FERRERO INCONTRA SARRI, UN ALLENATORE DA SAMP

27

Incontro tra Ferrero e  Sarri, oggi a Firenze. Ferrero sonda il terreno per il successore di Sinisa e incontra il tecnico, la sorpresa della stagione.
Un grande personaggio Maurizio Sarri, che domenica ci ha fatto girare come trottole.
Dei tanti nomi che sono stati fatti per la panchina della Sampdoria, (il Viperetta ne ha contati 48) Sarri sembra quello più serio. Più dell’incognita Zenga, molto più di quei nomi assurdi, che possono venire in mente solo dopo aver esagerato col whisky, tipo Zidane, Michel, addirittura Klopp (Dio solo sa quanti milioni prenda all’anno).
Sarri è un allenatore che ci piace molto: ottimo possesso palla, squadra corta, equilibrata, perfette distanze tra i reparti, studio rigoroso dei calci piazzati.
Un 4-3-1-2 veramente tosto per una squadra, l’Empoli, che quest’anno non ha subito il gioco praticamente da nessuno. Ma anzi ha sempre aggredito, con una difesa altissima come abbiamo potuto vedere domenica.
Sarri ha fatto grandi cose tenendo conto che era praticamente senza attacco, con il vecchio scarpone maccarone, Pucciarelli (che poteva segnare giusto a quest’ultima Samp) e altre figure umbratili, molto poco visibili, col Tavano quasi quarantenne in panchina.
Eppure tutta la squadra ha reso al massimo, occupando benissimo gli spazi in campo, giocando a memoria. L’Empoli di quest’anno è stato un grande esempio di calcio come gioco di squadra.
Vai Ferrero, fagli una bella offerta.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

27 commenti

  1. Sarri sarebbe perfetto per questo 4-3-1-2 Viviano, De Silvestri, Silvestre, Moisander, Mesbah, Soriano, Obiang, Acquah, Correa, Eder, Muriel

  2. Sarri è un che se fatto il mazzo, con un Empoli da serie B in pratica l’ha salvato con 4/5 giornate d’anticipo se non sbaglio. Speriamo che venga lui, Zenga mi sembra un azzardo in quanto in pratica in serie A nn ha mai fatto una emerita mazza!!!
    Secondo me nell’ingaggio vuole anche una stecca di Nazionali senza filtro…..

  3. Enrico Chiesa con Marcolin in panca, tutta la vita. chissenefrega di sarri e dell’ empoli. la samp ai sampdoriani!
    ferrero fuori dalle balle. CHE L’INSE!

  4. Boh, bel personaggio ma vorrei capire perchè se è così bravo è arrivato in serie A a 55 anni, fenomeno incompreso o questo momento è solo frutto di una serie di coincidenze?
    P.S: non avevo mai letto il termine umbratile in vita mia, sono dovuto andare su google per coglierne il significato…

  5. Posto che anche a me piacerebbe vedere prima o poi Enrico Chiesa allenatore di prima squadra, tra i vari nomi fatti (visto che a Iachini non ci si può arrivare), quello che mi ispira di più è quello di Sarri. E’ vero che in parte sarebbe un’incognita in quanto un conto è allenare l’Empoli in serie A un conto la Samp, però nelle occasioni in cui ho visto l’Empoli giocare ho apprezzato come la squadra era messa in campo. Compatti, veloci, con schemi semplici ma imparati a memoria. I giocatori sembravano sempre saper cosa fare con il pallone tra i piedi. Magari poi se Sarri farà la fine di Delio Rossi, non lo so, ma sicuramente lo apprezzo di più di un Walter Zenga che nella breve esperienza in A mi è sembrato più buono a fare chiacchiere che far giocare bene la propria squadra.

  6. Mi ha davvero impressionato come l’Empoli, pur non giocandosi nulla, ha giocato contro di noi pochi giorni fa. Attacco corale in fase offensiva (tra l’altro è ciò che manca a noi) + blindatura in difesa appena perdevano il possesso del pallone. Mi andrebbe bene, come Iachini… come anche Donadoni: uno che ha esperienza e che direi ha fatto sempre bene, anche in Nazionale. E che quest’anno ha dato una dimostrazione di serietà infinita. Ha salvato la credibilità del campionato, restando alla guida della squadra senza prendere un soldo e senza fare polemiche. Mi vien da dire: chissà perchè non pensano a lui al Milan. Incompetenti palloni gonfiati che stanno ancora pagando 2,5 milioni all’anno a Seedrof.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com