ROMA-SAMP 3-2. EROISMO E BEFFA FINALE, NON BASTA UN SACRO VIVIANO

25

La sconfitta è una beffa al termine di una partita eroica ed assurda. Tra i nostri nemici c’è anche il Tempo maledetto, che incide probabilmente sulla partita attraverso un nubifragio memorabile.

La partita è cosi sospesa per 80 minuti tra primo e secondo tempo. Ritorniamo in campo alle 17. E una Roma alle corde esce dagli spogliatoi trasformata, con Totti in campo, ossia una specie di Monumento vivente e deambulante del calcio. Il numero 10 cambia la partita.

Resta l’amaro in bocca, strappare un punto dall’Olimpico alluvionato sembrava ormai cosa fatta.

Il primo tempo è stato magistrale.

Mister Giampaolo dispone in campo una squadra precisa e quasi perfetta nei meccanismi: gioco a due tocchi, pressing continuo. Trio Torreira-Linetty-Barreto nettamente superiore a un centrocampo giallorosso in totale confusione.
E Muriel, che dire, è una freccia avvelenata: per 45 minuti impegna da solo mezza Roma.
Dopo il vantaggio dei giallorossi al 7′ (cross di Perotti dalla sinistra, Pavlovic dorme, colpo di testa a segno di Salah), reagiamo ancora con orgoglio.

Blocchiamo il gioco  agli avversari e troviamo il pareggio con il capolavoro di Muriel che sfrutta alla perfezione un lancio dalle retrovie di Regini e supera Szczesny con un diagonale al volo di estrema bellezza.

Al 41′ arriva anche il meritato raddoppio. Corner dalla nostra destra di Ricky Alvarez, uscita a farfalle del portiere polacco e rete a porta vuota di Quagliarella, che non perde l’istinto del bomber (in seguito, per lui, molto sacrificio ma anche peso troppo leggero in avanti).

Quindi l’Apocalisse

Su Roma si abbatte la furia di Giove Pluvio, incazzato nero. I nembi scuri e il nubifragio avvolgono lo stadio Olimpico, costringendo l’arbitro alla sospensione della partita.
Nella ripresa entrano Totti e Dzeko nella Roma, in luogo dei quasi inconcludenti Perotti ed El Sharawy.

Bisogna essere sportivi: Totti è un mostro. Si piazza tra le linee e inizia a scodellare passaggi filtranti al ritmo di uno al minuto, fin quasi al termine della partita.
Di assist ce n’è per tutti: per Dzeko centralmente ma anche per Salah e Bruno Peres che si involano sulle fasce.
La ripresa è una specie di bombardamento romanista. Ma Viviano vola a destra a manca e para tutto.
Viviano va decisamente oltre il Super Uomo: ferma in modo miracoloso Strootman, Dzeko, Salah un paio di volte. E’ sempre pronto nelle uscite, blocca ogni iniziativa romanista. Ma non può far nulla sull’ennesimo asse Totti-Dzeko,  lanciato verso la porta al 61′ e abile a superare il nostro Signore dei pali: 2-2.
Almeno fino all’80’ assistiamo alle sfuriate giallorosse e non riusciamo quasi mai a ripartire, nonostante gli eroici Torreira e Linetty.
Muriel è uscito ben presto al posto di Budimir. Ma tanto è veloce Muriel quanto è lento e ingobbito Budimir, che perde palle e ne difende ben poche.

Dodò sembra un vecchio che guarda passare i treni: in realtà sono i giocatori della Roma che imperversano lungo la sua fascia, tanto che Giampaolo è costretto a sostituirlo, dopo una mezz’ora dal suo ingresso in campo.
Entra Skriniar e ingenuamente (e con somma generosità dell’arbitro), commette il fallo da rigore al ’93 che ci condanna, quando la partita era ormai finita.
Skriniar si trova in area uno contro uno (e non dovevamo farci trovare così scoperti) contro Dzeko, spalle alla porta. E’ dunque la sfida tra il furbo e l’ingenuo.

Infatti il bosniaco, appena sento il calcetto dell’ingenuo, crolla per terra in piena area. L’arbitro è a due passi e assegna il rigore trasformato da Totti.

3-2, finale amaro. Resta comunque l’ottimo primo tempo e una ripresa dove ormai meritavamo il pareggio, soprattutto per l’impegno dei più giovani e per la qualità eccelsa di Viviano.

Si riparte dal Milan di Montella, guarda caso in crisi.
Non era all’Olimpico che dovevamo fare punti. Grazie lo stesso ragazzi: ora aspettiamo nuove e importanti conferme dei nostri giovani e dello stratega Giampaolo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

25 commenti

  1. Sbaglio o si riparte dal campionato scorso skriniar rigore con la Juventus ed oggi repetita juvant Dodo’ grammo come la merda ecc. ecc. Perdere a Roma ci sta però con giocatori da serie A non con delle finte bamboline.

    • Sono d accordo con te su Dodo’ e l ingenuità di Skriniar, non sulla falsariga dell anno scorso. Quest anno la squadra mi sembra viva e con le idee chiare, l anno scorso solo confusione e mollezza.

    • LUCA DAL BRASILE -

      esatto Luigi…
      2-2 firmato regini, 3-2 firmato Skriniar, 30 occasioni Roma in 30 minuti firmate da Dodó (CVD…) e da tutto il reparto.
      Una grande e leonina Samp, ma senza difesa non si va da nessuna parte. Sarebbe meglio che (oltre a noi 2 e pochi altri qui) se ne rendessero SUBITo conto anche gli altri, specialmente in societá

  2. Peccato, un primo tempo davvero buono, organizzazione e qualità, una squadra che si muove già a memoria. Al rientro dopo il nubifragio siamo scomparsi per mezz ora. Smettendo di pressare a meta’ campo e continuando a giocare alti abbiamo esposto a ripetute infilate una linea difensiva che singolarmente non e’ certo di primo livello. Sinceramente non ho capito i cambi, Barreto e Alvarez non ne avevano più e sostituirli con Cigarini e Praet avrebbe dato nuova linfa al pressing e al palleggio. Senza pressione il divario tecnico tra le 2 squadre si e’ ingigantito.. Quest anno ci sarà ancora da lottare per i 40 punti ma la base di organizzazione di gioco e personalità viste in queste prime partite e’ buona. Nota di merito a Viviano (mostruoso) e Muriel finché ha avuto benzina. Dodo’ dannoso e Sala dovrà sudare parecchio per non farsi prendere il posto da Pereira. Forza Doria!!!

  3. sinceramente con l’anno scorso mi pare che non ci sia proprio paragone.squadra tosta e vogliosa.corsa,fraseggi e velocita’ cose che l’anno passato non abbiamo mai visto.giocatori insultati ed invitati ad andare a zappare(barreto,Alvarez e silvestre per fare qualche esempio)completamente trasformati a dimostrazione che se gira l’allenatore anche i giocatori ne traggono giovamento.dopo un primo tempo stellare purtroppo c’e’ stato un calo forse eccessivo ma eravamo a roma non a cittadella…….poi ovviamente l’immancabile vergogna arbitrale e la nostra ormai storica e maledetta sfiga della zona recupero……oramai ho il terrore dall’85esimo!!!!!!ma vedo una gran bella squadra e coi nuovi ancora da inserire(mister pero’ dacci una botta non farli marcire in panca…..)

    • dimenticavo…..servizio rai 90esimo minuto affidato a cerqueti di chiara fama lupacchiotta….complimenti…..a senso unico!!occasioni nostre sparite stranamente dalla partita……nemmeno tonino carino da ascoli o marcello Giannini da firenze erano cosi’ di parte…….

  4. Ahahahaha…. Skriniar è un minchione perché il piede te lo devi infilare nel culto, siamo al 93mo, siamo defilato e nn ti devi rischiare il calcetto, ma per il resto sto rigore é una pagliacciata :la. Rometta aveva perso punti col Cagliari e oggi nn ne poteva perdere altri. A parti invertite ci dava il giallo per simulazione

  5. Che schifo! Non doveva essere ripresa dopo tutto quel tempo. Ha permesso ai romanisti di riprendersi psicologicamente. Se giocavamo noi al giovedì non fregava a nessuno. Poi il rgiore NON HO PAROLE!!!!!!!!

  6. Ovviamente per falsariga dell’anno scorso era per quanto riguarda la difesa con i 2 inguardabili come organizzazione di gioco non c’è paragone molto meglio con Giampaolo. L’arbitro spero tanto gli venga un colpo secco perché skriniar è scarso ma lui non aspettava altro per aiutare i poteri forti.

  7. Le cose positive sono sicuramente che la squadra quest’anno ha una sua identità, e si è visto soprattutto nel primo tempo, do ve chi perde palla ringhia sulle caviglie avversarie e molto volte lo riconquista pure…e con un Muriel così…Merito di Giampaolo che ieri però, nei cambi, non mi ha entusiasmato.
    Le cose non positive arrivano dalle corsie laterali, più che dalla difesa in sè…Dodò, come sempre sostenuto, è stata una follia comprarlo, è imbarazzante! e Sala è comunque un azzardo in quanto terzino di una difesa a quattro non ci ha mai giocato, migliorerà perchè ha qualità (e non è Dodò che è duro a capire) ma ci vorrà tempo.
    Davanti ho paura che siamo Muriel dipendenti, Quaglia goal a parte continua a sembrarmi sottotono e non so quanto i sostituti possano esser all’altezza ancora di un campionato come la serie A.

  8. Un campionato falsato come sempre alla Roma 3 rigori di cui 2 inesistenti in 2 partite e alla Juventus non fischiato uno contro x fallo di mano di Chiellini. Poi trasmissioni soporifere con opinionisti e giornalisti senza palle mai capaci di alzare un po’ la voce.

  9. Da anni non vedevo giocare la Samp come nel primo tempo, che meraviglia!
    Nel secondo però siamo crollati, nei primi 25′ soprattutto siamo stati presi letteralmente a pallonate e qui ci sarebbe un’analisi da fare e approfondire: tre partite di campionato nelle quali a ottimi primi tempi sono seguite riprese molto affannose, non credo sia un caso…
    Probabile che la condizione atletica non sia ancora ottimale ( e allora quando saremo al top dureremo fino al triplice fischio ), nel caso invece che più di così i ragazzi non riescano fisicamente a reggere per il pressing alto e continuo che Giampaolo chiede sarebbe un problema non da poco, sono comunque estremamente fiducioso e ottimista per il futuro…

  10. ragazzi siamo sinceri, nei primi venti minuti della ripresa potevamo stare 5 a 2,

    amnesie imbarazzanti ma va riconosciuto un grande totti.

    • Totti fa quello che Cassano avrebbe potuto fare per la Samp poiché non abbiamo nessun giocatore in grado di lanciare le punte o fargli degli assist. Alvarez è lento e lezioso per una squadra che fa del giro palla a centrocampo il suo punto di forza. Meno male che almeno una giornata di squalifica gliela danno così Giampaolo sarà costretto a mettere dentro Praet o Schick. Per Dodò non ci sono parole per cui il suo acquisto resta un grosso mistero.

  11. Di solito sono molto pessimista, ma questa volta voglio essere positivo. Ho visto una bella Sampdoria, capace anche di rimettere la testa fuori dal guscio dopo l’impeto della Roma. Insomma, non c’è storia con la squadra abulica dello scorso anno in queste prime uscite. C’è un allenatore che ha dato il suo marchio alla squadra, c’è un gioco.

    Detto questo, continuo a pensare che Pavlovic, nonostante sia tutto fuorché perfetto, rimanga meglio di Dodò sulla fascia sinistra. Rigore fin troppo generoso, a parti invertite ci ammonivano il giocatore. L’avesse dato, l’arbitro doveva emigrare in Brasile e nascondersi nella foresta Amazzonica.

  12. Si legge tutto e il contrario di tutto,persino chi ha scritto l’articolo ha visto chiaramente la partita su SKY…Siamo tutti tifosi e ognuno scrive la sua ci stà !!! Però nel calcio per far gol bisogna buttarla dentro la porta oltre la riga,partendo da questa assoluta verità al 92 eravamo in parità poi il rigore,quindi analizzate in che occasioni è rigore ? ha toccato la palla di mano ? no,allora sarà franato sull’avversario?no manco quello,l’avrà sgambettato?le immagini mandate da SKY fanno presupporre i cronisti che forse l’ha toccato ed è caduto in ritard ? toccato quando? no nn lo tocca ne prima ne dopo ne cn una mano ne cn un dito e tra i due giocatori c è mezzo metro d’aria quindi anche fra le gambe,cercate l’immagine laterale c’è su Samp tube,cmq in breve la gamba sinistra del nostro ragazzo che è quella che dovrebbe agganciare il piede sinistro del romanista è distante nn meno di mezzo metro in ampiezza e almeno 30 cm in lunghezza si perchè erano anche fuori asse,e dalle riprese laterali si vedeva perfettamente fosse crollato per un ictus e nn per un contatto,chi era allo stadio ha pensato ad uno svenimento ad un embolo a tutto meno che un contatto,se questo è rigore Muriel e il sosia di Stromberg !!! Poi sta cosa che la Roma ci ha preso a pallonate mezz’ora è anche vera ma stavano perdendo in casa e anche normale provassero a rimontare o no? Viviano bella gara ma nn lo pagano per parare nn è un giocatore della Samp,se Silvestre avesse fatto la gara di Viviano magari tiravano in porta la metà ma il risultato era uguale è gol solo quando la palla finisce dentro la porta,a volte basta un tiro solo è il calcio…Ci hanno rubato un punto e ne hanno regalati due alla Roma e se l’arbitro ha sbagliato in buona fede ha bisogno di farsi di meno perchè ha avuto un allucinazione,però l’informazione quella si nn può essere in buona fede perchè riportare la cronaca in modo corretto dovrebbe essere un dovere imposto dalla dignità professionale? 90 minuto la domenica sportiva sono diventati impresentabili e sky e i suoi commentatori lasciamo perdere,quando ce n è uno competente lo cacciano…buona serata

  13. Anche per me è una prestazione che lascia ottimisti per il futuro, la sampdoria senza grinta dello scorso anno smbra un ricordo lontano. La sconfitta lascia l’amaro in bocca ma per quanto mi riguarda più per il nostro secondo tempo meno brillante che per il rigore. Sull’episodio poi sono d’accordo con chi dice che è stato ingenuo Skriniar. Per me il fallo non era da fischiare ma ragazzo caro.. se allunghi la gamba in area a un centimetro dall’attaccante e non prendi la palla cosa vuoi che succeda? soprattutto contro la Roma all’Olimpico! allora alza pure la mano su un cross allo Juventus stadium. Dai, è stato ingenuo.. bastava tenerlo lì e apsettare che la difesa si schierasse.

  14. Questo è un furto, arbitro vergognoso che per far vincere la Rometta (si Rometta che senza rigori non fa punti) si è inventato un rigore scandaloso al 92 se no col cazzo che vincevano (siamo a livelli di quella nefasta domenica di Bologna a livello di rigore inesistente…).

    Ora gli daranno un premio e magari dalla Roma un bel Rolex (loro ci sono abituati).

    Ripeto alla Samp non lo avrebbero mai dato e gli esempi dello scorso anno sono ancora freschi.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com