SOGNO MONTELLA. LA SAMP HA BISOGNO DI TE

15

Ferrero conosce bene Montella. I due si sono incontrati più volte a cena quest’anno. Ferrero infatti vive gran parte della settimana a Firenze, la città di sua moglie.
Durante la stagione avranno sicuramente parlato della possibilità di un futuro blucerchiato. Possibilità remota, viste le ambizioni di Vincenzino e le opportunità senza voli pindarici che può offrirgli alla Sampdoria.
Nessuno poteva immaginarsi che in data 2 agosto si parlasse così diffusamente di nuovi allenatori.

Ma la figuraccia di Zenga è stata troppo bruciante.
Figura di merda in partita, con l’aggravante della sceneggiata sotto la tribuna e delle dichiarazioni successive inutili del Coach, che non sembra aver compreso di essere entrato nella storia blucerchiata per motivi nefasti, col peggior passivo europeo per una gara in casa (contro una squadra di modesti pedatori).
Ora si attende una svolta dal ritorno a Novi Sad.

Ma, in caso di quasi certa eliminazione, meglio non prolungare oltre venerdì prossimo l’agonia zenghiana. Che il Coach indossi un buon copricapo da Tuareg e riprenda la sua strada verso le dune del deserto.

Intanto, tra i nomi circolati per il sostituto, quello di Delneri ha procurato l’allarme in un’ampia fetta di tifoseria .

Donadoni è gradito ed è alla portata della Samp.
Su Prandelli non ci sono ulteriori notizie di contatto.

Vincenzino Montella, il più amato dai doriani, avrebbe avuto un’offerta da Ferrero in queste ultime ore.
La proposta potrebbe essere allettante, se è vero che Montella (secondo Sky Sport) ha preso tempo per valutare l’offerta blucerchiata.
Forse Ferrero, dopo la Caporetto di giovedì sera, ha capito che sulla scelta dell’allenatore c’è poco da risparmiare.

Montella, sotto contratto con la Viola (a 1,4 milioni di euro) è tecnico ambizioso, amatissimo dalla tifoseria, ha un’idea di calcio molto stimolante.
Ha un ingaggio (molto) alto, ma anche tutte le qualità che servono alla Samp.
L’eventuale arrivo di Montella cambierebbe la stagione in modo radicale, ma ci sarebbe anche la richiesta di calciatori molto più tecnici, di un intervento ulteriore sul mercato.

Comunque sia, Ferrero ha fatto l’offerta, ora si attende la risposta dell’ex tecnico viola.
Le probabilità non sono alte (per non dire molto basse), ma bene ha fatto il presidente a muoversi. Vincenzo abbiamo bisogno di te.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

15 commenti

  1. Le probabilita’ sono zero. L’ unico credibile e che con garanzie tecniche alla portata, e’ Donadoni. Io non avrei aspettato giovedi, partita nella quale la squadra rispondera’ meglio, primo perche’ fare peggio e ‘ impossibile, secondo perche’ il Vojvodina con tale vantaggio non giochera’ certo per farsi male.

  2. Ma al posto di Montella voi verreste alla Samp? Cmq il 90% dei tifosi sapeva che Zenga era una scommessa persa, ed ora siamo a poche settimane dalla prima di campionato senza mister, o meglio con un mister che ha perso in una partita anche quel poco di credibilità che aveva.
    Unica soluzione Donadoni, io starei lontano da scommesse strane, dopo quello che abbiamo visto penso che l’obiettivo sarà una salvezza tranquilla, a meno che non arrivino 2/3 giocatori che possano chiamarsi tali.

    • Donadoni mi pare tutto fuorché una scommessa: in Serie A ha fatto sempre discretamente bene, se si esclude la scorsa annata dove, nonostante l’assurda situazione di Parma, è riuscito a mostrare buone cose.

      Ovvio, Montella sarebbe il sogno, ma i sogni sono tali perché irrealizzabili.

    • beh, sta rosa alla fine è la stessa dello scorso anno meno eto’o (che non ha brilato), Obiang (discontinuo), Duncan e Acquah (panchinari) e Bergessio (non pervenuto)

        • Vero, anche se gabbiadini è cessione di gennaio. In compenso a fronte di queste perdite abbiamo Fernando, Barreto, Moisander, Cassani e Zukanovic in più. Tutti potenziali titolari (con Bonazzoli in panchina). Secondo me la rosa non si è così svalutata. Forse non era granché manco prima ma qui il problema – a mio modo di vedere – è il manico (l’allenatore)

  3. “Walter è un grande allenatore, è uno serio, preparato, appassionatissimo, con delle idee forti, e quindi tenuto conto anche che ha senso di appartenenza, e che conosce l’ambiente, sarebbe una scelta che io potrei condividere, cioè se fossi io il presidente ci penserei…”. (parlando di Sampdoria, Vialli, il 14/05).
    Zenga è stato proposto, se non proprio promosso, dai vari Vialli, Mancini, forse anche Mantovani Jr, e chi più ne ha più ne metta degli “amici della Samp”, illustri ex che sono rimasti molto legati alle sorti dei nostri colori. Per carità, è avvenuto lo stesso per Sinisa, e comunque fa piacere avere amici così. Però stavolta è andata male…
    Ovvio che Ferrero e Romei prendono le decisioni finali, ma senza questa influenza non credo che loro avrebbero mai pensato di essere quelli che facevano tornare in Italia Zenga, e secondo me senza influenze esterne al 90% avrebbero fatto una scelta… “naturale”, come Donadoni (che è anche l’unico che personalmente ho sempre auspicato e che continuo ad auspicare).
    Il mancato passaggio di questo preliminare (e responsabili sono comunque anche i calciatori, sono loro che sono in campo…) manda a puttane cose importanti.
    Ferrero lavora come un matto per dare visibilità nazionale (lo scorso campionato si è parlato dieci volte di più di Sampdoria che di una squadra che ci è finita sopra di tre punti, guardate come è ridotto il povero Gasperini) e internazionale (il passaggio di Eto’o ha fatto nominare la Sampdoria ovunque) ai nostri colori e al nostro nome.
    Se l’anno scorso era Eto’o, quest’anno doveva essere qualche partita in EL a far uscire il nostro nome dall’orticello stantìo della Serie A. E invece no, a sorpresa… tutto a puttane in un attimo.
    A puttane l’arrivo di uno SPONSOR IMPORTANTE, per il quale la maglia Joma lascia sotto le strisce una marea di spazio come avrete notato giovedì….
    Questo evento nei progetti manageriali e di lungo respiro è come se ci facesse perdere un anno!
    Io sono molto arrabbiato se penso a questo ultimo aspetto.
    Voglio un cinque a zero cristo.
    Difensori di ruolo.
    Centrocampisti cagnacci (quindi non Soriano che secondo me nel 433 non deve giocare)
    Attaccanti veri, tutti e tre: Eder, Bonazzoli, Muriel.

  4. Sembra surreale ciò che sta accadendo alla Samp fino a pochi mesi fa eravamo in estasi per l’arrivo di Muriel ed Eto’o ….ora siamo ad un passo dall’oblìo da quel profilo di bassa classifica che ci ha contraddistinto per un po’ di tempo (stagione conclusa a parte)!…..Zenga è una pippa e si sapeva,Torino non è Marassi e non è cosa da poco ,è calcio d’agosto anzi di luglio quando in Italia pensiamo ancora dove andare a pascolare…….insomma una serie di concause alcune “volute” ed altre sfigate…….il calcio toglie il calcio da….oggi ci ha tolto…….ma se per una serie di altrettante concause giovedì tirassero fuori i coglioni il cuore …..e i sogni !Se si andasse a Novi Sad con l’idea che se li hanno fatti loro 4 gol fuori casa ….4 glieli possiamo fare pure noi….vuoi per caso,cuore,forza,culo,virus,…dai cazzo proviamoci ……”per altri 90 min il pallone sarà nella partita “….ancora 90 min non è finita!!!….

  5. Se i vari Ferrero, Osti e Romei hanno scelto Zenga perchè “condizionati” dalle favorevoli opinioni dei vari Vialli & C. siamo messi non male ma malissimo!
    Anche perchè a quanto si è appreso i primissimi contatti tra la società e l’Uomo Ragno risalgono addirittura a novembre quindi ben prima delle ovvie e scontate referenze degli amici, ce lo vedete Vialli che parla male di un amico/collega? Al massimo avrebbe potuto farlo di Zeman…
    Comunque giovedì sera sapremo: sapremo se questa squadra segue coach Z. e si batterà per salvare almeno l’orgoglio e la dignità oppure se non vede l’ora di rimandarlo a Dubai…

  6. Io lascio una considerazione….
    La disfatta è palese e sotto gli occhi di tutti !
    Ma io (vecchio portiere quasi 36 enne) mi chiedo: di fronte a scellerate decisioni del Mister (perchè tali sono Palombo centrale nella 4 mai provato prima e Nenad largo nel tridente), è possibile che giocatori esperti come Silvestre, Palombo, Barreto, Eder (come anche Viviano e Fernando che hanno visto / giocato competizioni ben più di alto livello), dopo il 2 a 0 subito, non si siano guardati in faccia capendo il momento ???
    Eppure era abbastanza facile… Ci passavano sopra fisicamente e scorprirsi era un massacro annunciato..
    Coprendosi e difendosi con ordine (in almeno 7 – non dico tanti, dico 7 che sono pochi e mai presenti nel secondo tempo !), sicuro non prendevi altri gol !
    E, vedendo l’imbarazzo avversario a difendersi magari bastavano 2 mezze palle (nel primo tempo ne abbiamo avute 4, senza nemmeno possedere una VAGA idea di gioco)…
    In tutto questo, ognuno ha le proprie responsabilità, NON certamente equamente divise tra componente societaria, staff tecnico e giocatori !
    Detto tutto questo, sarò folle, ma io credo sia fattibile al ritorno… Troppo deboli dietro gli altri ! SE ATTACCATI, CON ORDINE !

  7. 3luglio1985 -

    donadoni non mi è mai piaciuto
    con quell’aria triste e dimessa
    però devo dire che l’ultima stagione con il fallito parma
    ha sfoderato anche un po’ di carattere
    e forse forse nella situazione attuale sarebbe la scelta migliore per noi

    montella ovviamente non lo prendo in considerazione
    perchè ha anche una carriera in ascesa alla quale pensare
    e uno stipendio (molto alto) garantito per un anno

    diciamo che è in una botte di ferro: un anno di stipendio dalla fiorentina
    e poi l’anno prossimo potrebbe subentrare in una big che facesse male quest’anno:
    come ha scritto qualcuno sopra, voi al posto suo verreste alla samp ?

  8. Montella prenderà 1,4 milioni dalla fiorentina fino a Giugno 2016. Se non gli dai 1,5 non si muove.
    Inoltre Montella, ormai, punta ad allenare squadre di classifica alta. Verrà mai, o per lo meno, non nel 2015/16.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com