soldi, mentre basta accennare alla possibilità che un imprenditore nostrano si interessi alla Società, che viene sbranato in pochi secondi.
            Mi piacerebbe che tu avessi lo stesso livore che hai contro Volpi, anche contro i noti soggetti stranieri citati.

            Quanto alla tua comparazione con Gucci e Tanti, beh… credo si commenti da sola.

            • Su volpi sara’il tempo a dire chi ha ragione…mi srmbra sui giornali ci sia finito gia’ e non solo per i successi della pro recco…per me italiano camerunense o islandese se vogliono investire sulla samp sono tutti i benvenuti ma temo non ci sia la fila anche perche’ il viperetta qualche paciughetto, per usare un eufemismo,lo avra’ fatto.
              O credi anche tu alle persecuzioni giudiziarie?

              • Gabriele Volpi: accusato di bancarotta fraudolenta, riciclaggio, tangenti, corruzione di funzionari nigeriani,fatture false, tasse non pagate…vedremo…ma sognare l’ arrivo di un simile soggetto e schifare dinan e knaster mi sembra miope

  14. Infatti ha prescindere dall’aspetto calcistico tra uno che ha un’industria di giocattoli e un fatturato basso o alto che sia e un morto di fame romano nato con il c@@O rotto voi scegliereste il secondo come male minore. Oddio ognuno sceglie un po’ chi crede DE GUSTIBUS

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Ciao Luigi.

      Io scelgo il secondo, tappandomi il naso come diceva Andreotti, perché il primo ha già portato al fallimento 2 società di calcio gloriose, e credo che questo sia un buon argomento primario.
      Sono 2 bifolchi che in altri tempi non avrebbero avuto alcuna chance di arrivare alla poltrona della presidenza, neanche dai cugini, ma Preziosi è un vero bandito, mentre Ferrero al massimo è un avventuriero che ha alzato la testa alla prima occasione che il destino gli ha offerto, sottoforma di prestanome.

      È comunque una comparazione fuorviante e stupida, che di per sé la dice lunga sulla confusione sovrana che regna dalle nostre parti

      Come te e come tutti spero che arrivi qualcuno migliore quanto prima, ma con le carte in regola, altrimenti preferisco vivacchiare come facciamo da tempo, peraltro da ben prima dell’arrivo di Ferrero.

    • Luigi, nella storia di una società, non vengono scritti solo i trofei.
      Preziosi ha scritto nell’almanacco di quegli altri una retrocessione per illecito sportivo.
      Una roba abominevole (tralasciando la figura, anch’essa storica, di chi arrivò pure ad interrompere le vacanze per festeggiare una promozione per trovarsi due giorni dopo retrocesso).
      É una cosa che sono contento di non avere!

  15. Ho letto eresie su questo blog impossibili da scordare , tipo il buffone impostore è un buon imprenditore o che la mancata cessione è un bene in quanto gli americani loschi rappresentati da un pifferaio ( riferito a Vialli ) . Sarebbe giusto bannarli , poi pensandoci bene se a un delinquente viene regalata una società che usa per lucrarsi in ogni modo anche questi hanno il diritto di dire la loro oltre ad avere il pieno merito di averlo come presidente . Peccato che le banche e gli istituti di credito non si bevono le vostre fandonie così come la procura e i creditori , un vero peccato !

    ps. Una piccola precisazione sul joker che a parte il rondò veneziano la sua impresa è in attivo , i suoi dipendenti lavorano , in caso di emergenza i soldi li tira fuori e sopratutto ha la decenza di non presentarsi allo stadio e quando lo faceva non si è mai permesso di mandare a fanculo la gradinata intera , anche se questo per molti possa sembrare una cosa irrilevante !

    • luca (quello che stava in Brasile) -

      Mad Max, tu non banni nessuno: sei ospite in un forum e devi rispettare tutti gli altri, oltre che le opinioni liberamente espresse.

      Se non hai argomenti per controbattere le affermazioni che non condividi, taci.

      P.S.:
      il tuo amato Joker ha già fatto fallire il Como e il Saronno e questo è il suo curriculum:
      3.1 Fallimento del Como Calcio
      3.2 L’inibizione per l’affaire Como
      3.3 Caso Genoa-Venezia
      3.4 Caso Genoa-Siena
      3.5 Presunta evasione fiscale
      3.6 Doping finanziario del bilancio del Genoa
      In confronto Ferrero è un chierichetto!

      • Si perchè il tuo beniamino cosa ha combinato fino a ora ? Questo i soldi nella valigetta li mette però per portarseli a casa e si è di un altro livello . Hai tutto il diritto di esprimere le tue oppinioni ma sei cosciente della popolarità in sito e ovunque di quello che definisci un chierichetto ? Se non è così è un problema tuo credimi !

        • Luca (quello che stava in Brasile) -

          MAD, ANZITUTTO BUON ANNO.

          Forse non hai capito, ma siccome noto che vari altri frequentatori di questo forum sono caduti nello stesso errore, magari non sono stato capace io di spiegare bene i miei concetti.

          Provo di nuovo:

          1) al pari di tutti e forse anche più di tutti IO DETESTO FERRERO e vedere un personaggio simile alla guida della Samp, per me è una cosa blasfema. Spero che questo sia chiaro una volta per tutte.

          2) Ho detto, e ripeto, che PUR non essendo un chierichetto, ma semmai un avventuriero senza scrupoli, Ferrero ha fatto una gestione su cui poco può essere detto, ovvero
          a) ha venduto comprato in modo quasi sempre azzeccato realizzando plusvalenze che hanno permesso alla società di sopravvivere, uscire da una situazione debitoria, e presentarsi con le carte in regola per ogni competizione;
          b) ha ripulito la società da ruoli poco trasparenti, e ha valorizzato il patrimonio immobiliare e le strutture sportive (anche grazie ad un credito sportivo che normalmente non sarebbe facile conseguire)
          Aldilà di questi indubbi meriti, ha comunque continuato sulla falsariga dei presidente precedenti (i Garrone) vivacchiando a metà classifica senza ambizioni, e ha inquinato l’immagine societaria con guai finanziari e giudiziari propri, di cui ad oggi si conosce poco l’entità e la gravità.

          Questo è ciò che penso.

  16. Che poi non capisco perche’ incensare un volpi milionario pluriinquisito (certo meglio di ferrero perche’ almeno ha il grano) ma demonizzare dinan e knaster MILIARDARI ad oggi incensurati

  17. Vorrei lanciare un quesito unitamente ad una mia affermazione.
    E’ importante che un presidente abbia il portafoglio gonfio a prescindere dalla propria fedina penale se questo è propedeutico alla futura grandezza della Samp? O, viceversa, è necessario che sia anche una persona, proba, adamantina, che ridia la giusta impronta ad una società che della propria integra immagine si è sempre fatta vanto? Se l’etica conta ancora qualcosa allora voglio indicare una figura meravigliosa che solo per il fatto di averla citata, qualche tempo fa, mi sono preso un bel pò di critiche da chi (non ricordo il nome) non aveva capito l’intento che mi aveva spinto a fare quell’affermazione. Parlo, a mio parere, del Presidente N.1 in Italia, rappresentante di una società modello. Se lo avessimo alla Samp, pur non essendo ricchissimo, farei salti di gioia. Parlo ovviamente dell’imprenditore Antonio GOZZI. E ora chi vuole mi può contestare. Ma, prego, con valide motivazioni.

  18. Non e’ necessario sia una persona proba ma sarebbe meglio, dovrebbe comunque rispettare i nostri colori e la nostra storia, cosa che certamente il viperetta non ha mai fatto

  19. Ricordo il tuo post su Gozzi, Roberto, che invece personalmente apprezzai molto…
    Il patron dell’Entella è un personaggio che piace anche a me, umile ma deciso e ambizioso e dalla fedina penale IMMACOLATA, ricordo che un paio d’anni fa fu coinvolto in una indagine su una presunta corruzione ma ne uscì totalmente pulito ed estraneo ai fatti…
    E’ molto legato all’Entella e a Chiavari ( sebbene nella cittadina del Tigullio a non pochi non piaccia per motivi a me ignoti, prova ne sia lo scarsissimo seguito che hanno i biancoazzurri…) e, visto che non stiamo parlando di un ragazzino immaginarlo in futuro alla nostra guida mi sembra un’ipotesi pressochè impossibile!
    Ovviamente il massimo sarebbe avere un presidente ricchissimo, che abbia voglia d’investire e preferibilmente…incensurato:-)))
    Ma soprattutto, parlo a titolo personale ovviamente, un presidente APPASSIONATO!…cosa che praticamente, dopo Paolo Mantovani, non è più accaduta, con la parziale eccezione del figlio Enrico…
    Di presidenti che non ne hanno voglia, che vedono la SAMPDORIA quasi come un peso, più un onere che un onore o che la usano solo per interessi strettamente personali mi sono sinceramente stufato…

  20. Luca (quello che stava in Brasile) -

    X SOLODORIA:

    Buon anno a Te.

    Premetto che nonostante io sia di Spezia, non sono il difensore d’ufficio di Gabriele Volpi (che ne avrà ben altri).

    Tuttavia, credo che alcune precisazioni vadano fatte, a partire dalla tua invettiva:

    1) tangenti, corruzione di funzionari nigeriani
    Beh, qui siamo al qualunquismo masochista: solo in Italia la giustizia persegue i suoi capitani di industria (quando non addirittura le stesse aziende di stato come nel clamoroso caso Finmeccanica / India, dove abbiamo perso una commessa miliardaria in elicotteri Agusta per colpa di un PM in vena di celebrità, servendo su un piatto d’argento alla Francia questo mega-affare firmato in pompa magna da Macron in persona, salvo poi assolvere tutti) per avere unto qualche funzionario pubblico di stati stranieri al fine di chiudere una commessa… è come criticare un nuotatore se usa il costume da bagno anziché giacca e cravatta… ma per piacere! Tangenti in Nigeria…. ahahahaha. Avete una vaga idea di cosa, di dove e di chi stiate parlando?

    2) riciclaggio, fatture false, tasse non pagate.
    Mah, come tu stesso dici, si tratta di indagini e non di condanne.
    Io ricordo che l’anno scorso hanno montato un circo mediatico per un giocatore che venne acquistato dallo Spezia grazie ad una società di procurement sportivo di Volpi stesso, quando questo ragazzo era minorenne, togliendolo dalla strada di un fetido villaggio del delta del Niger, mandandolo a scuola, vestendolo, educandolo e soprattutto dandogli una chance nella vita…ma a GdF e PM questa cosa non piaceva, e per qualche ragione hanno fatto un casino della madonna, salvo poi, COME SEMPRE, ridurre la cosa ad un’irregolarità amministrativa… Ti devo confessare che io alle persecuzione giudiziarie ci credo eccome: ho 56 anni e ne ho viste tante, tantissime, per cui non mi scandalizzerei che ce ne fosse qualcuna ordita contro un imprenditore che ha lavorato una vita all’estero, ha costruito un impero solidissimo, ha investito molto denaro nello sport e soprattutto nella nostra e sua regione, senza mai fare marchette a questo o quel partito.
    A te sorprenderebbe?

    Detto questo, quanto a fedine immacolate, ricordo a te ed a tutti li altri amici che ora fanno i puritani e le mammolette, che anche Sua Santità Paolo Mantovani, dovette smammare da Genova alla chetichella e prendere la residenza a Lugano in quanto perseguito dalle autorità fiscali italiane che gli addebitavano svariate centinaia di miliardi di lire di evasione ed elusione coi suoi commerci di petrolio, ed era Paolo Mantovani…

    A me sembra miope ed autolesionista sia vedere in oscuri personaggi stranieri i salvatori della patria senza farsi neppure una domandina sul loro conto, così come mi sembra miope criticare a priori i pochi imprenditori nostrani che avrebbero liquidità e passione per farci fare un salto di qualità.

    • Paolo Mantovani però mi sembra, se non erro, che da tutte le sue vicende giudiziarie ne sia uscito sempre bene, non mi sembra un dettaglio da poco…
      Poi io vorrei capire: su Dinan e Knaster, che non mi sembrano siano stati mai coinvolti in vicende giudiziarie, hai scritto peste e corna, su di loro noi ingenui che non capiamo un belino di finanza, puritani e mammolette dovremmo porci mille e più domande, su Gabriele Volpi invece, che ahimè suo malgrado (?) è protagonista di qualche guaio giudiziario saremmo di fronte a un caso di persecuzione giudiziaria…boh, davvero, faccio fatica a comprendere questa distinzione…
      Ho un carissimo amico che ha giocato per anni nella Pro Recco ed ha avuto Volpi come presidente, diciamo che non siamo proprio di fronte ad uno stinco di santo ( eufemismo…)

      • Bravo el cabezon…ma sai dinan e knaster sono gringos anche se incensurati mentre volpi, povero perseguitato da pm brutti, sporchi e cattivi, e’ italianissimo quindi dovremmo essere onorati se lui si interessasse a noi…ripeto: finire in mano a un gaucci o a un tanzi in quanto italiani sarebbe positivo?certo l’ ideale sarebbe un presidente genovese, sampdoriano e miliardario ma quello che avevamo ha a suo dire regalato la societa’ all’ italianissimo viperetta

  21. Prima che si rompesse Ferrari forse mi sarei limitato a prendere un centrale di riserva, giusto per fare numero, oppure un terzino destro, visto che Ranieri preferisce schierare De Paoli come ala a centrocampo. Ora serve per forza di cose un difensore.

    A parte questo servirebbe anche un’ala che vada a rilevare Jankto e forse un attaccante. Inutile dire che con una lista della spesa così vasta è più facile arrivi poco. E, vista la nostra situazione economica, è ancora più facile non arrivi nessuno.

  22. Come leggerai ho scritto che volpi e’ meglio di ferrero perche’ almeno ha il grano…quindi per te immagino anche craxi fosse un perseguitato…per me era un latitante…quanto alle mammolette: sono andato ad omaggiare Paolo Mantovani a lugano e lo ricordo come una persona che ha sempre rispettato ed amato il mondo sampdoria e la realta’ ultras blucerchiata con cui pure ha avuto qualche discussione, mi sembra che ferrero faccia esattamente il contrario…quindi ben venga pure volpi o dinan (perche’ a differenza tua non faccio distinzioni di nazionalita’) ma non dipingermi volpi come un santo perche’ e’ semplicemente un imprenditore con buon pelo sullo stomaco che come hai scritto tu unge funzionari nigeriani quando occorre etc etc

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Caro Solodoria, hai la tendenza a mettere la politica nella discussione, mentre io mi sforzo di restare ai fatti, magari anche squallidi e tristi ultimamente, del calcio e di quello che ci gira intorno.
      Mi piacerebbe poter parlare a lungo con te di Craxi e di chi l’ha fatto fuori, dei cc.dd. mecenati americani, delle persecuzioni giudiziarie (il crac Cecchi Gori tanto per citarne una inerente al calcio), ma non è questa la sede giusta.

      Mantovani è stato indagato, condannato, ha patteggiato in alcuni casi ed ha goduto di prescrizioni in altri, tanto per essere precisi.

      Ferrero ha le sue condanne per reati finanziari e gestionali, in altri casi è inquisito, ma non è -ahinoi- Mantovani.

      Quanto a Volpi, io mi leccherei i gomiti se diventasse Presidente della Samp.
      Se lo diventasse Gozzi, sarei felice (ma meno ambizioso).
      Se lo diventassero gli Yankees, spererei di esserlo ma starei molto vigile e attento alle loro azioni, perché contrariamente ai primi 2, loro sarebbero mossi SOLO da mire speculative.
      Mi sembra che oltre ad un diritto mio come tifoso, sia anche un dovere.

      Ancora buon anno.

      • Mi permetto di intervenire. C’è una differenza di fondo tra Ferrero è Mantovani che viene spesso ignorata. Al di là del comportamento, palese, delle disponibilità e dello stile. Ed è il semplice attaccamento alla Sampdoria. Per Mantovani eravamo un fine, qualcosa che gli dava gioie e soddisfazioni. Qualcosa su cui investire, con entusiasmo. Per Ferrero siamo un mezzo, una vacca da mungere e sfruttare fino alla morte per ottenere solvibilità per le sue aziende fallimentari. E mi domando a quali porte busseranno i creditori del guitto quando dovrà saldare i conti.

  23. PassavoPerCaso -

    Buon anno a tutti.
    Mi permetto di aggiungere che il considerare ” l’onesta’”* come stella polare dell’azione sportiva (e politica) e’ SEMPRE una scelta miope.

    Per il resto, mi trovo in grande accordo con Luca (dal Brasile). Ferrero non mi piace, e a me non piaceva nemmeno quando su altri lidi era adorato e glorificato. Ma in quanto a gesitone finanziaria della Samp, fino ad adesso, ha fatto meglio dei Garrone.
    I risultati sportivi, purtroppo, sono latitanti. Ma lo erano anche con Garrone figlio.

    * Intesa spesso come mancato interesse della magistratura italiana.

  24. Ripeto a te la domanda: perche’ dinan e knaster coi loro patrimoni personali slegati dai fondi non sarebbero andati bene mentre se fosse arrivato volpi ci saremmo dovuti leccare i gomiti?

    • PassavoPerCaso -

      Buon anno Solo.

      Io non l’ho mai detto (Dinan no e Volpi si) e non lo penso nemmeno (aggiungo di non sapere quasi nulla su Volpi), ed e’ forse l’unico punto in cui sono in disaccordo con Luca(dal Brasile). Lui mi sembra piu’ sospettoso di me (a priori) degli americani.
      Il mio post verteva sul fatto di discutere su chi e’ piu’ onesto come fosse l’unica variabile importante per decidere chi comanda. E’ un atteggiamento molto di moda in Italia, mi pare. e personalemente lo trovo molto miope. Ma qui andrei per le lunghe…

      Tornando a Dinan&co. se devo essere onesto( 🙂 ), l’estenutante trattativa a me non e’ piaciuta (due revisioni contabili per poi fare comunque un’offerta molto al di sotto del prezzo di vendita).

  25. Ah ok allora su questo concordo con te , credo comunque sia meglio se si puo’ evitare di avere una proprieta’ di soggetti anche danarosi ma truffaldini (discorso generico ovviamente, non sto dicendo che volpi sia un truffatore anche se, a differenza tua, per motivi di lavoro la storia di volpi la conosco piuttosto bene)

  26. L’ho letto io ammmore….ciao pitta con te abbiamo sempre e solo discusso su giampaolo ma ribadisco che per me sono sempre state discussioni piacevoli e costruttive, a differenza degli insulti a vanvera ricevuti sullo stessa argomento dall’ allenatore del pontecarrega…ciao fratello di fede

Lascia un commento

Powered by themekiller.com