SAMPDORIA A VALANGA. GASPERINI E’ ASFALTATO

10

Piange le solite lacrime amare Gasperini, torna a casa con le pive in saccoccia come spesso gli accadeva quando sedeva sopra una fetida panchina fognata.
Gasperson è stato travolto da una slavina blucerchiata, asfaltato da un secondo tempo che non ha avuto storia.

Partita dai due volti: il primo tempo, è giusto dirlo, è stato dominato dai bergamaschi che hanno sfornato azioni continue, praticando un calcio dinamico a tutto campo, spettacolare ma  impreciso nelle conclusioni.
Il meritato vantaggio per gli ospiti arriva al 21′: sull’ennesimo cross dalla sinistra di Spinazzola arriva il colpo di testa vincente di Cristante che supera Puggioni 0-1.

La Sampdoria costruisce pochissimo nella prima frazione, Giampaolo prende una giostra e va negli spogliatoi con l’intenzione di dare una svolta alla partita.
Entrano subito nella ripresa Linetty al posto dell’impalpabile Verre e Caprari in luogo di un Ramirez che ha giocato il primo tempo in punta di piedi.

E la musica cambia. 

Tra il 56′ e il 59′ assistiamo all’ uno-due micidiale dei blucerchiati, pompati dall’ingresso di Caprari e da un Praet che con l’uscita di Ramirez esplode letteralmente: al 56′ il belga serve Quagliarella che si allarga chiuso da Berisha: doppio tentativo di traversone di Quaglia che nella seconda occasione trova la potenza ebanica e il testone di Zapata sottoporta: 1-1.
Tre minuti più tardi passaggio sbagliato dell’Atalanta dalle retrovie, irrompe Strinic che stantuffa come una gagliarda locomotiva a vapore croata, cross mancino in area per la testa di Caprari ed è 2-1: partita rivoltata come un calzino, l’occhio di Gasperini inizia ad inumidirsi con una lacrima.

Al 68′ ecco il nuovo assist prezioso di Praet che elargisce a piene mani passaggi filtranti e trova nell’occasione in area Linetty sulla sinistra: il polacco salta di netto Masiello e realizza di destro da posizione tutt’altro che semplice. Prodezza di Linetty per il 3-1.
Copiose lacrime solcano ora il volto di Gasperini, che piangerà a fontana al 94′ quando il nuovo entrato Cornelius Capronicus, un paracarro danese mai visto su un campo di calcio, cerca di superare Puggioni ma sbaglia tre tentativi da un metro tirando sempre addosso, con ostinazione asinina, al portierone blucerchiato.

Giampaolo ha cambiato totalmente l’inerzia della partita fra un tempo e l’altro, azzeccando i cambi e dando più velocità all’attacco con l’innesto di Caprari.

L’Atalanta, dopo un primo tempo a grandi livelli, è calata misteriosamente.
Gasperini paga la sua superbia: tiene a riposo Papu Gomez nei primi 45 minuti per la gara di Coppa e non riesce così a chiudere la gara nel suo momento migliore.

Nei secondi 45 minuti la Sampdoria esce a valanga, asfaltando i bergamaschi meritando alla fine i 3 punti

Entusiasmo a fine gara: scaliamo la classifica, siamo sesti a 14 punti e attendiamo a Marassi il Crotone. Forza ragazzi, si può volare ancora.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

10 commenti

  1. Mamma mia Pellegrini su sky… Una serie di critiche impietose per 45 minuti, roba che… Ehi, sei stato qui dieci anni, ti hanno tenuto anche quando ormai giocavi una partita su 10, nn dico riconoscenza, ma almeno evita l’accanimento e semmai parla a fine partita! Cmq grande secondo tempo, I primi 45 l’Atalanta ha giocato obbiettivamente meglio, aiutata da un verre travolto e da un Ramirez veramente sottotono.

  2. Partita dai due volti primo tempo tutto loro cambi indovinati il secondo e bella Sampdoria. Primo gol loro regalo di Puggioni ma va bene perché poi si è riscattato ma porca puttana Regini gol di Cristante lui dov’era se le perso e ha fatto ridere sempre a questo punto con Ferrari in panchina a parte quella addormentato di Arnuzzo a primo canale chi lo raccomanda? Eppure qualcuno in gradinata lo difende ancora pazzesco. Va bene brava Samp anche oggi ci hai fatto godere.

  3. Piu delle vittoria, fa ben sperare per il campionato,
    vedere la crescita solida di: Praet e Linetty, ormai maturi pure per fare dei gran gol, che per quello, mancava solo piu convinzione, e Caprari, è sembrato, scusate il paragone, un piccolo Insigne, abbiamo anche una gran panchina, quest’anno, cosa che l’infortunio o qualcuno sottono, non intacca, anzi. Oggi abbiamo visto che fortuitamente, l’essere stati obbligati alla svegliata ha portato per disperazione la presenza di quei due che hanno cambiato tutto, in poco tempo.
    Sono parecchio ottimista per il futuro, anche se rimane il dubbio del mal di trasferta, secondo me calano molto, fuori porta, questione solo di testa.

  4. Una differenza su tutte, i due centravanti. Petagna ottimo spalle alla porta, non si gira mai, non punta mai l uomo ed e’ il motivo principale per cui non hanno chiuso la partita nel primo tempo; Duvan ottimo spalle alla porta, ma capace di giocare uno contro uno, di sfiancare Masiello e Caldara con strappi continui di trenta, quaranta metri e di segnare l unica occasione pulita avuta. Siamo ancora lontani dalla avere la continuità che ti può far pensare a qualcosa di più’, ma quando gira, questa squadra fa veramente appassionare per ritmo e intensità e fa vedere giocate di alta qualità ( tre reti belle per costruzione e conclusioni ). Ale’ Doria!!

  5. Siamo sesti e viene da pensare che abbiamo regalato punti a Verona e Udine……e abbiamo una partita in meno e non è detto che si debba perdere…..anzi…….

  6. LUCA DAL BRASILE -

    Bravo Roberto!
    Ora abbiamo la terza prova di maturità, in casa contro il Crotone (che gioca bene, comunque).
    Abbiamo sprecato a Verona, siamo andati in black-out a Udine, vediamo adesso… l’occasione é ghiotta guardando anche al calendario delle altre.

    Io devo peró fare pubblica ammenda, perché durante il primo tempo inveivo contro GP, vedendo la squadra monotona, prevedibile e triste come lui, ma nel secondo tempo mi ha fatto ingoiare la lingua.
    Mi sono dovuto, per fortuna, ricredere.

    Restano i dubbi su Regini vs. Ferrari, e soprattutto sul modo di interpretare il ruolo di Ramirez .

  7. Il calcio si è dimostrato per l’ennesima volta folle e imprevedibile!
    Se fossimo andati a riposo sotto di tre gol credo che ci sarebbe stato poco da dire, a memoria non ricordo nel recente passato una squadra che ci abbia preso a pallate come l’Atalanta della prima frazione!
    Poi i cambi azzeccati, loro che calano visibilmente, il gol che spezza le ali a loro e le dà a noi…tutto stravolto!
    Davvero due partite in una, pazzesco!
    Su tutti volevo menzionare la prestazione di Praet, semplicemente strepitosa per qualità e quantità: se il ragazzo si confermerà su questi livelli sarà la più bella vittoria di Giampaolo!

  8. Marco Convalle -

    I miracoli esistono, per la prima volta da che io ricordi Giampaolo ha cambiato il suo modo di giocare, tre punte e via il trequartista, fine del gioco a imbuto e aperture sulle fasce, questo è il vero successo di ieri, un nuovo modo di giocare e l’adattamento al gioco degli avversari, 20-30 minuti magici che non si vedevano da tempo

    • Non è avvenuto nessun miracolo, in quanto Caprari è stato messo a fare in trequartista e non abbiamo giocato col tridente da 4-3-3, che poi per dinamismo e abitudine Caprari svariasse anche largo ok, ma bastava vedere che lui rimaneva centrale dietro le 2 punte… e secondo me il 4-3-3 sarebbe un modulo, quantomeno da usare ogni tanto, Ramirez a Bologna giocava in un tridente di attacco, Caprari è sostanzialmente un’ala d’attacco….

  9. partita folle come detto da tutti.con Giampaolo ci sono tanti difetti ma oramai siamo specializzati nelle rimonte questo vuol dire che la squadra non molla mai e ha le palle.su puggioni saro’ impopolare ma alla lunga sta mostrando i suoi limiti .pero’ ci mette l’anima ed e’ doriano quindi lo perdoniamo.i rincalzi entrano e ribaltano la partita per cui la rosa e’ valida e il bidone/scarpone/sopravvalutato zapata (cito i primi commenti che ricordo al momento dell’acquisto….)e’ in condizioni stratosferiche e in piu’ sembra tenere alla maglia.scick?????chi??????bruno fernandes…….chi????????correa?????chi????????questo e’ il punto.finche’ i sostituti di chi parte saranno sempre all’altezza se non meglio possiamo stare tranquilli.e ieri romei e altri 4/5 pupazzi in divisa del doria giravano per la sud penso per valutare le condizioni dello stadio in vista dell’acquisto che sarebbe la perla di questa societa’ tanto sbeffeggiata tanto criticata ma che continua a macinare fatti e risultati tecnici ed economico/finanziari.altri invece stanno affogando tra debiti e spazzatura varia……

Lascia un commento

Powered by themekiller.com