ACCIACCHI DI VECCHIAIA PER POZZI. SIAMO SENZA PUNTA

2

In vista dello scontro salvezza con il Chievo, arriva la notizia dei problemi muscolari di Nicolino Pozzi. L’anzianità si fa sentire. Pozzi ha già giocato due partite consecutive. In effetti, per i suoi standard, gli si è chiesto troppo.

Probabile allora che finisca ai box a curare i suoi acciacchi di vecchiaia. Povero Nick, stagionaturastrappato per causa di forza maggiore a una meritatissima pensione, forse gli si è chiesto davvero troppo. Ora è seguito dal preparatore atletico Catalano. Si tenterà il recupero dello stagionato centravanti, ma il dubbio legato alla sua presenza si scioglierà soltanto domani, prima del match.

Se Pozzi sarà out, Eder verrà schierato come unica punta. Dietro di lui agiranno Soriano, Gabbiadini e, in mezzo, Nenad Kristicic.

La probabile assenza di Pozzi evidenzia, una volta di più, il necessario acquisto di un attaccante a gennaio. L’unica punta che abbiamo, sempre encomiabile per l’impegno che mette in campo, non riesce a infilare più di 3 partite di seguito. E Petagna, la giovane “Pietàgna”, non è considerato pronto da Sinisa.

Sinisa è ancora imbufalito, ha ancora i pugni nelle mani, al pensiero del disastro marines incazzatoche ha combinato Petagna negli ultimi secondi contro la Lazio. Può essere che a gennaio Petagna se ne torni in rossonero. Lui dice di trovarsi bene alla Samp, anche se non gioca mai, e quando entra fa casini. Staremo a vedere.

Per il resto non ci sono novità: Costa dovrebbe essere in campo, ha recuperato dall’infortunio alla spalla sinistra. Se così non fosse, giocherebbe Regini esterno sinistro di difesa. E va bene ugualmente.

Schieriamo: Da Costa tra i pali. De Silvestri, Mustafi e Gastaldello completano la difesa. Palombo e Obiang la solita cerniera di centrocampo. E, come detto, il probabile trio Gabbiadini-Soriano, Kristicic davanti al prode casinaro Eder.

Il Chievo rigenerato di mister Corini scende i campo con il 4-3-3: in porta Puggioni, chihuahuadifesa con Frey, Dainelli, Cesar e Panic. Centrocampo con Radovanovic, Rigoni e Hetemaj. Tridente d’attacco: chihuahua Estigarribbia (ancora tu!), Paloschi e Thereau. In alternativa a Paloschi possibile l’inserimento di Lazarevic o Sestu.

Gara alla nostra portata. Forza Doria, continuiamo la striscia positiva!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

2 commenti

Lascia un commento

Powered by themekiller.com