PRAET, FORSE E’ LA VOLTA BUONA. IN ARRIVO DODO’

8

Ormai lo sanno tutti: la Sampdoria è la scheggia impazzita, la trottola vagante di un calciomercato che ogni santo giorno regala nuove sorprese ai tifosi blucerchiati, a volte negative come l’improvvisa partenza di Castan, altre volte positive.

È il caso di Dennis Praet, protagonista di una telenovela estiva che sembra essere finalmente arrivata all’ultima puntata. Indizi provenienti dal Belgio preannunciano l’imminente chiusura dell’affare. Il padre del giocatore, dopo non essere riuscito a chiudere la trattativa con il Celta Vigo, ha cambiato idea per l’ennesima volta e spinge il figlio verso la Sampdoria. L’accordo con il ragazzo già c’è, mentre siamo ai dettagli per quanto riguarda la cifra alla quale l’Anderlecht lo lascerà partire. La Samp potrebbe chiudere a 7 milioni di euro, portando così a Genova un calciatore capace di giocare seconda punta o trequartista, magari al posto di Alvarez e Schick.

Dall’attacco si passa alla difesa, con la Sampdoria che in extremis cambia tanto. Mal digerito l’improvviso divorzio con Castan, che non ha legato con l’allenatore ed è diretto a Torino sponda granata, la dirigenza blucerchiata pensa al suo vecchio pallino Dodò per rinforzare la fascia sinistra. La possibile cessione di De Silvestri al Torino costringerebbe Sala a slittare sulla fascia destra, lasciando uno slot libero sulla corsia mancina. Si è parlato con il Palermo per Lazaar, ma i rapporti con l’Inter sono buoni e il giovane brasiliano potrebbe tornare a Genova già questa settimana, dopo l’esperienza in blucerchiato dell’anno scorso con tante ombre e poche luci.

Le cifre dell’operazione Dodò sono presto dette: prestito biennale oneroso con obbligo di riscatto al termine del secondo anno fissato a 5 milioni di euro.

Ma il mercato in entrata nel reparto difensivo non si ferma qui. La partenza di Castan obbliga la Sampdoria a cercare un altro centrale: si registra qualcosa di più di un interessamento per Gonzàlez del Palermo, difensore roccioso e di personalità. Il costaricense ha chiesto la cessione e Zamparini potrebbe accontentarlo, anche se non è scontato che a Genova trovi un posto da titolare. Infatti la Samp è un cantiere e Giampaolo non è ancora riuscito ad amalgamare l’undici titolare dei suoi sogni.

ROBERTO BORDI

Autore

Roberto Bordi

Redazione

8 commenti

  1. Premesso quanto sia difficile commentare una pseudo società come la nostra e ragionando non da tecnici perché non lo siamo ma sui freddi numeri mi domando a cosa serva comprare 10 centrocampisti ed avere ad oggi 2 terzini che terzini non sono come Sala e Dodo’ se poi aggiungo 2 stopper del calibro scusate se sorrido del calibro di Regini e Silvestre il quadro è disarmante. Ultima annotazione: i finti sampdoriani che difendono il nanetto vogliono il male dei nostri colori ora questo è inconfutabile visto come ci considerano che è pari a zero.

    • La proprietà non ha soldi. Con le vendite deve ripianare il bilancio e fare i nuovi acquisti.
      Per ora ha venduto quasi tutti i migliori giocatori che aveva, molto bene. Ha anche acquistato molto bene e giocatori giovani che frutteranno altri grandi plusvalenze nei prossimi mercati. Ha preso un allenatore che fa giocare all’attacco le proprie squadre e che lancia i giovani. Ad oggi siamo un po’ debolucci in difesa ma siamo meglio di almeno altre 5 squadre. La mia paura è che con questa politica di essere diventati un discount non si programma nulla e si vive alla giornata. Se va bene un anno si lanciano dei giocatori che poi saranno venduti l’anno dopo. Chiedete ai tifosi dell’ Udinese se sono contenti di questo andazzo……….
      Ultima cosa, il comportamento tenuto dalla proprietà con Fantantonio è riprovevole.
      Tenere fuori rosa un giocatore che hai fortemente voluto solo pochi mesi prima e umiliarlo per fargli rescindere il contratto è da “poveretti”. Cassano è l’unico che nella samp riesce a fare le giocate che da sole valgono il prezzo del biglietto, anche lo scorso anno che giocava da fermo, figuriamoci adesso che ha fatto la preparazione. Antonio tieni duro perchè potresti prenderti presto la tua rivincita.

  2. Difesa a 4 cosi: Budmir ed Alvarez al centro, sulle fascie Praet e Schick, poi prendiamo anche quell’altro pellegrino che volevano dell’Empoli (altro trequartista) poi magari prendiamo un altra punta….direi che è una squadra d’attacco.

  3. la cosa davvero sconcertante è la passività del mondo blucerchiato innanzi a tale scempio proviamo solo a immaginare se tale personaggio avesse preso la roma a la sola critica sul inno avrebbe preso gambe in spalla altro che vendersi pure i mobili ma certo noi siamo sampdoriani e la differenza tra essere civilizzati e farsi prendere per il culo sembra impercettibile dalle nostri parti !

  4. La cessione di Castan non è imputabile alla società.
    La volontà del giocatore ha comandato, peccato perché adesso a pochi giorni dal via sarà complicato trovare un degno sostituto.

  5. Castan l’aveva voluto Montella, e qua torniamo all’errore di aver scelto tardi l’allenatore, perchè lae parole programmazione e professionalità queste persone non sanno nemmeno cosa siano!
    Ma ferrero che fine ha fatto?niente piu post roboanti, niente piu teatrini in tv, niente piu selfie coi tifosi…dov’è finito a godersi i soldi delle plusvalenze?

  6. Con lucidità cosa abbiamo e cosa manca in difesa:
    ( per evitare errori non scrivo i nomi degli impronunciabili)
    3 esterni a destra, Lollo, Pereira e Sala.
    3 centrali, Silvestre, Regini e lo slovacco. (Regini ! Mi viene da piangere)
    1 esterno a sinistra (che non abbiamo mai visto giocare)
    MANCANO
    1 esterno sinistro affidabile + 1 alternativa al primo raffreddore (non Dodo) 1 centrale titolare (almeno 1, ma mi sembra poco) + 1 alternativa di pari valore.
    NOTA per il centrocampo:
    Praet lo prenderei assolutamente perché per quel poco che ho visto pare un potenziale fuoriclasse, preso lui, subito un calcio in culo ad Alvarez. Non serve a un cazzo!
    Per il resto voglio essere un bastian contrario, ma appoggio tutto il lavoro svolto da Osti e Ferrero.
    Castan non voleva restare, Lollo lo puoi vendere se punti su Sala e Pereira, Cassano è un calciatore finito ( l’atleta aveva smesso già 3-4 anni fa)
    Buona giornata a tutti e Forza Doria

Lascia un commento

Powered by themekiller.com