CEDERE MURIEL? SAREBBE UN DISASTRO

5

Con la solita clausola di mezzo c’è poco da fare: nelle prossime settimane di mercato vedremo se qualche club estero offrirà la fatidica somma di 28 milioni di euro per acquistare Muriel e strapparlo così alla maglia blucerchiata.

Quello del colombiano è un caso particolare. E’ stato piazzato in ogni modo sul mercato dal vertice societario, capace spesso di scadere in flatulenze verbali. Ma ora, con la repentina cessione di Schick che porterà nelle casse doriane la cospicua somma di 30 milioni, Muriel è repentinamente tornato fondamentale.

Schick è una plusvalenza epocale per i nostri colori, a cui dovrebbe seguire un investimento degno di questo nome per aggiungere qualità al reparto offensivo blucerchiato, un reparto dove il colombiano resta sempre a rischio cessione.

Giampaolo ha chiuso la stagione augurandosi di mantenere più uomini possibili con un occhio di riguardo per l’attacco, dove non è facile inserire giocatori in grado di fare subito la differenza (a questo proposito Schick è stato una sorta di miracolo vivente, vista anche la sua giovane età). Va da sé che il Mister potrebbe accusare il più classico dei coccoloni ferragostani vedendo sparire in un attimo i suoi uomini migliori.

E’ questa un’ ipotesi da evitare, la speranza è che non arrivi mai l’offerta dei 28 milioni di euro per il colombiano: per le casse della Sampdoria sarebbe una manna, per la qualità della rosa sarebbe una sorta di disastro, una dissipazione del nostro sparuto patrimonio tecnico.

Su questo argomento si è espresso con estrema precisione Corrado Tedeschi, grande tifoso doriano oltreché esteta del pallone (il ché non guasta). Il noto attore e presentatore così aveva scritto pochi giorni fa, sul sito sampdorianews.net:

Come tifosi Sampdoriani, abbiamo il diritto di sperare e cercare quello che è il meglio per la società e soprattutto per la squadra. E allora vi dico che tra Schick e Muriel io credo sia più funzionale alla Samp la permanenza del colombiano” – scriveva solo pochi giorni fa il Dado blucerchiato, aggiungendo:

“Sì, è vero: Schick è un grande talento che diverrà un grandissimo giocatore, ma Muriel è già probabilmente oggi quello che Schick potrebbe diventare tra poco. Luis, ogni volta che è entrato, ha “rotto” la partita. È stato lui il vero break nelle situazioni più sincrone ai passi in avanti della squadra. E se dimostrerà un ulteriore progresso in continuità, sarà lui il vero crack del prossimo torneo”.

Parole sagge: Luis Muriel, teniamocelo molto stretto.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Si è vero meglio Muriel di Schick però se qualcuno deposita i 28 milioni della clausola Muriel parte. Allora abbiamo due ipotesi. La prima Muriel parte e la Samp con 58,5 milioni può fare un grande mercato. La seconda se la Samp vende Muriel ad un prezzo più basso della clausola, allora non va bene, allora vuol dire che potrebbero partire sia Torreira che Skriniar e tutti coloro che sono appetibili ad altre società. Allora vuole dire che siamo SOLO un supermercato e non ce ne frega niente se vendiamo molto meglio della gestione Garrone perchè smontando la squadra ogni anno faremo la fine del Genoa.

  2. Il mio pensiero è questo: Muriel andrà via probabilmente all’estero 28 milioni sono una bella cifra per un calciatore di 27 anni ovviamente rifare il reparto avanzato non sarà facile ma con la moneta in mano scegliendo con oculatezza meglio. Sul fatto di non essere un supermercato ho forti dubbi prima si incassa poi si vende ovvero siamo misci e siamo la Samp squadra di fascia media ormai il calcio è come la vita quotidiana tutto frenetico o ti adegui o lasci.

  3. Io avrei provato a tutti i costi a tenere Schick ( visto che alla fine non è stata pagata alcuna clausola non ci vengano a dire che avevano le mani legate e sono stati costretti…) perchè stiamo parlando di un 21enne con ancora inimmaginabili margini di miglioramento, viceversa avrei provato a piazzare un Muriel che a 26 anni temo più di quello che ha fatto quest’anno non possa fare e che se non vendi adesso non so quando si ripresenta l’occasione…insomma, avrei fatto l’opposto di quello che sta facendo la dirigenza in merito ai nostri due attaccanti e comunque in generale ho sempre la sgradevole impressione che di fronte ad un’ottima offerta chiunque possa partire…

  4. E’ sgradevole ma anch’io ho la stessa idea: se l’offerta è interessante si vende. Concordo anche sulla strategia; Schick talento dall’evoluzione imprevedibilmente elevata. Muriel difficilmente farà meglio; anzi sarei contento ripetesse (senza le pause) la stagione di quest’anno. Quindi se arriva il gruzzolo proviamo a farlo fruttare. Del resto quest’anno insegna. Chi avrebbe scommesso su Schick, Torreira, Skriniar? tutti al primo campionato di A. Quindi se arrivasse gente appena più svezzata da qualche campionato maggiore e con doti già mostrate nel ruolo, magari ci troviamo a qualche lieta sorpresa.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com