RITORNO DI EDER? UN PASSO INDIETRO RISPETTO A MURIEL

14

La notizia odierna è che aumenta la possibilità di vedere il ritorno in maglia blucerchiata di Eder, il fu Ederinho Maravilha.

Dopo la cessione ormai definita di Muriel si parla di staffetta con l’oriundo italiano che ci fece sognare prima di essere venduto all’Inter a seguito di dinamiche mai chiarite. Reciproci gli scambi di accuse fra l’attaccante e il presidente Viperetta: “Tu mi hai impacchettato”. “No sei tu che sei voluto andare”.

Non sapremo mai come sono andate le cose, anche perché un eventuale ritorno di Eder concluderebbe la vecchia diatriba nella classica maniera italica: a tarallucci e vino.

Pensiamo dunque all’aspetto tecnico.

La Sampdoria ha necessità di rinforzi e qualità in vari settori, in particolare in attacco, dopo l’addio dei pezzi pregiatissimi Muriel e Schick, capaci di regalare una marea di punti nel campionato appena concluso. Eder può considerarsi l’alternativa giusta?

Al netto dell’affetto che lega il mondo blucerchiato al giocatore, il buon senso dice il contrario.

Le leggi non scritte del calcio impongono che si debba sempre guardare avanti, mai indietro. Si parla di 6 milioni per Eder: la consapevolezza è che non si tratta certo di un investimento per il futuro (o forse solo per il futuro dell’italo-brasiliano che brama i mondiali). 31 anni a novembre, l’attaccante arriva invecchiato, sarà ancora in grado di ripetere le gesta che ricordiamo?

Il buon senso inoltre aggiunge che i milioni è sempre meglio spenderli per un giovane, o al limite per un elemento davvero forte a fine carriera. Eder non è né l’uno né l’altro, sarebbe piuttosto un deciso passo indietro rispetto a Muriel.

In fin dei conti il simpatico matusa che serve alla bisogna già lo abbiamo in rosa. A noi serve piuttosto un elemento di grande qualità tra centrocampo e attacco, cosa che non avevamo manco lo scorso anno. Se lo troviamo (investendo milioni) possiamo fare anche a meno di Muriel.

Sul fronte attacco: Quagliarella per impegno e anagrafe può andar bene, è esperto. Si è visto la sua utilità: se sei nella bratta ha il bagaglio per fare cose semplici ma utili. Caprari è giovane e ha un ottimo potenziale, potrebbe essere la sorpresa. Kownacki come Caprari, ha grande potenziale ma è una maggiore incognita, new entry del nostro campionato.

Ora però manca un rinforzo serio che faccia la differenza contro le squadre forti, che ti consenta il salto di qualità e aggiunga fantasia ed estro per sollevarci quando il gioco di Giampaolo affoga in un prevedibile pantano.

Eder non sembra avere queste caratteristiche: può essere dunque un extra a cui dovrà aggiungersi la qualità di un grande trequartista. Il solo Eder non può sostituire Muriel

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

14 commenti

  1. Visto nell’ultima parte di campionato e in nazionale Eder è ancora lui. La domanda è “per quanto ancora”? Se acquistassimo un bel puntero potrebbe essere un’ottima spalla per svariare su tutto il fronte d’attacco con meno numeri di Muriel, ma con più continuità. Poi se Gianpaolo lo sfiancherà a rincorrere il difensore ….

  2. Rende più Eder in sei mesi che Muriel in due anni e mezzo.
    Ma cosa dite.
    Ma un bilancio di ciò che ha fatto Muriel da quando é arrivato qualcuno ha provato a farlo?

  3. Eder subito. Non solo è ancora integro e valido ma non dimentichiamo che ha 3 anni e 1/2 meno di Quagliarella. Io la vedrei così. Salutare il trequartiste che costringe la Samp a giocare ad imbuto e risulta prevedibile. Fare il 4-3-3 e i sei del 3 finale, per me, dovrebbero essere: Caprari – Vietto o Falcinelli – Eder
    riserve Konawschi – Quagliarella – Dijuricic. Se si gioca senza il trequartista ci vogliono 6 attaccanti.

  4. Magari tornasse Eder. Soprattutto visti i nomi che circolano Vietto e Luan ( fantamercato) Falcinelli e Lapadula ( di molto inferiori a Citadin). 31 anni per un professionista serio come lui non sono tanti

  5. Il nodo e’:quello del centrale difensivo , Mere’ non mi convince, molto tecnico ma superficiale in disimpegno, eppoi ha 20 anni, se viene lui inutile aver fatto maturare Simic 6 mesi in panca. Acerbi costa molto e ha un ingaggio alto OK, ma ste palanche incassate, le vorranno spendere o no? O forse sono già’ girate in tasca a qualcuno…..?

  6. Se proprio si vuole investire meno, il ruolo sul quale risparmiare è quello del trequartista visto che in rosa ne abbiamo ancora 3

  7. modernist359 -

    Il ritorno di Eder per me potrebbe essere positivo per il gioco praticato da Giampaolo che richiede il rientro delle punte a difendere ed è un giocatore altrettanto serio come Quaglarella. Il problema più urgente, attualmente, è in difesa, soprattutto nel reparto centrale, dove venendo a mancare Skriniar e pensando a chi potrebbe ricoprire quel ruolo (escludendo una eventuale esplosione di SImic ma non è così scontata…) ora,
    mi tremano già le gambe sulla carta ad ogni partita: è lì che la società deve investire, non ci sono cazzi e lasciar perdere il ruolo del trequartista che qualcun altro potrebbe ricoprirlo al netto di Alvarez.

    • Concordo, é la difesa che mi fa pensare… Considerare anche che l’anno scorso c’è andata bene anche perché Silvestre ha fatto un campionato intero senza infortuni!!!
      Non é scontato. E se manca Silvestre……
      Servono due centrali affidabili, due.

  8. Circolano nomi ridicoli, ho letto di Pucciarelli al posto di Muriel, magari se ha un cugino Ferrero può far giocare lui ma stiamo scherzando?!!
    Io non sono un disfattista ma hanno incassato 100 milioni, spero ne vogliano reinvestire almeno 30!!!!

    Per ora hanno investito in pratica 6/7 milioni, con i giocatori che sono partiti sono 10/12 punti in meno della scorsa stagione, quindi guardiamo la classifica qui ha destra e facciamo i conti.

  9. E già ma qualcuno sarebbe contento della coppia quaglia Eder 66 anni in due che schifo certi tifosi non li capisco incassi 100 spendi 0 ma sono contenti lo stesso come si fa a crescere aziendalmente con una mentalità ristretta….

    • modernist359 -

      Non è questione di essere contenti o meno e farebbe piacere anche a me vedere dei grandi giocatori nella mia squadra e lottare per qualcosa di serio, ma se abbiamo una dirigenza e un presidente fatti in questo modo che non stanno investendo ancora dopo aver incamerato 100 milioni, cosa facciamo? Andiamo lì e gli rompiamo la testa?
      Siamo ancora in pieno mercato ed aspettiamo la fine di questo per giudicare che razza di squadra avremo, poi se non va bene, si fa presto, non si va allo stadio e non si fanno abbonamenti, punto.
      Non c’è molto da fare!!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com