RIPARTIRE DALLO SPIRITO DEL SECONDO TEMPO… E DALLA NUOVA GUARDIA

16

Lo avevamo detto in tutte le salse. L’Udinese squadra da non sottovalutare, il pericolo di schierare Barreto davanti alla difesa, la condizione fisica inadeguata di gran parte della squadra. La prima trasferta stagionale ha riportato alla luce alcuni dei fantasmi dell’anno scorso che si sperava fossero spariti per sempre. L’11 friulano ha giocato come il gatto con il topo per tutto il primo tempo, legittimando il vantaggio e meritando forse un attivo superiore. Poi, nella ripresa, la scossa. La Samp ha fatto girare il pallone con più convinzione, sfiorando il pari con un bel diagonale di Defrel e spingendo alla ricerca del pari con gli innesti in corsa decisi da Giampaolo, su tutti Ekdal e Saponara. Proprio l’ex Fiorentina, entrato al posto di un imbarazzante Ramirez, ha fatto vedere di che pasta è fatto, muovendosi bene tra le linee e offrendo ai compagni un riferimento in appoggio sia in fase offensiva che difensiva.

Forse il soprannome di “nuovo Kakà” era esagerato, ma il classe 1991 se sta bene è un giocatore che per tecnica, senso della posizione e visione di gioco, incarna archetipo del trequartista desiderato da Giampaolo. Ramirez si deve dare una svegliata. Buone sensazioni anche dallo svedese, schierato nella posizione di mezzala ed entrato in campo con la grinta che lo ha sempre caratterizzato. Poteva, anzi doveva venir bene dall’inizio come playmaker.

Molte le note dolenti: l’evanescente Quagliarella, il timoroso Murru, l’impresentabile Barreto – almeno in cabina di regia – e l’impalpabile Jankto. Qualcuno ha giustificato il ceco parlando dei fischi piovuti copiosi dai suoi ex tifosi. Una scusante che regge fino a un certo punto: il grande giocatore è quello che trasforma gli insulti in rabbia agonistica per zittire i suoi contestatori. In generale, a parte le discutibili scelte di formazione del mister, dalla prestazione dell’undici blucerchiato è emersa una preoccupante difficoltà nell’incidere in zona gol. Ramirez non si è mai visto, Quagliarella ha bisogno di tempo per ingranare mentre Defrel si è trovato quasi sempre abbandonato negli ultimi 20-25 metri. Mentre dalle mezzali non c’è stato l’abituale contributo in fase di inserimento, tolta l’ultima mezz’ora nella quale Linetty ha ingaggiato un testa a testa con Scuffet vinto dal bravo portierino friulano, che ha fatto dimenticare il “paperone” contro il Parma.

Domenica la Samp debutta in campionato a Marassi contro il Napoli. Superfluo parlare delle molteplici difficoltà legate a una sfida che si preannuncia complicatissima per mille motivi. Tuttavia, alla luce della scialba prestazione della Dacia Arena, per provare ad arginare lo strapotere tecnico del reparto offensivo azzurro occorre lanciare subito 2-3-4 nuovi giocatori. In primis Saponara ed Ekdal, che hanno avuto subito un buon impatto. E poi uno tra Tonelli in difesa e Caprari in attacco, per dare respiro e forze fresche a una squadra apparsa piuttosto imbolsita e con le gambe imballate.

Autore

Roberto Bordi

Redazione

16 commenti

  1. Ekdal quando è entrato ha fatto il play non la mezzala, ruolo sulla destra in cui si è messo Barreto riportando così Linetty al suo ruolo esatto di mezzala sinistra.

  2. Ciao Roberto ti ringrazio per la precisazione per quanto riguarda l’articolo precedente e chiedo venia mentre concordo pienamente con quello che credo sia il tuo articolo. Aggiungo quanto sia stato grave da parte della società non sostituire adeguatamente Zapata perché davanti siamo claudicanti, speriamo in un’ inversione ti tendenza ma la vedo dura.

  3. In sintesi….potevamo giocarcela…avessimo avuto un allenatore in panchina. Giampaolo è la palla al piede di questa squadra. Ma quale valore aggiunto…è un miracolato ad essere ancora su una panchina di serie A.

  4. Concordo totalmente con evo:due macroscopici errori di giamperdo come giustamente soprannominato da qualcuno nel blog:barreto play e linetty a destra, rimediato a questo scempio abbiamo visto un altra partita…come detto da altro utente del blog il talebano da panchina e’ una parte del problema e non un valore aggiunto

  5. Luca (quello che stava in Brasile) -

    come giá detto altre volte, e mi fa piacere che si stia infittendo chi la pensa come me, GP é un perdente nato, triste e testardo, privo di qualsivoglia capacità motivazionale.
    Ció premesso, siamo pieni di mezzi giocatori:
    – i 3 portieri, che non ne fanno uno da serie A messi insieme
    – Murru (una iattura) e Tavares (nuovo Dodó) a sinistra
    – Sala
    – Colley e Andersen, scommesse da verificare, specie il primo
    – Barreto (vecchio arnese buono al massimo per la panchina)
    – Ramirez (via a gennaio per favore)
    – Caprari, che non segna neanche con le mani e cerca sempre di fare la cosa piú difficile
    – Quaglarella, ottimo e affidabile, ma a 36 anni non puoi partire titolare
    – Defrel, seconda punta che non punge
    – Kownacki, giovane da far giocare
    Insomma, tolti i nuovi (Jankto, Vieira e Saponara, cui diamo un voto di fiducia perché siamo tifosi, e bereszynski, siamo una squadrata, debole, demotivata, fisicamente a terra, e con un disco rotto come tecnico… la strada per la B é tracciata.

  6. Sai cosa penso semarco? Che se fossi sampdoriano nel cuore come me Luca evo e tanti altri saresti incazzato come una bestia invece tu nonostante le figure di merda reiterate continui a fare linguaribile ottimista e metterti le fette di prosciutto davanti agli occhi sai cosa ti dico? Da una parte ti invidio perché cosi vivi tranquillo anche se casca il mondo beato te. Ciao Luca sempre d’accordo con te.

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Ciao Luigi. Mi fa piacere che la pensiamo allo stesso modo, ma sarei piú contento se entrambi sbagliassimo… invece abbiamo ragione, e abbiamo visto giá 2 anni fa’ il tunnel in cui ci stavamo infilando.

  7. Io sono sampdoriano proprio perché ho una speranza nel cuore, come diceva il vecchio coro, voi piuttosto mi sembrate dei bibini mugugnoni e pessimisti, certo che non mi è piaciuta la partita di Udine, a chi mai sarebbe potuta piacere, penso però che con i nuovi innesti, col ritorno di Praet, con l’entrata in forma dei tre attaccanti potremo fare bene, non credo comunque che nessuno possa dare patenti di sampdorianeta’, io ho visto la prima partita nel 1965, , seguito gli anni 70 di salvezze all’ultima partita, gli anni della serie b e poi con Mantovani il sogno si è avverata, ci credo ancora, mi piace pensare positivo

  8. Io non sono così pessimista come alcuni…ma analizzo la realtà e soprattutto da sempre non mi piacciono i giocatori fuori ruolo.
    Se non hai i giocatori adatti per il tuo modulo, cambi modulo.
    E basta con la cosa di dover aspettare mesi e mesi per imparare le seghe mentali di Giampaolo sugli schemi…o volete dirmi che Viera avrebbe giocato peggio di Barreto?che parliamoci chiaro al massimo passava il pallone al difensore…se non è in grado di fare questo allora abbiamo comprato un autentico bidone.
    Il fatto è che Gp non cambia modulo nemmeno se stiamo perdendo o vincendo, se siamo con un uomo in più o in meno…piuttosto fa entrare giocatori per metterli fuori ruolo pensando che se metto il trequartista mezzala sono più offensivo, col risultato di aver un giocatore fuori ruolo!
    L’allenatore deve giustamente pretendere il massimo dai calciatori, ma lui in primis dovrebbe farsi un bell’esame di coscienza e cercare di migliorarsi.

  9. Io di natura non sono pessimista ma guardo in faccia la realtà e questa dice che solo qui GP è considerato un maestro, secondo far giocare giocatori sbolsi fuori ruolo non è da intelligenti perdere sempre fuori casa devi porti delle domande mercato da incompetenti qualsiasi di noi avrebbe fatto meglio sabatini cosa mi rappresenta? Attacco che non farà mai gol terzini grammi e lo sapevi devo andare avanti? Ma mi faccia il piacere diceva Totò…

  10. PS. E adesso aspetto i Ferrero boys che non scrivono più ma che spunteranno come funghi quando si vincerà la prima partita tanto per essere coerenti.

  11. Nn so se qualcuno ha visto il partitone di Zapata ieri sera…al momento il più grosso errore fatto sia per i gol (11) sia per il gioco che fa per la squadra.
    Cmq nn serviva…

  12. Sono un grande estimatore di Giampaolo. Non riesco a capire però perchè straveda per Barreto. Il giocatore andrebbe tenuto come ultima delle riserve ed utilizzato solo a partita in corso. Titolare come regista è un insulto al calcio.
    La prestazione è stata penosa nei primi 50 minuti, io eviterei di insistre troppo su Ramirez, alterniamolo a Saponara, e Murru (proviamo Tavares). Quagliarella sinceramente mi sembr aimpresentabile per adesso, speriamo bene

  13. Quest’anno si lotta per la salvezza, quindi serve un tecnico coi coglioni , Iaco ti aspetto…..con Giampaolo se la barca si mette male non ci sono margini di lotta o carattere che lui come dimostrato non può trasmettere alla squadra.
    Zapata venduto e come tagliarselo per far dispetto alla moglie, pensa che ora l’uomo che deve dare la svolta all’attacco è Caprari, che se non effettua una metamorfosi non fa gol neppure a porta vuota.
    Ma speriamo bene, quest anno temo che staremo svegli fino alla fine…..purtroppo (((

Lascia un commento

Powered by themekiller.com