“FIDUCIA A FIORILLO. NON E’ FACILE GIOCARSI TUTTO, QUANDO GLI ALTRI SONO GIA’ IN VACANZA..”

6

Un Pitta Zone a malicuore. Conosco Vincenzo e mi dispiace aver sentito alcune critiche che gli sono piovute addosso.

Una cosa è certa. È molto difficile giocare quando i tuoi compagni sono in un clima “vacanziero”. Fiorillo è l’unico che si sta giocando qualcosa, a differenza degli altri. Guardate le marcature leggere e molto allegre in occasione dei gol del Napoli. Marcature da clima balneare. Per il nostro portiere è una difficoltà in più.

Ma veniamo alle reti subite: Sul quarto e quinto gol Vincenzo è incolpevole.

Sulla prima rete Fiorillo ha fatto un miracolo incredibile sul colpo di testa di Fernandez. Poi Zapata non era marcato da nessuno e ha ribadito in rete con facilità. Sulla rete di Insigne devo dire, da portiere, che Fiorillo è stato ingannato dalle traiettorie strane che prendono questi nuovi palloni, escogitati dalla Fifa per aumentare lo spettacolo: un pallone che se calciato di esterno, di interno ma anche di collo piede prende degli effetti incalcolabili. In Brasile avremo anche il nuovo pallone “Brazuca”, staremo a vedere!

Ma, tornando al match di domenica, sul 3° gol (la punizione di Callejion) c’è un errore. Ma, ragazzi, capita.. Fiorillo in questo caso è caduto subito, ingannato dalla debolezza del tiro. Forse doveva ritardare di un attimo il tuffo o avanzare un po’ e buttarsi in diagonale, per strozzare il pallone al rimbalzo. Ma è facile a dirsi davanti ad una tastiera. Chi fa il portiere sa che questi errori possono capitare!

Ho sentito intorno a me mugugni e critiche… I criticoni non mancano mai! La madre dei Criticoni, a quanto pare, è sempre gravida..

Ho sentito alcuni tifosi dire di vendere anche la seconda metà alla Juve, di mandare via Fiorillo… Stiamo scherzando? Guardate che l’alternativa a Fiorillo è Mister 1,7 milioni di euro.. Dopo questo piccolo passo falso, al contrario, bisogna dargli fiducia. Speriamo solo che la società gli confermi la fiducia che merita e che il prossimo anno parta titolare.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Da che mondo e mondo iportieri che subisocno tante conclusioni a rete sono quelli che hanno più possibilità di fare bella figura.
    Non contesto le tue considerazioni solo perchè difendevi anche Da Costa e quindi penso che parli in buona fede.
    Io dico solo che se gli stessi gol (2° 3° e 5°) li avesse presi Da Costa sarebbe scoppiata la rivoluzione. Perchè anche l’autorete di Mustafi… palla lenta a 2 metri dalla linea…

    • Certo, ma da Costa una parata come quella sul primo gol, se la sogna davvero…. Quindi W Fiorillo tutta la vita, che farà pure qualche cappella, ma ha dimostrato di avere nelle corde parate di grande livello! Ora, siccome le cappelle le fa pure Buffon, ma le parate “miracolo” le fanno in pochi, sarà meglio il nanerottolo brasilero che non prende gol solo se non tirano in porta, oppure Vincenzino che, a 24 anni e con ovvii margini di miglioramento, ti ha fatto vedere che è in grado di fare delle super parate e anche qualche cappella?

      • Sono d’accordo con te Matteo, per me non c’è paragone con Da Costa, però sarebbe il caso che Fiorillo inizi a colmare i suoi buchi di concentrazione. Non è più un ragazzino ed errori come quelli di domenica (specie il terzo gol) non deve più compierli. Sono fiducioso in ogni caso.

  2. Concordo. Tutte ottime osservazioni. Tutte sulla carta.
    Una partita tirata con mille conclusioni in porta sono la gioia per un portiere.
    Una partita di fine stagione senza concetrazione, diventa, invece, un incubo per un numero 1 (con anche relativa insicurezza nel reparto che inevitabilmente condiziona il gesto tecnico individuale).
    Altrettanto vero che Da Costa sarebbe stato messo sulla sedia elettrica (ma, quindi, adesso Fiorillo è un bidone ? Domanda per tutti i vari Bistazzoni & C. che domenica erano in Sud). Però, l’allenatore ha scelto Angelino come n. 1 e non Vince, come mai??
    Verissima la differenza tra mezzi innati di Fiorillo (posizione, parata di istinto, mobilità) e mezzi di Angelino (che solo col duro lavoro è arrivato ad essere un portiere medio -cre?- affidabile checcè ne diciate voi… Sinisa non è un pazzo).
    Sacrosanta la considerazione che a Fiorillo bisogna dare una possibilità concreta e che lui deve giocarsela al top (purtroppo, il Jolly “erede Buffon” se lo è fumato qualche anno fa per colpa di pressioni a mio modo di vedere troppo forti per un ragazzino cui non cresce nemmeno la barba….)!
    Morale finale ? Ai Bistazzoni della gradinata auguro di vedere Fiorillo titolare in un’altra di Serie A, ai criticoni di vedere Angelino col 12 e MR TRECCINE D’ORO titolare il prossimo anno in blucerchiato a 3 milioni di Euro lordi di ingaggio….

  3. Per conto mio Fiorillo è titolare inamovibile. Ho giocato in porta in gioventù e so che cappelle come quelle di domenica sono figlie di cali di concentrazione, e su questo Vincenzo deve lavorare, magari con un mental coach come ha fatto Mattia Lombardo, ma il ragazzo (oltre ad essere un Doriano, e se permettete godo) ha nel CV parate degne del miglior Casillas: ricordate contro la Roma in Coppa Italia? Da Costa è un serio professionista ma niente di più. Per me Fiorillo tutta la vita.
    Scignorìa e Dagghe Doia!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com