TORREIRA: LA TENSIONE CONTINUA, IL CASO E’ APERTO

11

Ci sono stracci che volano, tanto per cambiare. Molti tifosi sono sul piede di guerra contro Torreira e ne chiedono la testa. Il piccolo uruguaiano è stato multato per l’intervista non autorizzata concessa alla Gazzetta dello Sport, in cui ha messo in bella luce tutta la sua giovane età con dichiarazione al limite del grottesco, del tipo: “Non sono cattivo”, oppure “Devo pensare ai miei 5 fratelli”.

La sostanza però non cambia: non pochi tra i doriani vorrebbero la decapitazione dell’uruguaiano, non perdonandogli alcune leggerezze dettate dall’inesperienza o dai consigli pessimi della solita sanguisuga di procuratore.
Sarebbe interessante sentire cosa pensa di questo caso Giampaolo (ne parlerà forse domani in conferenza stampa), quanto il Mister consideri Torreira imprescindibile per la sua Sampdoria. Certo: l’impiego di una manciata di minuti in tutta la stagione di Cigarini (giocati male) fanno intendere che Giampaolo abbia idee chiare sulla fondamentale importanza tecnico tattica del giovane regista uruguaiano.

Si alza intanto il livore di molti tifosi che invitano Ferrero a muoversi alla stregua di De Laurentiis e Lotito e applicare la legge del taglione, ponendo il reprobo fuori rosa.
Ma la differenza sostanziale è che i due presidenti citati vantano un ventaglio di grandi giocatori.
Noi ne abbiamo pochissimi: se ogni volta dobbiamo farli fuori, invocare la tribuna, la Siberia, le miniere di sale o la chiusura nello sgabuzzino insieme agli scopettoni, poi non stupiamoci se vediamo in campo i Pavlovic, i Ricky Alvarez, i Palombo e i punti non arrivano.

Qualcuno ha anche augurato a Torreira di fare la fine di Gabbiadini.
Ci sarebbe anche da valutare la fine che abbiamo fatto noi nei mesi successivi alla cessione di Manolo.
Certi pensieri sembrano avere lo stesso spirito del marito che si estirpa gli zebedei per far dispetto alla moglie, quando questa non si è ancora trasformata in un cesso.

Torreira a quanto pare non andrà in tribuna col Napoli. Se le tensioni continuano resta comunque il rischio di perdere un giocatore e di svalutarlo pure, nella classica situazione in cui alla fine non ci guadagna nessuno. 

Inoltre, seguire l’indicazione di alcuni di mettere il centrocampista in tribuna non sarebbe una politica lungimirante per una società che punta e punterà sui giovani: chi verrà in futuro alla Samp di fronte a questi continui e pubblici braccio di ferro?

Fare a meno di Torreira quest’anno sarebbe un grosso problema ai fini tecnici: Ciga è stato bocciato, dove troviamo un regista capace di entrare subito negli schemi di Giampaolo nei prossimi venti giorni?

Vedremo il futuro cosa riserverà.
La società fa bene a non farsi prendere per il collo dal procuratore, ma potrebbe anche presentare un’offerta adeguata al valore del giocatore, non escludendone a priori il rinnovo come ha tutta l’aria di voler fare. 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

11 commenti

  1. No ma infatti è Giampaolo da cambiare o da mettere in tribuna anche perché lo farà giocare sicuramente perché non è capace di fare diversamente perché far giocare gente che sarà venduta o vuole andare via perché non hai saputo importi mai diversamente e trovare alternative vuol dire far giocare gente che tirerà sempre indietro la gamba e non sarà sul pezzo e siamo a Napoli non col Chievo…..ah già ma col Chievo le abbiamo prese di santa ragione….toh è vero….

  2. la societa’ dovra’ imparare a gestire queste situazioni perché d’ora in poi questa sara’ sempre la politica.giovani promesse da valorizzare che poi sanno gia’ di spiccare il volo.nel caso torreira proporrei un adeguato rinnovo e nel frattempo pretendere il massimo impegno dal giocatore fino a giugno.metterlo in tribuna non giova a nessuno.poi a campionato finito se vuole restare bene se no vaffanculo e avanti il prossimo

  3. Condivido Cristiano. La società deve gestire il cao partendo dal fatto che c’è un contratto fino al 2020. Parlando con il procuratore deve dire se volete andare via ora portatemi entro e non oltre 10 giorni un compratore con 15 milioni? mi sembra di aver sentito tale importo altrimenti rimani e adeguiamo il contratto con la promessa che se a giugno arriva un compratore con la cifra desiderata parti. Dimenticati giochetti e puttanate varie.

  4. Mettendo per un attimo da parte le farneticanti dichiarazioni ( devo pensare ai miei 5 fratelli, ma una vita loro senza per forza dipendere dal fratello no? mah…) provo a mettermi nella testa del ragazzo: momento migliore della carriera, in rampa di lancio, con probabili offerte già ricevute da società magari disposte a dargli un ingaggio 10 volte superiore a quello che percepisce adesso, che chieda l’aumento ci sta, non scandalizziamoci!
    Come ho già scritto a questo giro la società è nelle condizioni di non farsi prendere per il collo visto che il contratto scade nel 2020, però è chiaro che se la proposta di aumento arriva a 500/600 mila euro Torreira mai accetterà e, diciamocela tutta, non sarebbe neanche troppo “corretta” visto che quel che percepiscono alcuni compagni di squadra per scaldare la panchina e mi farebbe quasi pensare che allora non vedono l’ora di venderlo al migliore offerente…staremo a vedere, l’importante è non fare i…TAFAZZI

  5. Ma di cosa stiamo parlando? ???? 20 anni…tre mesi in serie A ….proposto e rifiutato contratto da 600.000 € …..FENOMENO DA CIRCO …..panchina e basta….oppure vendiamolo all Inter. ..così la carriera è finita

  6. Caro Gilli sulla carta hai ragione tu giochi da 3 mesi in serie A ti aumento l’ingaggio a 600/700 mila euro l’anno e rifiuti? Si perché il tuo procuratore ti ha fatto sapere che 2 società come Roma o Siviglia ti pagano il DOPPIO di ciò che ti offre la Samp e ormai tutto il mondo ha capito Ferrero che di vincere non gliene può frega’ de meno ma comprare a 2 e vendere a 4 quindi o arriva il magnate di turno o cippa rassegniamoci.

  7. E qua ecco che esce quello che vado dicendo da mesi, l’incapacità di Giampaolo di coinvolgere tutta la rosa a disposizione. Cigarini ha giocato 2 partite (male) però con tutte le riserve della squadra…non l’abbiamo MAI e dico MAI visto in campo con i titolari!!!
    Ora c’è il caso Torreira, ma ci fosse stata anche una banale squalifica o un infortunio??? rileggetevi la carriera di Cigarini e poi ne riparliamo, in una realtà come la Samp è grasso che cola!!!

    • Daccordissimo purtroppo abbiamo una società che rivoluzionera’ la squadra in continuazione perché pensa solo al profitto quindi avere un allenatore che è decisamente incapace ad adattarsi è solo ed esclusivamente un guaio enorme….ma purtroppo possiamo solo subire un presidente che pensa allo stadio Flaminio adesso….ma di cosa stiamo parlando ragazzi io sono allibito….

  8. Adeguamento a 600 mila poi a Giugno se arriva qualcuno con 15k lo venderanno, cmq Cigarini non è cosi scarso. Questa la soluzione, poi magari va in un altra società e si brucia, ma hanno tutti troppa fretta di arrivare forse…..

    • Il mondo di oggi è frenetico in ogni cosa e il calcio non fa eccezione.
      Poi i procuratori non fanno altro che accellerare il tutto, ci sono degli onesti giocatori tipo Poli che hanno stipendi che si sognavano in realtà come la nostra (con conseguente guadagno anche per il procuratore!).

  9. non e’ che a ferrero non importa di vincere ma e’ solo che e’ il calcio di oggi che rende impossibile la vittoria ad una squadra come la nostra e ad altre 16 come noi.prima avevamo i garrone che hanno una potenza economica che non e’ seconda a nessuno e abbiamo visto campagne acquisti vergognose figuriamoci con uno che non ha un euro ma campa sull’autofinanziamento………

Lascia un commento

Powered by themekiller.com