CASSANO FUORI ROSA? L’ULTIMA VACCATA DI FERRERO

13

“Ho fatto 5 anni da fuori rosa in tutte le squadre in cui ho giocato, posso benissimo farlo anche qua. Sono più felice se sono fuori rosa nella squadra che amo, problema loro. Via da Genova? Non ho motivo per cambiare, ho fatto di tutto per tornare, adesso che ci sono sono felice qua, poi vediamo che succede».

Cassano risponde all’ultima follia di Ferrero e Romei. Abbiamo evidentemente un presidente che ama e gode a farsi del male: una squadra in alto mare, tutti i problemi affidati alla gestione di Giampaolo.  E Ferrero cosa fa? Spinge Cassano all’uscita. Per questioni poco chiare, Antonio è messo addirittura fuori rosa. Insomma, l’ennesima vaccata di Ferrero!

Hanno rotto le palle queste pantomime estive, lette magari sotto l’ombrellone, quando ogni doriano vuole sognare e invece si ritrova un casino dopo l’altro, una sparata inutile dopo l’altra!

Ferrero deve capire (e prima o poi lo farà) che non stiamo parlando di cinema, non stiamo parlando di quelle pellicole piuttosto infantili che ha prodotto con la regia di Ricky Tognazzi. Qua c’è di mezzo amore e sentimento, le cazzate sono sopportate fino ad un certo punto.
Con Antonio siamo di nuovo vicini alla rottura, non da ambo le parti ma da una parte unica, anche se il 99 è sotto contratto.
Ferrero ha dichiarato che agisce “per il bene del progetto”. Ma di quale progetto, di grazia, stiamo parlando?

Cassano è un giocatore che si allena, è sotto contratto e se è pronto dovrà scendere in campo la domenica, secondo il volere del Mister. Ma stiamo parlando di calcio o solo di affari? Ferrero capisca in fretta che quel calcio che brama non è il nostro calcio, sennò saranno sempre contestazioni.

Ferrero ha parlato, o meglio ha blaterato, di calcio e di Cassano. Ascoltare lui è come sentir parlare il proprio ortolano (con tutto il rispetto per gli ortolani) disquisire di fisica quantistica, mentre ti incarta due finocchi e tre patate. Sono parole al vento, ragliate che si perdono nell’aria!
Vediamo ora come si chiuderà la settimana. Certo, se cederanno Cassano dovranno acquistare almeno un sostituto all’altezza, quindi cacciare i soldi.
Ferrero, perché tutti questi casini?

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

13 commenti

  1. viperetta prese eto´o per rompere le palle a Sinisa poi Cassano per rompere i coglioni a Zenga fino a che il pignorato sarà dalle nostri parti sarà un circo senza fine e ora guardiamoci il trofeo Gamper solo pretendiamo onorare i colori con una partita degna e giusto per ricordare il passato glorioso della Sampdoria che questo individuo non rappresenta affatto .oggi Cassano dovrebbe giocare al camp nou non schierarlo è una bestemmia allo spettacolo del calcio ai nostri colori e direi pure una cattiveria !

  2. Sino a quando ci saranno finti tifosi che difenderanno questo piccolo uomo dovremo subire tutte queste zozzerie. Cassano l’unico dai piedi buoni fuori rosa mentre Barreto e regini inguardabili sono dentro? Che schifo.

  3. Assolutamente senza parole: Eto’o preso e mollato dopo quattro mesi, Cassano fatto ritornare quasi per forza e adesso fuori rosa. Ma perché queste scelte? Chi suggerisce tali illuminanti mosse di pseudo marketing? Dove sta la serietà?

  4. Romei si è legato al dito che Cassano l’ha mandato via dallo spogliatoio nel post derby, dove peraltro non poteva accedervi perchè non ha un ruolo nella società!
    E si manifesta come sempre l’ennesima bugia di Ferrero, che aveva detto che lui non mandava via Cassano, aveva solo precisato che non sarebbe stato titolare….un presidente più bugiardo di questo io non lo ricordo.
    Io non volevo il ritorno di Antonio l’anno scorso, perchè totalmente fuori forma e con l’idea in testa che lui doveva esser il titolare, ma mandarlo via da una squadra che lotterà per la salvezza (la società di bugiardi venditori di fumo, non dirà mai che sarà questo l’obbiettivo) mi pare veramente assurdo!

  5. Assurdo purtroppo è tacere e cazzeggiare tra noi su cosa è meglio o cosa è peggio. Dal mio punto di vista seppur abbonato è quella di lasciare per 3 o 4 domeniche lo stadio vuoto con tanto di striscioni contro il gatto e la volpe.

  6. Giovanni Prussia -

    Cercano di trasformarci come i BiBini, senza dignità ,onestà intellettuale ne intelligente coerenza. Un grand hotel dove i sentimenti come il mantenere la parola data o l’attaccamento ai colori ed alla storia della nostra Sampdoria contano …..nulla. Vaffanculo , a me mi perdono, e sono sicuro che crollerà il sistema calcio . Dobbiamo riuscire a mandarlo via e restituire la gestione della società a chi la ama, come alcuni degli ex calciatori che sono venuti alla festa dello scudetto a fine maggio . Come possono fare o essere peggio di questo caciottaro della periferia romana.? Ignorante ma dagli 80000 euro al mese di stipendio.

  7. Io non ne faccio tanto un discorso sull’utilità o meno di Cassano, per me il 99 ha imboccato inevitabilmente la parabola discendente e nonostante il fisico asciutto il suo contributo alla sua causa credo sarebbe minimo, per me la questione è puramente morale, 12 mesi fa lo hanno IMPOSTO all’allenatore, delegittimandolo agli occhi della squadra e ce lo hanno presentato come grande uomo e nostra futura bandiera!
    W la coerenza!
    Tieni duro Antonio, per una volta approvo quello che fai al di fuori del rettangolo verde…

    • Concordo in pieno !!!
      Cassano o non Cassano ( calcisticamente lo amo , forse può dare ancora poco ma quel poco teniamocelo stretto….. ) non c’è uno straccio di programmazione, non vedo lucidità ma solo improvvisazione di quello che si fa chiamare presidente…

  8. A parer mio il lavoro che sta facendo Giampaolo non è compatibile con Cassano. L’intensità e la determinazione vista ieri sera contro il Barcellona non sono confacenti ad un giocatore come attualmente è Cassano. Il risultato che Giampaolo spera di ottenere si basa solo e interamente sul gruppo. Sulla coesione di tutti gli elementi. Credo che le scelte del tecnico prima di tutto si basino su questo. Cassano si è sempre sentito migliore e più furbo di tutti. Il rispetto del lavoro degli altri non ha mai saputo cosa fosse. Inoltre Cassano vuole restare a Genova per motivi extra-calcistici, le sue dichiarazioni in molte piazze non giocano a favore della sua sincerità riguardo all’amore per la Samp. Mi spiace essere contro-corrente ma io spingerei per una lauta buonuscita al barese in cambio della rescissione contrattuale e avanti con il lavoro che si sta facendo. E’ stata fatta una buona campagna acquisti, è stato preso un buon tecnico. Non roviniamo già tutto. La Samp ha bisogno di pace.
    PS: scandaloso l’atteggiamento dei media nei ns confronti.
    PS2: Ribadisco che Ferrero era e rimane IMBARAZZANTE ma non mi piace vedere sempre e solo tutto nero.

  9. SuperSilva
    posso anche condividere in buona parte ciò che scrivi, il discorso è che l’eventuale messa fuori rosa di Cassano dà lo sgradevole ( almeno a me ) gusto della ripicca personale, della faccenda extra calcio, poi non so se in questa decisione c’entri qualcosa anche Giampaolo, certo che se il mister si basasse solo sul pregresso del 99 e non sull’attualità per me non ci farebbe una gran figura…
    Su Cassano ricordo un aneddoto:
    era la sera che il Milan aveva vinto lo scudetto, noi stavamo sprofondando e con un amico mi scambiavo messaggi d’odio verso il barese quando lo vanno a intervistare e lui, dal nulla, mentre gli chiedono cosa si prova a vincere il tricolore se ne esce con un SPERIAMO CHE LA SAMPDORIA SI SALVI!…
    Insomma, a modo suo, io credo che Cassano legato alla Samp lo sia sul serio…

    • Può essere anche come dici tu… vedremo come si svilupperanno le cose.
      Io comunque spero soprattutto che Ferrero eviti in futuro i colpi a sensazione che, per quanto abbiano portato qualche beneficio, hanno anche lasciato rogne infinite…

  10. Ferrero e’ un senzapalle e soprattutto non e’una persona credibile perche’ dice sempre tutto e il contrario di tutto e quando un uomo si comporta cosi’semplicemente un uomo nin e’!!!!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com