AGENTE DI PAULINHO PROPONE IL BRASILIANO ALLA SAMP

1

E’ il momento degli agenti dei calciatori. Il mercato sta per iniziare e ogni mezzo è buono per alzare le quotazioni dei propri assistiti. Così ogni frase rilasciata dai procuratori sul proprio giocatore va filtrata dal seguente quesito “quanto ci vorrà guadagnare?

Andrea Bagnoli è l’agente di Eder, ma anche di Paulinho, l’attaccante brasileiro ciclicamente accostato alla Samp.

Non se ne fece nulla lo scorso anno, perché Spinelli, pensando di ingrassare ulteriormente le sue guanciotte da suino, sparò cifre surreali per la cessione della punta.

Anche a gennaio, con il Livorno moribondo in preda alla crisi societaria, si parlava di svendita dei pezzi pregiati. Ma poi Paulinho restò ai labronici, concludendo una stagione per lui positiva: 15 reti in una squadra di scarponi, colata a picco inesorabilmente.

In tutto questo, Paulinho è stato uno dei pochi giocatori a salvarsi. Fa reparto da solo, vede la porta, è giocatore di movimento. Di sicuro il brasiliano ha dimostrato di poter dire la sua in serie A, e ora cercherà una sistemazione da qualche parte, in questa categoria.

Bagnoli ieri ha parlato dell’ottima stagione di Eder, fregandosi le mani per quanto di buono ha fatto il suo giocatore: “Eder ha reso molto bene sotto la cura Mihajlovic – ha detto ieri sera Bagnoli. “La firma del tecnico rappresenta uno stimolo, un’opportunità in più per fare bene. Per esigenze tattiche Eder ha dimostrato di essere in grado di ricoprire più ruoli davanti, evidenziando un ottimo rendimento anche da prima punta”.

Poi il discorso è finito su Paulinho.

Guardando le caratteristiche di Eder e Paulinho – ha detto il procuratore – “ e quello che hanno fatto quest’anno, li vedrei benissimo giocare insieme.

A mio parere possono benissimo coesistere, Eder ha più gamba sul lungo, Paulinho è invece più un attaccante d’area di rigore”.

Poi la sparata finale: “La maglietta del presidente Garrone dello scorso anno può rappresentare un buon augurio al Presidente Spinelli, che poi quest’anno chiede realmente quella cifra”.

Ci risiamo.

A quel prezzo (ricordiamolo, dieci insensati milioni), Edoardo è pronto a far gesto ombrelloriscattare la sua proverbiale leva. Un gesto che (a volte giustamente) il presidente è solito ripetere a destra e a manca, quando iniziano le trattative di mercato.

Ma il calcio mercato è ancora lungo. Le parti potranno venirsi incontro?

 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

1 commento

  1. Anch’io lo vedrei bene alla Samp, Paulinho, ma sicuramente non a dieci (10) milioni di euro, una follia per un ventinovenne con una sola stagione in A! Voglio proprio vederlo “u sciù Aldo”, a trattenere in B, un giocatore scontento, e con quell’ingaggio… Tra l’altro la CARIGE non può più fare certi favori… A Merdaaa, devi abbassare le pretese!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com