PITTA ZONE “ROMERO- FLORENZI, L’ANALISI DI UN INTERVENTO MIRACOLOSO”

1

Esemplare Romero, guizzante come un’acciuga!

Dopo l’infortunio di Viviano è stato tangibile lo scoramento dei tifosi blucerchiati.
Ed è stata forte la curiosità di conoscere quale scelta avrebbe fatto Sinisa, che un po’ a sorpresa ha deciso di dare fiducia al nostro acciugone argentino.

Una scelta indiscutibile a livello tecnico ma che non mi trova particolarmente d’accordo – e lo dico ora, dopo due ottime partite di Romero – per quanto fatto vedere da Sergio negli anni scorsi.

E’ evidente che gli interessi di mercato vengano prima di ogni altro fattore…

Ma passiamo al campo!

Facendo un passo indietro alla partita di Cagliari, benché entrato a freddo il buon Sergione ha mostrato nervi saldi e ha sfoderato un intervento basso su tiro ravvicinato davvero notevole, peccato che abbia solo rimandato la segnatura della squadra di casa.

La notizia più positiva di Cagliari è stata la concentrazione ostentata dal nostro n° 1: forse l’acciugona ha finalmente intuito che giocando meno di 10 partite in due anni abbondanti difficilmente arriverà un altro contratto faraonico.

Sabato sera, poi, la prestazione di Romero è stata esemplare con un intervento sensazionale su Florenzi.

Ma anche in questo caso quello che mi ha colpito di più è stato il livello di attenzione e concentrazione mostrata dall’argentino: mai una sbavatura, Romero si è dimostrato sempre pronto a spingersi fino al limite dell’area (quella grande, ebbene sì!) per sbrigare compiti che fino a qualche mese fa non sembravano appartenere al suo bagaglio e che oltretutto erano fonte di guai per i nostri difensori.

Bravissimo a coprire su Gervinho nel primo tempo permettendo il recupero di Regini sul tiro dell’attaccante ivoriano.

Si è anche dimostrato sicuro in tutte quelle parate “facili” che negli anni passati (Pescara e Chievo su tutti) ci hanno fatto venire il mal di stomaco.

Disarmante, poi, il già citato intervento su Florenzi: riprendere la posizione su un cross che si sta seguendo ed avere una simile reattività in controtempo (guardate come arriva comodo a mettere la mano, decidendo come e dove respingere il colpo di testa), fa capire quali doti fisiche abbia l’acciugona…

Ora vedremo se il profumo dei soldi (perché, a mio modo di vedere, solo questo importa a Romero) gli farà continuare la striscia positiva . Ben venga anche il suo attaccamento al denaro, se le prestazioni restano queste!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

1 commento

Lascia un commento

Powered by themekiller.com