SIAMO ALLA FRUTTA. ETO’O CI REGALA IL PUNTICINO

20

Samp deludente, a tratti disarmante. Alla fine arriva il punto, con la difesa dell”Empoli in versione balneare. Al 90′ una delle rare occasioni per noi: giro palla dal limite, pallone arriva ad Eto’o, difesa empolese allegra a dir poco ( c’erano due nostri giocatori liberi a fianco di Samuel), il 99 si gira e lascia partire un bel tiro che si insacca alla destra del portiere.

1-1, arriva il punto che ci basta per  andare a + 3 dall’Inter e probabilmente tagliare fuori il Torino.
Se è probabile che Preziosi la prenderà in saccoccia, dovremo almeno battere il Parma in casa. Ce la faremo?
A vedere lo strazio della nostra squadra si può avere qualche dubbio.
Oggi una partita invereconda.
E’ vero che se non abbiamo un alto ritmo di gioco emergono i nostri limiti tecnici. Ma qui si esagera.
Un brutto spettacolo, mai due passaggi di fila. Palombo, poveraccio, sembra un anziano al parco che gioca insieme a dei ragazzini.
Ma è la fase offensiva quella che desta più preoccupazioni.
Un attacco lasciato completamente al caso, Djordjevic pesce fuor d’acqua, messo dal primo minuto giusto perché Eto’o non può giocare 90 minuti e Okaka e Bergessio ormai sono stati isolati, forse in quanto portatori di malattie.
L’Empoli gioca forte per i primi 25 minuti in cui ci schiaccia: un po’ di azioni pericolose, la traversa di Vecino a Viviano battuto, un errore macroscopico di Big Mac che calcia alle stelle a 5 metri dalla porta.
La ripresa è la classica partita addormentata di fine stagione. Il problema è che noi dovevamo andare a vincere, dovevamo essere cazzuti e sembriamo più appisolati dell’Empoli.
Per sbloccare il risultato è necessario il classico errore/orrore di Palombo a centrocampo che fa ripartire gli avversari (oggi sarà successo almeno 4-5 volte, tralasciando gli errori di impostazione del medesimo Angelo). La combinazione Maccarone-Pucciarelli porta quest’ultimo davanti a Viviano, diagonale di destro e palla in rete, è il 57′.
Poi entra Correa al 70′ e si mangia subito un gol, un rigore in movimento.
Ma Correa è l’unico che dà vivacità in avanti. Finalmente creiamo qualche occasione, finalmente arriva qualche cross, spesso grazie all’argentino.
L’Empoli un po’ scende di ritmo, un po’ si difende in stile Ferragosto in campeggio dopo la settima birra.
Al 90′ arriva finalmente il bel gol di Eto’o, che chiude la partita sull’1-1.
Realisticamente, per il settimo posto ci serviva almeno un punto e un punto è arrivato. Non ci entusiasma per nulla questo finale di stagione, alla fine probabilmente dovremo ringraziare lo zio Preziosi, il patacca. Ma se quelli hanno un presidente pataccaro non è certo colpa nostra.

Ora almeno vinciamo col Parma, almeno questo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

20 commenti

  1. se questi fanno di tutto per non andare in europa e poi alla fine ci si trovano mi scappa da ridere vacanze dimezzate e ben gli sta.sinisa ci hai rotto il cazzo

  2. Giovanni Prussia -

    Sinisa non può andare in campo. Sono i calciatori a fare pena. Speriamo di recuperare un po’ di soldi vendendo un mucchietto di sti grammi e si riparte. Io se potessi scegliere…….direi con Mr Iacchini

  3. Diamo merito al Genoa del gran campionato disputato sono stati più continui noi invece abbiamo gettato via troppi punti molte volte per ingenuità e i tanti pareggi ci hanno penalizzato.Poi il mercato di gennaio ci ha indeboliti e la mazzata finale è stata l’infortunio di Eder.Comunque buon campionato anche il nostro anche se sono un pò deluso per questo crollo finale e anche perchè perdiamo il primato cittadino………..

    • solo un po’ di merito ?
      ma avete visto le loro ultime partite ??
      per lo meno si son divertiti quest’anno, soprattutto in questo finalone di campionato
      contro squadre di rango superiore

      noi diciamolo, chiaro e forte, non abbiamo mai dato spettacolo

  4. Il fatto è che non abbiamo mai avuto un gioco ,nelle prime giornate siamo stata la squadra che ha fatto più gol su palla inattiva con le punizioni dirette o indirette di gabbiadini. Appena calata fortuna e condizione fisica sono usciti i limiti tecnici di squadra ed allenatore il quale è solo un motivatore,il Genoa ha avuto più voglia ,tecnica e bravura dell’allenatore che noi,bisogna ammetterlo

  5. Una sola cosa! NO a Zenga un fanfarone. Un suo errore ci costò l’eliminazione con l’Arsenal. Montella tutta la vita. Alternative Sarri o Maran. Spero che il presidente non affidi la squadra all’uomo ragno altrimenti la vedo grigia.

  6. L’errore sul gol dell’Empoli lo commette Regini che non è buono nemmeno a battere le rimesse laterali oltre che essere uno tra più scarsi giocatori della Serie A (e forse anche della Serie B). Mi meraviglia come Mihajlovic si ostini a far giocare certi elementi impresentabili tra cui aggiungerei anche Palombo e Soriano, che sembrano dei morti che camminano, quando hai in panchina gente come Acquah (che quando gioca viene sostituito) e Duncan che, se non altro, si corrono e si sbattono!!! Sull’attacco caliamo un velo pietoso… tolto Eder il nulla!!!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com