PARTENZA ECCELLENTE, MURIEL E’ UNA POESIA

8

Un tempo eccellente della Sampdoria. Basta la prima frazione di gioco per annichilire il Carpi con una serie infinita di fiammate del duo magico Muriel-Eder.
Zenga vendica l’onta estiva. Ha il fumo che gli esce dalle orecchie, rabbioso come non mai si fa espellere pure sul 5-1. Gande Walter!
Muriel ed Eder affettano la difesa avversaria con frequenza incredibile, con le giocate che tutto il popolo blucerchiato chiede ai due campioni.
La sarabanda comincia al 13′: lancio delle retrovie, stop addirittura profumato di Muriel che entra in area con furia ronaldina ed è falciato da un povero pedatore carpigiano. Rigore nettissimo: tiro di Eder e palla in rete: 1-0
Muriel è in fase di estasi mistica: al 21′ il colombiano lanciato da Eder punta secco il difensore avversario, sterza, avanza, dribbla e contro-dribbla: il carpigiano è definitivamente ubriacato e Muriel scarica una botta di destro da buona posizione che batte Brkic per il 2-0.
Al 31′ c’è gloria  per Cassani, scende sulla destra, fa fuori il terzino avversario, cross perfetto per Muriel che spacca la rete con una fucilata di destro: 3-0. Lo stadio è una bolgia.
Due minuti dopo arriva la doppietta di Eder: tiro di destro e cappellone di Brkic, la palla gli passa sotto la pancia ed è il 4-0.
Il 37° è il minuto per il saggio Fernando, cavallo basso e alte geometrie: punizione dal limite e conclusione perfetta sotto l’incrocio per la quinta rete blucerchiata.
Partita chiusa, anzi blindata.

Ci rilassiamo e arriva il bel gol di Lazzari al 40′ e il bellissimo gol di Matos all’89’ che accorciano le distanze.
Al 75′ entra Cassano, ancora indietro di condizione, ancora panciuto, ma volenteroso e applaudito da tutto lo stadio.
Zenga, a nervi tesi, si fa espellere per proteste. Espulsione anche per Ivan, perdonato per la sua foga giovanilistica, espulso per una doppia e inutile ammonizione.

Così come è inutile l’intervento da caprone di Regini che atterra un carpigiano dentro l’area al 92′. Fortuna che Viviano salva la porta respingendo il rigore di Lazzari.

Conclusioni:

1: Avversario morbido, ma era fondamentale iniziare il campionato con il piede giusto. Un po’ di esaltazione dopo le delusioni estive era quello che ci voleva.

2: Zenga è perdonato, si è riscattato con la prova gagliarda che volevamo.

3: Eder e Muriel insieme possono essere dei mostri, sfasciare le piccole squadre come vogliono, fare carne di porco delle difese avversarie.

4: Per una settimana, se Dio vuole, addio polemiche, visto che per molti tifosi catastrofisti questa squadra doveva essere sull’orlo dello sfascio.

Peccato per la flessione nella ripresa, potevamo iniziare con una goleada, ma il risultato resta comunque eccellente.
El Kaoutari, dalla profonda Sicilia, mette la ciliegia sulla torta e la domenica è da mettere in cornice.
Avanti Sampdoria!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

8 commenti

  1. Non mi pare che ci scriva gli articoli avesse lodato Zenga,anzi basta leggersi i post precedenti dove se ne diceva peste e corna.
    Per te forse la società è perdonata,per me no,l’Europa league è andata miseramente qualche viaggetto europeo me lo sarei fatto volentieri.
    Il Carpi ha pagato l’inesperienza,l’emozione e la vena di Muriel Eder,che nel precampionato si erano già dimostrati i migliori.
    La squadra è profondamente incompleta,se andava via Soriano schierare 4 centrocampisti sarebbe stato arduo.
    Quindi benissimo il pokerissimo,felicissimi per un inizio mai visto,stacontento per Mihajlovic che per me è sempre stato un mediocre sopravalutato (come se la SAMPDORIA fosse una squadra di scappati di casa allenati dal Mourinho dei poveri)annichilito da una Fiorentina splendida nelle giocate.
    Ma soprattutto GODURIA ESTREMA grazie a IACHINI BEPPE , all’ultimo secondo.

    GRAZIE BEPPEEEEEEEEEEEEEEEEE

  2. Anch’io non mi esaltò troppo dopo questa partita, avversario inesistente , quello che c’è di positivo e la ritrovata vena del gruppo che mi sembra molto compatto , bene ora pero’ ci aspetta il test con il Napoli una partita durissima vedremo

  3. Intanto devo iniziare con un mea culpa. La mia “belinata” sulla giostra presa (e invece l’ abbiamo data) è la conferma che il calcio fa parlare e zittire al tempo stesso. Ma è onesto, quando ci vuole, ammettere i propri errori. Con questo non voglio dire che abbiamo risolto tuttti i problemi ma un inizio così è certamente un buon viatico per il lungo percorso da intraprendere. E bisogna aggiungere che quando si parla di campagna acquisti e delle eventuali “cappelle” della dirigenza è anche giusto lodare certe operazioni come quella relativa all’acquisto di Muriel che, se continua così, sicuramente lo perderemo un altr’anno, ma a fronte di 30 o anche più milioni di euro…. Se riuscissimo a tornare imbattuti da Napoli( è un autentico banco di prova) allora tante cose potrebbero cambiare in meglio con prospettive inaspettate, anche se siamo appena agli inizi. Infine ecco altre due godurie: Palermo ancora fatale per “quelli” (con Iachini si bruciano sempre…..) e la sconfitta del Milan. Spero con tutto il cuore che la vicenda Mihajlovic/Milan segua l’identico percorso di quella Del Neri/Juventus. Chi lascia la Samp muore………

    • Ieri per Fitzgerald Mihajlovic ho goduto quasi più che per la sconfitta dei pennuti. Deve crepare quell’arrogante presuntuoso. Pensava di arrivare a Milano e fare i miracoli.

  4. Io non sono abituato a non soffrire dopo 30 minuti essere già 4-0… non c e proprio gusto…
    Cmq. questa partita anche se finita in gloria, non deve illudere, il Carpi ieri era veramente pochissima cosa.
    Ma nonostante il risultato e un gioco piacevolissimo nel primo tempo, ci deve cmq far capire che, manca un centrale difensivo affidabile (Coda e improponibile contro altre squadre), un terzino sinistro (Regini inguardabile), 1 in mezzo al campo, se parte Soriano devono essere 2, e una punta forte fisicamente e di testa, se riusciamo nell’intento, nonostante Zenga (che continua a non piacermi) forse possiamo divertirci.

  5. modernist359 -

    Sono contento del risultato e dopo il primo tempo la partita era già finita. Il calo del secondo tempo ci può stare dovuto forse anche alla volontà di non infierire ulteriormente contro una debuttante in serie A. La difesa forse deve ancora entrare a pieno regime (Moisander a quando il suo debutto?), ma il test con il Napoli alla prossima di campionato potrà offrire indicazioni su come potrà essere il cammino di questa squadra.

  6. Zenga perdonato un corno. È sempre quello che ci ha buttato fuori dall’Europa. Se avesse fatto giocare coda e ivan al posto di palombo e krisitic senza inventare l’acqua ora saremmo ancora in europa. Ce ne vuole ancora prima di farsi perdonare

  7. Ovviamente felice ma troppo presto per esprimere giudizi. Soriano servirebbe perchè è l’unico che inventa il gioco e verticalizza e senza di lui temo si tornerebbe al passato dello scorso anno quando la palla circolava a lungo a centrocampo con passaggi in laterale e appoggi alla difesa, ma nessuno portava avanti l’azione ( 17 pareggi). E’ vero che ci sarebbe il peso piuma Correa quando però non è fermo ai box in riparazione e tra qualche tempo spero un Cassano in peso forma (che però non contrasta), Ivan in crescendo ma è ancora giovane, Palombo è un incontrista e non illumina il gioco mentre Kristicic, come ho già scritto, va bene solo per i nostalgici da libro cuore. Senza Soriano penso avremmo qualche problema per cui rimarrebbe solo la palla lunga da oratorio come fatto con il Vojvodina.

Rispondi a Pino Cancella la risposta

Powered by themekiller.com