SE LOTTIAMO PER EUROPA E’ ANCHE MERITO DI SINISA. KEEP CALM

12

Keep calm e forza Samp. Pioggia di critiche sulla situazione allenatore. Meglio però mantenere la calma, non dimentichiamoci che se lottiamo per un miracoloso posto in Europa League il merito è dell’organizzazione data alla squadra da Sinisa e il suo staff e che il campionato andrà valutato alla fine, nel suo complesso.
Naufragavamo l’anno scorso, prima dell’arrivo di Sinisa si scorgeva all’orizzonte addirittura la retrocessione.
Il tecnico serbo ha girato il timone, ha cambiato l’inerzia della Sampdoria.
Una salvezza netta e poi, quest’anno, la clamorosa corsa al’Europa che dura da 36 partite.

Una situazione di classifica che (ha detto giustamente il Mister) non è da dare per scontata.
Va bene, abbiamo avuto un calo netto nel finale, Mihajlovic poteva gestire meglio gli ultimi mesi. Ma non scordiamoci che manca Eder, il funambolo più pericoloso del nostro attacco. Nonostante tutto siamo sempre ad alta quota, la possibilità di staccare il biglietto europeo è sempre molto alta.  Se non è un miracolo, poco ci manca.
Il mister non ha mai taciuto le proprie ambizioni. Ha atteso la Juve lo scorso anno e il Napoli quest’anno.
Che sia sampdoriano, o sampdoriano a metà, ormai poco importa. E se vuole viaggiare per altri lidi, che vada, così come hanno fatto tanti giocatori.
Sinisa è un professionista, sente il richiamo delle sirene.
Ciò non toglie che bisogna valutare soprattutto i suoi risultati sul campo e ad oggi li stiamo raggiungendo, tra mille difficoltà e alti e bassi, con una rosa che non potrebbe ambire a queste posizioni.
Per poco tempo siamo stati anche in corsa per la Champions League, abbiamo battuto Roma e Inter, giocato alla pari con Juve e Lazio al ritorno, abbiamo vinto un derby.
Non eccediamo con le critiche al Mister, stiamo uniti fino alla fine, fino al raggiungimento del traguardo. Previsto esodo di colori blucerchiati a Empoli. 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

12 commenti

  1. E’ incredibile come la vita in genere ed il calcio in particolare siano morsi dalla tarantola del….futuro. Voglio dire che non si vive più l’unica vera manifestazione esistente:il presente. Si attende sempre qualcosa che non esiste e quando si giunge all’ipotetico approdo già si pensa al prossimo. Questa è schizofrenia bella e buona. Vediamo. Il campionato in genere dura due mesi, poi già si comincia a parlare del mercato di ottobre. Questo non va, quell’altro sì. Poi si gettano le basi del….prossimo campionato. Il tale allenatore è già stato contattato da diverse società. Se ne va? Non se ne va? Questo è un calcio da disperati alla ricerca del….futuro perduto! Uno sport da ansiolitici, il ritrovo dei benziodiazepinici. Ora vorrei dare un consiglio spassionato. E’ meglio sganciarsi da questa illogica….logicità. Io, personalmente, mi sono ritirato dalla follia imperante. Certo sarò contento se ad esempio il prossimo anno in panchina siederà, ad esempio, Montella. Ma a cose fatte e ben sapendo che tra meno di un anno si parlerà di Vincenzo già pronto magari per il Milan. Non facciamone una malattia. Il calcio ormai è questo. Va tutto bene (si fa per dire….). Stiamo sereni, intanto, comunque, nulla può cambiare per i sentimenti dei tifosi. I veri padroni sono le Tv e il resto è solo contorno ininfluente. In fondo a noi resta una cosa intangibile da questo vorticoso monstre creato dal consumismo e cioè l’amore per un’entità astratta e concreta che nulla potrà scalfire, il sentimento per la nostra eterna compagna, la sempre amata Sampdoria. E così sia…….

    • vero in parte
      il fatto è che una società ben organizzata (a questo ambiamo spero !)
      deve e sottilineo DEVE preparare molti mesi prima la prossima stagione

      guarda la juve, aveva già vinto il suo quarto campionato
      giocava la semifinale champions e la finale di coppa italia
      mentre marotta (grandissimo per me !) acquistava dybala dal palermo
      e sta’ trattando cavani dal psg
      verrebbe da dire: con quel popo’ di squadra che ti ritrovi e con gli appuntamenti in vista che hai
      ti viene in mente di pensare al futuro ?
      beh marotta sta’ facendo alla juve quello che non ha fatto l’inter del triplete
      che si è crogiolata sugli allori con la squadra che invecchiava e perdeva stimoli
      e sappiamo tutti che fine ha fatto

  2. Se andiamo in europa è anche merito di Sinisa…………….
    Se non andiamo in europa è solo demerito di Sinisa…

    A questo commento di Gianfranco Ciglia cambierei solo una parola, al posto di “solo” metterei “anche”perchè attribuire il mancato approdo in Europa League SOLO al mister mi sembra esagerato e riduttivo…

  3. secondo me dobbiamo ringrazia sinisa per quello che ha fatto alla samp
    senza isterismi e crociate forcaiole

    la società invece avrebbe già dovuto (da tempo, non ora) preparare la sua successione
    con intelligenza e anticipando i tempi

    se solo ora si accorge di avere il posto di allenatore scoperto
    e soprattutto si rivolge in fretta e furia a zenga (….zenga !!!!!)
    allora vuol dire che non sta programmando proprio niente

Lascia un commento

Powered by themekiller.com