SAN SIRO SI INCHINA. E’ TRIPUDIO SAMPDORIA

10

Si inchina San Siro dopo la botta centrale di Quagliarella, che supera Handanovic all’85 realizzando il calcio di rigore della vittoria.

Zittiti i nerazzurri che raccolgono la miseria di zero punti quest’anno contro una Sampdoria sempre più sorprendente.
C’è un vincitore assoluto nella partita di stasera ed è il nostro allenatore Giampaolo, una sorta di Carl Von Clausewitz del terreno di gioco.
Uno stratega implacabile, capace di mettere in campo i suoi con gagliarda sicumera anche a San Siro, incurante di un’Inter che negli ultimi tempi si era trasformata in un macinasassi.
Ammutoliti tutti, dinanzi ai nostri fraseggi a testa alta, il gioco a viso aperto, il controllo del campo: la Samp in maglia bianca sembrava una squadra blucerchiata d’altri tempi, quelli in cui andavamo a fare la partita ovunque, da San Siro al (fu) Delle Alpi.
Complimenti a Giampaolo e al suo lavoro coi fiocchi: chapeau!

La cronaca: bella partita, giocata a ritmi molto alti.
Al 9′ cross di Perisic, Banega tira a colpo sicuro, Viviano si oppone e Candreva sbaglia clamorosamente il tiro mandando fuori da un metro.
Al 25′ Quagliarella ricorda i bei tempi che furono quando tirava da distanze siderali come se fosse al limite dell’area. Quaglia fa partire una conclusione da trequarti campo dopo un’incertezza di Gagliardini ma coglie il palo ad Handanovic battuto.
35′: vantaggio dell’Inter: su cross di Banega, D’Ambrosio si inserisce e di piatto supera Viviano grazie anche alla decisiva deviazione di Bereszynski.
Al 46′ è di nuovo la sfiga ad opporsi all’attacco blucerchiato: su un traversone dalla trequarti, Medel respinge di testa sui piedi di Bruno Fernandes che di prima intenzione scaglia un violento destro a incrociare e coglie in pieno il palo… E sono 2!

Ripresa.
Dopo un primo tempo equilibrato, la Sampdoria torna in campo in cerca del pareggio: c’è grinta e voglia di combattere: è un piacere guardare questa Sampdoria orchestrata da un vero maestro come Giampaolo.
Il pareggio arriva al 50′: sugli sviluppi di un corner Silvestre si innalza con il suo capoccione e indirizza la palla verso la porta, ma è decisivo l’ultimo tocco di Schick che si allunga e colpisce con la punta dei tacchetti per la rete dell’1-1.

Poi girandola di cambi e di conclusioni imprecise, fra cui spicca una cappella mostruosa di Icardi al 73′: su invito di Candreva dalla destra l’argentino manda incredibilmente alto a porta vuota da un metro, colpendo la palla di stinco come il più acerbo dei bimbiminkia.
Ma non ci basta il pareggio: in contropiede troviamo la punizione dal limite. Sul sinistro di Ricky Alvarez è quanto meno stolto il colpo di gomito di Brozovic che allarga le braccia e regala il rigore alla Samp, trasformato con freddezza da Quagliarella.

1-2 e fischio finale.

Sbanchiamo San Siro, è questo un campionato ricco di sorprese in cui sbocciano ripetutamente i talenti della Samp per merito di un direttore d’orchestra d’eccezione chiamato Giampaolo.
Ferrero gli ha allungato il contratto ma dovrebbe lastricare d’oro la strada in cui cammina.

Oggi l’applauso va a tutti: su un gradino ancora più elevato poniamo Skriniar che stasera si erge a giocatore eroico e monumentale.
44 punti e Fiorentina a -7. Sembra impossibile raggiungere i Viola, ma la stagione ci sta insegnando che questa Sampdoria è piena di sorprese positive.

Grazie ragazzi!
Infine, un caro saluto a manita aperta e un momento di malinconia è dedicato ai cugini, che hanno gufato come d’abitudine dalla poltrona e andranno a dormire, ancora una volta, coi nervi a fior di pelle. Che la pace sia con voi!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

10 commenti

  1. Secondo tempo giocato a testa alta (in tutti i sensi). Abbiamo fatto una bella figura davanti a tutta l’Italia.
    Non avete accennato all’errore di Schick dopo il palo di Fernandes, non meno grave della topica di Icardi per un gelido Killer come lui.
    Avanti così, che bel gruppo!
    E io che non scommetto MAI, quando avevo visto pareggio a 5,5 e nostra vittoria a 9, ho messo due palanche sull’X2.

  2. Bella bella Samp primo tempo con arbitro pro Inter vedi fallo da macellaio su sala e uscita di torreira pulita dalla nostra area punita con un fallo. Secondo tempo splendido io più che guardare come si è mangiato schik guarderei cosa si è mangiato Regini già non lo sopporto da ieri ancora di più per il resto solo godimento.

  3. Bellissima Samp. Questo mi aspettavo, dopo tanti campionati anonimi e senz’anima finalmente una squadra pirata, che si batte a testa alta e lucida e quasi dovunque si è fatta rispettare.

  4. Era tanto che non mi emozionava tanto! Poi battere quelle squadraccie super considerate come Milan e Inter, che piacere!! Una unica annotazione Giampaolo dimostra che tutti sono utili. Si Alvareze e Dodò non mi sono dispiaciuto ma Beres deve giocare sempre è fortissimo. Dispiace per Sala ma non c’è confronto.

  5. grazie Ferrero!!!!grazie societa’……….erano anni che non mi divertivo cosi tanto nel vedere la mia amata giocare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. Sono tornato indietro di 20 anni, stagione 96/97, anche in quella stagione espugnammo nel giro di due mesi San Siro in entrambe le circostanze…
    E’ una goduria pazzesca, sarei stato contento anche se malauguratamente avessimo perso, quando vedi 11 leoni combattere e giocare in questa maniera che altro puoi pretendere?
    GRAZIE RAGAZZI, GRAZIE MISTER!!!

  7. Non è solo la vittoria, ma come è maturata. Nel secondo tempo ho visto due cose che mi hanno dato l idea di una squadra con grandi certezze e forza mentale, un possesso palla da area ad area con una ventina di passaggi palla a terra senza che gli altri la vedessero e Silvestre che dopovun angolo a favore resta alto nella mèta campo interista a pressare i loro centrocampisti. Tanta, ma tanta roba…

    • Concordo, il possesso palla fatto nel secondo tempo mi ha stupito favorevolmente.
      Per quanto riguarda Silvestre, per noi é imprescindibile come lo era il miglior Gastaldello. Il compagno ideale per poter emergere…….. (Romagnoli, Skriniar….). Grandissimo centrale.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com