IL MERCATO DELLE CONCORRENTI PER L’EUROPA LEAGUE? FIACCO

14
Sampdoria, Milan, Atalanta, Udinese, Torino. E Fiorentina. Le sei squadre in lizza per il sesto e il settimo posto, quindi per l’Europa League, hanno un altro punto in comune: il loro mercato di gennaio è stato sostanzialmente fermo ed è servito soprattutto per sfoltire i rami secchi della rosa.
Cominciamo dai blucerchiati. Per la prima volta da quando è presidente della Sampdoria, a gennaio Massimo Ferrero è stato a guardare, confermando in blocco la rosa fatta eccezione per un paio di cessioni al Benevento, nello specifico di due riserve: Filip Djuricic e soprattutto Christian Puggioni. Due gli innesti: il giovane centrocampista serbo Ognjen Stijepovic e il portiere Vid Belec.
Dopo avere rivoluzionato la rosa in estate con risultati mediocri, il Milan non ha fatto neppure un acquisto. La liquidità nelle casse dei cinesi è quella che è, il fair-play finanziario incombe e soprattutto non aveva senso ritoccare una rosa che sulla carta è una delle più competitive della Serie A. Si contano solamente un paio di operazioni minori: Zanellato al Crotone e Gabriel all’Empoli. Svincolato Paletta.
L’Atalanta si è mossa sulla falsariga del Milan: in parole povere, ha fatto poco o niente. L’unico acquisto perfezionato dalla Dea è stato quello dell’ex blucerchiato Rizzo, arrivato a Bergamo per rimpolpare il gruppo di trequartisti a disposizione di mister Gasperini. Preso anche il terzino Mattiello, che però arriverà solo a giugno. Tagliati i rami secchi: Kurtic, Dramé, Orsolini e Vido.
All’Udinese non servivano grandi innesti. Il vero obiettivo dei friulani era trattenere i top player Barak, Jankto e Fofana per provare a inserirsi nella lotta per un piazzamento europeo. Oltre al già citato Rizzo, un altro genovese ha cambiato casacca nel mercato di riparazione: si tratta del terzino del Pescara Francesco Zampano, seguito in passato dalla Sampdoria e sbarcato alla corte di Oddo.
Insufficiente il mercato del Torino di Walter Mazzarri, prossimo avversario dei blucerchiati. Il nuovo tecnico granata aveva chiesto al ds Petrachi un difensore e soprattutto un mediano: il profilo individuato era quello del bolognese Donsah, ma alla fine è saltato tutto. Solo due gli “acquisti”: l’attaccante dello Sheriff Damascan (per giugno) e il carneade Chalakov dalla Lokomotiv Plovdiv.
Se Mazzarri piange, Pioli può parzialmente sorridere. Da oggi il tecnico della Fiorentina lavorerà con due nuovi giocatori: il centrocampista francese Dabo – preso dal Saint Etienne – e Falcinelli, sbarcato a Firenze in cambio di Babacar che da ieri è il nuovo centravanti titolare del Sassuolo. Buono l’acquisto in chiave futura dell’attaccante sloveno Kukovec, mentre il giovane Hagi è andato al Vitorul.
Insomma, la prospettiva di andare in Europa League non ha scaldato i cuori di nessuno. Ma va anche detto che il mercato di riparazione non è mai stato movimentato. Come detto, l’unica eccezione è stata la Samp, ferma per la prima volta dopo tre anni. Speriamo succeda più spesso…
Roberto Bordi

Autore

Roberto Bordi

Redazione

14 commenti

  1. Europa league diciamolo non interessa quasi a nessuno almeno in italia, troppe squadre troppo lunga giocata al giovedì dove non hai il tempo di preparare la partita della domenica. Lo so tanti di noi vorrebbero farla la società non certo per provare a vincerla ma per fare incassi. Non puntiamo a proseguire in coppa italia che è più accessibile figuriamoci in Europa comunque vedremo.,..

  2. Rispondo ad un post dell’articolo precedente: ma quale cazzo di progetto tecnico stai parlando!? forse ti riferisci agli immobili da adibire a sale cine in Toscana e Lazio!! wake up, la societa’ sta buttando nel cesso fior di quattrini per gente come” dodo, alvarez, regini, bonazzoli,caprari, ferrari e via cantando.
    allora ci poteva stare anche il pugio a due palanche in piu’. consiglio ai tifodi di fare i tifosi e non i commercialisti del cazzo. via ferrero ed i suoi boys da Genova! saluto all’ hermano in CANARIA.
    Last but not least, cosa cazzo vuol dire ‘GPaolo vada dove lo porta il cuore”!?. Aiuto dite alla banda bassotti di assumere un addetto stampa!!

    • in risposta al marziano…..
      un tempo il calcio,se non andavi al campo,lo seguivi con la radiolina o aspettavi di vedere le azioni sulla rai ke duravano 1minuto(sempre se eri in serie A)….
      cosi’ i discorsi dei tifosi erano limitati (sempre se andavi al campo)al fatto ke la squadra avesse giocato bene/male o ke l’allenatore avesse dovuto far entrare prima una riserva. anche gli acquisti si sapevano giorni dopo grazie all articoletto sul giornale e le uniche chiacchiere in piu’ sulla squadra le potevi fare se beccavano chiorri a deferrari o skoglound ubriaco alla commenda….
      adesso il calcio è cambiato e sappiamo anche quanti peli ha nel culo un calciatore quindi anche i discorsi dei tifosi sono piu’ ampi e capita cosi ke il tifoso si occupi di altre tematiche tipo le plusvalenze, senza dover essere tacciato(in senso dispregiativo) di commercialismo!!!
      per quanto riguarda la societa’,siete voi lanciatori di slogan ke create i ferrero boys,perchè quando leggo queste cazzate( ke gente come te continua a scrivere)mi viene di dover difendere la societa’ ke ad oggi ha:
      alzato l’asticella della squadra con posizione in classifica stipendi e valore calciatori piu’ alti,fatto contratto di 99anni a bogliasco con lavori di ristrutturazione ai campi,portato dopo 30anni la primavera a rigiocare li,costruito un accademy x i ragazzi e sta cercando di comprare lo stadio…
      ad oggi e’ lunica societa’ al mondo ke ha fatto 50mln di plusvalenze ed ha migliorato la classifica!!!!!
      è da ottobre ke siamo sesti,chi va allo stadio puo’ ritenersi fortunato perchè ha sempre visto grandi partite e siamo qui ancora a doverci rompere il belino con la banda bassotti…..
      quando succedera’ ke falliremo,ke ruberanno o quant’altro solo allora potrete finalmente sfogarvi e masturbarvi dicendo ke l avevate detto…
      ma fino ad allora dovete solo stare muti,andare allo stadio e cantare x la squadra. punto!!!!!

      • seMarco Convalle -

        Sono d’accordo con Luca, la critica a tutto e atutti ha rotto le palle, io non sono pro o contro Ferrero, sono per la Samp e basta, per ora i risultati sul campo sono buoni, anzi, ottimi e la società è ben organizzata, altre società del nostro livello sono messe molto peggio, gidetevi il presente e basta, cosa pensavate, di vincere lo scudetto?

    • A parte la marziana difficoltà a intervenire sotto la notizia giusta (mah), mi viene proprio da dire, alla luce delle ottime cose che il gruppo costruito da questa dirigenza sta facendo (posizione in classifica, derby vinti come non mai, vittorie di prestigio…): PERLE AI PORCI, riferendomi ai deliri di alcuni, che tra un po’ non se li cagherà proprio nessuno perchè dopo un po’…. basta.
      E questo per i risultati sportivi, perchè poi c’è da aggiungere altro come già scritto qui sopra.

      Io avevo scritto questa frase tra le varie considerazioni fatte su Puggioni:
      “Poi non capisco perchè qui non si considera il progetto tecnico, in nessun ruolo la Sampdoria ha due ‘vecchietti’, in ogni ruolo ha almeno un giovane se non due!”
      Se il commento è riferito a me (per quel “progetto tecnico”), beh, la frase è semplice.

      Se le cose ci vanno bene mostrate fastidio, se si perde male correte a scrivere on-line tutti eccitati.
      Ma il fatto che avete gli stessi stati d’animo e le stesse emozioni di un genoano non vi da un po’ da pensare?

  3. In mezzo a fiumi di parole NON avete commentato l’articolo….lo dico con il sorriso tanto per sdrammatizzare un po’ perché parliamo sempre di calcio…fortunatamente.

  4. seMarco Convalle -

    Sull’articolo c’è poco da commentate, nelle squadre in lotta non è cambiato niente tranne qualcosa nella Fiorentina che però con le ultime due sconfitte si è molto allontanata, per noi bene non aver venduto nessuno, solo un po’ di dispiacere per il Puggio

  5. A parte la marziana difficoltà a intervenire sotto la notizia giusta (mah), mi viene proprio da dire, alla luce delle ottime cose che il gruppo costruito da questa dirigenza sta facendo (posizione in classifica, derby vinti come non mai, vittorie di prestigio…): PERLE AI PORCI, riferendomi ai deliri di alcuni, che tra un po’ non se li cagherà proprio nessuno perchè dopo un po’…. basta.
    E questo per i risultati sportivi, perchè poi c’è da aggiungere altro come già scritto qui sopra.

    Io avevo scritto questa frase tra le varie considerazioni fatte su Puggioni:
    “Poi non capisco perchè qui non si considera il progetto tecnico, in nessun ruolo la Sampdoria ha due ‘vecchietti’, in ogni ruolo ha almeno un giovane se non due!”
    Se il commento è riferito a me (per quel “progetto tecnico”), beh, la frase è semplice.

    Se le cose ci vanno bene mostrate fastidio, se si perde male correte a scrivere on-line tutti eccitati.
    Ma il fatto che avete gli stessi stati d’animo e le stesse emozioni di un genoano non vi da un po’ da pensare?

  6. X Luca ed I suoi boys! Siamo in mano alla banda bassotti perche’ esiste gente come voi! Sesti per caso non vuol dire progetto tecnico ma l’ anomalia dell’anno! Ma non si vinceva lo scudo al 3 anno? A bogliasco l’ investimento e’ stato fatto con soldi FIGC e mutui. Buona fortuna se aspetti quelli del tuo prez. Ma cosa dico, senza di lui la Samp la conoscevano da Chiavari a Sestri L. Babbucchioni!!

  7. Parlando del mercato di gennaio direi che tutto e’ rimasto invariato.il nostro vero colpo e’ stato rimanere immutati ma in realta’ anche l’anno scorso non e’ stato venduto nessuno.mi attengo ai fatti oggettivi e se qualcuno mi accusa di essere un ferrero boys non me ne fotte nulla.societa’ in 3 anni impeccabile.sono d’accordo come sempre con sentinel a volte sembra che quando le cose vanno bene ci sia fastidio……boh.il fatto che io faccia il “commercialista” a me interessa perché sapere che la MIA squadra,la NOSTRA squadra va bene anche dal punto di vista finanziario mi fa stare piu’ tranquillo perché finire a giocare in serie d non ne ho proprio voglia.noi non siamo il genoa che nonostante sia indebitato da anni e non avrebbe nemmeno i requisiti per iscriversi al campionato e’ paraculato con galliani,non siamo la roma che da anni non potrebbe fare mercato eppure compra,non siamo la lazio a cui sono stati spalmati vergognosamente i debiti in 23 anni…….non siamo il milan o l’inter dove da anni i costi sono fuori fair play finanziario…..se non riusciamo a capire questo concetto e’ inutile parlare di tutto…….questo a prescindere se ci sia mantovani garrone o ferrero o pinco pallino.

  8. seMarco Convalle -

    Capisco le critiche ragionevoli, ci mancherebbe che uno non possa esprimere la sua opinione, ma in certi casi mi sembrano esagerate, volte a distruggere tutto e tutti, non si salva nessuno, presidente, allenatore, società, tifosi non d’accordo con le critiche, sono destabilizzanti e io col tempo sono diventato sospettoso

Rispondi a Luigi Cancella la risposta

Powered by themekiller.com