SAMP ANCORA IMBATTUTA, 1-1 COL WATFORD. QUAGLIA DI NUOVO ROTTO

2

Seconda amichevole in terra inglese per la Sampdoria che, dopo la vittoria di misura contro il Fulham, prova a sorprendere anche il Watford, società “sorella” dell’Udinese. Questo l’11 iniziale dei blucerchiati: Audero in porta; in difesa Bereszynski, Andersen, Colley e Murru; a centrocampo Linetty, Barreto e Jankto con il paraguaiano nel ruolo di play-maker; Caprari trequartista dietro alla coppia formata da Quagliarella e Defrel, per la prima volta insieme a formare l’attacco blucerchiato.

Primo tempo. Dopo cinque minuti Quagliarella è costretto a lasciare il campo a causa di un problema fisico ancora da valutare: dentro al suo posto Kownacki. All’8′ Murru si propone sulla fascia sinistra e guadagna un calcio d’angolo, sugli sviluppi del quale Andersen serve a Colley il pallone che vale il gol del vantaggio blucerchiato. Il Watford si butta in avanti alla ricerca del pareggio, Bereszynski è bravo a chiudere la diagonale per fermare la ripartenza di Gray. Le squadre si affrontano a viso aperto, la Samp prova ad alzare il baricentro ma sono gli Hornets a rendersi pericolosi attorno alla mezz’ora con un insidioso angolo di Holebas deviato sul fondo da Andersen. Dopo un tiraccio di Jankto in fase di alleggerimento, al 36′ ancora Holebas trova il fondo e crossa nel mezzo per la testa di Gray che anticipa Andersen: pallone alto di poco. Dopo 3 minuti Andersen serve Defrel con una perfetta verticalizzazione ma un avversario ripiega e lo anticipa per un soffio. Ultimi istanti di sofferenza, bravo ancora una volta Murru a sbrogliare l’azione avversaria. 0-1 p.t.

Secondo tempo. Doppio cambio nelle fila blucerchiate. Out Linetty e Murru, dentro Praet e Tavares. Watford subito all’attacco, neanche un giro di lancette e Deeney fa a sportellate con Colley, bravo Audero a uscire in presa alta. Al 4′ respira la Samp, Jankto riparte in velocità e serve Defrel il cui traversone è respinto da un difensore. Deeney ancora pericoloso, prodigioso Colley nel murare la sua conclusione. Il gol del pareggio è nell’aria e arriva al 9′, ma la Samp ci mette del suo. Tavares e Colley si scontrano in area, il pallone arriva a Deeney che indisturbato batte Audero da pochi passi. Al quarto d’ora girandola di cambi per i blucerchiati. I ritmi calano, Gray ci prova di nuovo ma Audero è tempestivo nell’uscita in anticipo. Al 20′ proprio è proprio Audero a lasciare il posto a Rafael, mentre Jankto viene sostituito da Verre. Il tempo scorre, a 10 dalla fine scampolo di gara anche per Stijepovic (fuori Kownacki) e nel finale noie muscolari mettono fuori causa Sala, sostituito da Leverbe. Finisce così, 1-1. Risultato che permette alla Samp di rimanere imbattuta.

Autore

Roberto Bordi

Redazione

2 commenti

  1. Santa pazienza, ma solo tre giorni fa Fabio aveva avuto dei problemi muscolari e 72 ore dopo me lo rimandano in campo???
    Ma son scemi o lo fanno?
    Speriamo non sia nulla di grave…

  2. 13 giorni alla chiusura del mercato e la squadra è indebolita rispetto allo scorso campionato. Nessun allarmismo, ma realisticamente l asse centrale della squadra, che costituiva certezza di rendimento ed esperienza e’ stata sostituita con sole scommesse. Spero vivamente che la campagna cessioni sia terminata (Praet), per gli acquisti, in 13 giorni, ci si possono aspettare dei ” tappulli ” (Mbia e Tonelli del caso ) . Non ho buone sensazioni, ma il campo spero parlerà in maniera differente.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com