DELIO-ZEMAN-MIHAJLOVIC. CHI ALLA GUIDA DELLA SAMPDORIA?

2

Gli ultimi minuti di attacco alla disperata contro la Fiorentina potrebbero ancora tenere a galla Delio Rossi. La Fiorentina è calata nettamente e la Samp ha sfiorato un pareggio che sarebbe stato incredibile: Wszolek e Mustafi, solo per un pizzico si sfortuna, non hanno trovato un insperato e clamoroso 2-2 oltre il 90’… D’accordo, la Fiorentina era cotta e stracotta, palesemente sulle gambe, anche per la stanchezza accumulata nel match in Europa League di giovedì scorso.

Ma la Samp ha manifestato inaspettati e inauditi sprazzi di vitalità… Tutto questo basterà per salvare il vecchio Delio dall’esonero?

Il milione e duecentomila euro di contratto per due anni è la cifra che sta facendo titubare la società. E forse c’è anche la coscienza sporca di avergli affidato una squadra a dir poco incompleta, dove la mediocrità regna sovrana.

Peserebbero però le rivelazioni di Delio in un colloquio in società, in cui il tecnico ha espresso seri dubbi sulle posiibilità di salvezza della squadra.
Questa uscita e gli ultimi pessimi risultati ottenuti dovrebbero spingere i nostri fenomenali dirigenti al cambio della guida. O Sinisa, ancora un anno di contratto con la Serbia, o Zeman sono i nomi più probabili.

Ci si chiede, a questo punto: perché c’è sempre la dannata Colomba iettatrice sulle tribune, ovunque giochi la Samp? Prima o poi lo scopriremo!
Noi abbiamo sempre difeso Delio Rossi, non considerandolo il primo colpevole dei risultati scadenti della stagione.

Sta guidando da mesi una squadra nel marasma. Ha cercato, senza successo, di cavare il sangue dalle rape. Ma, a distanza di settimane, dobbiamo evidenziare che non è riuscito a trovare il bandolo della matassa…

Ora, le ipotesi Mihajlovic e Zeman sono alquanto suggestive. Pareri tecnici affidabili dicono che Zeman potrebbe allenare con buoni risultati una squadra a campionato in corso, anche senza la sua militaresca preparazione. Sarà vero?

Mihajlovic è un vecchio cuore blucerchiato, potrebbe dare un valido scossone di grinta ad una ambiente narcotizzato. I prossimi giorni saranno rivelatori.
E se Delio, con gli ultimi minuti di Firenze, avesse salvato le penne?

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

2 commenti

  1. Buonasera a tutti. In questo momento così delicato e molto preoccupante diciamo che nel calderone bisogna metterci tutti purtroppo anche se a meno colpe della società e dirigenza sicuramente a sbagliato anche un po’ il mister ad ogni modo a prescindere dagli sbagli fatti un po’ da tutti cambiare allenatore a mio avviso non serve a nulla bisognerebbe cambiare l’area tecnica secondo me molto importante quindi se fosse vero di Gasparin non sarebbe una scelta sbagliata e poi altra cosa sarebbe tirare fuori due soldi a gennaio per poter sperare in una salvezza altrimenti e quasi sicuramente se dovessimo retrocedere sarebbe la fine altro che stadio e quant’altro….. Quindi speriamo che il sig. Edoardo tiri fuori a gennaio qualche euro per non rischiare la retrocessione e che ci metta un pochino di passione… Se veramente si ritiene un sampdoriano come dice lui. Saluti. Stefano.

  2. Giovanni Prussia -

    Io dico Zeman 🙂 è un po’ come giocare a poker , ma sinisa , a parte quando giocava per noi, mi è sempre stato sullo stomaco. Comunque se dovessi scegliere io prenderei da buon medioman …Reia che trovo il più affidabile.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com