GRAN BRUTTA SAMP, WSZOLEK PRENDI LA ZAPPA

24

Due gol regalati al Chievo. Scarsi come sono, non avrebbero mai segnato senza i gentili omaggi doriani: il primo dopo 70(!) secondi di gioco: rimpallo sfigato su Romagnoli, Viviano dorme in piedi e il tiro di Izco si insacca.
Il secondo al 31′, sull’ennesima cappella di Wszolek che fa partire il contropiede di Meggiorini (non segnava dal 1972). Meggiorini si invola e supera Viviano, piantato come un tronco nell’erba.
Se sbagliare è umano – e perseverare è diabolico – insistere su Wszolek terzino destro sembra un caso di tafazzismo puro.
Non ce ne voglia il polacco, ha i suoi limiti oggettivi. Ma perché insistere ancora su di lui e fargli fare queste figure di merda?
Wszolek sarebbe da narcotizzare nottetempo e farlo risvegliare domani mattina a Cracovia, tanti saluti e amici come prima. Lì potrà finalmente cavalcare in mezzo ai campi di patate come piace a lui.
A parte il polacco, tanto caparbio quanto capra, abbiamo visto una Samp sconclusionata, slegata, ferragostana.
Sinisa ha esagerato: giocatori che dovevano essere inseriti gradualmente sono stati gettati a valanga nella mischia.
Sembrava appunto una squadra di calcio da 15 di Agosto, con i meccanismi ancora da rodare.
Correa ha dimostrato di avere classe, ma si è visto per 20 minuti e poi è sparito. Comunque sembra veramente un bell’acquisto.
Eto’ò davanti ha praticamente giocato da solo.

Può fare di più, ma con due fiammate nel finale per poco non ci regalava un pareggio miracoloso.

Velo pietoso su Bergessio, autore dell’ennesima prova inutile: tutti i controlli sbagliati, zero sponde, zero tiri in porta. O fallo o palla persa.
Muriel è indietro di condizione, ma la butta subito dentro con un guizzo al 91′.. Troppo tardi.
Resta l’idea che con l’innesto di Eto’-Correa e Muriel davanti abbiamo un tasso di qualità che non avevamo dai tempi di un altro numero 99. Ma ci vorrà tempo per far rendere al meglio tutti.
Il problema di stasera non è stato tanto fisico, quanto mentale.
Gennaio è passato, ma il cambio di giocatori non è stato ancora metabolizzato.
Abbiamo visto una manovra involuta, mille passaggi indietro a Viviano, segno che i meccanismi non funzionano bene.
Zero gioco sulle fasce, Mesbah incartapecorito, ha avuto la palla per riaprire la partita a un quarto d’ora dalla fine ma ha fatto un tiro indecente sopra la traversa. 
Peccato, per perdere con questo Chievo ci voleva dell’impegno.
Abbiamo fatto solo un cambio nella ripresa, sono stati  dunque preservati molti titolari.
Che almeno il turn-over selvaggio di Sinisa sia servito a qualcosa…

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

24 commenti

  1. Ma dove é finita la grinta del girone d’andata? Oggi potevamo anche nn scendere in campo, nn un solo tiro in porta in 90 minuti, ma come di fa? Qui c’è un problema di condizione o di testa? A sinisa l’ardua sentenza….

    • A me non è parso un problema fisico. Di certo alcuni giocatori devono entrare in condizione (eto’o, correa e muriel) ma oggi avevamo una squadra non collaudata, trtoppi nuovi innesti tutti assieme secondo me. Alcuni invece sembrano irrecuperabili, come bergessio e wszoleck…

  2. Siamo stati imbarazzanti, inguardabili e chi più ne ha più ne metta!
    Ma Bergessio è lui veramente o un sosia?
    E’ allucinante, non ne azzecca una neanche per sbaglio, credo che un attaccante di Lega Pro potrebbe far meglio, la sua pochezza agonistica e tecnica è frustrante!
    E adesso?
    Grazie alla genialata del mister ( anche se ovviamente non avremo mai la controprova che coi titolari avremmo fatto risultato ) ora ci poniamo nella condizione di non poterci permettere di sbagliare un derby al quale temo che arriveremo con un discreto vitello in pancia…

  3. Sinisa non si discute. Ma dopo i dubbi che ha avuto su Eto’o ricordiamoci che è stato proprio Sinisa a volere Bergessio… Mi sembra che trai due ci sia un oggettiva differenza. Oggi siamo stati inguardabili, salvo solo eto’o

  4. Ho sempre pensato che il grandissimo merito dei successi della Samp fosse da ascrivere esclusivamente all’allenatore. Non la penso più così. Quello chiamato Lider Maximo a questo punto per me è divintato Lider….. Minimo. Non si può perdere in questo modo con una della squadre più scarse del campionato!Ed è sbagliata la filosofia del preservare la squadra titolare in funzione del derby.E cosa sarà mai! E non è che su cinque diffidati tutti poi vengano ammoniti. Anche con due squalificati non è che una squadra forte improvvisamente diventi un agglomerato di brocchi! Va bene che tutto il calcio moderno è condizionato da tattiche e alambicchi vari, ma non esageriamo. Il Sassuolo senza i suoi tre super titolari è venuto a Genova a giocarsela e poteva tranquillamente vincere. Che poi, diciamola tutta, questa fobia per il derby è anche colpa dei tifosi, e per me, lo dico da sempre(pur se vorrei vincere sempre specie il derby) è anche un fatto assai provinciale. Bene. Abbiamo perso tre punti in funzione della stracittadina ma siamo poi sicuri di vincerla? E il derby vale sempre tre punti come la partita di Verona. Quando accuso di provincialità affermo proprio questo. Che senso ha tutto ciò? Poi c’è un’altro punto di accusa per me nei confronti di Sinisa. Sbaglierò, ma non ha voluto l’unico giocatore che poteva mandare in gol i nostri attaccanti, che conosce bene l’ambiente, e, scusatemi tanto, è pur sempre un “grande”, uno di quelli che con un colpo di genio può risolvere una partita. O no?( Sapete tutti di chi parlo) Già ma noi siamo pieni di fuoriclasse. Strano, durante le cronache delle partite si sente sempre dire dai soloni in Tv che la Samp scarseggia di piedi buoni E allora? Sono proprio deluso. Sabato sera me ne vado a teatro alla faccia del derby. Scusate lo sfogo ma sono un tifoso viscerale, e come dicono dalle parti di Ferrero, “quando ce vò, ce vò”.

  5. Ah, dimenticavo. Personalmente non verserò una “simbolica” lacrima se l’anno prossimo Sinisa approderà ai grandi lidi da lui desiderati. Anzi. Mi farebbe tanto piacere riavere il “ruspante” Iachini. Che tanto brocco evidentemente non è a vedere i risultati del Palermo e soprattuto il gioco espresso dai rosanero.

  6. Oggi, causa incazzatura, sono logorroico. La Samp non ha nel carniere, da troppo tempo, lo scalpo di una “grande”(?), mentre le altre piccole vincono con le “grandi” o realizzano pareggi che sembrano vittorie. (Cesena e soprattutto il derelitto Parma). A noi sembrerebbe chissà quale impresa. Ma le “grandi” (ma per favore…) hanno perso, rispettivamente, 5 partite il Napoli, 7 Inter e Milan e 8 la Lazio. Le grandi???? Che tristezza!!

  7. Sfogo comprensibile Roberto e secondo me hai centrato la questione:SIAMO DIVENTATI COME LORO!!!
    Da qualche anno il derby è diventato ahimè vitale anche per la nostra tifoseria, per il nostro ambiente e sinceramente la cosa non mi piace per nulla, sarò forse snob ma per quanto li detesti e per quanto, ovviamente, una vittoria nella stracittadina mi faccia sempre godere come ricci non la baratterei con un piazzamento in Europa!
    Come ho scritto sopra ora ci siamo messi nella non piacevolissima situazione che questo derby proprio non lo possiamo sbagliare…
    La netta crisi di risultati e di gioco è evidente tuttavia ora buttare in vacca tutto e tutti mi sembra ingiusto oltrechè non corretto, voglio ancora avere speranza e fiducia verso i ragazzi e verso Sinisa verso il quale mi pongo però il quesito: se fa fatica a gestire una/due prime donne come può ambire ad allenare un top club nel quale anche l’ultimo dei rincalzi è un fuoriclasse?

  8. Rispondo a El Cabezon che ringrazio per le parole di comprensione. Buttare tutto o meno in vacca non dipende dai tifosi(che, in verità, sono sempre bravi….) ma dall”ambiente” in quel di Bogliasco e dal…manico. Perchè gestire una squadra richiede una filosofia ferrea e disgiunta da qualsivoglia fattore esterno. A questo punto cosa possiamo perdere? L’accesso in Coppa Uefa?Per fare cosa? Perdere una partita di campionato per una sfida europea? Compromettere il campionato futuro per una coppa che darà ben poche soddisfazioni? Ci vorrebbe più leggerezza e meno stress nel condurre un team calcistico ma i tifosi, come ho detto, sono anche colpevoli….Siamo tutti nella stessa barca.

  9. E’ arrivato, e speriamo anche finito, il periodo di flessione, quasi fisiologico per ogni squadra. C’è persino chi lotta per lo scudetto e non vince in casa col Parma. Noi abbiamo “ottimizzato”: l’abbiamo fatto coincidere col periodo di transizione causato dal calciomercato.
    Quella di ieri è stata l’ultima “partita cantiere”: chi doveva ancora esordire lo ha fatto, chi doveva mettere dei minuti nelle gambe lo ha fatto. Ora sono tutti rodati. Nelle prossime domeniche la Samp 2015 potrà far vedere cosa vale rispetto alla Samp 2014.
    Ecco una (mera) ipotesi (433):

    – – – – – – – – – – – – – Viviano- – – – – – – – – – – – – – –
    De Silvestri – Silvestre – Romagnoli – Mesbah
    – – – – – – Aquah – Obiang – Duncan – – – – – – –
    – – – – – – – Muriel – Eto’o – Eder – – – – – – – – – – –

    In panca: Okaka, Soriano, Regini, Palombo, Correa, Coda, poi recuperano Munoz, Rizzo…
    Uh mamma mia che schifo, come faremo, futuro nero!

  10. Viviano ieri non impeccabile in occasione della prima rete ma è, a mio parere, la prima vera incertezza ( non chiamiamola papera per favore! ) del portiere fiorentino in questa stagione, a differenza del collega argentino che magari avrà si fatto un paio di miracoli ma altrettanto un paio di gol sul groppone li ha eccome…

  11. Cerchiamo di guardare le note positive (poche): Eto’o anche giocando quasi da fermo regge l’attacco, ieri per poco non ci faceva pareggiare nel finale, Muriel si vede che ha voglia e classe.
    Quindi direi loro in campo per il Derby.
    x Correa presto per dare giudizi.
    Note negative (polacco a parte ma già lo sapevamo) Bergehessio, veramente irriconoscibile dai tempi del Catania. Cmq girà tutto male, 3 tiri e 2 gol……speriamo di rifarci domenica.

  12. A proposito del portiere. Ma anche un profano si accorge che uno è un buon mestierante mentre l’altro è un autentico fuoriclasse. Non c’è bisogno di mettere i cartellini con i nomi……

  13. Concordo in pieno con svariate analisi.
    Però inizierei diversamente ogni commento. Il 15 agosto scorso, se mi avessero detto che a questo punto della stagione sarei stato così in lato a sognare (utopia) il terzo posto, avrei firmato tutta Via XX Settembre.
    Quindi grazie a Società, staff, giocatori per l’annata che mi ha fatto tornare ad arrabbiarmi seriamente quando non si vince (ebbene sì, quando non si vince e non quando si perde … mi è tornata la fame) !
    Poi, però, bisogna essere coraggiosi e dire che, se spendi “un trentino” (citazione), non puoi fare così poco (non parlo solo di punti, ma di prestazioni).
    Non puoi tirare in porta con il contagocce.
    Non puoi fare il turn over per quella che, spero ancora per tanti, è una partita normale che serve solo a sfottersi un po’ con i cugini (quei pochi con cui si può parlare di calcio e non di “popolo rossoblù e leggenda italiana”…) !
    Quindi, caro Mister, se a Roma con la Lazio vuoi lanciare il messaggio che ti hanno venduto Gabbiadini e devi mettere il polacco, ok lo accettiamo…
    Se vuoi far capire che il pubblico ti ha stufato inneggiando ad Eto’o e, contro il Sassuolo, lo fai entrare dopo 37 secondi di riscaldamento con le scarpe da ginnastica (quando quel morto di Bergessio cmq si scaldava da 30 minuti almeno), ok lo accettiamo (anche se poi difficilmente Bergessio si butterà nel fuoco per te).
    Se non vuoi rischiare De Silvestri facendo giocare il povero Forrest Gump terzino destro (dai, perdiana, sarebbe come far giocare me trequartista) ancora fuori ruolo dopo la magra figura di Milano con l’Inter in Coppa, beh, lo accettiamo un po’ meno.
    Come, almeno personalmente, accetto un po’ meno di sentire parlare di giocatori offensivi, rimanendo ciechi sulle reali manchevolezze di questa squadra (non un centrale difensivo di proprietà e una pochezza in mediana disarmante a livello qualitativo).
    Magari un deca si poteva investire in questo anzichè nel talentuosissimo Bonazzoli (bello l’articolo postato).
    Detto questo, Grazie Presidente, Grazie Sinisa e grazie a tutti (polacco compreso) perchè se mi incazzo così tanto ancora oggi (tipo Roberto48) è perchè, grazie a Voi, mi è tornata la passione (quella vera, da vuoto nel petto quando un tiro sfila ad un dito dal palo) !
    A presto, con il Pittazone (nelle ultime 5, un po’ ce n’è da dire)….

Lascia un commento

Powered by themekiller.com