PARODI: “ARRIVERA’ UNA PUNTA DI VALORE ASSOLUTO”

5

Valzer di acquisti e cessioni: anche Bruno Fernandes saluta e lascia la Sampdoria. In questo quadro in cui sono legittime le preoccupazioni di molti tifosi, dal momento che tutti i “big” sono sotto osservazione da parte dei grandi club e nessuno è incedibile, una ventata di ottimismo arriva dal giornalista Renzo Parodi. Nell’editoriale su Repubblica Parodi parla di una società che dovrà impegnarsi in entrate e uscite ma ha l’obiettivo di rinforzare la squadra.

“Salutato Schick incassando più denaro dei 25 milioni della clausola – scrive il bravo giornalista nel suo editoriale – “ora in rampa di lancio è andato Milan Skriniar, concupito dall’Inter. Sarebbe inevitabile cederlo se il club di Suning arrivasse davvero ad offrire 20-22 milioni cash e il cartellino di Caprari. O addirittura 30 milioni in contanti. Ferrero in principio preferisce soltanto denaro. “I nostri giocatori ce li scegliamo da soli”, ha confidato ai suoi collaboratori…. Per Muriel Ferrero era disposto a fare uno sconto sulla clausola liberatoria fissata a 28 milioni, ma in assenza di offerte congrue ha deciso di toglierlo dal mercato. “Sarà il nostro migliore acquisto”, ha promesso, garantendo che la squadra sarà molto più forte di quella che ha centrato il quarto posto. “Nessuna smobilitazione”. Anche Torreira dovrebbe restare, nonostante il suo procuratore, Bentancurt gli abbia impedito di rinnovare a cifre più alte il contratto (in scadenza 2020, Lucas guadagna meno di 180 mila euro a stagione) e lavori da mesi per farlo emigrare altrove”.

NOVITA’ IN ENTRATA
In entrata, secondo Parodi, si vedranno interessanti novità:

“I ruoli lasciati scoperti dai partenti – scrive Parodi – “andranno colmati con giocatori di qualità che lo scouting blucerchiato sta cercando sui mercati dell’Est, più economici e in prospettiva molto redditizi. Naturalmente si dovrà rimediare alle lacune tecniche emerse lo scorso anno. Ricapitolando, ad oggi lo scenario è questo: Via Schick, via Skriniar in presenza di un’offerta irrinunciabile, via chi non serve alla causa (Alvarez, Pavlovic, Regini, Dodo, Sala o Bereszinsky, Cigarini, Budimir, già quasi del Crotone, via molti dei prestiti ritornati alla base). Conferma per Capezzi e Verre. 

Arriveranno un paio di attaccanti, uno sarà il polacco Kownacky, l’altro una punta di valore assoluto, Driussi è il primo della lista ma per ora costa troppo, 15 milioni, e andrebbe messo in conto l’ambientamento nel nostro calcio. Piace Falcinelli, la richiesta è 10, ma non escludo sorprese dall’estero. Poi un difensore centrale già pronto a fare il titolare e almeno due esterni di difesa. Sullo sfondo restano il trequartista richiesto da Giampaolo (per Ilicic la Viola spara alto), nonché un portiere affidabile qualora i tempi di recupero di Viviano slittassero a novembre-dicembre.

Massimo Ferrero è scaltro ed è difficile fregarlo, ha raddrizzato i conti e riportato il bilancio in linea di galleggiamento. Il suo obiettivo ora è quello di ridurre del 10-15% il monte ingaggi (che viaggia sui 35 milioni) e di ringiovanire vieppiù la rosa che dopo quella dell’Udinese era la più giovane della serie A: 26,2 anni l’età media.  Se le novità a livello di organico fossero più di 7 o 8 il mister si ritroverebbe a ricominciare daccapo il suo corso di istruzione insegnando ai nuovi il suo calcio didascalico e ripetitivo. La rifondazione dell’anno scorso era indifferibile, una radicale revisione dei quadri tecnici, toccandone i gangli vitali, oggi sarebbe un azzardo. Le squadre si migliorano inserendo pochi ritocchi a livello di organico e 3-4 titolari alla volta; affinando i meccanismi di gioco e ottimizzandone il rendimento. Se l’obiettivo è quello di restare nella parte sinistra della classifica e magari migliorarsi di un paio di posizioni, allora non serve un repulisti generale ma pochi ritocchi mirati”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Dovrebbe arrivare questo dovrebbe arrivare quell’altro dopodiché potrebbe anche…che bello il condizionale peccato che al momento le certezze siano in uscita che poi si riesca ad allestire una buona squadra non lo so ad oggi posso solo dire speriamo. Preferisco vivere il presente infatti qualcuno prima del sottoscritto diceva: del doman non ve certezza

  2. LUCA DAL BRASILE -

    Parto dalla fine:
    “non serve un repulisti generale ma pochi ritocchi mirati”.

    Per ora, purtroppo, non sembra che la linea sia questa, ma quella tanto amata dai media, ovvero Samp Discount: vieni, riempi il carrello, paghi la metà, e ti porti via merce sceltissima e freschissima.

    I nomi che circolano sono mediocri, e comunque di giovani e giovanissimi che dovranno fare un lungo tirocinio prima di essere lanciati, anche perché le esplosioni alla Schick, Torreira e Skriniar non accadono per forza tutti gli anni, anche se Pecini é un mago.

    Possiamo capire la vendita a 30 zucche di Schick, il classico quadro della collezione da vendere ogni anno.
    Possiamo capire anche che di 4 mezze punte non ne facessimo una, e quindi cederne almeno 2 forse sarebbe giusto, ma proprio il meno peggio e quello più legato all’ambiente é il primo che parte? E poi dove sta la plusvalenza? Pagato 9 e venduto a 9… mah!
    NON possiamo capire invece la vendita di Skriniar, se non con la logica dell’asta permanente, della vendita all’incanto.

  3. Capisco benissimo che non si può rinunciare a proposte…indecenti. Quindi Ok Schick, ok Muriel ma solo se qualcuno porta i 28 milioni, Ok per SKriniar x 35 e Ok per Torreira x 20. Qualora e penso sia impossibile, andasse tutto in porto la Samp con i 2 di Budimir i 3 di Regini i 9 x Fernandes e i 2/3 x Alvarez avremmo un monte vendite di ben 127 milioni di euro. Visto che per me è fantasia penso sia opportuno togliere dal mercato Skriniar, Torreira e Muriel. Comprare un portiere, due terzini o tre un centrale difensivo un trequartista ed una punta forte * una punta giovane, ma abbiamo a disposizione non meno di 47 milioni e non è poco.

  4. penso che il sogno sarebbe quello di avere la squadra basata sulla spina dorsale formata da viviano(anche se i tempi di recupero sono ignoti)skriniar e silvestre centrali difensivi inamovibili,a centrocampo barreto e torreira e davanti muriel.il resto tutto sommato sono giocatori piu’ o meno sostituibili a patto di essere bravi a trovarne altrettanto validi.con una punta di valore e finalmente dei terzini degni di questo nome potremmo fare di nuovo un bel campionato e levarci altre soddisfazioni.l’anno scorso di questi tempi ricordo molti commenti votati al catastrofismo piu’ assoluto e forse ero tra i pochissimi ad essere ottimisti.non facciamo lo stesso errore anche quest’anno.il mercato e’ lungo e i conti si faranno il 31 agosto.purtroppo la samp non detta piu’ legge sul mercato da anni ma lo subisce e per forza di cose le cessioni ci sranno tutti gli anni ma almeno questa societa’ sa vendere e in parte reinveste perché acquisti da 10 milioni non se ne erano mai visti.calma e sangue freddo

  5. venderanno il vendibile. questo e’ il messaggio che rimbalza a bogliasco da marzo di quest’ anno. fatevene una ragione..la ERG rientrera’ dal decennio in rosso, e poi liberi tutti. 40 punti come i 40 ladroni, dura l’anno prox. saluti a tutti dagli USA, specialmente al mio hermano in Canaria!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com