SAMP- UDINESE: IL NULLA. ZERO OCCASIONI, SOLO PREVEDIBILITA’

8

Partita al cloroformio: la Samp sbatte ottusamente e ripetutamente contro la difesa organizzata dal vecchio volpone Delneri.
Il guizzo di Muriel, atteso per 3/4 di gara non arriva mai.
Quagliarella arranca, è spesso impietrito come una statua di un calcio che fu, ma gioca addirittura 93′. Tenerlo in campo e sostituire nella ripresa sia Muriel, sia (molto prima) Fernandes è stata una sorta di inno all’anti calcio eseguito da un Mister Giampaolo che sembra aver perso di nuovo lo smalto.

Stasera siamo stati deludenti, ma più che altro prevedibili.

Ci infiliamo nel solito e improduttivo imbuto centrale producendo il nulla.
Il gioco sulle fasce non esiste, davanti la creatività è ridotta al lumicino.

Bruno Fernandes può essere un valido raccordo tra centrocampo e attacco, ma il Mister opta per sostituirlo addirittura all’inizio della ripresa: una mossa che ricorda il famoso gesto della bottiglia di Tafazzi.

Il subentrato Schick è come d’abitudine il più pericoloso: a 10 minuti dal termine si gira con raffinata eleganza su una palla vagante al limite dell’area, sfiorando l’angolino destro del portiere con il suo sinistro al veleno. Ma era forse più consono inserire l’ispirato attaccante ceco al posto dell’evanescente ed anzianotto Quagliarella.

Come se non bastasse: al 73′ Giampaolo regala la nuova perla. Tiene in campo Quaglia e sostituisce Muriel. A quel punto il rumore delle palle che cadono è veramente fragoroso.

Le note positive della serata sono state il solito sontuoso e madornale Torreira, l’anima di questa squadra.
Ottimi anche Skriniar e Silvestre, piene garanzie della difesa, il reparto che paradossalmente sta funzionando meglio (quindi Silvestre vendiamolo, mi raccomando).
Per il resto la noia regna sovrana e il numero delle azioni pericolose rasenta lo zero, se si esclude il citato fendente di Schick e un diagonale di Quagliarella deviato da Karnezis.

L’Udinese, dal canto suo, ha giocato solo per il punto e l’ha ottenuto, non osando nemmeno in contropiede.
Chiudiamo il girone a 23 punti salvo miracoli. Un girone d’andata senza infamia e senza lode.
Ferrero qualche giorno fa ha dichiarato a bocca larga: “Il prossim’anno ve facciamo tanto male”. Peccato che lo dica ogni stagione, parlando dell’anno successivo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

8 commenti

  1. Non so cosa dire. Ieri Giampaolo per me ha commesso diversi errori. Sala non può fare il terzino destro, doveva giocare Perreira. Schick doveva giocare dall’inizio e al posto di Quaglia non dopo al posto di Fernandes.
    Schick doveva fare la punta non il trequartista. Praet deciditi ho centrocampista o punta. Basta? Per me grande maestro di gioco ma testone oltremisura!!!!

  2. LUCA DAL BRASILE -

    Voto Silverfox! Hai colto in pieno nel segno.
    Non esiste mettere dentro Sala al posto di una delle perle che abbiamo in squadra, e come sempre si é stirato ancora una volta.
    Non esiste non mettere dentro sempre e da subito Schick al posto di Quagliarella: un 35enne lo si tiene in panca e lo si fa entrare a 20 dalla fine per dare esperienza, solidità, carattere e magari fare una magia. Di esempi vincenti ne abbiamo a bizzeffe, da Sivori a Altafini, da Del Piero a Totti… perché quello zuccone di Giampaolo pensa di saperne di più di gente che ha vinto tutto???
    E poi lo stravolgimento dei ruoli che é veramente irritante: l’attaccante Schick (che entra e fa gol ogni volta!) lo metti a fare il rifinitore, poi lo sostituisci con Praet… togli il trequartista…. ma che cazzo fai Giampaolo testone!?
    Insomma, nel mezzo del cammin del campionato, si scopre che il vero punto debole é l’allenatore.

    Altra cosa: ma se nelle feste si provasse il 3-5-2 ?
    La difesa sarebbe pronta cosí come é, il centro del centrocampo anche, con Muriel e Schick davanti, mentre solo le ali andrebbero viste e provate.

  3. Ogni volta che leggo i resoconti delle partite fatti da siti o blog sampdoriani, l’unico che azzecca alla perfezione i miei pensieri in materia è SampGeneration. Probabilmente il fatto di non avere relazioni dirette o indirette con la squadra/management, oppure una buona capacità di lettura delle partite (o più probabilmente entrambe 🙂 , fasi che ogni volta la lettura dell apartita sia a mio avviso impeccabile.

    Detto ciò, non capisco l’insistenza di Giampaolo sul Quaglia di ieri, della partita con il Chievo e delle ultime partite in genere. Inoltre Schick è chiaro a tutti tranne che al mister che è una seconda punta naturale con ottime capacità di fare la prima punta. Vedasi ieri l’unico tiro degno di nota della ripresa, in cui, dinanzi alla porta, si e girato in un fazzoletto (e con rapidità fenomenale) e fatto partire un tiro mortifero che meritava migliore sorte. Per cui la sostituzione di Bruno con Schick e avere tolto Muriel invece che il Quaglia, rimangono misteri difficilmente spiegabili, che il mister può anche spiegare dicendo che noi tifosi non ne capiamo nulla di calcio (ed è anche vero, per molti versi) ma di fronte alla grande muraglia cinese eretta da Del Neri ieri, ci voleva un guizzo, uno scatto, un invenzione che la formazione messa in campo da Giampaolo (sia in partenza che poi con i cambi) non poteva garantire.

    Abbiamo preso un punto, abbiamo riraggiunto i cuginastri, ma resta molto amaro in bocca per come è andata la partita.

    Auguri a tutti di Buon Natale e Felice Anno Nuovo !

  4. LUCA DAL BRASILE -

    un grande abbraccio a tutti i marinai della grande Famiglia Sampdoria, in Italia e nel mondo.

    Nella mia letterina a babbo natale c’é scritto:
    1) fammi vendere Sala, Alvarez, Dodó e magari anche Budimir.
    2) fammi avere un terzino destro da alternare a Pereira (Zampano ok) e uno sinistro titolare (Nagatomo?)
    3) fammi avere un centrale roccioso di riserva, magari anche Diakité se non ce ne sono altri su piazza.
    4) fai addormentare ferrero e romei sino al 30 gennaio e fai lavorare giorno e notte Pradé e Osti.

  5. ringrazio e ricambio degli auguri!

    ieri troppi passaggi sbagliati, in tutti i reparti,
    lo stesso Schick ha ceffato vari controlli e scambi
    e prima di lui Fernandes
    ma anche Linetty eccetera…
    tranne Torreira sembrava si fossero tutti messi le scarpe del numero sbagliato
    teniamoci sto punto da squadra che vivacchia in serie a
    tra Pavlovic e acquisti arriveranno degli esterni, miglioreremo

  6. Partita scialba da vacanze di Natale ormai prossime. Nessuna occasione da gol da entrambe le parti e nessun tiro efficace a parte un parata nel primo tempo di Puggioni su un loro tiro ravvicinato sotto la nord. Tutti concentrati al centro e poche palle laterali; spesso tanti retropassaggi e molta indecisione su cosa effettivamente fare con la palla (Torreira compreso che già dalla partita con la Lazio non mi era piaciuto); ho visto invece molta coesione tra difensori centrali Skriniar (migliorato moltissimo dall’inizio di campionato) e Silvestre (di cui attualmente non si può farne a meno); mi sembra ormai chiaro, sotto gli occhi di tutti, che l’allenatore abbia le sue preferenze nel modo di impostare la squadra e soprattutto nei cambi che ritengo decisi molto dall’improvvisazione che da un senso logico, ma io non sono un tecnico e non ne capisco molto.

    Mancano 17 punti alla salvezza e accontentiamoci di questi 23 punti preziosissimi e speriamo che presidente e dirigenza non facciano delle cazzate plateali nella sessione di mercato di gennaio.

    Per il resto invio un augurio di Buone Feste a voi tutti, redazione e lettori e un grazie per questo sito meraviglioso.

  7. si’ ieri sera ecco il Giampaolo versione talebano!!!Quagliarella in campo 90 minuti non ha senso.non riesce nemmeno a difendere il pallone in questo momento.con schick in grande forma e’ un mistero non averlo messo dall’inizio.salverei solo torreira,silvestre poi bene anche praet e schick quando sono entrati.il centrocampo annaspa perché giocano sempre gli stessi.gioco sulle fasce inesistente.un gran casino tutti in mezzo e zero occasioni ma solo sto possesso palla orizzontale ed irritante.se proprio voglio guardare positivo da rimarcare comunque l’atteggiamento della squadra seppur in uno scarso momento di forma si sono impegnati fino all’ultimo secondo e hanno provato a vincerla con tutti i limiti della serata.

  8. Che il principale punto debole sia giampaolo lo sostengo da tempo a differenza dello stesso sito che lo ha spesso definito stratega…ricordiamoci che con l udinese non abbiamo visto alvarez solo perche aveva la gastroenterite altrimenti sarebbe stato il primo a subentrare…basta coi talebani, dateci un allenatore…normale

Lascia un commento

Powered by themekiller.com