DI FRA, PROVE DI 3-4-3 COL NAPOLI: ROBA DA MANI NEI CAPELLI

14

Dopo essere stati presi a pallonate dalla Lazio, dopo aver subito 4 reti (quasi 5) in una manciata di minuti col Sassuolo, Di Francesco contro il Napoli sta costruendo una squadra che possa evitare un’ulteriore goleada, una nuova imbarcata che potrebbe portare ad esiti nefasti sul morale della truppa.

Sarà una Samp da barricate quella che si presenterà al San Paolo sabato pomeriggio.
I garruli Colley e Murillo, senza adeguate coperture, possono essere infilati in ogni dove dalle frecce partenopee. Mertens, Lozano e Callejon stanno già affilando le lame e pregustando il boccone. Noi risponderemo con un Colley che ancora una volta è andato in barca, questa volta pure in nazionale.
Il buon Omar, capitano del Gambia, torna in Italia fresco di paperazze che hanno portato all’eliminazione della sua nazionale, a beneficio dei fenomeni dell’Angola.
Gran brutti segni. Segnali che portano a farsi un segno della croce di proporzioni bibliche in vista della sfida di Napoli, dove, per salvare il salvabile, Di Fra sta studiando una soluzione ben lontana dalle sue corde, ma forse utile a non rendere la nostra rete un deposito di palloni.
3-4-3 alle porte, dunque, per la Sampdoria: Ferrari  darà man forte in difesa agli uccel di bosco Colley e Murillo. Poi si dipana un centrocampo che a memoria d’uomo non si ricorda così scarso, forse da decenni, forse ancor peggiore dei tempi della serie B per ciò che riguarda il mero aspetto tecnico: Bereszinsky-Ekdal-Linetti e Murru. Questa la probabile linea mediana davanti al trio d’attacco Rigoni, Quaglia, Caprari, con gli esterni pronti a rinculare per creare un magico 3-5-2 o 3-6-1 all’occorrenza. Altro che modulo ‘alla Di Francesco’.
D’altronde il Mister non può permettersi di subire un’altra gragnuola di reti e fa quel che può con gli elementi a sua disposizione.
E’ questo un ’11’ talmente di basso livello che anche il grande Francesco Flachi, ospite ieri sera a Gradinata Sud (Primocanale), appena lo ha visto sullo schermo, non ha potuto che commentare, con un sorriso amaro: “Vedo ora la squadra, che dire… Speriamo che la nuova società arrivi presto“. E per poco non si metteva le mani nei capelli.
Sarà un mese strano per i nostri colori: l’interesse sarà più per la questione societaria che per quanto accade sui campi di calcio. Anche perché il campo di calcio difficilmente, ma molto difficilmente, porterà qualcosa di vagamente buono. E intanto a Napoli iniziamo ad innalzare le barricate

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

14 commenti

  1. È l`unica soluzione in questa situazione. In stato di vuoto resta importante non perdere il morale ed una goleada annuciata sarebbe grave in ottica motivazionale. Se DiFra opterà per una strategia tale vuol dire che ha perso un po fiducia nei suoi…e ricorre già alla terza di campionato a una squadra bunker.

    Speriamo in una giornata storta per il Napoli, che ha mostrato alcune lacune in difesa in queste due giornate.

  2. PassavoPerCaso -

    Il 3-4-3 fu utilizzato da DF nella storica rimonta contro il Barcellona.
    La ragione per la quale Bereszinsky-Ekdal-Linetty-Murru (TUTTI giocatori che fino all’anno passato erano fenomeni coi quali dovevamo senza dubbio alcuno raggiungere l’EL) ora sono il “centrocampo che a memoria d’uomo non si ricorda così scarso, forse da decenni” e’ da ricercarsi nei meandri dell incoerenza umana.

    O erano scarsi l’anno passato, o sono ancora dei buoni elementi: Tertium non datur, per Dio.

    Per il resto, mi aspetto una buona performance (come abbiamo spesso fatto con le grandi). Il risultato, come sempre, dipendera’ anche da aspetti non controllabili. Comunque, ci sta di perdere (giocando bene) al San Paolo, dovesse accadere non facciamone un dramma.

    • Ciao passavo concordo sulla tua valutazione dei quattro di centrocampo, non erano affatto scarsi ieri e non sono cosi’scarsi oggi, anche se per me la squadra dell anno scorso non era da europa league ma da decimo posto e li’ siamo sostanzialmente arrivati per il crollo dei viola…quest anno, stante il rafforzamento di alcuni e il nostro indebolimento siamo da quindicesimo, sperando una eventuale mancata cessione con i sicuri casini annessi e connessi non faccia il resto…

  3. Perdere al San Paolo ci sta certamente non ci sta prendere 4 gol dal Sassuolo comunque se va bene finisce con 3 gol di scarto ad essere ottimisti. Come detto a questi colori sono rimasti affezionati solo i tifosi la banda romani e gli imprenditori genovesi se ne sono tutti battuti il belino. 6 partite 0 punti poche storie o guardiamo in faccia la realtà o ce le raccontiamo.

  4. Il 3:4-3 può essere un buon modulo per questo momento che in ripiegamento diventa un 5-4-1 e in fase di attacco non satura tutto il lavoro fatto col tridente da DF durante l’estate.
    D’altronde è il modulo col quale il Gasp con i piccioni ha dato il meglio anche in tanti deby avendo come coppia di centrocampo un metronomo e un cagnaccio così come lo sono Ekdal e Barreto (o Linetry)

  5. Aggiungo… Si chiedeva a gran voce un gioco largo sulle fasce per il dopo GP? Questo è il modulo che più di tutti allarga e crea sulle fasce, la tecnica e la velocità serve lì mentre al centro servono combattenti e non giocatori eccessivamente tecnici

  6. Snaturare la sua idea di gioco è un segnale di debolezza, a sto punto provi a fare il suo gioco e vediamo, sulla carta siamo cmq spacciati, bunker o non bunker.

  7. Per me la difesa a tre è una tattica suicida. Al di là del discorso numerico, rischi di ballare più di prima dietro e non sono certo che Bere e Murru abbiano le caratteristiche per adattarsi a tornanti. Avrebbe più senso fare un 4-4-2 coperto e stringere i denti.

  8. Aspettiamo a giudicare e vedremo come schiererà la squadra. Certo in questo momento vanno bene anche le barricate, basta muovere la classifica. Un inizio così con tutte le nostre bestie nere, ad eccezione del Sassuolo e della Fiorentina, non ce lo aspettavamo. Speriamo finisca presto settembre con tutti i suoi problemi di campo e di extra-campo.

  9. Scusate siamo già scarsi di nostro per non aver acquistato nessuno abbiamo subito 7 gol in due partite senza realizzarne uno(il rigore non fa testo) giochi contro una corazzata cosa vuoi pensare al modulo, o cade una bagascia in mare e non so come porti via un punto oppure speri non finisca con la mortificazione di una goleada. Tradotto il materiale è scarso e non cito gente come regini ramirez berenziski barreto che può reggere un tempo non di più senza andare avanti per non essere seriamente preoccupato. Grazie nanetto

  10. Comunque a Napoli negli ultimi anni con qualsiasi allenatore o formazione abbiamo quasi sempre perso, qualche volta prendendo anche delle brutte imbarcate, qualche volta ci hanno rubato ma mediamente abbiamo sempre combinato poco, non è questa partita il problema e tutto sommato neanche la sconfitta con la Lazio, il problema è la partita col Sassuolo giocata in modo vergognoso, ma aspettiamo a vedere, nel calcio non si sa mai e accendiamo qualche cero per la cessione, se non si fa sono guai grossi, Napoli o non Napoli

  11. Il presidentissimo domenica a mezzogiorno va sulla rai da simona ventura a disonorare per l ennesima volta i nostri amati colori…non aggiungo altro

Lascia un commento

Powered by themekiller.com