SAMPDORIA O. MARSIGLIA 4-3: TROFEO GARRONE ALLA SAMP

0

Al termine di un match scoppiettante, la Samp si presenta ai tifosi aggiudicandosi il 1°Trofeo Riccardo Garrone. L’Olympique Marseille è squadra di valore (parteciperà alla Champions in virtù del secondo posto ottenuto nella Ligue 1 la scorsa stagione) ed è più avanti nella preparazione rispetto ai blucerchiati (il campionato francese inizierà la prossima settimana), ma è stata costretai ad inchinarsi dinanzi ad una Samp desiderosa di regalare subito soddisfazioni ai propri tifosi (14.606 gli spettatori paganti, di cui una cinquantina di supporters marsigliesi nella Nord, a loro riservata).

Dopo la breve presentazione ai tifosi, introdotta dal sempre impeccabile Corrado Tedeschi (con la speciale apparizione del doppio ex Alain Boghossian), Delio tiene inizialmente a riposo alcuni giocatori acciaccati (Romero, Costa, Gastaldello, Soriano e Wszolek), schierando Da Costa in porta, Mustafi, Palombo e Castellini in difesa, De Silvestri e Regini esterni, Eramo, Kristicic e Obiang a centrocampo e il duo d’attacco Gabbiadini-Eder.
Il brasiliano si rende pericoloso dopo pochi minuti, ma il Marsiglia è ben disposto in campo e concentrato, passando in vantaggio dopo sette minuti: cross di Payet dalla fascia sinistra, il nazionale francese Gignac è ben piazzato davanti alla porta e trafigge Da Costa di testa. Qualche brivido per un retropassaggio un po’ rischioso di Castellini ma la Samp reagisce in fretta, ribaltando la situazione in pochi minuti: è Gabbiadini a trovare il colpo del pareggio al 22′: la fuga di Lollo De Silvestri sulla destra lancia Gabbiadini, che trafigge di testa a centroarea il portiere marsigliese. Al 24′, la rimonta: azione a due Gabbiadini-Eder, con il brasiliano che raccoglie l’assist di Manolo e trafigge Mandanda in uscita. Al 27′, ancora Manolo sugli scudi: cross da sinistra di Regini per l’attaccante, che penetra in area e trafigge per la terza volta il portiere francese con un pregevole rasoterra angolato. E’ un gran momento per la Samp: negli ultimi 15′ del primo tempo, i blucerchiati sfiorerà il poker con De Silvestri (33′, destro dal limite dell’area finito a lato, servito da Obiang) e Il primo tempo vede quindi la Samp condurre 3-1 sull’OM: un avvio incerto, ma il carattere giusto per reagire e ribaltare la situazione.

Nella ripresa, però, il Marsiglia appare più tonico, approfitta delle incertezze blucerchiate, pareggiando nei primi 10′: dapprima Payet serve Valbuena in area, quest’ultimo vede Da Costa fuori dai pali e lo trafigge con un pallonetto corto; successivamente, Fanni raccoglie di testa un calcio d’angolo e trafigge di testa Da Costa, approfittando di un momento di esitazione dei difensori blucerchiati. Dopo il pareggio, Delio opta per una girandola di sostituzioni, ma i focesi appaiono sempre pericolosi (Gignac si starà ancora mangiando le mani per lo svarione sottorete al 23′, dopo aver seminato Berardi). I blucerchiati, in qualche modo resistono: c’è gloria per Tozzo, che blocca in uscita un’incursione di Ayew. Alla fine sarà Renan a rivelarsi inopinatamente decisivo: raccoglie un bell’assist di Rodriguez e sigla il definitivo 4-3 con un micidiale sinistro dal limite dell’area di fronte alla Sud in giubilo. Con un po’ di fatica, insomma la Samp centra gli obiettivi: si aggiudica il trofeo, ma soprattutto non delude i tifosi offrendo una prova all’insegna della generosità e della caparbietà; ovviamente certi meccanismi (soprattutto in difesa) sono ancora da registrare, ma l’intesa Gabbiadini-Eder promette molto bene…

 

Sampdoria                      4
Olympique de Marseille   3

Reti: p.t. 5′ Gignac, 21′ Gabbiadini, 24′ Eder, 26′ Gabbiadini; s.t. 8′ Valbuena, 9′ Fanni, 39′ Renan.
Sampdoria (3-5-2): Da Costa (23′ s.t. Tozzo); Mustafi (15′ s.t. Berardi), Palombo (17′ s.t. Salamon), Castellini (1′ s.t. Fornasier); De Silvestri (33′ s.t. Gavazzi), Eramo (17′ s.t. Rodríguez), Krsticic (15′ s.t. Gentsoglou), Obiang (23′ s.t. Renan), Regini; Eder (11′ s.t. Pozzi), Gabbiadini (1′ s.t. Sansone).
A disposizione: Romero, Fiorillo, Costa, Wszolek, Martinelli, Sori ano, Gastaldello, Laczkó.
Allenatore: Delio Rossi.
Olympique de Marseille (4-3-3): Mandanda; Fanni, Nkoulou, Mendes (17′ s.t. Diawara), Mendy (40′ s.t. Morel); Romao, Valbuena (40′ s.t. Sougou), Imbula; Payet, Gignac (26′ s.t. J. Ayew), A. Ayew.
A disposizione: Samba, Abdallah, Cheyrou, Abdullah, Kadir, Amalfitano, Abergel, Sougou.
Allenatore: Élie Baup.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

Lascia un commento

Powered by themekiller.com