A BOLOGNA SENZA PAVLOVIC E SALA. INCOGNITA SKRINIAR

5

Una botta al ginocchio e una fitta al bicipite femorale. Quanto basta per fermare ai box Sala e Pavlovic, che non dovrebbero recuperare per la delicata sfida di mercoledì contro il Bologna.

I loro sostituti naturali sono Pereira e Dodò. Il portoghese, nonostante la giovanissima età, è un giocatore abbastanza affidabile. L’esatto contrario del cavallo di ritorno brasiliano, bocciato da Giampaolo dopo appena mezz’ora di gioco contro la Roma, condita se non bastasse da un atteggiamento remissivo.

Quindi, il mister non avrebbe molte alternative ai quattro di difesa visti per tre quarti del match contro il Milan. Pereira a destra, Silvestre e Skriniar centrali e Regini a sinistra. L’unica altra opzione sarebbe lo sloveno Krajnc, che però è la riserva naturale di Silvestre e non ha ancora esordito in blucerchiato. Una buona ragione per lasciarlo fuori, affidandosi così all’usato sicuro.

Sicuro? Sì, ma fino a un certo punto. Se Regini e Silvestre – lo si è visto contro il Milan – sono una sicurezza, Pereira rimane un rischio, soprattutto in fase di copertura. E poi c’è Skriniar. Tolti gli episodi che lo hanno visto ahilui sfortunato protagonista contro Roma e Milan, il ragazzo se l’è finora cavata, seppur con qualche incertezza.

Mercoledì sera, con il rientro di Destro e le conferme di Verdi e uno tra Krejci e Di Francesco, il Bologna presenterà l’attacco delle grandi occasioni. 

La squadra di Donadoni è al nostro livello e questa Sampdoria può andare al “Dall’Ara” per imporre il suo gioco. Ma occhio dietro: dalla buona serata di Silvestre e Skriniar dipenderà una buona fetta del risultato.

ROBERTO BORDI

Autore

Roberto Bordi

Redazione

5 commenti

  1. Fiducia nei nostri ovviamente, e soprattutto in Pedro Pereira, che ha bisogno di crescere, ma nel mercato degli svincolati, c’è un certo Diakitè…. faceva così schifo?
    Allora ci sono pure Martín Cáceres, Kévin Constant, Juan Vargas….

  2. avere Lollo ancora sarebbe fondamentale ma certo si era troppo impegnati a festeggiare alle plusvalenze con moet del 61 per rendersi conto di affrontare un campionato che come previsto sarà arduo e forse ancora di più per non aver rinforzato un reparto già da se debole,non me ne voglia chi estasiato dopo due giornate parlava di fantacalcio ma con Dodò e Skriniar si perderanno parecchi punti senza contare che Quagliarella è in discesa e occorre qualcuno al fianco di Muriel sperando che non ci molli e qui impossibile non pensare a Cassano che penso potrebbe apportare un contributo importante avendo non solo i piedi buoni ma anche esperienza

  3. Mi dispiace per Skriniar. E’ bravo ma non è ancora pronto. Lo lascerei riposare almeno x Bologna.

    Per l’attacco darei una chance a Budimir o meglio a Schich

Lascia un commento

Powered by themekiller.com