SAMPDORIA-CASSANO, LA TELENOVELA INFINITA

9

Incontro Ferrero-Cassano a Roma. E subito si vocifera del ritorno di Fantantonio in maglia blucerchiata.

Beh, era un po’ di tempo che Cassano non veniva accostato alla Samp. Del resto, con questo presidente è più facile che Antonio possa andare d’accordo. O meglio: o si amano oppure si prendono a cornate dopo 5 minuti.
L’avventura parmigiana di Cassano sembra ai titoli di coda. Mica per altro, ma il presidente Ghirardi è notevolmente indietro con i pagamenti e c’è una cosa su cui Cassano non transige: i soldi.
Parliamoci chiaro, al di là del litigio con il patriarca Garrone (a quanto pare perdonato) i tifosi sampdoriani hanno fatto tanta letteratura sul caso Fantantonio.

Litigi, nutelle varie, cazzi e mazzi.. Ma quel che ha impedito a Cassano di tornare alla Samp è stato principalmente il suo ingaggio. I soldi, questo è il solito, sempiterno, problema.
Cassano va al di fuori dei nostri parametri, Edoardo aveva chiuso la saracinesca principalmente per quel motivo
La storia blucerchiata nel frattempo è cambiata. Arriva Ferrero, Sinisa è il nostro re indiscusso.
Ma al momento attuale è conclamato che Mihajlovic non lo voglia.
Una soluzione interessante potrebbe essere far tornare Cassano il prossimo anno e fargli giocare solo la mezz’ora finale, quando gli avversari sono stanchi. Dirgli: vai e illuminaci!
Ma per ora la presenza di Sinisa equivale al no a Cassano (per quanto le due teste calde potrebbero pur sempre trovare un accordo).
La questione ci riguarda poco, tocca alla società decidere.
Una cosa è certa: come ha detto Osti “finché Cassano giocherà sarà sempre accostato alla Samp”.
Detrattori o estimatori si mettano il cuore in pace: ciò che determinerà il ritorno o meno di Fantantonio ha un nome: il “vil” denaro.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

9 commenti

  1. Pensasse a salvare il Parma, che è davvero in brutte acque. Con Sinisa la Samp è un gruppo perfetto in questo momento, dove tutti corrono e aiutano i compagni e gli attaccanti sono i primi difensori. Sarebbe un corpo estraneo, col rischio di rovinare tutto, per l’ennesima volta.

  2. Sono d accordo con Marko, no al barese, Sinisa la nostra assicurazione. Contratto costosissimo, giocatore in netta parabola discendente, bomba ad orologieria nello spogliatoio e infine, soprattutto uomo di nessun valore. Aggiungo che, mai momento sarebhe piu’ sbagliato di questo, quando tutto funziona alla grande! Vuole tornare a Ge? Provasse a bussare da quegli altri, i bibini….

  3. Gran giocatore, testa matta, ormai vecchiotto e poco utile in un modulo dove tutti corrono come matti…. Boh, io nn lo prenderi di nuovo….

  4. io investirei quei soldi per l’ingaggio di Sinisa:
    bisogna proporgli qualcosa da farlo vacillare, da fargli meditare di restare
    per fargli valorizzare al massimo una rosa che non potrà mai essere fortissima

    io resto convinto che la forza di una squadra sia determinata in primo luogo
    dai dirigenti e dall’allenatore (senza timonieri non si va da nessuna parte,
    soprattutto con un genio e sregolatezza in rosa…)

  5. Per Marco Ghisolfi

    Ti sei dimenticato di includere nella lista partenze, Obiang, Regini x non parlare di Eder,
    Fiducia zero, mi sembra di capire,
    Ma godiamoci questo momento, senza tante paranoie… e sempre forza samp-Doria, come dice in presidente…..

Rispondi a Pino Cancella la risposta

Powered by themekiller.com