EXPLOIT ROMERO, SEMIFINALE AI MONDIALI. CHE NE FAREMO DI LUI?

10

Sui giornali si legge che Romero è stato messo fuori rosa dalla Samp. Ma tecnicamente non è proprio vero. Per ora, ufficialmente, è impegnato con la sua Nazionale.

Sergio Romero avanza a testa bassa ai Mondiali, si avvicina alla finale (anche se lo scoglio Olanda sarà duro), potrebbe anche alzare la coppa.

Per la Samp è un’ottima notizia: Sarà difficile, se non impossibile, che non si riesca a cedere un portiere che arriva in fondo alla Coppa del Mondo.

Meriti di Romero? Ben pochi. Uno è quello di essere nato a Bernardo di Irigoyen, estremo nord-est argentino. L’altro è che i colleghi del suo Paese sono delle pippazze peggio di lui.

Tra l’altro gira la voce, tra i media argentini, che il ct argentino Sabella abbia puntato su Romero per mancanza cronica di alternative e che non abbia convocato il suo rivale più agguerrito: Willy Caballero, portiere del Malaga. Al posto di Caballero ha convocato Andujar (pluri-riserva del Napoli) e Orion (Boca Juniors), proprio per non mettere pressione al nostro ex portiere naif.

In Brasile Romero è andato più volte vicino a combinare la cappella, a fare la frittata di cui è grande chef. Ma finora non ha mai fatto errori decisivi.

Anzi, con l’Iran è stato decisivo al contrario, salvando in più occasioni l’Albiceleste e contribuendo non poco alla conquista dei 3 punti.

Ieri contro un Belgio sottotono, Romero ha compiuto pochi interventi, anche durante la pressione finale di Hazard e soci.

Svolazzavano cross in area per i pennelloni belgi, Romero si mostrava chiaramente impaurito, con gambe tremolanti: ma ha ha preferito quasi sempre non uscire dai pali onde evitare la sopra citata frittata, per lui sempre dietro l’angolo.

E intanto Romero è arrivato in semifinale: per noi potrebbe anche essere un patrimonio, specie se la dea bendata gli consentirà di fare qualche paratona nella parte finale del torneo iridato.

Il suo stipendio è alto, un milione e 750.000 euro fino al prossimo giugno: insensato rispetto alle qualità del giocatore.

E’ necessario, indispensabile cederlo o darlo in prestito.

Ma per l’ottima prova della sua Nazionale (in semifinale dopo 24 anni) e la visibilità che Romero ha ottenuto, sarà difficile che si arrivi ad una soluzione muro contro muro con la Samp.

Più probabile che Romero si aggreghi alla squadra e che si attenda la chiamata di qualche team che senz’altro arriverà.

Se non arriva potremmo anche ritrovarcelo fra i pali il prossimo anno. Possibilità remota, ma non da escludere a priori. Dopotutto il suo procuratore è Mino Raiola, un rompipalle da competizione.

 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

10 commenti

  1. Va sbolognato subito al miglior offerente, sperando che ve ne siano, altrimenti ce lo ritroviamo in rosa e non è una bella cosa…su Tuttosport (vabbè) di oggi davano sicuro Samuel alla Samp, firma martedi, cosi titolano, e vicino un certo Yura Movsisyan, attaccante dello Spartak Mosca.

  2. Generalmente apprezzo i vostri articoli. Mi piace anche il taglio spesso tagliente e sarcastico. Ma questo no. E’ da Ragazzi. Penoso. Unico nostro tesserato ancora ai mondiali. Unico a partire titolare. Unico top player in rosa. Se si cede perche guadagna troppo zitti e mosca ma mettere ai margini un titolare cosi solo perche ha un oneroso contratto annuale.. Peraltro sottoscritto per scelta di Sampdoria quando eravamo in b.. Sarebbe semplicemente un suicidio.

    • SampGeneration
      SampGeneration -

      Ciao Marco, grazie per l’apprezzamento che ci fai all’inizio della tua risposta. Per quanto riguarda questo articolo forse non ci siamo spiegati bene. Riteniamo molto difficile che si arrivi ad un muro contro muro con Romero (cosa che non ci auguriamo per niente) perché dopo i mondiali Romero avrà comunque conquistato un certo prestigio. Quindi: o si trova una squadra a cui cederlo in prestito (o a titolo definitivo), oppure non è detto che il prossimo anno non sia lui il nostro portiere. Il concetto di fondo era: pensiamo che Romero non verrà messo fuori rosa, al contrario di come hanno scritto molti giornali, perché semplicemente non conviene a nessuno. A presto e forza Samp!

  3. Io mi chiedo che senso abbia comprare giocatori come Samuel che hanno vintontutto e di più, non sono più giovanissimi e avranno sicuramente difficoltà a trovare stimoli in un club la cui ambizione é una salvezza tranquilla. Il caso Burdisso ai fagiani é un esempio lampante.

  4. Ma speriamo che qualche squadra se lo prenda, siamo ancora in alto mare su chi dovrà fare mercato, Osti è ok per sfoltire, ne deve togliere dal groppone almeno una 15 impresa titanica….su chi comprare lo schema potrebbe essere Sinisa indica e Viperetta tratta!!
    Calciatori Russi forti al momento nn cè ne sono visto che il loro campionato ha un livello tecnico scandaloso (peggio di quello Italiano), Yura stai negli Urali con una bella bottiglia di Wodka “Baikal”che è meglio!!!!!

    • Movsisyan ha riportato un grave infortunio al quadricipite della gamba destra e dovrà essere operato; starà fuori dai campi da gioco fra i cinque e i sei mesi. Non credo che la Samp si imbarchi in una operazione del genere. Come al solito, grande, affidabilissimoTuttosport, il New York Times ti fa un baffo!

  5. Su Samuel è chiaro che Sinisa vuole gente espertissima da affiancare ai giovani, per far da nave scuola, per incattivirli agonisticamente…non a caso li ha ribattezzati sempre con “troppo bravi ragazzi”

  6. E’ allucinante che una squadra piena di campioni come l’argentina ha in porta un imbranato come Romero. Se resta da noi dovrà per forza rinegoziare l’ingaggio. Cmq molto meglio per noi che vada in finale, magari qualche squadra ce lo leva dalle palle!!

  7. speravo proprio nei rigori
    perchè era l’unica chance per mettersi in mostra
    e così è stato: dopo 120 minuti da autentico spettatore
    ha sfoderato due parate decisive dai tiri dal dischetto

    speriamo che adesso abbia di nuovo mercato !!

Rispondi a lucio Cancella la risposta

Powered by themekiller.com