PRADE’ A UN PASSO DALL’UDINESE. NUOVO ULTIMATUM DI FERRERO A PECINI

13

La società ha voluto tranquillizzare i tifosi: non c’è una fuga generalizzata dei dirigenti. Ma se non si tratta di un fuggi-fuggi poco ci manca. Per questo motivo sarebbe di fondamentale importanza per la Sampdoria aprire il portafoglio e tenersi stretto Pecini, grande esperto di calcio e scopritore di talenti.
Pradé ha ormai deciso di cambiare aria e trasferirsi all’Udinese. Non ha rinnovato il contratto con la Sampdoria nonostante un accordo di massima con la dirigenza e alzerà le vele dopo circa un anno e mezzo in blucerchiato.

Peccato, Pradé era uno dei pochi elementi della dirigenza doriana che diceva sempre cose sensate, pensieri lucidi in mezzo ad un marasma di vaccate e parole in libertà di taluni rappresentanti dei nostri colori.
Pradè è attratto dalla posizione di direttore sportivo, molto più attivo sul calciomercato: un ruolo che i friulani hanno offerto all’ex viola e che con ogni probabilità il dirigente accetterà.
La voce degli ultimi giorni, ma sempre attuale, è che il posto lasciato da Pradé potrebbe consentire alla Sampdoria di tenere Riccado Pecini, maestro di mercato e fine talent scout.

Ma anche Pecini riflette sul proprio futuro, tentato dall’interessante proposta dell’Empoli.
La doppia partenza non sarebbe un fattore positivo per la Sampdoria, costretta nel caso a rivoluzionare il proprio quadro dirigenziale. Una situazione spinosa che si unisce al muro contro muro che si sta creando con Viviano, invitato ad andare a Lisbona perché non rientrerebbe più nel progetto tecnico di Giampaolo.
Ferrero ha dato l’ultimatum a Pecini e probabilmente anche a Viviano, in attesa di nuovi sviluppi e delle cessioni eccellenti che daranno il via al nostro mercato.
Un mercato che potrebbe anche essere scoppiettante: previsto infatti un rigiro di giocatori per appagare l’esigenza di cambiamento richiesta da Mister Giampaolo, dopo il vistoso calo nell’ultima parte della stagione appena conclusa. 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

13 commenti

  1. Prade’ non vedo a cosa sia servito, il calo del girone di ritorno c’è stato con o senza di lui, non mi sembra abbia influito un granché, neanche nella politica societaria delle plusvalenze, quindi…

    • Vero che non serviva ad una mazza, ma vogliamo paragonare Pradè a signorsì Osti?mi tenevo il primo e salutavo il secondo, che quando ha scelto lui ci ha portato fenomeno maticrack (mammia mia!!!)
      E chissà cosa c’è veramente dietro, soprattutto Pecini che non ha l’offerta del Real Madrid ma dell’Empoli…
      Tutto questo rinnovamento, che si dice sia su richiesta di Giampaolo, a me sa di bugia: Giampaolo vuole mandar via Viviano e Silvestre?che con lui hanno praticamente sempre giocato?diciamo che è la società che vuol abbassare gli ingaggi su giocatori su quali sa che non potrà fare plusvalenze.

  2. In effetti quando arrivò Pradè si pensava ( e si vociferava…) che Osti avesse i mesi contati, poi sono rimasti entrambi per un anno e mezzo…
    A me Pradè è sempre piaciuto ed ero contento del suo approdo ma qui mi pare che abbia combinato poco o nulla, forse perchè non libero di agire in autonomia…mah…uno di quei misteri che ogni tanto entrano a far parte del nostro mondo…

  3. LUCA (QUELLO CHE STAVA IN BRASILE) -

    Senza Pecini sará durissima.
    Era l’unico fuoriclasse in società e l’unica fonte di “soddisfazione”… le plusvalenze!

  4. Ottima partenza per la nuova stagione…se son rose…
    Perdere 2 dirigenti così nn è una bella cosa
    Prendiamo (forse) Bonato…No comment
    Speremmu ben

  5. Torno un attimo sulla questione Viviano e copio delle parole tratte da un articolo del Secolo:
    “Ieri lo ha fatto e ha sentito dalla viva voce dei dirigenti che per questioni tecniche, «e assolutamente non per altri motivi», le strade si separano. Come noto la Samp si orienta sul polacco Skorupski, che meglio interpreterebbe il ruolo. Le differenze tra i due rientrerebbero in questioni ultra tecniche di difficile spiegazione ai non addetti ai lavori: dinamiche riguardanti l’attacco del pallone a difesa schierata e altri tecnicismi.”

    Io quando leggo ste cose mi sento preso x il culo!
    Parlano di finezze tecniche, quando non abbiamo terzini degni di tale nome (a parte Bere)…su dai perchè non dicono che deve far le valigie perchè non ci possono lucrare sopra vista l’età e lo stipendio alto.
    Uno dei pochi che vorrebbe restare e attaccato all’ambiente e lo mettono fuori rosa se non se ne va!
    E attenzione che ieri si diceva che Gp non ha mai visto di buon occhio Zapata, perchè gli fa snaturare il suo gioco e che quindi se arriva un’offerta lo venderebbero…fosse per il mister avremmo preso Vietto dall’Atletico Madrid (a 20 mln), andatevi a vedere i suoi numeri e pensate se ci fosse stato lui al posto di Duvan!! HELP!

    • “Ieri lo ha fatto e ha sentito dalla viva voce dei dirigenti che per questioni tecniche, «e assolutamente non per altri motivi», le strade si separano. Come noto la Samp si orienta sul polacco Skorupski, che meglio interpreterebbe il ruolo. Le differenze tra i due rientrerebbero in questioni ultra tecniche di difficile spiegazione ai non addetti ai lavori: dinamiche riguardanti l’attacco del pallone a difesa schierata e altri tecnicismi.”

      Tu ti senti preso per il culo caro Evo…
      Io invece quando ho letto queste frasi giuro mi sono venuti i brividi!
      Viviano par di capire in pratica non viene riconfermato non per una questione tecnica bensì…TATTICA!
      Sono allibito, incredulo!
      Ma perchè uno sport semplice come il calcio viene ridotto a roba da massimi sistemi?
      Io spero che nella realtà sia un taglio di natura esclusivamente tecnica ed in questo caso non mi sentirei di obbiettare nulla, se invece la causa è perchè Viviano non attacca bene il pallone a difesa schierata…si salvi chi può!

      • Non commento le cose dette, però ragazzi sicuramente ci sono delle cose che non ti verranno mai a dire. Tipo che Viviano ha ancora tre anni di contratto a 1 milione l’anno, raddoppiato dalle tasse, è un 85 e a fine contratto vale zero.

        Inoltre, giusto per metterci un po’ di fantapolitica e complottismo, è abbastanza rappezzato e magari i medici della Samp non giurerebbero mai sulla sua solidità fisica in futuro. Quest’ultima è solo una mia elucubrazione (comunque chi lo compra lo visita), però fosse vera non ce lo vengono certo a dire.

  6. Viviano se ne va per motivi extracalcio che in societa’ cercano di non far trapelare troppo…il resto e’ fuffa

  7. Siccome quest’anno dopo tantissimi anni i baracconi sono pressoché assenti, ci pensa la Samp, tra dirigenza e giocatori, a farci salire sulle MONTAGNE RUSSEEE!

    Silvestre, Viviano… chi l’avrebbe mai detto.
    Ma partono sembra anche giocatori che per molti tifosi erano addirittura un peso, che liberano degli “slot”.
    E i nomi che si fanno in ingresso non mi sembra siano, ad oggi, a livello campagna acquisti Bjiarnason e Barillà.
    Anche da dire che Giampaolo non sembrava disposto a rimanere a tutti i costi, ma solo a determinate condizioni.
    Peccato che partiamo con un handicap pesante rispetto agli ultimi due anni, Torreira è insostituibile.
    Come ho già scritto chi vivrà vedrà e dire oggi se fanno bene o male è da pazzi.
    Se non altro si intuisce che non erano solo le cessioni e le plusvalenze ad essere meditate già a metà campionato, ma anche i possibili acquisti, da come sono partiti.

  8. Caro evo se mai ci conosceremo di persona ti diro’ la fonte, coi calciatori fiorentini fuori dal campo non siamo mai stati fortunati, mettiamola cosi’, a buon intenditor…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com